Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Post recenti

Bersani Bersani ti ricordi quando, prima di dimetterti, ti appellavi alla solidarieta' della Ditta. Volete affossare Renzi ? Accomodatevi. Ma vi chiedete cosa sara' dopo il PD? Con che coraggio andrete in giro a parlare ai vostri elettori, ammesso che ne avrete ancora.

17 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

Italicum, Pier Luigi Bersani: "Minoranza in ritirata? No, è unita e combattiva"

Una frase stupida che ci lascia l'amaro in bocca: "Nessuna ritirata, combattiamo".Possibile che Bersani, che fino a ieri parlava di Ditta, si sia spinto fino a questo punto?.La parola "combattiamo" per sfasciare un partito, dimenticando che al di sopra del partito ci sono gravi problemi della gente e del Paese, avrebbe potuto usarla un Berlusconi qualsiasi, non un ex-segretario del PD, che dovrebbe avere la forza di mettere da parte i rancori e ritirarsi in buon ordine. No, con il suo "muoia Sansone", se provocasse la caduta del governo, Bersani si assume una responsabilità enorme. Il guaio è che non è capace di accorgersene. Spero tanto che Renzi lo butti fuori!

Purtroppo Bersani, quello che ha perso elezioni gia vinte grazie alla "smacchiatura del giaguaro" vorrebbe vedere andare tutto a gambe all'aria in puro stile "muoia Sansone ecc...." Tutto visto da 60 anni a questa parte, anche questa volta perdera' comunque vada a finire.....Mi spiegni il perche' Te Bersani o altri sinistri non si ritirano dopo cocenti sconfitte ma intendono comandare anche in minoranza.Questa e' la vostra demicrazia?Siete patetici ma finirete presto.Bersani da Santoro.....che delusione! Bersani ama la sua ditta, il suo partito, meno molto meno il Paese. Basta con questi partiti fine a se stessi ai loro giochi di potere a tutto danno dal Paese. Siano regolati i partiti in quanto articolazioni della democrazia con regole certe e finalità precise. I partiti sono messi il fine è il Paese, questo lo deve capire anche Bersani, che non può suonare l'allarme e poi attendere che siano gli altri e i giornalisti a fare la battaglia che la loro minoranza non vuol fare!!.Il sistema elettorale proposto dalla minoranza PD non è né meglio né peggio di quello "blindato": ognuno ha i suoi pregi e i sui difetti, tanto la base è quella maggioritaria, non è uninominale, i collegi sono ancora un po' troppo grandi, le decisioni sulle liste se non sono prese dalle segreterie dei partiti sarebbero prese dai gruppi di pressione e dalle "truppe cammellate", le soglie di sbarramento sono state abbassate per far entrare chiunque sia un po' serio. Non vedo il contendere.Non capisco o comunque non con questa enfatizzazione. Visto che non e' il primo caso (jobs act, ecc) temo che da parte della minoranza ci sia in primis il tentativo di mettere in discussione la leadership di renzi che si coniuga di volta in volta su un tema diverso. Renzi puo' non piacere e puo' avere torto su tante cose ma ha vinto alla grande il congresso e alle europee, ridimensionando fortemente i populisti di Grillo. Questo gioco di logoramento continuo deve finire ...e se poi il prossimo congresso lo vince Bersani o Civati o chi ...diro' lo stesso dei renziani se faranno a loro volta lo stesso gioco. Questa della minoranza è una battaglia strumentale, forse motivata dalla paura di non ritrovarsi nominati alla prossima elezione.Ma trovo assolutamente delirante che tali opposizioni (inclusa la minoranza PD) abbiano votato convintamente la legge elettorale al senato solo 5 mesi fa e che oggi per ragioni di lotta di potere decidano che fa schifo. Far passare questa legge a dispetto di tali giochini squallidi è non solo corretto, ma doveroso: bisogna opporsi con forza a questo modo di fare ed alla politica del ricatto. Scorie di vecchia e corrotta politica di cui liberarsi.

Perciò Visto che Bersani & compagni fanno fatica a capire, ribadisco il vero concetto di democrazia:
<La politica si fa con strategie e obiettivi raggiungibili, non con frustrazioni e risentimenti. Una lezione, una regola di base, che la minoranza del Pd sembra aver dimenticato in queste ore, intestardendosi in una battaglia interna difficilmente spiegabile con il merito delle questioni. La legge elettorale che la Camera si appresta a votare non è la migliore possibile, ma è una buona riforma, che favorisce quella governabilità la cui assenza è stata tra le cause della lunga crisi italiana. Farne una questione di democrazia è fuori luogo. Si discute da troppo tempo di legge elettorale, è tempo di approvarla e concentrare le attenzioni di governo e parlamento sulle urgenze economiche>.
Purtroppo, per il tenero Bersani & compagni, la crudele politica, da quando si sono deposte clave e spade, si basa sulla sadica cerimonia del contare e non lascia scampo: vince chi prende più voti.! E' un'ordalia senza sangue e con tanti foglietti e/o mani alzate. Un politico che non ama il verdetto delle votazioni negli organismi democratici del proprio partito infrange il patto d'onore che le regole statutarie imprimono nelle menti e nei cuori di ogni compagno della comunità a cui ha scelto di appartenere. Siamo un partito laico e la verità assoluta manco sogniamo di raggiungerla; ci accontentiamo di tracciare insieme la strada da percorrere e ci affidiamo alla pura, onesta, umile logica del voto a maggioranza e da uomini d'onore gli portiamo rispetto.

Ma Bersani perche non si e messo di traverso quando lacrimina Fornero faceva la riforma delle pensioni, non era segretario del pd? Adesso con Renzi fa battaglie incredibili. Si è dimenticato degli esodati, un ministro di un governo tecnico. Qui nel bene o nel male si sta discutendo di una legge elettorale, che male che vada al 2 turno il lunedi sappiamo chi vince le elezioni e chi fa l' opposizione, senza nessun inciucio, o governi di larghe intese o scissioni per favorire nuove maggioranze. Tutto questo è avvenuta in questa sciagurata legislatura dove nessuno di fatto ha vinto le elezioni. Csx e CDX coalizzati, si stavano facendo superare dal m5s, che andando solo è arrivato primo.

Mostra altro

Grande Compagni finalmente fareste qualcosa di sinistra, vero. Tornera a fare opposizione e lanciare Salvini premier!!

17 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

Italicum, la minoranza Pd ora ci crede: "Matteo Renzi può cadere". E rispuntano Enrico Letta e Romano Prodi.

Che schifo, vomito all'idea che in casa abbiamo, i nuovi Bertinotti, Turigliatto, sinistrati che sputano sul proprio partito, contenti di affossare il proprio segretario. solo in ITALIA avvengono queste cose. Non per niente siamo la feccia dell'europa,e quel tipo di sx ha contribuito a questo primato.Mi fa vomitare sentire che esponenti di "primo piano" del PD stanno gongolando all'idea che il proprio segretario di partito , nonché primo ministro,possa cadere.Ma questa gente si rende conto che così facendo consegnano il paese a Salvini?.Io sono stufo di un partito "tafazziano" e di questi personaggi che pensano solo alla loro poltrona e se ne fregano dell'interesse del paese!!!!!!!!!Un'alternativa a Renzi??? Ma scherziamo? chi sarebbe l'alternativa? il prode Bersani capace solo di perdere elezioni che in partenza erano vinte? l'insignificante Letta che quando era presidente del Consiglio, anche uno come Alfano sembrava un gigante della politica? L'ottuagenario Prodi? La vocazione all'autodistruzione del PD è dura a morire.Che bello, la gente li adorera' e li accogliera' con fiori e baci. Cosa prometteranno sono curioso. Magari indiranno anche le primarie. Non so chi e' il piu' cretino: chi ha scritto l'articolo o la minoranza PD.Se cade Renzi vanno a casa pure loro, chi sarebbero le alternative Letta e Prodi?.L'alternativa a Renzi è una sola. La famosa Benedetta Sconfitta. A costoro non frega niente di regalare il paese alle destre più retrive, tanto per loro è meglio comandare in partito che non conta nulla piuttosto che non contare nulla in un partito di governo. L'unico loro ideale è la poltrona.Sembra un film già visto... Cose da PCI e l'invidia di chi sta cercando di fare qualcosa ma che ai fondamentalisti conservatori non conviene perché questo significherebbe il loro fallimento.... Vecchi giochi di vecchia politica fallimentare... Gli elettori non dimenticheranno...e la storia si ripete..Bertinotti bis dietro l'angolo..a questo punto il PD è nella piena totale di quella cosa che non odora. Come al solito daltronde,speriamo che la legge non passi per vedere Mattarella se da l'incarico a questi due nomi di una antichità tombale,e in questo caso vorrei vedere l'NCD all'appoggio, se ci fossere anche loro a sostenerli navigherebbero in quella cosa che non odora,ma a livello labbro superiore..vedremo come ci mettiamo.

Mostra altro

Credo pertanto sacrosanta l'intenzione del Presidente Renzi di mettersi l'elmetto, tirare dritto e, alla fine, contarsi.

17 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

Legge elettorale, Denis Verdini propone il soccorso azzurro a Renzi. Ma Berlusconi dice no: "Non faccio patti"

Denis fa accapponare la pelle solo a vederlo; però bisogna riconoscere che é uno dei pochi ad essere lucido e coerente con i passaggi politici del gruppo di FI nel passato (vedasi approvazione del testo al Senato. Per questo non riesco sinceramente a trovare molte differenze tra l'atteggiamento della c.d. "minoranza dem" e gli strali comitati dal "Brunetto rabbioso", perché entrambi dettati dall'esigenza di mantenere il pantano e i ricatti da coalizione. Credo pertanto sacrosanta l'intenzione del Presidente Renzi di mettersi l'elmetto, tirare dritto e, alla fine, contarsi.Verdini è un pragmatico realista. uno che ha attraversato tutte le repubbliche rimanendo in piedi. E tenta di rimanere in piedi ancora. Sa perfetamente che a questa tornata elettorale il suo partito diventerà una mosca e a quel punto non avranno più margini di trattativa! Cerca di ottenere qualcosa prima del disfacimento.

Ma Silvio è troppo orgoglioso per cedere. Era convinto di mettere Renzi nel sacco ed è finito bastonato e questo non riesce ad accettarlo. (non lo accettano neanche tutti quelli che ancora vaneggiano sui segreti del patto del Nazareno)

Ma la domanda è : quanto valgono le idee dei politici italiani?Niente.da sempre.Anche in guerra siamo riusci a passare da un amico ( siamo riusciti ad inventarci l'amico-nemico e viceversa) all'altro con disinvoltura.Quelli che hanno votato finora nei tre passaggi sia la legge elettorale che le riforme costituzionali,con che faccia disconoscono quello che hanno già votato?In prima lettura si potrebbe capire,ma in terza no,è troppo.Siamo dei pagliacci,questo è il nostro vero problema.poi si dice che non andiamo avanti,ma come si fa?C'è da vergognarsi.Berlusconi lo si conosce,ma quel Bersani ( che all'epoca votai)che delusione...dovrebbe pensare seriamente di andare in pensione.Verdini sta dimostrando maturità politica. Anche se si è all'opposizione, se le riforme piacciono, si aiuta il governo. Le altre forme di opposizione sono sterile e affossano il Paese che viene mantenuto nella palude dell'immobilismo.

PS:Francamente non vedo che se ne fa ormai Renzi dell'appoggio di un cadavere politico come Berlusconi. Forza Italia scomparirà e il Berlusca andrà ad Antigua.Il giorno dopo la disfatta alle regionali, il grande PAPI saltera' con il piede sano sul predellino dell'ambulanza di Cesano Boscone e annuncera' la fondazione del nuovissimo partito "forza italia 5 mundial " di cui i vari sondaggi della fantozzi sondaggi company, gia' danno il PRESIDENTE al 59.97 per cento !!!Ma quello che trovo insopportabile della stampa italiana e' l'uso spregiudicato del virgolettato. Le frasi certo fanno accapponare la pella "Mattarella firma tutto quello che dice lui" e ancora "Matteo ci garantisce qualunque cosa" 'un liberale come me non può aiutare un dittatorello" Siete solo sciacalli che aizzate la gente che leggendovi crede di adiempere al diritto/dovere di essere informati. Vi leggo spesso ma non siete meglio del Giornale, di Libero che putroppo leggo per bilanciare le opinioni.

Mostra altro

L'ad archivia Maurizio Landini:Bene Marchionne, il sindacato ormai e un ana assurdità serve solo a pagare lauti stipendi alla dirigenza. Non è possibile che un sindacalista vada in pensione con 4000 e rotti euro netti. Questa è schifoso.

17 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

Fca, Sergio Marchionne: "I nostri dipendenti parteciperanno ai risultati dell'azienda".

Per un dipendente di livello contrattuale medio, ad esempio un operaio specializzato, in caso di risultati conformi agli obiettivi, l'erogazione attesa ammonta a 1.400 annui per gli anni 2015, 2016 e 2017 e cresce fino a 2.800 euro nel 2018. In caso di risultato superiore alle attese, queste due erogazioni possono raggiungere rispettivamente 1.900 euro annui nell'arco 2015-2017 e 5.000 euro nel 2018. Il sistema prevede, infine, in caso di mancato raggiungimento di ogni obiettivo, un'erogazione minima di 330 euro all'anno.

Senza Marchionne la Fiat sarebbe fallita.Adesso assume nuovi operai italiani.Con lo stipendio di un grande calciatore ci possono pagare migliaia di adetti ai lavori, ma nessuno di loro fa i gol che portano i soldi in cassa e sfamano gli altri adetti ai lavori.Preciso che non ho simpatie particolari verso la fiat o Marchionne o le sue politiche, pero' devo riconoscere che funziona.

Ci sarebbe molto da discutere sul modello che propone Marchionne, che ha luci ed ombre, ma leggendo i commenti di chi gli si oppone, che probabilmente da come parlano hanno un lavoro sicuro o mamma e papà alle spalle, si capisce bene perchè gli operai Fiat tra Landini e Marchionne abbiano scelto Marchionne.

E' un buon annuncio! Bene e finalmente. Ora vediamo i fatti. Nel medesimo tempo da verificare i parametri valoriali complessivi WCM e si faranno le corrette valutazioni. Ci sono importanti piccole e medie aziende italiane che si comportano da tempo in questo modo e le più intelligenti grandi aziende internazionali, fanno altrettanto. E' un comportamento che riprende - a quanto si capisce solo per alcuni aspetti ( i soldi)- quanto più di 50 ani fa aveva fatto Adriano Olivetti. Considerare quindi, quanto ha annunciato FCA, come un fatto "dovuto" nei confronti di chi lavora: di TUTTI quelli che lavorano e che proponevano un accordo migliore, con al centro la dignità della persona che lavora e che non esce sconfitto da questa nuova ipotesi; di chi genera ricchezza e riceverà, nella migliore situazione - se ho ben compreso -un aumento del proprio stipendio ( il cui valore di partenza va comunque rapportato con quello dei competitor internazionali) del 7.2%. Quanto all'aumento del dividendo agli azionisti - anche quelli dormienti- non è dato sapere. Quindi : è un buon annuncio, bene e finalmente. Ora vediamo i fatti. E tutte le fabbriche e le aziende che lo possono fare, lo facciano.

Marchionne è un bravo amministratore delegato. Quando è stato nominato la Fiat era prossima al fallimento e tirava avanti solo grazie agli aiuti di Stato. Ora è una multinazionale che arriva addirittura all'America. A prova di questo c'è il fatto che il governo che più osteggiava Marchionne era il Governo Berlusconi IV.Poi per come e' cambiato il mondo del lavoro che i sindacati italiani vadano a vedere e capire i metodi di quelli americani prima che scompaiano del tutto, cara camusso landini etcc etcc avete sempre una sola parola sciopero ma badate che molte volte ritorna indietro a chi lo proclama.E un sogno che si avvera... un mondo di lavoratori emancipati e consapevoli che fanno a meno di sindacalisti parassiti e corrotti

Mostra altro

D'altronde, come diceva Marx, il "cretinismo parlamentare" non ricerca che "cretini". Cretini alla ricerca di popolarità e di privilegi.

16 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

“Intervista (impossibile) a …. Matteo Salvini”

Comprendo l’esigenza di un tal Matteo Salvini di esporsi visibilmente, con cadenza quotidiana e spesso doppiando se stesso nella medesima giornata. In fondo ha poco da dire, ma quel poco lo ripete ossessivamente, profittando del compiacente sodalizio formale di conduttori televisivi alla ricerca dell’audience e di taluni giornalisti alla ricerca di argomenti che possano attirare l’interesse.

Se togliessimo a Salvini gli argomenti già ritriti di attacco alla legge Fornero, gli insulti agli zingari, le contumelie contro gli immigrati, l’uscita dall’ euro e dall’UE, non avrebbe più nulla da dire, specialmente se si dovesse discutere di unità politica dell’Europa, di collaborazione tra il capitalismo finanziario e il capitalismo del lavoro, di Giustizia in grado di operare nell’ambito della “legge uguale per tutti”, di legge contro la corruzione, di regolamentazione degli appalti per le grandi opere, di rispetto per tutte le religioni e tutte le cultura basato sul relativismo antropologico.

L’intervista che vorrei fare si riduce a poche domande, alle quali Salvini non risponderà mai.

D. Perché mai ha evitato di costituire la Lega parte civile nel processo a carico di Bossi & C., malgrado i danni economici che ha provocato al suo partito ?

D. E’ sempre convinto della validità dell’alleanza con Marie Le Pen, esaminando le diatribe con il padre e con la recente accusa di finanziamento illecito del partito ?

D. L’Alleanza con Berlusconi è opportunista o ideologica ?

D. Ha cercato di spiegare ai suoi elettori che, uscendo dall’euro, dovremmo cercare sul libero mercato i dollari per pagare, in petroldollari, gas e petrolio , o ritiene che è meglio tacere e confidare sull’ignoranza ?

D. Con Casapount vi fonderete formalmente per rimettere in piedi le aspirazioni autoritaritaria del fascismo ?

D. Ritiene che la quotidiana presenza in TV possa diventare il viatico per la sua affermazione ?

D. Seguendo gli insegnamenti di Berlusconi, anche lei ritiene di essere il solo e indiscutibile leader maximo della Lega ?

Ci sarebbero molte altre domande, ma non vale la pena perdere altro tempo, tanto risponde solo alle domande addomesticate di giornalisti compiacenti.

Sono convinto che risponderà a tutte le domande (lo fanno tutti i politici), lui è un vero politico di professione. Salvini è un esperto nello svicolare dalle domande, vedi la non-risposta ("basta parlare del passato") di ieri ad Antonello Caporale sulle responsabilità della Lega nel disastro EXPO (leggi l'acquisto dei terreni ad un costo 6 volte maggiore di quello reale ad opera del sindaco Moratti).

Tale professione è simile ai venditori dell'elisir di lunga vita.
Non hanno responsabilità alcuna, men che meno responsabilità morale.
E non risponder(anno)à mai dei suoi errori che più che errori, si tratta di inettitudine e spavalderia dell'affrontare problemi molto più grandi di lui.
Infatti, nella sua "battage pubblicitaria" quotidiana egli non avendo mai affrontato temi che non siano quelli di attecchimento sulla popolazione, proprio perché non è in condizione di affrontare temi molto più tecnici.

D'altronde, come diceva Marx, il "cretinismo parlamentare" non ricerca che "cretini". Cretini alla ricerca di popolarità e di privilegi.

Mostra altro

Padani nero-verdi ed affini, state in campana. Al Dibbà, come Attila "flagellum dei", sta bruciando il terreno sotto i vostri piedi !

16 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

“Lei si affaccia qui alla Camera solo quando ci sono i minuti di raccoglimento per le tragedie o per l’istituzione delle giornate nazionali in memoria delle vittimedell’immigrazione? È una vergogna”. E’ l’attacco del deputato M5S Alessandro Di Battiasta alla presidente dell’Aula Laura Boldrini, nel corso della discussione sulla legge di istituzione della giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione. Poi, di fronte al mormorio della Camera e ai commenti di disapprovazione dai banchi degli altri partiti, Di Battista rilancia: “Se vi scaldate siete degli ipocriti“, ribatte, salvo chiedere alla stessa Boldrini di intervenire per permettergli di concludere il suo intervento. La risposta della presidenza: “Lei fa considerazioni sulla presidenza che non le competono: non può permettersi qualsiasi libertà,

Ho ascoltato l'intervento integrale. Se dal lato puramente formale è urlato poco rispettoso e troppo semplificativo, dal lato contenutistico dice sacrosante verità, tra l'altro incontrovertibili. Istituire la giornata della memoria delle vittime dell'immigrazione, di per sé, è segno di vicinanza, per così dire "dimostrativa", alla tragedia, quindi cosa positiva, ma stride parecchio con la realtà. L'ipocrisia riscontrata chiassosamente dal deputato, c'è tutta. Che la gestione dei flussi migratori sia totalmente in mano delle cooperative le quali, facendosi un carico estremamente superficiale della qualità e della quantità del servizio erogato, riscuote a prescindere, con numeri dettati da loro stesse, gli ormai famosi 40 euro, usati come maglio, disonestamente, dalla lega per demonizzare l'immigrato, è realtà. Sacrosanta verità è anche che una parte, non per intero, dei flussi sono stati determinati dalle azioni occidentali. Di Battista urla e semplifica, prestando il fianco alle critiche. Sta diventando un marchio di fabbrica. Però dice la verità, e lo sanno anche i tifosi che si accapigliano per difenderlo.MA! Don Battista della Mancia ha i suoi giganti in testa e li combatte dappertutto colpendo a destra e a manca, con grande divertimento di tutti, compresi i Gregorio Samsa mutati in grilli.Ovviamente si crede un giustiziere nella sua testa e combatte contro la strega cattiva la maga Boldrini che c'è quando c'è un minuto di silenzio???????????????? il marketing è marketing,vero DIBA.DiBa dovrebbe sapere che quando non farà più comodo a Beppe e Gianroberto, di cui (guarda te le coincidenze) era collaboratore, non ci si metterà nulla a spedirlo nel nulla dal quale arriva. Saranno persone perbene come la Boldrini a guardarlo in faccia e a rispettarlo. Spero lo capisca, prima che sia troppo tardi.

Ritengo inutile e dannoso l'attacco alla Boldrini, infine.

Sbaglierò, ma ho notato che molte tra le persone che si dichiarano sostenitrici di questa o di quella parrocchia reagiscono a qualsivoglia critica NON dimostrandone l'infondatezza (o al limite ammettendone la fondatezza) MA puntando subito il dito verso le altre parrocchie e sostenendo che quelle hanno fatto di peggio. Come se l'esistenza di qualcuno che si comporta peggio di me rendesse automaticamente immacolato e degno di fiducia e stima il mio comportamento.

Tale "reazione" somiglia parecchio a quella di chi, ad es., non emette scontrino o fattura per N € e di fronte all'accusa di evasione dice subito che altri non emettono scontrino o fattura per cifre ben più alte, oppure a quella di chi prende vitalizi per 10mila euro al mese e si difende, ritenendosi persino degno di solidarietà, dicendo che altri prendono vitalizi di gran lunga più alti e meno meritati...; un copione che si può riscontrare praticamente in tutti i contesti e a tutti i livelli della nostra complicata collettività, curiosamente assai COMPATTA da questo punto di vista, in virtù del quale nessuno è disposto a cambiare le PROPRIE abitudini e aspettative.

Come se ormai, appunto, la mancanza o scarsità di correttezza, onestà, lealtà, coerenza, ragionevolezza ecc. fosse da dare per scontata, del tutto normale", per certi versi persino apprezzabile.Sia da parte dei politici che da parte di chi li elegge.

Mostra altro

Minoranza PD - METASTASI del PD e va estirpata.

16 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

Italicum, Matteo Renzi incontra i deputati del Pd: "La vita del governo è legata alla riforma". Roberto Speranza si dimette

L'Italia di chi vuol cambiare qualcosa contro chi non vuol cambiare niente. Io sto con Renzi. Vediamo la sinistra integerrima, quella sinistra da burletta, quella sinistra fintamente radicale cosa vuol fare. Vediamo se hanno le palle.Ma c'è qualcuno che in buona fede pensa che diminuire il numero dei bloccati a favore degli eletti con le preferenze sia una questione così dirimente da giustificare quello che sta succedendo nel PD? La cosa strana che quelli che adesso si stracciano le vesti hanno vissuto l'epoca in cui la lotta per le preferenze in occasione delle elezioni era diventata una cosa vergognosa.La facevano da padroni le mafie, il malaffare, le clientele.A queste anime belle vorrei,inoltre, chiedere :è mai successo che quando c'era il sistema delle preferenze che ci sia stato qualcuno eletto al posto dei capilista? Oggi i bloccati vengono chiamati in modo spregevole i "nominati", ma i capilista (elezione assicurata)cos'erano di diverso? E i candidati nei collegi uninominali del Mattarellum non erano anch'essi nominati? Quando si affrontò il letame delle preferenze, il partito di Bersani,di Cuperlo(all'epoca anche il mio) si schierò per il mantenimento del sistema delle preferenze?Assolutamente no! E Bersani parlò allora di attacco alla democrazia come sembra fare adesso?Ma manco per idea. Lasciamo stare Speranza che all'epoca era un bambino,e lasciamo perdere personaggi come Civati e Fassina che sono contro a prescindere, ma Bersani, Cuperlo, D'alema, Bindi.....suvvia!Siamo seri.

La malattia di fondo è la voglia di autodistruzione della sinistra, un impulso irrefrenabile, ancestrale, biologico, autistico, filosofico, quasi sessuale.
Prodi fu affossato in nome dei valori della sinistra da quel coglionazzo di Bertinotti aiutato da quel furbetto di D'Alema che non vedeva l'ora di fare il Presidente del Consiglio.
Veltroni contro Berlusconi prese il 35% e lo fecero dimettere facendo passare come una pesante sconfitta quello che era invece uno dei migliori risultati di sempre della sinistra.
Renzi ha preso il 60% alle primarie ed il 42% alle europee e presto lo faranno dimettere con la scusa delle preferenze, contro le quali si erano, però, battuti in passato i vari Bersani, Cuperlo, Bindi e compagnia varia e che erano state eliminate da un Referendum popolare.
Anche il Mattarellum era senza preferenze, con collegi uninominali : ogni collegio 1 solo eletto. Chi sceglieva i candidati nel collegio?
Inoltre il PD (o meglio il partito che prenderà la maggioranza) eleggerà 3/4 dei suoi parlamentari con le preferenze. E allora per chi viene fatta la battaglia? Per i partiti piccoli e per chi arriva secondo o terzo che vedrà scattare solo i capilista. E' il tipico altruismo inutile di certa sinistra.
Ma chi impedisce al PD ed a tutti gli altri partiti di scegliere i propri capilista con delle democratiche primarie?
Ma lo sapete che le elezioni dei delegati all'ultimo o penultimo congresso del PD si svolsero con liste totalmente bloccate?
La sinistra PD muore dal desiderio di far fuori il proprio segretario e di creare un bel partito del 10%, bello, pulito, coeso, puro, coerente e libero da impegni di governo.
Ah che bello, ritornare ai bei vecchi tempi quando si era liberi di gridare mentre gli altri, poverini, governavano!!
Ah, già, dimenticavo : e la riforma elettorale?

Ma ma perché legare la vita del Governo alla legge elettorale?

Perché siamo alla stretta finale e perché se viene rimandata adesso non si approverà più. Sarà perfettibile ma questa è una legge fondamentale se veramente si vuole cambiare qualcosa in questo (disgraziato) Paese! Non è questione di fretta: o le legge viene approvata e passa o viene modificata con conseguente stop al Senato. Tutto il lavoro fatto sarebbe annullato e si dovrebbe ripartire da zero. E Renzi si dimetterebbe. Ecco a cosa mira la minoranza. Ma c'è il rischio di elezioni..... e sarebbe la loro fine (dopo aver fatto cadere il governo nessuno sarebbe in lista).

Cuperlo speranza fassina TUTTI PARASSITI. La loro democrazia fa ridere. E' stata fatta una votazione. Si è scelto di andare avanti con l'italicum SENZA modifiche. Ha scelto la maggioranza. Ora la minoranza non ci sta. A che serve votare?? Hanno idea di come funziona una democrazia? Continuano ad essere parassiti di un parlamento che li ha accolti per colpa di un altro segretario di partito. COME PRETENDONO DI ESSERE RICONFERMATI alle prossime elezioni? DEVONO SPARIRE! Loro e la vecchia guardia che li sostiene. Si facessero un altro partito loro, così ottengono quello per cui hanno SEMPRE mirato: la sinistra divisa, Berlusconi di nuovo al governo, poltrone assicurate da una finta lotta di partiti.

Minoranza PD -> METASTASI del PD

Mostra altro

"Datemi i coriandoli e conquisterò il mondo!" ... era l'ultima speranza di Adolf Hitler per rispondere all'atomica degli americani.

15 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

Mario Draghi è stato aggredito da una manifestante di ‘Blockupy‘ nel corso della conferenza stampa dopo la riunione del direttivo dell’Eurotower. La contestatrice, con la quale non c’è stato alcun contatto fisico, è salita sul tavolo dove era seduto il presidente della Bce, al quale ha gettato alcuni coriandoli prima di essere fermata dalla sicurezza e allontanata (guarda la fotogallery). Draghi, un po’ scosso masorridente, ha poi ricominciato a leggere la sua relazione. La conferenza stampa si svolge in una sala stampa dentro l’Eurotower che è stata inaugurata qualche mese fa

La foto della tizia che salta sul bancone, con agile balzo, braccia in spinta e mutanda in evidenza, draghi con le mani in alto, è veramente straordinaria. La più bella di quest'anno, o almeno la più significativa.Dovrebbero metterla sui manifesti di propaganda dell'U€.Certo che pure in Germania la sicurezza fa acqua da tutte le parti, oltre alle linee aeree, ci poteva avere pure un martello in mano o essere cintura nera di kung fu, e draghi faceva una brutta fine.Ora: Questa bellissima ragazza, lo si vede sia di spalle che di petto, ha acquistato molta visibilità con questo gesto clamoroso. Sarà contattata da giornalisti, prima e da registi cinematografici e televisivi dopo. Parteciperà a dibattiti televisivi e avrà assicurata qualche particina in qualche fiction. Ci scommetto la testa!.E se ad una conferenza stampa di Draghi, che i soldi ce li ha, ha lanciato dei coriandoli, ad una conferenza di Renzi e Padoan, che i soldi non ce li hanno, cosa avrebbe lanciato ?E' comunque incredibile che qualcuno possa avvicinarsi a Draghi in quel modo durante una conferenza stampa. La sicurezza si è dimostrata di una pochezza impressionante. Negli Stati Uniti, e non solo, l'esibizionista avrebbe seriamente rischiato la vita.

Incredibile notare come un gesto simile, ai danni Draghi, possa scatenare tanta ilarità, tanta animosità e tanta scomposta speranza affinché, al governatore Draghi, venga fatto di peggio. Eppure, nella situazione data, Draghi sta tentando, contro il volere della Germania, di dare una mano a questa Europa e a questa Italia in crisi profonda. Ma, considerando i media che scivono e commentano,e il loro modo di ragionare,in massima parte, affidato alla pancia più che al cervello, non bisogna meravigliarsi.Contestatrice, manifestanti e commentatori di queste pagina mi ricordano le orde di bestie che ogni domenica pomeriggio vanno allo stadio a sfogare le proprie frustrazioni invocando violenza come fossero bestie, privi di qualsivoglia capacità di analisi, privi dei fondamenti di cultura per capire le basi di come funziona il mondo, così complessati da abboccare a qualsivoglia fantasiosa teoria del complotto.

Mostra altro

Anche stavolta i Tedeschi hanno avuto ragione,si sono sempre opposti all'entrata della Turchia nella UE

15 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

Genocidio armeni, Erdogan minaccia: "Non sono cittadini turchi, potrei espellerne 100.000".POI: Nuovi attacchi al Papa

La Turchia punta ancora una volta il dito contro il pontefice, che domenica aveva parlato di quello armeno come del primo genocidio del XX secolo. "Quelli che sono fuggiti dall’inquisizione cattolica in Spagna - ha detto il primo ministro Ahmet Davutoglu ad Ankara, in occasione della presentazione dei candidati dell’Akp alle elezioni del 7 giugno - hanno trovato la pace a Istanbul e Izmir". Erdogan: "Potrei espellere 100 mila armeni"

Eccovi servito il benemerito che vorrebbe far entrare la Turchia in Europa. Nessuno accusa i turchi di oggi per quel genocidio come nessuno accuserebbe i tedeschi di oggi dell'Olocausto. Parliamoci chiaro, i figli non hanno le colpe dei padri. Ricordare però quanto accaduto e condannarlo è un gesto di civiltà che non lede le identità nazionali, rafforza semplicemente la voglia di pace e l'idea di rispetto che tutti dovremmo avere, almeno in Europa. Questo continente ha visto troppo sangue e troppi pianti per permettere che un banale nazionalismo come quello di Erdogan comprometta la pace. Io dico questo e a malincuore, il mio prossimo voto sarà valutato anche sulla politica estera nei confronti di un paese ormai sotto un evidente regime autoritario. Non può e non deve entrare nell'Unione Europea a queste condizioni.L'atteggiamento di Erdogan spiega e condensa nelle risposte le ragioni per cui la Ue nega alla Turchia l'ingresso nell'Europa. Vero è che fu la Germania a opporsi più di ogni altro paese, non solo per le violazioni dei diritti umani e il deficit di democrazia, né perché ha una comunità di 3 milioni di turchi ben integrati nel settore economico produttivo. Merkel capì subito che i turchi e le loro industrie avrebbero rubato notevoli fette di mercato alla Germania, e capi anche che Erdogan è un prepotente e non si sarebbe conformato allo spirito della Comunità e avrebbe agito di testa sua, perché non riconosce altra autorità fuori di se stesso. E le risposte al papa sembrano dare pienamente ragione alla Cancelliera tedesca.

Dal sito della comunità Armena ."Ecco perché per gli armeni il 24 aprile è la data simbolo del Grande Male (Metz Yeghern),un termine che vuole testimoniare il dolore non soltanto fisico ma soprattutto morale da loro provato prima, durante e dopo la tragedia del1915."

Mi ha incuriosito questo termine usato dagli armeni del grande male .... e alla luce di quello che leggo sopra , le minacce degli estremisti turchi Erdogan & c che parlano di fronte del male appaiono ancora più sinistre ....Sono ateo e non provo una grande simpatia per francesco , ma è intollerabile che questi individui si permettano di minacciarlo perchè ha evidenziato il velo di omertà che copre questa terribile nefandezza compiuta 100 anni fa .

A questo genocidio e del suo oblio si riferì anche hitler , traendo forse la conclusione di poterne fare lui altri, impunemente.Vergogna a chi tace per opportunismo.

Ora:Il problema tra la Santa Sede e la Turchia é questione annosa. Già il Cardinale Ratzinger,futuro Papa, aveva osteggiato l'ingresso della Turchia in Europa, con le successive polemiche, per uno Stato laico-Muslim, che tuttavia dimostrò una crescita superiore alle aspettative Europee e qualcuno ci si "mozzicò" le dita. Ora, Papa Bergoglio, per sollevare il problema degli eccidi, soprattutto di quelli che si verificano nei Paesi Integralisti Islamici, nei quali i Cristiani vengono massacrati, per odio religioso, ha scelto la Turchia e speriamo voglia proseguire, per fare una disamina generale. Se la Turchia non ha affatto gradito il tema, ed ha usato parole forti ed imperiose, non credo che il Vaticano non abbia replicato per assentire alla reazione Turca, quanto per il fatto che l'intento del Papa non é quello di creare attriti tra i popoli, ma di suscitare una reazione che richiami l'attenzione del Mondo, nei riguardi dell'ingiustificato martirio di tante persone.E L' islam "moderato" turco ha gettato la maschera. Mai la Turchia nella UE. Questi che tacciano il papa di essere nel fronte del male hanno la stessa follia talebana che sta producendo massacri. Islam è indietro di 500 anni e lo si vede nelle condizioni delle popolazioni e delle donne. Eppure dobbiamo stare vicini a chi, pur vivendo in quei paesi, ha spirito libero e voglia di evoluzione sociale: non lasciamo indietro nessuno. Sono i poteri assoluti che vanno incrinati. Papa Francesco è l' unico tra i 'potenti' che ha il coraggio di parlare.

Mostra altro

Ragazze "di serie b" non le ritroveranno mai.Fossero state rapite le figlie di Obama le avrebbero ritrovate dopo 10 minuti.

15 Aprile 2015 , Scritto da bezzifer

In tutto il mondo si tengono cerimonie per celebrare l’anniversario del rapimento di più di duecento studentesse di Chibok sequestrate dai miliziani di Boko Haram. Il rapimento è avvenuto nella notte tra il 14 e il 15 aprile 2014 e da allora non si hanno più notizie delle ragazze. Una marcia di 219 ragazze, ognuna di loro rappresenterà una delle liceali rapite, attraverserà la capitale nigeriana di Abuja. Manifestazioni simili sono state pianificate in altre capitali del mondo, tra cui Washington. Mentre a New York, l’Empire State Building sarà illuminato martedì notte, nell’ora in cui le ragazze sono state rapite, nei colori del viola e del rosso che simboleggiano la fine delle violenze contro donne e ragazze (Ap/Sunday Alamba)

Accorati appelli di premi nobel e hashtag di first lady possono al massimo sensibilizzare nel breve-brevissimo periodo.Poi si passa alla problematica successiva con altro hashtag e altro appello.E buonanotte al secchio. Esaurita la funzione indignatoria di massa dei social media si dovrebbe fare qualcosa di concreto, ma anche lì si finsce nel campo delle cento pertiche.Terribile vicenda di cui si parla sempre troppo poco si parla solo delle olgettine cioe fatti privati ..Ennesimo caso in cui la pia illusione che un hashtag con relativi vip fosse la panacea per tutti i mali del mondo si scontra con la dura realtà dei fatti.

Boco Haran a rapito per tre volte e alla quarta a anche bambini, DOVE' IL MODO? vogliamo fare i tanto i buonisti, ma davanti a tanto orrore come in Nigeria, Libia siamo solo capaci di dire -dialogo-, motivando solo la nostra incapacità.Io insieme a quel corteo mi sarei aspettato di vedere tutti i grandi che all'urlo di je suis charlie hanno sfilato a Parigi....MA ovviamente nessuno è intervenuto.... nessun "grande" pervenuto alla amnifestazione? Queste sono vittime di serie z?

E Il governo di quel paese combatte strenuamente contro l'integralismo islamico, proprio come i governi italiani hanno sempre combattuto strenuamente contro la mafia, la corruzione, l'evasione fiscale, eccetera. Quindi possiamo aspettarci grandi e tempestivi risultati.

Mi chiedo come 200 esseri umani possano scomparire senza lasciare traccia. Possibile che nella regione nessuno vede nulla, che nessuno parli, che nessuno sappia? I mitici satelliti in grado di leggere un giornale come mai non hanno setacciato il territorio che è poco popolato e quasi privo di vegetazione? Centinaia di persone deportate lasciano segni evidenti sul terreno.MA dove vuoi che siano? sono ormai maomettane che sfornano figli da quei selvaggi di musulmani. ESATTAMENTE COME L'ISLAM COMANDA!

"E se temete di essere ingiusti nei confronti degli orfani, sposate allora due o tre o quattro tra le donne che vi piacciono ; ma se temete di essere ingiusti, allora sia una sola o le ancelle che le vostre destre possiedono [schiave di guerra], ciò è più atto ad evitare di essere ingiusti." (corano 4:3) E noi ci crediamo civilizzati. Non stiamo facendo niente per loro.

Ma citare a caso passi del Corano serve a ben poco. Crede che nella Bibbia non ci sia nulla di simile? Mi dispiace deluderla:"Mosè disse loro: «Avete lasciato in vita tutte le femmine? Proprio loro, per suggerimento di Balaam, hanno insegnato agli Israeliti l'infedeltà verso il Signore, nella faccenda di Peor, per cui venne il flagello nella comunità del Signore. Ora uccidete ogni maschio tra i fanciulli e uccidete ogni donna che si è unita con un uomo; ma tutte le fanciulle che non si sono unite con uomini, conservatele in vita per voi" (Numeri 31, 16-18)

E credetemi, non è certo l'unico passo del genere..

Ma forse una differenza esiste, ossia che ci sono "persone" che probabilmente per incultura (che difendono a spada tratta, persino dandosi il nome), e interessi personali, quei versetti li stanno praticando oggi, sotto i nostri occhi.
Quanto al cristianesimo, è una religione che si ispira ai pensieri attribuiti a un tizio che chiamava i migliori fedeli "sepolcri imbiancati", e si attirò l'odio dei sacerdoti chiamando il tempio "spelunca latronum".È abbastanza sconvolgente che debba essere un ateo a rappresentare il valore rivoluzionario del cristianesimo, rispetto alla bibbia.

MA LA COSA DRAMMATICA E CHE 200 RAGAZZE SONO STATE RAPITE E IL MONDO SE Né DIMENTICATO.

Mostra altro