Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Post con #sociale tag

Tutto traballa e il linguaggio ne è un segno.

3 Giugno 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

Ho ascoltato con orrore due frasi in situazioni diverse ma entrambe gravi. Un magistrato, intervistato su come fosse stato possibile perdere un fascicolo sulla morte di un neonato, risponde al giornalista: “Lei non hai mai perso qualcosa a casa sua?”. Un cosiddetto “mostro” un uomo malato, da anni torturatore di prostitute, finalmente arrestato dopo aver abbandonato una donna seviziata e moribonda, afferma: “Ho fatto una bischerata!”.

Non si dica che sono solo parole. La scelta delle parole dice molto. Quelle parole significano che si è perso il ritegno e il senso di responsabilità per le proprie azioni, e questo purtroppo accade a tutti i livelli e a tutte le età. A parlare e a comportarsi male si inizia prestissimo, già alle elementari, spalleggiati da genitori che difendono sempre i figli, prendendosela con le maestre e non facendo assumere ai bambini le responsabilità per le proprie azioni.

In quanto agli adulti, l’elenco va dagli insulti che si subiscono nella quotidianità sul lavoro o per strada, fino alle interviste di assassini, scarcerati dopo pochi anni di pena, che si raccontano a testa alta e con il sorriso. E’ tutto il sistema che barcolla e il linguaggio ne è un segno. Non smettiamo di inorridire di fronte a tutto ciò. Anche se non è facile, perché comporta l’assunzione dell’impegno a rispettare il prossimo.

 Ora si pone di fatto la questione se la mancanza del senso di responsabilità vada di pari passo con l’imbarbarimento del linguaggio. Credo di sì. Anzi, come è noto, molti studiosi sostengono che è il linguaggio a organizzare il pensiero, mentre Orwell in un saggio degli anni quaranta intitolato “La politica e la lingua inglese” spiega anche che l’assenza di uno sforzo riflessivo nel cercare le parole impoverisce la lingua e di conseguenza la capacità di pensare.Politica e linguaggio: vi viene in mente niente? Sono almeno vent’anni che i nostri politici abbreviano il pensiero attraverso l’insulto. Dalle bravate verbali di Bossi, che hanno fondato un genere, all’apoteosi di invettive di Grillo, che non voglio qui ripetere, sono ormai pochi quelli che sanno contestare un’idea senza sferrare un colpo basso alla persona. Non sei d’accordo con me? Allora sei un gufo! Hai una tesi che non condivido e per caso sei basso? Faccio prima a dirti che sei un nano! La satira, spazio franco dedicato ultimamente quasi esclusivamente alla caricatura dei politici, incoraggia la tendenza, il web la moltiplica. Con effetti culturali di sicura barbarie.

Mostra altro

Mai solidarietà fu tanto lurida.

30 Aprile 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

Applausi poliziotti condannati per la morte di Federico Aldrovandi, Matteo Salvini su facebook: "Io sto con loro" .Matteo Salvini questa volta l'ha sparata davvero grossa. Dopo i cinque minuti di applausi e la standing ovation per tre dei quattro poliziotti condannati per la morte di Federico Aldrovandi al Congresso Sap e le polemiche scatenate dall'episodio, il leader del Carroccio ha preso le difese degli agenti: "Polemiche contro i POLIZIOTTI del Sap che hanno osato applaudire dei loro colleghi condannati. IO STO CON I POLIZIOTTI, con i Carabinieri, e con chiunque rischia la vita per difendere i Cittadini". Così, mentre arrivavano le condanne per l'accaduto del premier Renzi, del ministro Alfano e del Capo della Polizia Pansa, Salvini ha scatenato un'ondata di indignazione e a tratti di insulti: "Sono una poliziotta - commenta un'utente - ma non difendo chi ha una condanna per omicidio colposo". Un altro va meno per il sottile: "Quindi se domani degli uomini in divisa pestano a morte tuo figlio tu stai dalla parte dei poliziotti?".

Sta con loro? non avevamo dubbi.Lui sta con chiunque rischia la vita per difendere i cittadini. In quale momento Federico Aldrovandi ha smesso di essere un cittadino smettendo anche di essere un essere umano? In quale momento uomini in divisa diventano giudici e carnefici? In quale situazione è prevista la pena do morte?.Come se fosse la prima volta che questo tizio dallo sguardo fisso e allucinato dice cose sconcertanti. Ma forse stavolta coloro che apprezzano i suoi discorsi demagocici e devastanti sulla guerra agli immigrati da abbattere in mare, avranno sentito un leggero brivido di disagio.Soddisfazione prima contro l'euro, poi con i mentecatti del tanco, adesso ad applaudire un omicidio.Soddisfazione.Ho sempre temuto il potente e sovversivo motore della lega: il feroce egoismo di chi ha di più e non vuole condividere nulla con chi ha di meno.E' uno dei motori più potenti del comportamento umano, capace di distruggere una società, in particolare se debole come la nostra.Bene, questo gran motore che è in mano alla lega fino ad ora si è auto-neutralizzato per la pochezza intellettuale dei suoi leaders.Maroni pareva un eccezione, Salvini riprende la tradizione.Mi sembra evidente che il feeling con Marina Le Pen di Salvini sia stato preso da tutti troppo alla leggera, quasi fosse solo un necessità di strategia elettorale e non invece una comunanza di sentimenti, come emerge ogni giorno che passa.Salvini non lo mettevo in dubbio tu ed i tuoi amici legaioli pur di avere visibilità venderesti anche tua madre.Penso che Salvini abbia problemi di semplice comprensione fra i 2 nomi che si trovano nel vocabolario legalita' e illegalita':Ha iniziato nella Lega proteggendo il tesoriere e i leaders indagati per corruzione e adesso sta con i poliziotti, riconosciuti colpevoli da un tribunale della repubblica italiana, di aver ucciso un ragazzo.

PS:salvini " vero stare con la polizia finche' difende i cittadini, ma se li ammazza e tortura senza una ragione vera come difenderli ? parlo dei quattro non di tutta la categoria, vallo a dire alla madre di Aldrovandi ma davanti a lei e non chattando su internet, una bella faccia tosta ma pensaci ai un figlio anche tu nella vita non si sa mai al giorno d'oggi i figli non si sa mai cosa fanno, vedi l'idiota del trota, idiota e uno dei nomi che gli danno gli amici, trota glie' la messo il padre e' gia' tutto un programma per il futuro.

Mostra altro

Voglio la possibilità di decidere di andarmene se di me non rimane altro che un guscio vuoto.

30 Aprile 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

Alzheimer, la giornata mondiale: ogni 10 minuti si ammala un italiano. Sarà la vera emergenza dei prossimi decenni.Ogni 10 minuti un italiano si ammala di Alzheimer, perdendo la memoria della propria vita. Oggi sono circa 800 mila casi, ma i numeri saranno doppi nel 2020 e tripli nel 2050. In trent'anni, in Italia vi saranno infatti oltre 3 milioni di persone che avranno bisogno di cure e di assistenza ininterrotta.

Vorri poter lasciare ai miei famigliari solo i ricordi dei bei momenti passati assieme, e non il buio di anni passati ad accudire una mente vuota.E mentre scirvo questo pensiero, piango. Per tutti quelle persone che devono vivere tragedie come queste: anni passati assieme a sognare, realizzare, sorridersi e poi tutto ti viene portato via in un attimo.Le ricerche, per certe malattie, sono complesse, lunghissime.Sappiamo già che le case farmaceutiche lavorano solo se sentono odor di quattrini.Nel frattempo chi dovrebbe aiutare le famiglie, latita.Chi ha tante risorse può permettersi cliniche, assistenza infermieristica...Gli altri devono sempre arrangiarsi, con l'aiuto di parenti, di amici (quelli veri): ma è devastante.Cari politici, invece di pensare sempre e solo alle poltroncine e agli affari che danno visibilità, provate a ragionare su interventi concreti: aiuto sepcialistico per tutti, corsi di specializzazione per il personale, corsi per insegnare alle famiglie come gestire questi malati e come "difendersi" dalla tensione che ne deriva.Queste sono le cose per cui verreste ricordati, positivamente, e avreste tanti di quei voti da riempire 10 legislature.Con tutti i soldi che si sono stamangiati in questi anni nella dis-sanità, potremmo essere il primo paese in Europa per qualità dei servizi resi.3 milioni di malati nel 2050 mi sembrano un'enormità, contando che ad oggi ci sono 16 milioni di persone sopra i 60...comunque è una cosa terribile, bisogna darsi una mossa.

Mostra altro

Penso che queste cosa possano accadere soltanto in una nazione incivile , quale sia l'Italia !

30 Aprile 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

Federico Aldrovandi, standing ovation del sindacato per tre poliziotti responsabili della sua morte.Circa cinque minuti di applausi e delegati in piedi alla sessione pomeridiana del Congresso nazionale del Sap, il sindacato autonomo di Polizia, per tre dei quattro agenti condannati in via definitiva per la morte del 18enne Federico Aldrovandi durante un controllo il 25 settembre del 2005 a Ferrara: Paolo Forlani, Luca Pollastri e Enzo Pontani.UNA Telefonata di solidarietà in serata da parte del Presidente del Consiglio Matteo Renzi alla madre di Federico Aldrovandi.Allasolidarietà del premier si sono associati i vicesegretari del Pd Deborah Serracchiani e Lorenzo Guerini che hanno espresso la loro piena, totale vicinanza alla signora Patrizia a fronte della indegna vicenda avvenuta nel pomeriggio.

 

La risposta migliore agli ipocriti che "Chi sporca la divisa è solo una minoranza che va isolata e punita", sta tutta in quest'applauso! La verità è ben altra cosa, ed ogni giorno salta fuori una nuova prova. Ma chi voleva vedere aveva già capito tutto al G8 di Genova.Le ovazioni e gli applausi, generalmente sono riservati a chi ha dei meriti, a chi eccelle in un campo specifico, manifestando singolari qualità, agli eroi che hanno rischiato la vita e che fanno ritorno a casa. In questo caso, considerata la vicenda umana che tutti conosciamo, ovazioni e applausi sono decisamente fuori luogo. Ancora di più se espressi da rappresentanti delle forze dell’ordine.Il rispetto non è un atto dovuto, ma va guadagnato con l'agire quotidiano.Dal mio punto di vista, non ho ragione di aver rispetto delle "Forze dell'Ordine" che, purtroppo, non hanno mai fatto nulla per me. Una volta mi hanno rapinato....ho dovuto portargli io nome cognome indirizzo e codice fiscale del ladro. Allora hanno svolto una "brillante operazione". Qualche giorno fa, di notte, mi hanno fermato i Carabinieri per un controllo. Niente di male, do i documenti e mi chiede "dove sta andando?". Rispondo che sono fatti miei e parte in quarta per far capire chi comanda. Gli spiego che è una domanda che può fare solo in presenza di un reato o su richiesta di un Magistrato a un testimone o un indagato........vede sul documento che sono Blogista e dice "parla così perchè poi lo scrive....". No, parlo così perchè sono un cittadino che deve avere rispetto. Fine e via a casa, ma questa......è la prassi!.Solo perché sono poliziotti credono di poter essere impuniti, invece quando sbagliano devono essere puniti come tutti gli altri cittadini e se qualcuno applaude chi ha sbagliato e peggio di loro e andrebbe licenziato dalla polizia e messo a fare la guardia carceraria.5 minuti di applausi non sono un semplice segno di solidarietà, ma un preciso atteggiamento di approvazione e di sostegno. Quegli agenti hanno sbagliato, e anche grossolanamente. Pessima figura del sindacato che con questo comportamento si è chiaramente schierato contro i cittadini e la stessa amministrazione della giustizia.I sindacati come sempre negli ultimi decenni trovano i maggiori sostenitori nei lavoratori indegni nello svolgere il loro ruolo professionale.Generalmente i lavoratori capaci e degni della professione che svolgono non hanno bisogno di essere difesi dal sindacato ,ma si difendono con l'attaccamento al lavoro ed ai giusti principi.Dopo mesi e mesi di campagna a favore delle forze dell'ordine, quasi a chiedere per loro "carta bianca" nella repressione, si arriva inevitabilmente a queste sceneggiate grottesche. Per converso si istiga una mentalità anti-istituzionale anche in persone non particolarmente facinorose. Il "tifo" - becero vizio nazionale - deve lasciare spazio alla ragione. Riconosciuto il ruole delle forze dell'ordine vanno stabilite, e fatte rispettare, le regole che fanno di una polizia una forza autorevole e non solo autoritaria.

 PS:E LA Prima volta che un Premier non "liscia" i poliziotti (con la minuscola.....). Non elettoralismo alla ricerca del consenso dei "perbenisti", ma una telefonata di solidarietà alla Signora (maiuscolo) Aldrovandi. In attesa di Brunetta che si dichiarerrà "inorridito"!.Puntualizziamo. Io, come molti altri, non ero presente al fatto, quindi posso basare le mie considerazioni solo su quanto riportato dai media.Questi però affermano che il giovane in questione aveva più di 50 (cinquanta! ) lesioni corporali, e dalle fotografie tenderei ad escludere che se le sia fatte da solo. Quindi 'devono' esserci uno o più responsabili. Ora, se dobbiamo credere ai risultati delle indagini, questi responsabili sono stati individuati, e puniti con una pena irrisoria (6 mesi di carcere più 6 di sospensione). Ma l'ovazione dei colleghi è di troppo: è un'offesa inaccettabile alla memoria di Aldobrandi e ai suoi familiari, ma, sopratutto, è un'offesa inaccettabile alla giustizia italiana. E come tale dovrebbe essere perguita e punita. Se vogliamo un'Italia allineata col resto d'Europa, certi eccessi non possono e non devono essere tollerati.Sono talmente nauseato da questa notizia perche.I reati, e conseguentemente le relative pene, dovrebbero essere commisurate non solo all'azione in sé per sé, ma anche in base alla risonanza mediatico-morale provocata. Si dovrebbe cioè configurare una sorta di 'oltraggio all'immagine'.Mi spiego meglio: il reato di pedofilia, per se stesso, è gravissimo, ma se a commetterlo è un tutore dell'ordine morale come un sacerdote diventa orrendo. Potrei continuare, dicendo ad esempio che un ladro da appartamenti commette senz'altro un reato, ma se a svaligiare una casa viene sorpreso un guardiano notturno (cui molti affidano la custodia dei propri beni) il danno di immagine colpisce TUTTI i guardiani notturni (anche quelli onesti) ed è pertanto molto più grave.Questo per dire, e concludo, che dovrebbero essere i poliziotti onesti a sentirsi umiliati e offesi da questi applausi, che configurano in sé per sé, a mio avviso, il crimine di "apologia di reato", e come tale dovrebbe essere perseguito e punito.Un 'mi piace' a Renzi per la sua solidarietà pubblica a mamma Aldovrandi, anche se, fossi in lui, avvierei anche un'interrogazione in parlamento per chiarire quello che si configura come "un reato dentro un altro reato".Verba docent, exempla trahent (anche in negativo...).

Mostra altro

La libertà di culto è un diritto inviolabile di ogni persona.Ma non può diventare pubblica offesa al progresso e alla scienza.O almeno non in nome, e con i soldi,di uno stato laico.

28 Aprile 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

Il giorno dopo la doppia canonizzazione, che renderà santi i già beati Angelo Roncalli e Karol Wojtyla, il sindaco romano Marino prevede un esborso dalle casse comunali di circa otto milioni di euro, assicurando che lo straordinario gettito non si tradurrà in nuove tasse a carico dei cittadini della capitale.Comunque la si metta, si tratta di soldi pubblici tolti ad altre spese e destinati a finanziare un evento che riguarda solo una parte della popolazione italiana, i fedeli ortodossi, a loro volta solo una parte di quelli che si professano cattolici. Perché tutto ciò non scandalizzi come dovrebbe l’opinione pubblica, media inclusi, è uno dei misteri italiani. Cosa succederebbe, per assurdo, se i pastafariani, gli adepti del parodistico culto di adorazione dello Spaghetto volante, organizzassero in piazza del Popolo una spaghettosa cerimonia con i fondi comunali? La risposta è scontata. Tutti i culti hanno pari dignità per lo Stato italiano, ma uno è più “dignitoso” degli altri. Il problema però non è solo il finanziamento di un evento riservato a pochi con i soldi della collettività. Sommerso dai risvolti logistici e folcloristici della doppia canonizzazione, che riporterà Roma dal terzo millennio dritta al Medioevo, c’è un aspetto ancor più sconcertante: il messaggio antiscientifico che il processo di canonizzazione contiene endemicamente in sé. E che viene trasmesso urbi et orbi con il sostegno economico delle istituzioni pubbliche.Ci vogliono almeno due miracoli ufficialmente riconosciuti per essere proclamati santi dalla Chiesa di Roma. Nel caso particolare, si tratta di due guarigioni “inspiegabili” attribuite a Wojtyla e una a Roncalli, quest’ultimo esentato dal riconoscimento del secondo miracolo pro gratia, una facoltà riservata al pontefice in carica per accelerare i tempi di canonizzazione. Una guarigione viene ritenuta miracolo dalla Chiesa quando una commissione di medici (cattolici, neanche a dirlo) afferma che non se ne intravedono spiegazioni razionali. A questo punto il tutto passa all’approvazione di teologi, vescovi e cardinali che, di fronte alla parola della “scienza”, ufficializzano la soprannaturalità dell’evento. Naturalmente non sono Roncalli o Wojtyla ad aver guarito le tre persone, ma dio stesso tramite l’intercessione dei due papi. I quali, una volta santi, potranno essere ufficialmente venerati dai fedeli affinché intercedano per la loro salute e per quella dei propri congiunti.Cosa ci sia di diverso da chi promette guarigioni miracolose bevendo bicarbonato o indossando un amuleto magico non si capisce. Eppure, questi ultimi sono ritenuti ciarlatani e nessuna istituzione pubblica si sognerebbe di finanziarli. Ma il peggio del messaggio antiscientifico deve ancora arrivare. Il fatto che un fenomeno, di qualsiasi natura, risulti “inspiegabile” significa poco o nulla se non che le conoscenze scientifiche del momento non ne consentono la giusta interpretazione. Si sta parlando, è ovvio, di eventi ripetibili del cui accadimento c’è prova.Un esempio su tutti è quello della superconduttività, un fenomeno fisico che permette il passaggio di corrente elettrica senza dissipazione in alcuni materiali. Osservato fin dall’inizio del Novecento, fu scientificamente spiegato solo cinquant’anni più tardi. In ambito medico succede lo stesso: le guarigioni “inspiegabili” del cattolicesimo in realtà sono catalogate come “spontanee”. Un motivo ci sarà, ma non lo si conosce. E d’altronde, al contrario della fisica, in medicina c’è un elemento ulteriore, per lo più ancora sconosciuto, che complica il tutto: la psiche. Basti solo pensare agli effetti benefici del placebo, ufficialmente accettati dalla comunità scientifica mondiale.E torniamo alla fede. Coincidenza (o credenza) vuole che quando una guarigione spontanea riguarda un fervente credente, magari raccolto in adorazione di un’immagine come le tre donne “salvate” dai due papi, allora si tratta di miracolo. Il che offende la scienza e il suo metodo, ne scredita l’attendibilità e soprattutto induce a pensare che la terapia medica sia solo la triste alternativa all’intervento divino (o all’amuleto, o al bicarbonato, o alla congiuntura astrale). E tutto ciò il 27 aprile arriverà nelle case delle persone in diretta nazionale da piazza san Pietro, finanziato da denaro pubblico.

La libertà di culto (superstizione inclusa) è un diritto inviolabile di ogni persona, ci mancherebbe. Ma non può diventare pubblica offesa al progresso e alla scienza. O almeno non in nome, e con i soldi, di uno Stato laico.

 

Mostra altro

Al concilio di Trento, intorno al 1520, il mondo è stato diviso ed a noi sono toccate le Indulgenze e la confessione: ecco le conseguenze.

26 Aprile 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

 

Forse sarà che arriviamo da vent'anni di disinvestimenti in cultura, scuole e quant'altro. Il profilo medio, che si evince anche dai commenti, degli italiani è molto basso. Poca cultura, poca modestia, molta arroganza data dall'ignoranza e poca e pressoché totale voglia di fare nulla, cercando un guadagno facile senza sacrifici. Nella mentalità dei più, questa crisi che è stato un grande scossone e se doveva essere una occasione per una presa di coscienza collettiva, non è servita a nulla. Servirebbe mandare in circolo documentari e inchieste su Italia e non solo che fu, magari in Tv 12 ore al giorno, in quanto i libri non si leggono più. Ridimensionamento, basso profilo, pancia a terra e passi lungo la gamba, dovrebbe essere ma si preferisce evitare ed aspettare.L'illegalità è nelle nostre anime. Il giornalismo da avanspettacolo è una delle tantissime conseguenze. Bisogna anche dire che i giornalisti onesti e coraggiosi sono stati spediti sotto terra (chi si ricorda di Di Mauro, Tobagi, Rostagno, Fava padre, Alpi...) o relegati dopo la mezzanotte (chi riesce a vedere Terra! di Toni Capuozzo?). Il giornalismo d'inchiesta, oggi, si chiama Striscia la notizia, Le iene, Report, forse Presa Diretta, ma siamo sicuri che siano proprio tutti "fuori dal coro"?.Però, l'economia a pezzi è il risultato obbligato di un Paese la cui anima è a pezzi. L'onestà, la competenza e l'impegno sono considerati spazzatura dagli italiani, che vorrebbero applicarle agli altri, ma non a se stessi. Se abbiamo il coraggio di guardare in faccia la realtà, dobbiamo ammettere che siamo a questo punto perché abbiamo sposato la visione criminale della società. I pochi onesti vengono quotidianamente emarginati e i giovani (ma anche i meno giovani) che ancora hanno ideali di onestà e dignità emigrano. Oggi abbiamo un'emigrazione non di poveri affamati, ma di gente altamente preparata e con un fortissimo senso di giustizia e di onestà calpestate e derise. Il nostro Paese non si riprenderà, perché siamo un popolo completamente in mano alla criminalità organizzata e, peggio, completamente compromesso con i criminali. Gli onesti capaci e meritevoli sono emarginati e irrisi: gli esempi sono sotto gli occhi di tutti e cominciano dalle piccole cose quotidiane. Siamo una Scampia di 60 milioni di persone. Questo perché l'onestà non abita più nelle coscienze degli italiani. Quindi non vedo possibilità di riscatto.Pensare ad una ripresa del nostro Paese in queste condizioni è un'illusione. Cambiare le condizioni morali è un'impresa che nella storia è riuscita solo a prezzi sanguinosi.E allora come si "ricostruisce l'economia del paese? Come si ricostruisce la sua coscienza"? A fare le diagnosi sono tutti bravi: a proporre terapie sono pochi e quei pochi, quando ci provano, vengono sbeffeggiati perche' non fanno quello che, secondo gli "opinionisti" della carta stampata, dovrebbe essere fatto. E' arrivato il momento che gli "opinionisti", invece di fare diagnosi e analisi sociologiche si mettano a fare proposte concrete. Pero' quando gli chiedi di "salire in politica" ti rispondono: "Non sono mica scemo, io!" Bel mestiere quello dell'"oponionista"!

Mostra altro

Renzi:Ora abbasseremo tasse per partite Iva, incapienti e pensionati. Reddito minimo non crea lavoro

23 Aprile 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

Incomincio a credere che alcuni di quelli che hanno sempre qualcosa da ridire siano dei professionisti. Opinionisti stipendiati per blaterare a iosa, al di fuori dei contenuti. Certamente il raglio dell'asino lascia il tempo che trova, ma disturba. Renzi non mi è particolarmente simpatico, ma di certo sta cercando di realizzare quanto da anni sta predicando, dimostrandosi coerente con il suo programma, sostituendo le vane promesse dei politicastri che lo hanno preceduto con azioni concrete. Per questo lo stimo. E se confermerà con i fatti quanto promette, malgrado le ovvie resistenze dei parassiti con cui deve confrontarsi, magari mi diventerà pure simpatico.Purtroppo è vero, siamo un Popolo che non le va mai bene, ci lamentiamo che in venti anni le nostre Pensioni hanno perso circa il 30% del loro potere d'acquisto, ci lamentiamo che continuano ad aumentare le Tasse, è la prima volta che un Governo tenta di ridistribuire qualcosa a chi guadagna poco e anche questo non va bene, allora tenevi i Governi che hanno Governato l'Italia negli venti anni che più di disastri non hanno fatto, che hanno portato più del 30% degli Italiani a non andare più a votare, un 25% degli Italiuani che hanno votato un Movimento che non si riesce a capire cosa vorrebbe fare, almeno questo ci prova a far ripartire la baracca, si la baracca perchè ormai l?italia l'hanno ridotta a tale. Se non Riesce Renzi a raddrizzarla questa baracca, certamaente non saranno ne Berlusconi, ne i vecchi soloni di sinistra e tantomento i Movimenti Comici. Con i pochi strumenti che ha, i pochi che, nel complesso l'indegna accolita parlamentare gli lascia, Renzi prova a cambiare quel che riesce. Ed ecco la critica degli ignobili cleptocrati del parlamento che esplodono di indignazione. Sono troppo pochi! E' uno spot elettorale! E così via. Magari noi dei parlamenti e parlamentini andiamo incontro a rischi più severi se continuiamo a far mercato dei nostri voti ed a rubare a man bassa! Rischiamo perfino un attacco ai nostri "diritti acquisiti" (a spese dell'Italia che lavora)!! Questa marmaglia parlamentare(riuscirà Renzi a disinfestarla?), che ha negli ultimi decenni raccolto una feccia di impresentabili senza vergogna e senza eguali in Europa, finge di credere che durerà in eterno. A lei conviene il pudore minimo del silenzio, con tutti i danni quasi irreparabili che hanno causato. Avanti Renzi, non temere di "spaccare" qua e là. Per poter ricostruire bisogna prima spaccare un po': Auguri a lui e a tutti noi. Matteo pochi slogan e facciamo dei fatti ... una volta che hai fatto i fatti ... nessuno potrà controbattere e ce ne sarà del tempo per vantarti dei tuoi risultati. Le riforme strutturali del paese è l'unico modo per ricostruire un paese ed uscire dal tunnel ... con una grossa fetta di ottimismo al futuro. Renzi vai avanti nel suo lavoro. Lascia perdere le chiacchiere di chi, in 20 anni di governo, è riuscito al massimo a rimuovere l'ICI (salvo poi farla rientrare dalla finestra come IMU) e di chi è alla costante ricerca di soggetti per le proprie orazioni comiche.perche Fatemi capire: aumentano le tasse....e tutti ci si lamenta. Abbassano le tasse (è vero, non per tutti, ma è un'inizio) riducendo le spese dello stato....e ci si lamenta lo stesso!! Direi che è un buon inizio, che 80€ non ti fanno ricco ma ti aiutano nelle spese di casa, che forse si sta vedendo come tagliare gli sprechi. Poi ben vengano le critici e i suggerimenti, ma che siano costruttivi e non gridare senza dare soluzioni concrete!!

Mostra altro

Date l'otto per mille alla chiesa cattolica ..non vorrete avere sulla coscienza i lussi che verrebbero a mancare a questi poveri cardinali .!

22 Aprile 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

Vaticano, le case da favola degli alti prelati che fanno arrabbiare papa .Cardinali e alti prelati che installano il frigo bar con lo champagne sempre fresco nell'auto blu, oppure spendono 31 milioni di euro per ristrutturare il proprio appartamento privato. Dopo la rivelazione dell'attico da 600 mq scelto come dimora dall'ex segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone, personaggi di rilievo all'interno della Chiesa fanno trapelare dettagli scandalosi sugli alloggi di lusso in Vaticano contro i quali si è scagliato papa Francesco. Il Fatto quotidiano riporta come il capo della Gendarmeria vaticana, Domenico Giani, viva in un appartamento molto spazioso e appena ristrutturato con affaccio su via di Porta Angelica:

 

Dobbiamo riconoscerlo, già Benedetto XVI aveva parlato della sporcizia della chiesa, ora viene tutta a galla.

Francesco, fai terra bruciata attorno agli avvoltoi.E forse perché Papa Francesco sta scoprendo "gli altarini" (mai termine sarà più giusto) che probabilmente le cose dovranno cambiare ? Io naturalmente spero proprio di SI. Se non dovesse esserlo sarebbe una sconfitta per chi ha raccolto attorno alla sua politica una moltitudine di credenti che non si vedeva da secoli.

Secondo i miei detrattori,tanti,io non so leggere perché imputo al gesuita la responsabilitá dei "casini" combinati dai suoi cardinali!! E a chi se no?.Non si "accorge"che crescono appartamenti lussuosi,non si accorge di allegri party,non si accorge,udite udite,che qui a Rio de Janeiro il suo rappresentante,card.Tempesta,ha disdetto i "sacri riti pasquali" perché 150 poveri/senzatetto si sono accampati davanti alla maestosa cattedrale cattolica!!
Per paura,ha detto!!,,,per rispettare gli ordini della malavita,dico io!!.Il papa non si tocca,mi dicono!! Lui NO,lui!!
Il sig.Bergoglio é RESPONSABILE al massimo!!É correo di tutto il malaffare vaticano!!Le parole servono solo al gregge che,con la testa,dice sempre SI!!.Ma dentro la testa,i cattolici,cosa hanno?....nulla!!.ORA.Che ci fosse tanto fecciume nella chiesa a tutti i gradi mancava solo lo sconcerto che notizie di questo tipo provocano. Preti che hanno avuto relazioni dalle quali sono nati figli, ancor più preti pedofili da sempre conosciuti che hanno continuato a praticare i vizi perversi contro natura hanno riempito la storia della chiesa. Quello che non possa essere più sopportato è che ci sia ora un guardiano che vuole risanarne l'immagine e fare pulizia che gli venga impedito se non da coloro che questo stato di cose hanno contribuito a creare. Sarebbe esiziale per i credenti e per coloro che vogliono una chiesa pulita e onesta.Non ti illudere Gianni Bergolio,la veritá viene a galla e i tuoi detrattori staranno ben nascosti(molti lo sono realmente;temono?) e staranno ubriacandosi per dimenticare le loro cavolate!!.Nonono,sono presenti ai varii party dei loro beneamati cardinali che il gesuita manco conosce!!.Spero proprio che Papa Francesco riesca ad imprimere a questa chiesa un cambiamento innanzitutto sul piano morale ed etico, ma se, come emerge da alcune dichiarazioni ed azioni, questo Papa punta su un cambiamento più profondo, allora c'è un'unica soluzione: un nuovo concilio!


Mostra altro

CELANTANO.Il ragazzo della via crucis.

19 Aprile 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

Adriano Celentano: “State arrestando Dio. Ma Francesco è il Papa di tutti”.Il cantante su Il Fatto: "Bergoglio è il Papa degli sconvolgimenti sia per i buoni che per i cattivi, una scossa di terremoto che non capitava da più di settecento anni"

Ecco un altro, forse in buona fede, che si fa irretire e buggerare dalle immagini mediatiche e dalle chiacchiere buoniste, vuote e strumentali di quel furbetto; che faccia il suo mestiere di cantante e non si metta in ridicolo con valutazioni che comportano capacità di analisi e libertà di pensiero al di sopra dei propri pregiudizi e delle proprie dotazioni intellettuali; un altra sparata da osteria come tante altre.Adriano, ti preferisco quando scrivi canzoni. Ste frescacce non si possono sentire.Tutti ad osannare questo papa come fosse un rivoluzionario che cambierà radicalmente la chiesa. In realtà, caro Celentano, è cambiata solo la forma, ma la sostanza rimane la stessa di prima. Basta vedere le posizioni sui matrimoni gay, la campagna contro l'omo-transfobia nelle scuole, la fecondazione assistita solo per citare i principali temi. Papa Francesco è la più grossa operazione di marketing del nuovo millennio.Il tuo Papa Francesco è un "uomo eccezionale" ma non puoi pretendere che sia il nostro Papa. Il tuo Gesù Cristo è un uomo fuori dall'ordinario per la sua epoca ma non puoi pretendere che noi lo vediamo figlio di Dio. Per noi anche Gandhi è stato un uomo eccezionale per i suoi tempi e tanti altri, non ultimo Francesco di Assisi. E' facile parlare di amore e misericordia con la pancia piena e il tuo Dio si è forse dimenticato dei tanti che non hanno neppure gli occhi per piangere.E' difficile invece parlare di amore con la pancia vuota come hanno fatto tutti i personaggi di cui sopra,se ci restituite tutto quello che ci avete rubato, a partire dalla donazione costantiniana, per arrivare ai 10 miliardi che ci rubate ogni anno tra 8x1000, privilegi fiscali, cappellani militari, scuole private etc etc magari smettiamo di curarci cercando di evitare le vostre condotte criminali a nostro danno!.Magari se, nell'attesa di restituirci il maltolto, la finiste pure di stuprare i bambini, saremmo anche meno attenti nel curarci dal vaticancro che ci infesta dall'interno.Sta a voi, mica a noi!.Forse adesso lo hai capito il perché che prima vi sfuggiva.Ma perchè questo cantante italiano continua ad atteggiarsi a santone depositario della saggezza ? Quando mai ha dimostrato doti divinatorie tali da legittimarlo a pontificare urbi et orbi ?.E quali sarebbero i grandi sconvolgimenti epocali che questo papa avrebbe apportato rispetto ai suoi predecessori, se non la migliore capacità di prendere in giro chi lo ascolta ?.Adriano, hai tutte queste certezze? Imita S. Francesco, anziché vivere nel lusso, sfarzo e sommerso nei soldi!.P.S. Francesco di quà, Francesco di là, ma la Chiesa è straricca di brutto,IOR e tante, tante menzogne!.Ognuno comprende le parole di Cristo come può e la Chiesa ci ha così indottrinato traducendoci tutto , che da soli noi non riflettiamo più, credo che molti siano convinti che nemmeno sia utile farlo. Cosa ha detto Gesù a Nicodemo? Per l'evoluzione spirituale dell'epoca Gesù era un rivoluzionari e quel dire : voi non cogliete... e se non credete a quel che vedete , come potete comprendere le cose celesti? E l'umanità (non tutta) è come fosse rimasta ferma. La Chiesa si è ingrandita in ricchezze, Chiese , e potere, per lo più di cose tutte terrene, ma di conoscenze delle cose celesti che Gesù ci ha lasciato, nemmeno l'ombra nei loro insegnamenti.(noi qui ,e le cose celesti sono come rimaste la) e ancora non cogliamo... ma queste conoscenze volendo cercare, ci sono tutte.

PS:Una chiosa su Padre Pio e Hhitler. La logica del Cristianesimo è spiazzante: spiazza i pensieri di quelli che, guardando alle malefatte altrui e non alle proprie, vorrebbero che l'Eterno fulminasse all'istante i peggiori tra i malvagi super criminali. Tra gli insegnamenti di INRI c'è, come bene dici, il primato e la superiorità della BONTA' (meglio sarebbe "carità") sulla giustizia: "Si fa più festa in cielo per un mascalzone pentito che per 99 giusti". E inoltre "D*** non vuole la morte del peccatore, ma che si converta e viva". Il Paterfamilias Prodigo di amore paterno ha rimproverato ed "educato" il figlio modello buono e giusto, che si era arrrabbiato per le feste fatte al ritorno del fratello fuggito da casa per andare a putte e puttone.Un altro Hhiter in imperialismo devastante, Napoleone, che imprigionò due papi e insanguinò mezza Europa, fu riammesso alla Casa Paterna in extremis a Sant'Elena.Credo che tanti caduti dopo la controffensiva dei Russi e del Generale Inverno, nella liturgia del cielo riceveranno l'invito:"Scambiatevi un segno di pace". Il che non significa mascalzoni liberi tutti e tutti salvi. La salvezza non viene data per forza a chi la rifiuta. La giusta maledizione o autosclusione eterna resta.

Mostra altro

In nome della pluralità del pensiero; Santoro inviterà mai qualcuno che sostiene che BERLUSCONI DEVE MORIRE?

11 Aprile 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE

Come al solito Grillo dice cose giuste nel modo più sbagliato possibile.

E' assolutamente vero e sotto gli occhi di tutti che c'è un'oggettiva sovraesposizione del Governo (sulla sovraesposizione del PD in quanto tale ho parecchie riserve, semmai sovraesposizione dei renziani).Un'altra puntata PERSA appresso a berlusconi. Santoro sono altri i problemi. Basta con BERLUSCONI...anche lui ha diritto all'oblio e noi ad essere meno annoiati.Va' bene che era anche una notizia del giorno, ma parlare per quasi tutta la puntata ancora di B.!? Sarebbe stato più che sufficiente una mezz'oretta.Tutti gli argomenti che erano in sommario!? Italicum, riforma del senato, voto di scambio...!? Proprio deludente quasi sempre questo Santoro degli ultimi tempi!.Dopo 2 puntate di astinenze,nuovamente Santoro da voce a politici con guai giudiziari.Ribadisco che non si può invocare l'etica politica chiedendo l'allontanamento volontario dalla scena come giustamente sottolinea Travaglio e poi dare palcoscenico ancora a questi personaggi.(a meno di non fare una puntata a tema).Santoro sei un illuso senza rendertene conto B. Ti ha usato come suo megafono " parlate anche male di me .......ma parlatene" , anzi non parlatene bene e' meglio rischierei di essere dimenticato. Non solo, ti invita come interlocutori gente insignificante che ha il compito di far scadere la trasmissione con qualche strillo o chicchirichì. Ma veramente credi che la Santanche' abbia qualcosa da dire ,la ritieni una valida interlocutrice , qualsiasi cosa dica e' protetta dalla semi infermita' mentale.Tu grande giornalista che fai l'ascolti. Dica a Travaglio che forse e' meglio non farsi coinvolgere dalla Santanche' nelle discussioni, di ricordarsi che dare retta ad un imbecilli dopo poco tempo la gente non riesce più a percepire le differenze.Un flagello una catastrofe ha colpito l'italia negli ultimi 20 anni, il resto del mondo è progredito, l'italia nel sociale, nella industria nell'economia, nella etica nella morale insomma in tutti quei valori fondanti una società democratica è drammaticamente regressa, motivo? facile, quale è stato il denominatore comune degli ultimi 20 anni ? a voi la risposta.Berlusconi è il pane quotidiano di santoro e travaglio cercano in tutti i modi di riportarlo in vita.IN PIUL'unico loro scopo è fare audience, vendere gli spazi pubblicitari, e suggestionare il pubblico nella direzione voluta dall'editore.E infatti, riconoscente per il servizio reso, la politica si sdebita rigirando loro parte dei soldi rapinati al popolo: i contributi per l'editoria!.E SPERO CHE Con questa puntata pietosa, spero di non sbagliarmi, l'audience avrà avuto un calo.

* Non hanno MAI accettato un contraddittorio con chicchessia.
* Hanno sempre denigrato e ingiuriato televisione e giornali
* Hanno espulso militanti per essere andati in TV
* Ecc. ecc.
E' assolutamente vero e sotto gli occhi di tutti che c'è un'oggettiva sovraesposizione del Governo (sulla sovraesposizione del PD in quanto tale ho parecchie riserve, semmai sovraesposizione dei renziani).

Che sia proprio Grillo e M5S a lamentarsi, però, appare parecchio ridicolo:
* Non hanno MAI accettato un contraddittorio con chicchessia.
* Hanno sempre denigrato e ingiuriato televisione e giornali
* Hanno espulso militanti per essere andati in TV
* Ecc. ecc.

Mostra altro
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>