Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Post recenti

Questa é l’Italia, signori! non prendetevela con determinate categorie; siete tutti coinvolti e tutti approfittatori. Non ci sono ne puri, ne duri ne tantomenno onesti. Al massimo qualche urlatore ma approfittatore pure lui.

16 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

Così il parroco e il “gabibbo” sfruttavano i 100milioni dello Stato destinati ai profughi per comprarsi villa e beni.Il collegamenti fra il clan Arena e la Fraternita di Misericordia di Isola Capo Rizzuto.

Risultati immagini per Migranti, non solo affare di ‘ndrangheta

“Con i milioni di euro elargiti dal Viminale per gestire l’accoglienza dei migranti aveva comprato case, macchine, barche, persino un cinema. Perché Leonardo Sacco, governatore da oltre 15 anni della Fraternita di Misericordia di Isola Capo Rizzuto, amministrava il centro come se fosse un’azienda privata. E lo faceva sotto la direzione di don Edoardo Scordio, il parroco che in realtà per i magistrati è il vero «dominus» della struttura. E secondo un «pentito» sarebbe addirittura «il padre biologico di Sacco»”.

Già da molto tempo è giunto il momento di smetterla con il riconoscere diritti a questa gentaglia e,una volta accertata in maniera inequivocabile le loro responsabilità,trattarli allo stesso modo : al gabbio a pane ed acqua.Vuoi qualcosa di più ? cibo migliore,cure mediche etc. ? devi lavorare e/o pagare,perchè i soldi ce l’hanno e sono custoditi da prestanomi e famigliari non implicati direttamente.Sempre un piacere ascoltare il dott. Gratteri,uno dei pochi che,soprattutto all’estero,non ci fa vergognare d’essere italiani.

Caro giudice Gratteri,un abbraccio e un incoraggiamento da tutte le persone per bene.Ognuno di noi nella lotta alle mafie deve fare la propria parte, cominciando a spiegare ai figli, agli studenti, agli amici a chiunque che le mafie sono il cancro mortale di una società.E che l’indifferenza, la rinuncia, “mi faccio i fatti miei” agevolano le mafie e ne consolidano quel potere che poi diventa quello schifo che tutti vediamo.Spesso le mafie sono un mero connubio con la politica. Ricordiamocelo quando andiamo a votare!

Quindi in questo business ci mangiano: mafie, coop, ong, chiesa, proprietari di immobili, scafisti e guardia costiera ho scordato qualcuno?

Tanta, tantissima ipocrisia, quando ci si meraviglia del prete che guadagna con l'”assistenza spirituale”, ciò avviene quotidianamente in tutti gli ospedali pubblici, anche se non viene resa pubblica nei bilanci regionali questa spesa si aggira dai 6/8 milioni di euro, in regioni medio grandi. Inoltre il patrimonio dei preti vale 400 (quattrocento) miliardi, come si pensa sia avvenuto questo arricchimento? Con le opere di beneficenza del “… ditelo a loro”?

Mostra altro

Che Travaglio abbia finalmente deciso di difendere Renzi? Le somiglianze con il caso Guidi sono impressionanti. Ho l'impressione che il Falso Quotidiano abbia fatto la pipì fuori dal vaso, sarà difficile a Di Maio metterci una toppa!

16 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

Matteo Renzi commenta la telefonata con il padre pubblicata dal Fatto: "Questa intercettazione per me è un regalo" Renzi commenta l'intercettazione della chiamata con il padre Tiziano pubblicata da Marco Lillo nel suo nuovo libro e riportata oggi dal Fatto Quotidiano. "Politicamente parlando le intercettazioni pubblicate mi fanno un regalo. La pubblicazione - continua l'ex premier - è come sempre illegittima ed è l'ennesima dimostrazione di rapporti particolari tra alcune procure e alcune redazioni. Ma non ho alcun titolo per lamentarmi: non sono il primo a passare da questa gogna mediatica".

Post

Questa mattina Il Fatto Quotidiano pubblica con grande enfasi delle intercettazioni tra me e mio padre. Risalgono a qualche settimana fa e sono già in un libro, a firma di un giornalista che si chiama Marco Lillo.
Nel merito queste intercettazioni ribadiscono la mia serietà visto che quando scoppia lo scandalo Consip chiamo mio padre per dirgli: “Babbo, questo non è un gioco, devi dire la verità, solo la verità.” 
Mio padre non ha mai visto un tribunale fintantoché suo figlio...

Continua a leggere
 
Ha ragione, è quello che ho detto io quando è uscita la notizia poco fa. Al Fatto hanno cercato di rigirare una conversazione umana come scandalo.Mi devo indignare se Renzi dice al padre di dire la verità ai magistrati? e per questo devo comprare il libro di Marco Lillo? Va bene tutto, ma Renzi figlio ne esce bene e su Renzi padre niente di nuovo (quel che dice ai magistrati lo dice pure al figlio che "lo interroga").Davvero un autogol. Ora si sono accorti del boomerang e dicono che Renzi l'ha fatto volutamente per fare bella figura. Decidetevi.

Vedop con piacere che i troll pentadementi starnazzano come tante oche bagnate non capacitandosi della dabbenaggine dei loro pseudogiornalisti di riferimento.Potete sempre chiedere le dimissioni di Lillo e Travaglio.Tranquilli...per quanti killer mediatici possa assoldare il clan Casaleggio & co.; per quanti fiancheggiatori vigliacchi e collusi possa reclutare la cosca del padrino genovese you 'll never walk alone....bravo matteo. Le procure, oltre che sempre meno credibili, sono al servizio delle testate giornalistiche. TUTTE. Non solo il Fatto.In nessun paese al mondo avviene una cosa del genere, altro che censure dei media e 70esimo posto per la libertà di stampa.

Forse Renzi sa qualcosa che ne io ne voi sappiamo.... ad esempio che qualche magistrato, magari affiliato all'ANM, si vende le intercettazioni e che magari qualche giornalista recidivo, tipo il Lillo (chiedo profondamente scusa al mio cane che ha lo stesso nome), le compra nell'ombra sapendo benissimo di violare un miliardo di leggi (a proposito di honestà). Ecco magari il furbo, o meglio l'intelligente fiorentino sfrutta la dis-honestà di magistrati e giornalisti, fiancheggiatori di un condannato sul serio genovese, per servirgli pane e companatico.... chissà!

Pensate se Lillo o dipendenti intellettuali del santone operanti al fatto quotidiano o alla settestelle pubblica spero le telefonate tra il guru e gli operai pagati da noi , vi vergognereste di votare la setta!  Noi che crediamo ! ok per mè piu onesto e serio di cosi si muore. ma lo avete letto il post. sapete cosa e' successo dopo questa telefonata? sapete le falsita dette contro il padre di renzi e scritte dai giornali. da oggi non e che ci credo. ma aumento ancora di piu la mia fiducia.

Se non fosse penoso, sarebbe divertente gustarsi i contorsionismi del gossip da spiaggia montato da sempre dai media a nutrimento di mandrie di capre affamate di fuffa mediatica.
Ancor più divertente vedere la crisi d'astinenza determinata dalle misure di Pignatone al riguardo, a cominciare dal 'principino' del falso q. ma non solo. 
Delirium tremens?
Tranquilli, una 'differenziata' anche per questo si troverà al più presto.

Mostra altro

Povero Bersani, da quando c’è la volontà di una inchiesta su MPS non dorme la notte

16 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

Tutti in Parlamento vogliono la commissione d’inchiesta sulle banche ma è già un set da campagna elettorale.

Risultati immagini per Tutti in Parlamento vogliono la commissione d'inchiesta sulle banche ma è già un set da campagna elettorale.

Non è vero che la vogliono tutti. Non la vogliono gruppi editoriali (come quello di questo giornale), gruppi bancari, pezzi di magistratura e vecchia classe politica.
Non la vuole il M5S, che infatti al Senato si è astenuto (che equivale a voto contrario) di fatto tentando di delegittimare la Commissione, probabilemente in cambio del favore di tv e giornali. La vuole Renzi, che ha tutto l’interesse a indagare su Monte dei Paschi, banche venete, pugliesi, ecc. Altro che la banchetta Etruria.

Se la commissione d’inchiesta era solo per banca Etruria i 5 stelle e centrodestra erano d’accordo, ma se allargata anche altre banche in particolare al Monte dei Paschi si parla di perdita di tempo, compresi Corriere e Repubblica.

Mostra altro

C’è ancora qualche blogger serio su questo giornaletto . La vicenda non ha nulla di reale, è pura Fake news come tutte le altre imbastite dai 5 stelle, e dal Fatto Quotidiano, Vaccini, OGM, ecc. Ogni occasione è buono per gridare al complotto. Una roba che sarebbe da analisi, intesa come Psichiatra. Di giornalismo qui non c’è traccia. Solo opinioni. De Bortoli dimostra che non sa cosa sia sicuramente. Un linciaggio vergognoso che dovrebbe dare la nausea a chiuque. Massima solidarietà alla Boschi che ha un’unico torto di essere fin troppo per bene per questa gentaglia.

16 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

Ecco perché la vicenda De Bortoli-Boschi ci riguarda tutti

http://www.huffingtonpost.it/marco-degidio/ecco-perche-la-vicenda-de-bortoli-boschi-e-molto-piu-che-politic_a_22086309/?utm_hp_ref=it-homepage

Risultati immagini per Ecco perché la vicenda De Bortoli-Boschi ci riguarda tutti

Corretto l’articolo
La vicenda De Bortoli sta mostrando chiaramente molte cose a chi pensa con la propria testa.
I 5S per attaccarsi ad una vicenda così evidentemente insignificante devono essere ormai alla frutta.
Roma piena di rifiuti sulle strade sta infatti dimostrando la loro totale incapacità e impossibilità a governare. La gente comincia a capire quali siano in realtà le capacità dei vari burattini che i due padroni 5S han fatto eleggere. Non solo infatti non riescono ad organizzare di portare via le immondizie dalle strade, cosa facile da un punto di vista manageriale. come si vede in tutte le altre città italiane, ma poi non riescono a smaltirle in modo sostenibile all’interno del territorio del comune e devono pagare circa 100 Milioni di Euro all’anno all’Austria perché questa se le prenda e in più le sfrutti per dare energia e 170.000 case.
Loro però sono dei puri e non vogliono né discariche né termovalorizzatori ed allora invece che fare opere per rendere la vita migliore ai cittadini di Roma, come fan tutti, i soldi li danno all’Austria e poi vanno a battere cassa agli altri italiani.
Il polverone che questa volta cercano di sollevare per nascondere questa verità è talmente infondato che si ritorcerà contro di loro, come avviene da un po’ di tempo e porterà altri voti al PD.
Quale sarebbe infatti il reato commesso dalla Boschi, visto che poi Unicredit non ha comprato Banca Etruria, Unicredit ha già dichiarato che non ci sono state pressioni e così ha fatto anche il pavido De Bortoli?

Avremo perso mesi per sapere se la Boschi forse ha menzionato i problemi di Banca Etruria a Unicredit, senza che poi sia questo abbia fatto niente

Per favore!

L’Italia è ancora l’ultima in Europa per crescita economica e i 5S non sanno trovare di meglio che sollevare polveroni per accertare se la Boschi abbia parlato o meno con Ghizzoni di una cosa che poi non è successa.

Furbo De Bortoli che li ha usati per far pubblicità al suo libro che non avrebbe letto nessuno
Ex uomo dei poteri forti per 20 anni ormai scaricato da questi non riesce più a scrivere su nessun giornale. Per stare a galla cerca ormai solo il consenso dei poveri ingenui 5S e dei 4 gatti fuoriusciti dal PD come fanno da tempo i giornalisti del Fatto e cita nel suo libro fatti senza nessuna rilevanza penale che per un anno e mezzo si è tenuto per se.
Difficle quelerarlo. Di quale reato?

L’Intervento del Direttore del Corriere in difesa di De Bortoli poi è in linea con il cambiamento della linea editoriale che ci si aspettava dopo l’acquisto di questo da parte di Cairo che ha fatto de La7 l’organo ufficiale dei 5S per poter vivere sulle loro polemiche assurde su tutto e sui loro click come fa il Fatto.
Non durerà a lungo perchè anche gli ingenui imparano e i disoccupati diminuiscono.

Ma la setta o accozzaglia contesta e dice:Il renzino…confonde le accuse penali da quelle politiche.Tra l’altro accuse politiche dimostratesi vere e con la biondina “reoconfessa”

Credo che il vostro antirenzismo,non vi ha permesso di capire il senso dell’articolo di Marco D’Egidio.Se uno fa un’affermazione,supponendo cose accadute,a discredito di qualcun altro, deve dire chi e come glielo ha detto,adducendo prove inoppugnabili.

Perchè ammesso anche che il banchiere avallasse quello che dice De Bortoli, a sua volta,il suddetto, deve portare prove tangibili di quello che afferma,altrimenti ,si tratta sempre,di parole contro altre parole.Insomma ci vogliono le prove,non le chiacchiere e l’onere di queste è in chi accusa,vi è chiaro? Il De Bortoli,se la prende coi “Poteri,forti o quasi”,ma non credo che sia stato e sia un proletario,perchè egli stesso ha fatto parte di quella cricca,perchè ha diretto giornali di quella cricca…o sbaglio?C’è un non detto,perchè ora fa il proletario,ha qualche sasso nelle scarpe?Il fatto stesso che non abbia riferito queste cose ,quando era direttore del Corsera,ma ora,qualche sospetto lo fa emergere..o no?

E  ammesso che sia come dite voi,la domandina è : siete voi ingrado di stare in argomento che va al di là della partigianeria siete capaci di confutare quello che egli afferma,in senso più generale,di come si agisce in Italia? Sapete stare insomma nel merito e controbattere? Ho seri dubbi.Basta mettere un’etichetta e la cosa finisce là,facile così,oserei dire, da osteria.

SI:Ho votato Renzi, ho scritto di Renzi a favore e anche contro . E allora? Quest’articolo pone un problema generale, se sapete leggere vi sarete accorti che del destino della Boschi qui non mi interessa nulla. Se proprio volete sapere come la penso, credo che se la supposizione si dimostrasse vera, il sottosegretario dovrebbe fare un passo indietro. Ma non fate finta di non capire qual è il vero problema .Vi  piacciono le similitudini animalesche,voi siete come il famoso bue che non si accorgere di avere le corna e le vede nell’asino.Io mi fermo qua,perchè non ne vale di più la pena.

IN QUANTO Il Marchese del Grillo,se vale quello che dice( il che non è quasi sempre certo), ci deve prima far sapere, se ha querelato Berlusconi,quando ha affermato in TV ( da Vespa) quindi Urbi et Orbi,che il suddetto si faceva pagare parecchio in nero quando faceva spettacoli…per poi reclamare l'”onestà” dagli altri.

«Avete voi mai conosciuto un Paese dove la calunnia sia così potente e cosi avida, dove in così breve tempo si sia lacerato un ugual numero di riputazioni onorate? Si grida per tutto che ci vogliono uomini nuovi, perché gli uomini vecchi sono già consumati; ma non appena si vedono i segni di un qualche giovane di vero ingegno che sorge, un mal volere, direi quasi, un odio infinito, s’accumula contro di lui e lo circonda. La mediocrità è una potenza livellatrice, vorrebbe ridurre tutti gli uomini alla sua misura, odia il genio che non comprende, detesta l’ingegno che distrugge l’armonia della sua ambita uguaglianza»(Pasquale Villari,1826-1917, da “lettere meridionali”).

Mostra altro

Babbo, se tu avessi le emorroidi, devi dircelo subito, chè altrimenti l’annunziatona mi fa nà mazza così’. Avrebbe aggiunto Renzi, ma che i Travagliati falsari non dicono.

16 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

“Babbo, non ti credo” Il Fatto svela la telefonata tra Renzi e il padre sul caso Consip: “Devi dire la verità, in passato non l’hai detta”

Se fosse reale questa intercettazione e il suo contenuto si dimostrerebbe una volta in piu’ che Matteo Renzi e’ un ragazzo per bene, molto per bene e quindi questo scoopo e uno spottone per Renzi.

Se fosse vera, sarebbe semplicemente una cosa umana di chiamare il padre per dirgli di dire tutto ai magistrati e di non mettere nei casini lui o la madre o gli amici.

Tiziano Renzi risponde a Matteo Renzi di non aver incontrato Romeo o cmq di non ricordarselo. Da qui evinco due cose: 1)Matteo Renzi non ne sapeva nulla (ma questo anche è per i magistrati) 2) Il Padre è convinto di essere innocente o cmq almeno al figlio dice cosi (ma questo lo dovrà stabilire la magistratura giudicante).

E cosa c’e’ di compromettente in questa conversazione?.nel corriere .it è specificato che quando Tiziano Renzi non esclude di aver incontrato Romeo al bar ,si riferisce ad un 8ncobtro avvenuto ad un convegno con altri imprenditori quando il figlio non età neanche segretario del PD.Loro i diffamatori (aspettiamo le querele). La querela la dovrebbe presentare Renzi contro woodkook e Scarfato. Scartato quando i Pm gli chiedono conto è ragione di come mai avesse trascritto che un agente segreto controllava i carabinieri ,pur avendo accertato che si trattava di un privato cittadino,rispose che glielo aveva ordinato il Pm di scrivere quelle cose.

Sui dettagli non mi sbilancio, anche perchè pure questa cosa esce per pubblicizzare un libro (quello di Marco Lilllo del FQ)

Il FQ (falso quotidiano)dovrebbe spiegare come si procura certe informazioni.

Perchè qui un reato lo compie.
Comunque sarebbe semplice: se le intercettazioni escono illecitamente sulla stampa, le stesse intercettazioni e tutte quelle comprese nello stesso mandato non saranno utilizzabili nel processo…. e adesso ricomincerà il “tormentone” Consip, Babbo, Renzi, Boschi, Etruria, fondato sul NULLA per dare fiato alle trombe dei complottisti che inizieranno a starnazzare, ad andare sui tetti, … che noia.

«Avete voi mai conosciuto un Paese dove la calunnia sia così potente e cosi avida, dove in così breve tempo si sia lacerato un ugual numero di riputazioni onorate? Si grida per tutto che ci vogliono uomini nuovi, perché gli uomini vecchi sono già consumati; ma non appena si vedono i segni di un qualche giovane di vero ingegno che sorge, un mal volere, direi quasi, un odio infinito, s’accumula contro di lui e lo circonda. La mediocrità è una potenza livellatrice, vorrebbe ridurre tutti gli uomini alla sua misura, odia il genio che non comprende, detesta l’ingegno che distrugge l’armonia della sua ambita uguaglianza»(Pasquale Villari,1826-1917, da “lettere meridionali”).

 
Mostra altro

Brutta risposta, livorosa, quella della Raggi, possibile che in un paese del genere si deve far polemica anche per azioni come queste?

14 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

Rifiuti Roma, “magliette gialle” Pd puliscono la città. Renzi: “Diamo una mano”. Raggi: “No a spot elettorale” Secondo i dati del Nazareno sono oltre mille i volontari in quarantadue siti nella città. La sindaca su Facebook: ” Il partito è responsabile del malgoverno degli ultimi 20 anni nella Capitale. Hanno deciso finalmente di venire a pulire, chiaramente per il noto principio secondo cui chi sporca pulisce”

Risultati immagini per Rifiuti Roma, “magliette gialle”Risultati immagini per Rifiuti Roma, “magliette gialle”

Ma perche’ la Raggi parla. Non sa dire niente e quel poco che dice lo fa in modo irritante e anche detta male. E’ vero vedere orfini e simili a pulire le strade fa ridicolo e demagogico, ma e’ tutto l’insieme che stride: il sindaco che fa commenti da 4 amici al bar e i pulitori che sembrano le giovani marmotte che spettano il premio di fine giornata.Un consiglio al 5S: La Raggi è meglio che non parli ne commenti. Purtroppo. Non sa ne parlare ne stare zitta e ogni volta si espone a figuracce.

Che la Raggi sia una incompetente arrogante è un dato di fatto ma purtroppo il problema dell’immondizia ( mafia o no mafia) si risolve solo cambiando la testa di buona parte dei romani . Quando era all’ opposizione la raggi affermava che lei aveva la soluzione è avrebbe risolto il problema…..ma quando mai ? Certo che la Raggi dà spunto per fare cio’ che lei non si degna di fare(immondizia e buche sempre piu’ profonde).Poi attaccare sugli ultimi 20 anni è giusto se non fosse che i suoi primi atti in Campidoglio sono stati quelli di scegliersi, come collaboratori, i peggiori elementi di quegli anni.

Beh la Raggi ammette che l’immondizia stà lì da quando un anno fa ha iniziato il suo incarico. Non mi sembra allora che il M5S faccia molto di più dei predecessori, oltre che come i passati sindaci passa il tempo a cianciare e accusare i precedenti sindaci senza cambiare nulla. Per la serie il “nuovo già visto e rivisto”!

La sbruffoncella pluri indagata ha trovato il modo di offendere oltre 1000 cittadini romani che si sono adoperati per dare una mano a Roma… mentre quelli che l’hanno votata staranno a insozzare – come fanno solitamente – chissà dove. un fenomeno.Se a fronte dei cittadini di una città che segnalano il grave degrado in cui la città versa e il loro disagio, e tuttavia offrono il loro tempo il loro impegno e il loro lavoro per collaborare – se a fronte di un’azione così il sindaco di quella città offre come risposta derisione e insolenza, allora sì, a Roma hanno un problema più grande dei rifiuti: il loro primo e fondamentale problema è il sindaco.Date le condizioni in cui in poco meno di un anno la Raggi e il Mo-vi-mento 5S sono riusciti a ridurre Roma, purtroppo la dimostrazione è fatta che, l’incompetenza e l’incapacità, alla fine riescono a creare piu’ danni persino della disonestà.

L’immondizia a Roma è un dato di fatto e molti dovrebbero prenderne atto. Invece si continua a rinfacciarsi responsabilità mentre i romani e il turismo ne pagano le conseguenze. La raggi poi, che al momento dell’insediamento ha detto “hanno vinto i romani”, a distanza di 11 mesi non si è ancora accorta che i cittadini di Roma non sono affatto convinti di aver vinto e molto probabilmente sono anche abbastanza sfiduciati visto che l’ennesima inquilina del Campidoglio predilige scaricare le responsabilità su chi l’ha preceduta.Qualcuno ha anche detto che nonostante gli errori almeno adesso a Roma chi amministra non ruba più. Ci credo. Il merito però è del procuratore Pignatone che ha chiuso le porte al malaffare. Ci sarà mai a Roma un sindaco capace di guardare avanti senza mai voltarsi indietro? eh no proprio la Raggi non ce la fa…a capire che deve andarsene perchè non è in grado di pulire nemmeno un condominio altro che la capitale. Il suo anno di amministrazione è stato a dir poco disastroso e inconcludente. Non una delle mille promesse è stata mantenuta e ripulire Roma era quella a cui i migliaia di allocchi che l’han votata tenevano maggiormente!

PS: Visto che dopo circa un anno di Virginia l’Urbe puzza più di prima, er Beppe de noantri propone come modello per lo smaltimento dei rifiuti Barcellona che, sottolinea il nostro eroe, ha dei “separatori di immondizia” e propone di istallarne due nella Capitale, “uno a Roma nord e uno a Roma sud, 2000 tonnellate a testa e risolviamo finalmente il problema dei rifiuti di Roma”.Peccato che la Capitale questi separatori li abbia già, come fa sapere la Regione Lazio in una nota: “Di separatori di immondizia Roma ne ha 4 (i TMB) mentre Barcellona ha due mega-inceneritori ed una grande discarica. Se il modello è quello, Beppe Grillo dica, almeno, dove mettere la discarica: anche alla catalana, a noi va bene!”, commenta l’assessore ai Rapporti con il Consiglio, Ambiente, Rifiuti della Regione Lazio, Mauro Buschini. Roma è ridotta ad una fogna i cittadini Romani lo sanno bene…Ma la cosa più squallida è vedere come i cinquestelle che hanno cavalcato qualsiasi protesta, soffiato su qualsiasi fuoco, alimentato e strumentalizzato qualsiasi rabbia e hanno sempre sguazzato in questo brodo….nel momento poi in cui governano loro il cittadino all’improvviso non ha più diritto di protestare, non ha più diritto di lamentarsi…devono stare tutti buoni e a cuccia il fascismo galoppa.Purtroppo vedo che il notevole livello infantile di fare politica del M5S fa proseliti anche altrove, il nuovo che avanza, prima conoscevamo solo l’asilo politico adesso abbiamo anche l’asilo in politica con sempre più nuovi adepti.

Mostra altro

Non entro nel merito delle questioni sollevate, ora non me la sento.Sento però un senso di avvicinamneto all'associazione 'Non una di meno'. L'annunziatona definisce la Dirani 'abrasiva', io definisco la direttora 'rustega', sempre pronta ad invadere la Libia. Chi si assomiglia si piglia

14 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

Critica (con risposta) all'Huffpost sull'infanticidio.L' associazione "Non una di meno" siamo rimaste letteralmente scioccate dal contenuto di un blog ospitato sulla sua testata. Il pezzo in questione, che è stato scritto da Deborah Dirani e si intitola "La festa della mamma di un'assassina", si occupa del recente caso di infanticidio perpetrato da una neomamma minorenne. Con questa lettera le chiediamo di prendere pubblicamente le distanze dall'articolo dannoso in primis alle donne, pubblicando sull'HuffPost la replica e le ragioni di Non Una Di Meno.

La DIRETTORA RISPONDE 

Pubblico volentieri questa lettera dell'associazione "Non una di meno" come sempre facciamo nel rispetto di tutte le voci. Vorrei aggiungere al dibattito che aprite attorno al blog di Deborah Dirani dal titolo "La festa della mamma di un'assassina" un paio di annotazioni.

1) Deborah Dirani è una giornalista ma per l'HuffPost ha solo un blog. Un blog non è un servizio giornalistico ma una opinione personale, strettamente di chi scrive: è quella che noi chiamiamo una " voce". Per cui capisco le vostre annotazioni su come si fa (o dovrebbe fare) il giornalismo, ma in questo caso non si tratta (e mi pareva evidente) di un pezzo giornalistico in cui si indagavano cronaca e storie. La "voce" della Dirani è spesso abrasiva, ma io difendo il fatto che esistano e si dia spazio anche alle voci più difficili da ascoltare. Se mai avete letto questa testata dovreste sapere la distinzione fin qui fatta fra giornalisti e blogger, nonché conoscere la pluralità delle voci cui diamo spazio.
 

2) Visto che l'organizzazione che rappresentate si chiama "Non una di meno", vorrei far notare che una di meno in questa storia l'abbiamo già contata - ed è la bambina che è stata uccisa. C'è una cosa che nella voce della Dirani condivido: la sofferenza, la rabbia, l'impotenza, l'indignazione per quella piccola vita che ha lottato per esistere. Troppa indignazione? Forse. Meglio che nulla.

Personalmente sono mesi che evito tutti gli articoli firmati dalla Dirani. HP è diventato un ricettacolo di germi pericolosi ... la Dirani, il De Angelis, la Mauro, la direttora stessa con il loro continuo rosicare rabbioso (quanto inutile) continuano a dividersi lo spazio con una miriade di messaggi spam (*) che OFFRONO LAVORO a stipendi da manager a tutti!

Deborah Dirani ha scritto "È morta una bambina e non è stata una disgrazia, non è stato nemmeno un raptus di follia omicida... non è pazzia: è carogna... generosa dose di ignoranza mescolata a una manciata di disumanità... Avresti potuto... Sei stata così vigliacca... feroce ragazzina... che questa festa ti perseguiti ogni giorno" : ora per favore fate il confronto con un articolo precedente di Deborah Dirani che scriveva (giustificava?? un "padre per bene" che aveva ucciso due figli, e meno male che la terza figlia non c'era!): "Un padre che ammazza due figli e poi si suicida il giorno in cui deve firmare il rogito per comperare casa non è il diavolo che si è rivelato dopo essere stato a lungo travestito da santo. È la fotografia più nitida che mi sia capitata di vedere della società attuale dove non importa ciò che sei, ma ciò che mostri di essere: un padre perfetto, il capofamiglia della famiglia del Mulino Bianco. E del resto non esistono diavoli come non esistono santi. Non ci sono mamme buone e mamme cattive e papà eroici o luciferini.Esistono in compenso esseri umani sopraffatti dalle aspettative che, spesso, hanno contribuito loro stessi a creare e davanti al cui fallimento sono crollati. Sarebbe sufficiente azzerare le aspettative, sarebbe sufficiente mostrarsi al mondo per ciò che si è: esseri umani con crepe più o meno profonde, ferite mai chiuse o appena rimarginate, ansia di affermarsi e impotenza davanti a una porta che si chiude sul muso... Un uomo per bene. E chissà forse lo era e lo è stato fino a quando non si è buttato nel vuoto dopo avere ammazzato i suoi figli...Nessuno sa cosa sia successo tra le sue sinapsi quando ha preso un martello e lo ha piantato addosso ai suoi figli...una società incapace di educare alla trasformazione del fallimento non è una buona società nella quale vivere e far crescere dei figli. Ad averne avuti, di figli, mi sarei preoccupato di spiegare loro..." quel che colpisce nel'articola della blogger è la mancanza di equilibrionellla valutazione: troppa indulgenza nei confronti di chi, adulto, ha istigato e aiutato una ragazza fragilissima e terrorizzata a compiere una tale nefandezza. Perchè non si partorisce da sole e senza dolore e la pancia non cresce senza un perchè. E troppo indulgente con la totale mancanza di una rete di relazioni di amicizia, familiari o di interesse da parte del mondo adulto.Indifferenza e il leit motiv del "tanto non è un problema mio" rimane solo la preoccupazione di fare interventi politically correct.Ma:Il post della Dirani è indifendibile. Un conto è essere abrasivi, esprimere opinioni aspre o provocatorie, un altro è vomitare puro veleno e odio. Altro che eccesso di indignazione. Come ben si è potuto leggere nella inverosimile invettiva finale, lanciata da non si capisce quale autorità morale che la giornalista fuori orario si attribuisce in un puro delirio di onnipotenza.

Le ragioni della Annunziata lasciano basiti. Dirani, giornalista dalle 8 alle 16:30, fuori orario d'ufficio può trasporre reflussi gastrici nel blog. Che non è un servizio giornalistico. Pare ormai lampante che la distinzione tra blog e giornalismo serve ormai solo a giustificare la penosa situazione di quest'ultimo. Ma no, alza il nasino la maestrina, io dovrei "sapere la distinzione fin qui fatta fra blogger e giornalisti".
Annunzia', la sentì questa voce!?

Ah ecco come funziona allora, che stupido a non capirlo, l’autrice del pezzo è una giornalista (perché mi pare ci tenga molto a farlo sapere anche nella pagina fb) ma quando scrive sul blog ecco che giornalista non è più e quindi liberi tutti, salta il banco con le sue regole.Distinzione tra giornalisti e blogger dunque e soprattutto spazio alla pluralità di idee, questo offre l’Huffington Post Italia. E dire che credevo che dove ci fosse un direttore ci fosse anche una linea editoriale, almeno nei principi generali.

A questo punto non posso che zittirmi, lancio solo un’ultima richiesta: se dovesse saltare fuori anche solo una minima differente versione sulla responsabilità della ragazza, attenderemo che questa voce “abrasiva” di cui Annunziata va tanto orgogliosa vada a guardarla negli occhi e spiegarle che dandole dell’assassina stava solo scrivendo su un blog.

Se la Dirani in qualità di blogger è solo una voce cui dare spazio in nome della pluralità e indipendentemente da ciò che scrive e come lo scrive,mi chiedo se si darebbe uguale spazio a un blogger che inneggiasse al nazismo. Se no vorrei sapere dove si pone il confine.In verità la Dirani talora è molto più che corrosiva, come è evidente in questo caso.

Su, succede di non capire, se lo metta in testa una volta per tutte: la colpa è Sua. E' Sua, ha capito? Sua e di nessun altro. E non si tirino in ballo i modelli di comunicazione e i loro presupposti, non si tiri in ballo il fatto che il disgraziatissimo giornalismo italiano è sempre stato più dalla parte dell'opinione che dei fatti e che il fiorire di blog all'interno dei giornali aumenta questa confusione; non si tiri in ballo il fatto che vomitare la propria rabbia e il proprio smarrimento chiamandoli "opinione" è roba da analisi e non da giornale, o che la civilizzazione imporrebbe almeno il tentativo della conoscenza dell'argomento e del suo contesto prima di scrivere un commento da Medioevo che dice che una cattiveria da punire in eterno è l'unica spiegazione per l'egoistica e omicida distruzione dell'istinto materno. C'è chi ha già conosciuto tutto e quindi emette la sentenza a priori, poiché certi individui hanno perso eternamente ogni diritto di far parte della società, ché forse erano già nati bacati.

La colpa continua a essere Sua, perché ci sarà sempre bisogno di qualcuno a cui dare la colpa, a priori, senza alcuna volontà di osservare o conoscere, perché dare la colpa a qualcuno aiuta a evitare di capire, perché capire potrebbe metterci a contatto con elementi scomodi e tragici della nostra esistenza personale e sociale. E' a quello che servono i capri espiatori. Quindi oggi, con stima, ho scelto Lei come colpevole, e accusandola ho dato il mio contributo quotidiano al miglioramento di questa società. Si rallegri! Grazie al suo sacrificio staremo tutti meglio, dormiremo tutti meglio. Domani sarà il turno di qualcun altro, perché fatti fummo a viver come bruti.

"ci auguriamo che ogni storia di donna,... venga narrata non con la scure giudicante ma nel pieno rispetto della sua complessità" Mi auguro che anche ogni storia di uomo, anche femminicida, venga narrata non con la scure giudicante, ma nel pieno rispetto della sua complessità! Perchè no? non sono figli, padri, mariti o compagni vostri?

Mostra altro

Il 04 dicembre va benissimo: Renzi = 41% Grillo + Berlusconi + Salvini + Meloni + Vendola + Bersani = 59%

14 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

L’intervista al Foglio, il botta e risposta su Facebook, i tweet su Gabbani e la Spal. Renzi torna all’attivismo di sempre.La scelta dell’ex-premier è quella del presenzialismo e dei toni accesi che lo hanno sempre caratterizzato.

Ho riportato i risultati del referendum. Gli avversari del PD sono ossessionati da Renzi, farebbero carte false per eliminarlo… o anche prove false. L’accanimento del sistema contro Renzi è la prova di quanto lo temono. Prove false, bufale e campagne mediatiche non termineranno ma avranno sempre meno effetto. Lo temete dite la verità. Se per voi è finito che ne parlate a fare, se ne parlate avete paura. Allora cosa ve ne importa, perché siete così OSSESSIONATI da un partito e da una persona che, secondo voi, “è odiato da tutti gli italiani”? Non dovreste temere niente, e invece voi vi alzate col pensiero di Renzi, vi addormentate col pensiero di Renzi, andate a leggere cosa fa Renzi. Voi avete dei GROSSI problemi. Andate dallo psicologo, vi può servire, forse. E acquistate azioni della Lusofarma SpA, che il Serenase in futuro verrà venduto a litri a quelli come voi.Ma quanto rosicano i penta stellati , percio’ lo temevano, ma neanche loro si aspettavano che Renzi tornasse cosi prepotentemente alla ribalta.E la direttora? Topolino è a disintossicarsi. E tutti quelli che pensavano a un PD decotto? Nei circoli non c’era da anni tanta partecipazone di gente comune e nuovi iscritti come adesso. Il tempo e’ galantuomo. Tranquilli,non faremo pigionieri , noi siamo democratici……noi

Gli elettori hanno ormai capito che gruppi editoriali, bancari, pezzi di magistratura e vecchia classe dirigente vogliono fermare le riforme di Renzi a tutti i costi. E vogliono fermare la Commissione d’Inchiesta sul sistema bancario… con l’aiuto del M5S.Vedere chi attaccano giornali e tv di Cairo e De Benedetti, contro chi sono state falsate le prove e avviate indagini farlocche finite nel nulla. Notare chi si è schierato contro la Commissione in Senato. Basta solo osservare.

Ma evidentemente non avete nominato quelli che piacevano ai poteri forti di prima, a leggere le opinioni di chi da decenni parteggia per i poteri forti e oggi si affatica ad attaccare Renzi e il PD anche fabbricando prove false e montando scoop giornalistici sui giornali amici dei poteri forti di prima o sui ducetti razzisti e pluriomicida di oggi a cui vorrebbero affidare il paese.Pensa in che situazione drammatica finiremmo, se al governo, arrivasse uno come Di Maio: uno, che manco è stato capace di laurearsi, e che ha pure seri problemi a comprendere ciò che legge: finiremmo a fare le file ai bancomat, per salvare 50 euro.

La batosta del 4 dicembre, egregia accozzaglia, è stato IL TRADIMENTO vile e disgustoso perpetrato dalla vostra banda di opportunisti che, giustamente, Renzi ha definito’ACCOZZAGLIA’.

Va ricordato piuttosto che “…La Camera approvò il nuovo testo trasmesso dal Senato l’11 gennaio 2016; il 20 gennaio il Senato l’approvò in seconda deliberazione con 180 favorevoli, 112 contrari e 1 astenuto (293 votanti). Il 12 aprile 2016 la Camera diede il via libera definitivo, ri-approvandolo con 361 voti favorevoli, 7 contrari e 2 astenuti per un totale di 368 votanti;…” (Wikiversity)

Si insistete sempre nel rinfacciare a Renzi il fatto di non aver mantenuto la ‘promessa’ di andarsene a casa. CON QUALE FACCIA?
Quando gli stessi che diedero il proprio voto alle Camere hanno avuto il fegato di BRINDARE alla sconfitta di LORO STESSI, brindare al più osceno dei tradimenti, preferendo accodarsi a un ‘baffino’ per tre denari.

Certamente che Renzi è IPERATTIVO, è esattamente quello che un leader, in un Paese allo sbando e tenuto per il collo da bande di malfattori e incompetenti e nullafacenti, dovrebbe fare. E lo fa.

P.S.: L’unica cosa coerente che la sindaca Raggi ha saputo dire, è il ‘CAMBIAMENTO’: esattamente la differenza che corre tra L’ATTIVISMO di Renzi e la PARALISI TOTALE di Roma sotto il calcagno pentasgrullato.

Ok senza giornalai e cairotrasmissioni o telekabul ora riciclata in dalemianetrasmissioni zerbini (come lo erano con truffolo di Arcore in passato), verso questi pagliacci replicanti di un psicopatico pregiudicato, nullità assolute come luigino dimail e diballista proprio non esisterebbero mediaticamente e nella vita quotidiana (potrebbero al massimo essere confusi con i compagni un po’ ritardati della propria classe)

Da quel che si legge il pensiero del accozzaglia ecco le regole per essere di sinistra:Essere sfortunati ,essere seri e tristi ,essere umili oltre misura e strisciare come vermi,avere innato un senso di colpa,non ridere molto.

E No cari, essere di sinistra vuol dire fare gli interssi del proprio paese con orgoglio e con sicurezza,prendendosi tutte le responsabilita’ senza paura e privilegiando le classi piu deboli.Aggiungo: Se serve per ripulire l’Italia dalle mafie burocratiche, dalle mafie nere e rosse, dal killer di Prodi inciucista con il truffolo di Arcore per decenni e distruttore della sinistra riformista, dai pentafasci feccia sociale (confluiti in un partito commerciale e padronale di uno psicopatico con la fedina penale che surclassa quella dello stesso nanotruffolo) ben vengano uno, dieci, cento, mille egocentrismi rignanesi ah ah ah ah ah

Mostra altro

Quindi si sono seduti al tavolo con noi e dopo aver mangiato vogliono lasciare il ristorante senza pagare. Poi si incazzano se i commensali hanno qualcosa da ridire. Non so se sono più scemi o arroganti

14 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

Brexit, la Gran Bretagna avvisa l’Ue: “Siete voi che rischiate di dover pagare”

Dura intervista del ministro degli esteri britannico Boris Johnson al Daiily Telegraph

Risultati immagini per Brexit, la Gran Bretagna avvisa l’Ue: "Siete voi che rischiate di dover pagare"

Johnson è nervoso: stanno venendo allo scoperto tutte le panzane raccontate per indurre gli inglesi al suicidio.Quando se ne accorgeranno gli faranno fare la fine di Edoardo II, un altro obbligato a riconoscere l’ndipendenza della Scozia.Farage tra le altre cose viene ancora retribuito al parlamento europeo , di chi parliamo ? Una classe politica falsa ed ipocrita quella inglese, si assumano la responsabilità di ciò che hanno fatto prima con il proprio popolo e poi con L’Europa .Sono loro a disdire il contratto!!! La solita arroganza ed il solito snobismo inglese… vediamo se l’Europa avrà carattere…

Non ho mai visto uno che disdice un contratto e in più viene ancora pagato. In genere si perde.Ma il solito coliongrullo mi viene ha dire:Nessuno in europa ha chiesto al popolo se volevano entrare non possono arrogarsi nessun diritto di riscossione su contratti non firmati o confermati dai dententori della sovranita’ nazionale.Coliongrullo,Si chiama democrazia della delega, non democrazia indiretta. Ciò detto, in Europa i referendum per l’Europa ci sono stati e l’Italia ne ha fatto uno (credo nel 1989), e circa il 90% degli italiani disse si all’Europa in quel referendum. Ma col tuo ragionemento non si può nemmeno chieder loro dei soldi. I governi sono delegati a firmare e prendere impegni. La Gran Bretagna ha pagato e ha ricevuto e i suoi governi erano delegati a farlo. Qui il contendere è: quanto ha ricevuto e quanto ha pagato?

Questo è quello che succede quando decidi di ritirarti da un matrimonio per tua colpa: paghi. E qui sono in 27 ad avere interesse che chi vuole andarsene paghi. Italia compresa. Quanto alla “sovranitá” di un paese come l’Inghilterra (o di qualsiasi altro paese europeo) è una parola vuota, utile solo a garantire le poltroncine di malfattori bugiardi e falsi come Johnson, Caravaggio, Salvini, Le Pen. In un mondo di potenze continentali gli Stati Uniti d’Europa sono il solo orizzonte possibile. Senza un Europa unita e forte si va incontro ad un futuro incerto e pericoloso . Ormai e’ chiaro che non ci si puo’ fidare dell’ America di Trump , dell’ Europa non ha nessun interesse visto che preferisce avere rapporti con Putin . Un Europa divisa e debole diventerebbe facile preda dei colossi USA , Russia e Cina . La Gran Bretagna non poteva scegliere un momento peggiore per uscire dalla UE . Per lei ma anche il resto dell ‘ Europa.

Gli inglesi poveretti credono ancora che sia un negoziato a due. Loro e la UE. In realtà sono 1 contro 27. E questi 27 non vanno d’accordo tra loro. Contrariamente a quanto si pensa questo andrà a svantaggio degli inglesi. Creerà infatti una grande incertezza sul futuro degli accordi. Nell’incertezza gli investimenti, quelli che dovrebbero aiutare proprio chi ha votato per la brexit, se ne andranno e l’Inghilterra rimarrà strangolata da questa morsa. Se saranno bravi forse troveranno il modo di non perdere capitali finanziari. Ma anche qui rischiano molto. Il tempo è l’incertezza gioca a loro sfavore

Mostra altro

E c’è ancora l’adepto ingenuotto del M5S che sostiene che le votazioni attraverso la piattaforma informatica Rousseau del Movimento sono sicure. Sicure un par de ciufoli….

14 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

99 Paesi colpiti, “attacco senza precedenti” L’allarme dell’Europol sull’attacco hacker mondiale. La Renault costretta a fermare la produzione.Un attacco hacker mondiale “senza precedenti”. È l’Europol a definire così il cyberattacco internazionale che ieri ha mandato in tilt i sistemi informatici di 99 Paesi in tutto il mondo. Parole di grande preoccupazione, quelle dell’Europol, che si dice convinto che sarà necessaria “un’indagine internazionale complessa per identificarne i responsabili”.

L’azione illegale via web di ieri ha colpito soprattutto i pc degli ospedali inglesi e diverse imprese in tutto il mondo. Il ministero dell’Interno russo, la società ferroviaria statale e la Banca centrale russa hanno reso noto di essere stato oggetto dell’attacco cibernetico. Bbc online: sono 99 i Paesi interessati. Avast: “Circa 75mila casi di siti infettati”. Cyber Intuition: “E’ italiana la tecnologia che sta neutralizzando il cyberattacco”

Ecco il risultato di come si usa la tecnologia per colpire, invece di ‘dialogare’. Mi vien in mente un mio amico ‘alternativo’, che non usa per principio il pc, che dice: e se un giorno venisse a mancare la luce (elettrica)? A pensarci, è possibilissimo…e allora, che faremo? Riprenderemo con i piccioni viaggiatori? LA rete come noi uomini è così vulnerabile, dobbiamo farci anticorpi contro tutti questi virus e una maggiore consapevolezza dei limiti nostri e del cyberspazio….certo la pirateria ha il suo fascino…

Facciamo un po’ di chiarezza.
1) il virus non parte da solo, è necessaria la conferma dell’utente; spesso è presente in email come allegato “travestito”; la vulnerabilità di Windows è relativa alla diffusione in rete
2) se dovesse capitarvi di aprire un allegato e Windows (da Vista in poi) vi chiede conferma di esecuzione (controllo UAC attivo) c’è qualcosa che non va; spesso l’eseguibile si annida nella cartella temporanea di Windows;
3) nel momento in cui date conferma il virus parte silenziosamente e i file con estensioni più comuni vengono criptati e rinominati con un’estensione a caso (lettere e numeri casuali). Se doveste accorgervi che i file cambiano estensione da soli, in tempo reale, staccate la spina del PC prima che sia tardi!
4) il recupero dei file con sistemi “brute force” è praticamente impossibile perché la chiave di criptazione è, nel migliore dei casi, a 1024 bit. Occorrerebbe dunque indovinare una stringa su 2^1024!! Il pagamento del riscatto non garantisce il recupero. Sono però presenti online dei database che raccolgono le chiavi già note e se si è fortunati è possibile decriptare i propri file. L’unica alternativa è un ripristino di backup;
5) spesso basta un po’ di attenzione per evitare l’avvio del virus: controllate il nome del file allegato senza aprirlo, se è del tipo nomefile.pdf.exe cestinate la mail e svuotate il cestino.

E prima di sparare a zero in base a credenze di tempi passati cerchiamo di informarci sui fatti. La backdoor utilizzata da Wannacry per infettare i computer con windows é stata creata dalla NSA americana, se vuole prendersela con qualcuno denunci loro. Tale backdoor é stata resa nota qualche tempo fa da un gruppo di hacktivists e Microsoft ha provveduto puntualmente a rilasciare un aggiornamento che chiudeva tale falla. L’aggiornamento é disponibile da più di un mese!
Se qualche responsabile IT non aggiorna i propri sistemi quando Microsoft rilascia gli aggiornamenti, Microsoft che colpa ne ha?
Avere un antivirus sul computer (oggigiorno la maggior parte sono gratuiti per le utenze domestiche) é come installare un antifurto in macchina o a casa. Se le vengono a rubare dentro casa lei fa causa all’imprenditore che l’ha costruita?

Ora:Al di la del discorso sulla sicurezza informatica, io mi chiedo: ma coloro che hanno pensato e diffuso il virus, nel momento che chiedono un riscatto, forniranno anche precise indicazioni su come, dove e quando pagare per avere indietro (decriptare) i propri files.Dal momento che questo pagamento, immagino, avviene per via telematica (sarebbe impensabile altrimenti), ma possibile che non ci sia un modo di tracciare questi soldi e risalire ai beneficiari? Ci sono di mezzo le agenzie di money transfer? Le banche? Chi? E perche` non collaborano?

Puzza piu di attacco di natura “militare” che economico. Il riscatto potrebbe essere la parte irrilevante: é il danno che conta. Anche perché in Russia o in molti altri paesi non occidentali, 300$ possono rappresentare una somma importante, soprattutto se ad essere colpiti sono decine di computer di un’impresa o istituzione. Ció che sta succedendo alla NHS inglese (servizio sanitario) é molto triste, ma come sempre la BBC dá notizie faziose. Non é vero che la NHS sia la maggiore vittima dell’attacco. Il paese di gran lunga piú colpito é la Russia, di cui ovviamente i media nostrani non ci danno alcuna notizia, ma i danni possono essere ingenti a dir poco.Sempre triste vedere che anche la stabpa italiana faccia fatica ad avere una informazione sugli esteri indipendente, non fa che riportare la propaganda dei mainstream media americani e inglesi praticamente senza approfondimento o verifica.

Ma voi GIORNALAI dove coppiare le notizie di questo genere??? Dalle agenzie??? Dalla reuter o dalla ap che fanno capo a rothschild???
Andate a leggervi il contenuto di “vault 7 di wikileaks” e magari verrete a sapere che la cia ha prodotto virus adatti a introdursi su computer, telenoni, televisori e automobili, e che poi ne ha perso il controllo.
Perdere il controllo di quegli “strumenti” significa, come ben messo in evidenza da wilkileaks, che ora “non si sa più a chi siano finiti in mano”!!!
Naturalmente le press prostitutes hanno dedicato il loro spazio a fatti di quaternaria importanza, e hanno omesso di evidenziare quotidianamente la paradossalità di questa situazione!!

Mostra altro