Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Post recenti

Benissimo, la salute pubblica va tutelata.Una decisione di buonsenso.

21 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

Consiglio di Stato: “Legittimo rendere obbligatorio vaccini per accesso asili” La decisione in riferimento al caso del Comune di Trieste per l’accesso ai servizi educativi comunali da 0 a 6 anni.

Risultati immagini per Legittimo rendere obbligatorio vaccini per accesso asili

Il problema in quest’epoca di populismo dilagante è che la normalità non fa notizia, mentre un caso di vaccino che ha provocato effetti collaterali sì, nonostante sui moduli di consenso informato sia chiaramente esposto che tali effetti possono insorgere e quali sono le categorie a rischio. Ma ormai ogni scusa è buona per talk show, blog e social, che subito gridano al complotto ai danni dei cittadini.Aggiungiamo l’alto tasso di ignoranza (chiaramente il titolo di studio non centra) del Paese, fanno notizia 1000 casi dove i vaccini hanno fallito, ma  non i centinaia di migliaia che hanno funzionato, qui i media hanno delle grandi colpe, la troppa ignoranza provoca anarchia, uno stato debole come il nostro non è capace di combatterla, un qualsiasi comitato crea problemi e lungaggini burocratiche. Qualcuno voleva riformare l’Italia peccato che la decisione finale l’hanno presa i su citati cittadini.

Certamente i vaccini devono essere OBBLIGATORI.Chi ha un po’ di cervello, lo deve usare anche per chi non ce l’ha ! Bisognerebbe rendere le patologie che sarebbero state debellate dalle vaccinazioni non coperte dal SSN, ovvero le cure a carico dei genitori, fatto salvo i casi di palesi allergie. E vedrete che i soldi fanno più effetto delle raccomandazioni.

Se si leggono i bugiardini di qualsiasi medicinale, la prima cosa in evidenza sono i rischi. Detto ciò, di per sè, ogni medicina presenta dei rischi ma, alla fine, se il medico la prescrive, di solito la si prende. In  caso contrario però rispondiamo solo della nostra persona e non mettiamo a rischio terzi. Un bambino può disgraziatamente morire o restare storpiato perchè investito da un’auto: anche qui esiste una percentuale di rischio che non coinvolge altri. Si tratta di un incidente che purtroppo può succedere. Vaccinarsi può presentare qualche rischio, ma non farlo, oltre a rischiare la propria pelle, si rischia quella degli altri che, per malattie o altri problemi, non hanno potuto farlo. Penso che ciò non debba essere permesso perchè, oltre a mostrare grande egoismo, si può addirittura ritenere un crimine. E le accuse-possibili guadagni bigpharm, se ci sono, passano in subordine.

Tutto questo contestare i vacini e perche le nuove generazioni di genitori, non avendo vissuto in prima persona certi periodi storici, non si rendono conto che se certe malattie non esistono più o sono state ridotte all’irrilevanza è per merito dei vaccini. Costoro adesso vedono che tutto va bene e si fanno influenzare da chi, in cerca evidentemente di notorietà sui media e sui social, si concentra solo sugli effetti collaterali, che sono sempre esistiti, basterebbe informarsi un minimo presso ASL e medici di famiglia e non credere ai tanti sciamani che razzolano per il web

Mostra altro

Cosa penso della legge sul biotestamento

21 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

Risultati immagini per biotestamento

 

La legge sul biotestamento continuerà ad essere contestata, sia da quanti non accettano l’obiezione di coscienza del medico (ad esempio, Michela Marzano su la Repubblica), sia da quanti la considerano il frutto avvelenato di una crisi antropologica (Benedetto Ippolito). Opinioni ambedue rispettabili, sia chiaro. Sono però convinto che le polemiche della domenica, quando i sacerdoti di tutte le fedi predicano in modo concitato, prima o poi si cheteranno nei giorni feriali. Del resto, quando si tratta di sesso e di procreazione in genere laici e cattolici fanno di testa propria, come risulta dai dati demografici e da ciò che si sa sul ricorso all’aborto e alla fecondazione assistita. Posso sbagliare, ma credo che lo stesso avverrà dopo l’approvazione definitiva della legge nei due rami del Parlamento.

Nella discussione di queste settimane, abbiamo visto politici di destra e di sinistra – di solito restii a rendere conto di ciò che hanno fatto – largheggiare in appelli ai valori. In effetti, è più facile sostenere di aver difeso un valore che dimostrare di aver realizzato ciò che si era promesso. Capisco di più quelli della Chiesa, la quale si reputa depositaria e custode delle norme iscritte nella natura dalla mano di Dio; magari quelle per le quali la famiglia e la proprietà privata sono secondo natura, mentre l’omosessualità non lo è. Ma in una società liberale nessuna maggioranza e, tanto più, nessuna minoranza può imporre una norma che costringa a seguire una condotta uniforme quando possono coesistere condotte diverse senza ledere la libertà di nessuno.

Lo stesso vale per il diritto alla vita, considerata dalla dottrina cattolica un dono divino (del quale gli uomini non possono però fare un libero uso), mentre le etiche laiche insistono sul diritto alla qualità della vita e sull’autonomia del paziente di fronte alla sua fase terminale. Sono due prospettive inconciliabili, ma in uno Stato laico nessuno dovrebbe pretendere di bruciare l’una sulle ceneri dell’altra.

Prendiamo la trasformazione che ha investito negli ultimi decenni il concetto di morte. In molti ordinamenti si è ammesso che la morte può essere dichiarata non solo dopo la cessazione dell’attività cardiocircolatoria, ma anche dopo l’arresto dell’attività cerebrale. Qualcuno potrà dire che è cambiata non la concezione della morte, ma soltanto il metodo del suo accertamento. Si tratta comunque di una novità radicale, soprattutto se si pensa che l’attività cardiaca e respiratoria possono essere mantenute in funzione in un cadavere per consentire il prelievo di organi da trapiantare. E proprio con l’avvento della chirurgia dei trapianti il concetto di morte è mutato in nome della solidarietà, per cui si fa dono del proprio corpo per salvare la vita di un altro. Una motivazione che ha permesso di violare antichi tabù religiosi, intorno ai quali si era costruito il culto dei defunti e il rituale funerario.

Inoltre, è vero che le gerarchie ecclesiastiche continuano a rifiutare con fermezza sia l’eutanasia passiva che quella attiva, ma è anche vero che si sono mostrate disponibili a ravvisare un accanimento terapeutico in molti interventi su malati terminali. Sebbene tale orientamento, più che come un’innovazione etica, a mio avviso va letto come il sintomo del forte allarme suscitato dagli eccessi tecnologici della medicina contemporanea.

In conclusione, c’è solo da sperare che il pensiero laico non perseveri nel suo peccato moderno (la pretesa di spiegare perfino il mistero della vita); e che la Chiesa non perseveri nel suo errore medievale (la pretesa di dettare regole alla società). Forse ci vorrebbe una ragione più austera, più consapevole dei propri limiti; e, insieme, una fede più umile nell’amministrazione della sua verità.

Mostra altro

PORELLO!Dopo l’attacco di colite acuta sembra che il nostro statista non abbia ancora riacquistato la naturale regolarità. Cerca di resistere come può ma è più forte di lui. In qualunque posto si trovi e a qualsiasi ora, senza preavviso, d’un tratto gli scappa una dichiarazione e lui sente il bisogno irrefrenabile di esternarla.

21 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

Legge elettorale, Di Maio: “Proposta Pd? Loro cambiano idea ogni mese. E’ ferma per loro problemi interni”

Risultati immagini per la colite

 

Un’anima in pena,con quella sua eterna espressione da chihuahua bastonato.E quanto abbaia…Di solito sono i giornalisti a rincorrere i politici,con lui accade sempre il contrario.Come vede una telecamera,la punta e ci si fionda,non se ne fa sfuggire una…E a proposito di chi dice una cosa e poi ne fa un’altra, Di Maio,non fa parte di quel movimento il cui “garante” proprio poco tempo fa tacciò di inettitudine la quasi intera categoria dei giornalisti minacciandoli con una lista di proscrizione?

Questi del M5S sono i classici tizi che criticano il pilota di un aereo di linea per gli scossoni in atterraggio o le turbolenze, e vorrebbero pilotare loro l’aereo non avendo nemmeno uno straccio di brevetto. Anzi peggio, nei momenti critici fanno prendere le decisioni al “bobolo” così se l’aereo dovesse schiantarsi diranno che hanno rispettato la volontà popolare (degli iscritti al blog). Pazzesco.

Premesso che se critico i 5 stars o stronz non parteggio per qualcuno (sottinteso il pd) mi pare che in quanto a cambiamenti di umore dalle parti di Grillo & Co. (società anonima) non sono secondi a nessuno. Mi sovviene un voltafaccia quasi all’ultimo minuto sulle unioni civili. Direi che la coerenza e la chiarezza si sono svaporate. E ormai vi osservo con progressivo disgusto.E se questo è il meglio presentabile dei five stars siamo veramente alla canna del gas….quante volte ha cambiato versione su ciò che sapeva o meno dei problemi capitolini con Raggi Muraro &Co? e poi ha il coraggio di dire che qualcun’altro(a prescindere da chi) cambia sempre idea? una pena infinita.

Il Partito Democratico, caro onorevole, ha richiesto – sempre – una legge elettorale che permetta di costruire una governabilità.
L’aveva anche fatta, consegnando al voto degli Italiani il compito di stabilire quale doveva essere il Governo del loro Paese.
Poi la Corte costituzionale ha tolto dall’italicum questa possibilità. Quindi adesso bisogna risolvere il problema che ne consegue.
E la posizione del Partito Democratico rimane sempre la stessa: chiedere in Parlamento una legge elettorale che permetta al nostro Paese di avere un Governo, il più possibile deciso dal voto diretto dei Cittadini invece che dagli accordi parlamentari successivi al voto.Se c’è ancora modo di poterlo fare.

LORO cambiano idea? LORO? Il M5S è passato dal mattarellum, al proporzionale, al toninellum…….Ai tempi del referendum descrivevano l’Italicum come il male assoluto e ORA vogliono estenderlo anche al Senato.E poi gli altri cambiano idea?

Dopo l’attacco di colite acuta sembra che il nostro statista non abbia ancora riacquistato la naturale regolarità. Cerca di resistere come può ma è più forte di lui. In qualunque posto si trovi e a qualsiasi ora, senza preavviso, d’un tratto gli scappa una dichiarazione e lui sente il bisogno irrefrenabile di esternarla.Come di prammatica…le idee son poche ma ben confuse…è stato Toninelli che ti ha detto che il ballottaggio è anticostituzionale??? Il riferimento al ballottaggio è legato al tipo di legge elettorale, in questo caso all’Italicum, che lo propone…altrimenti sarebbero anticostituzionali tutte le elezioni dei sindaci eletti dopo il ballottaggio…ti sembra??? Sorvolo sul Parlamento con una maggioranza incostituzionale…perchè ormai anche i sassi sanno che è un mantra che vi fa riempire la bocca e vi fa vomitare sciocchezze!!!

Mostra altro

Che la Camusso prima si toglie e meglio è ok. Cgil non ha dirigenti con vedute più attuali? Poi se affermazioni del genere le avesse fatte Renzi avreste iniziato a strillare già nel cuore della notte.Invece silenzio di tomba visto che non era Renzi…

21 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

A testa bassa contro i sindacati.Nuovo affondo del Movimento 5 Stelle: “Basta privilegi indebiti e finanziamenti indiretti delle imprese”. Posizione che ripaga in termini di voti.

Nuovo attacco del Movimento 5 Stelle ai sindacati, definiti dai grillini “la casta”. Durante la presentazione del programma Lavoro, in caso di governo pentastellato, viene tracciata una linea molto chiara: “I sindacati – si legge – devono tornare a fare davvero gli interessi dei lavoratori. Stop a privilegi indebiti che rendono il sindacato schiavo di interessi diversi da quelli che dovrebbe istituzionalmente rappresentare”.

Risultati immagini per Grillo contro i sindacati

Strano che la Camusso e Landini, solitamente rapidi a rispondere alle moderate critiche di Renzi sul sindacato, adesso tacciono..

Bene la Camusso era tutta contenta il 5 dicembre questo è uno che ha votato come lei lui e i suoi votatori di pancia una cosa grillo non dire male dei sindacati avranno le loro colpe però loro non chiedono soldi alla gente per fare un blog come hai fatto tu che hai chiesto bonifici bancari per farlo che poi doveva essere di tutti però l’unico che ci comanda sei tu..

Ma dal M5SS il solito qualunquismo..parolo buttate a casaccio sensa senso.I sindacati sono molti … anche troppi in alcuni casi. Chiunque in una realtà lavorativa può creare un comitato di base non aggregato ad una sigla sindacale , quindi questa e’ l’ennessima sciocchezza senza capo ne coda.Grillo fa dell’ ignoranza una virtu’ ma questa e’ la cifra dei nostri tempi.. pifferai magici che ipnotizzano gli stolti.E non credo che un comico che nella vita ha fatto solo il comico un giorno si scopra tuttologo e sia in grado di dare giudizi su tutto e tutti.. mi si citasse Ichino che e’ un giuslavorista e sa il fatto suo potrei capire.. ma grillo.. è mai stato un sindacalista, ha mai fatto parte di un sindacato.. ha mai lavorato in un azienda e conosce i problemi che ci sono all’interno di queste ? Ma va bene cosi.. immagino come siano contenti i romani di quel geniaccio della Raggi la quale dopo aver accusato a destra e manca di corruzione si e presa un avviso di garanzia e il suo braccio destro e’ dentro per mazzette.. vedete un po voi chi sono gli stolti.Ma voi avete la verita in tasca e la testa vuota.. certo che ci sono dei problemi all’interno dei sindacati,ma questo attacco ha altri fini, voglio pensar male anche se faccio peccato, il fascismo , uno dei primi provvedimenti fu lo scioglimento di partiti e sindacati.  Io sono stato delegato sindacale e di fatto mi rendo conto che ci sonoo dei problemi legati alle grandi organizzazioni sindacali , ma sta anche hai delegati far funzionare il sindacato cercando di essere il piu trasparenti possibili e sta ai lavoratori votare e sostenere quei sindacati che lavorano per il bene comune e non per l’interesse di pochi, ma di fatto ho visto molte situazioni dove erano propio i lavoratori a sostenere in maniera clientelare qui delegati che gli garantivano dei privilegi o protezione.. quindi di chi e’ la colpa?? io partirei dai lavoratori che cercano protezione.. e favoriscono l’ascesa di sindacalisti fasulli.., ma detto cio’ non accetto che si faccia di tutta l’erba un fascio.

Grillo  ha scoperto l’acqua calda e la rivende come fresca di fonte, punta il dito su un problema ovvio ma non ci dice come risolverlo , vediamo.. potrebbe decidere lui i segretari dei sindacati , o magari facciamo votare i lavoratori per i loro rappresentanti.. ah non questo lo si fa gia’.. quindi come la risolviamo. Ho un idea .. un piattaforma web dove tutti scrivono quello che vogliono e poi ..e poi..mi aspetto di leggere sui giornali di domani mattina un nuova illuminante dichiarazione del comico Grillo.. tipo ” piove.. governo ladro”, cosi i suoi sostenitori potranno applaudire e urlare…” siiii hai ragione , basta con la pioggia dei governi ladriiiii ”

I grulli cosa sia il sindacato, neanche sanno cosa sia…..facciano un tirocinio in fabbrica o in qualche ospedale o da altre parti e dopo qualche anno capiranno…..forse….se Cremaschi ha messo loro in testa queste sciocchezze, me ne dispiace, ho spesso condiviso sue posizioni, almeno quelle piu’ serie..quando parlate di sindacati parlate di organizzazioni piuttosto grandi e complesse e ridurre tutto a … guadagnano troppo significa non aver capito il problema e tanto meno aver trovato una soluzione. Come non verrano risolti i problemi del nostro paese diminuendo gli stipendi dei parlamentari ( cosa che mi trova d’accordo ,,, ma non servirà a nulla , se non ad appagare il senso di vendetta del popolo frustrato ) come non si risolverà il problema della ”rappresentanza sindacale ” e dei rappoorti sindacato/azienda diminunedo gli stipendi dei veritici delle organizzazionei sindacali.. ma sembra che ormai la gente comune abbia perso il buon senso e la capacita di discernimento.

Dentro i sindacati c’e gente per bene e gente che e’ li solo per interessi personali, come in tutte le comunita organizzate ( e lo stiamo vedendo anche dentro il ”giovane” movimento 5 stelle ) , dare un giudizio generico e dire ”i sindacati ormai non servono piu a nulla” significa non aver presente il problema e … ancora peggio , non avere idea di come trovare una soluzione. I sindacati .. che sono tanti e diversi e con posizioni differenti ( e questo spesso e’ un problema , perchè e difficile trovare un accordo comune dentro le aziende.. ), da una parte per anni si e’ detto che i sindacati bloccavano lo sviluppo perche’ facevano sempre sciopero.. ora si dice il contrario.. non vanno bene perche non fanno mai sciopero , e giusto per fare un esempio, vi faccio notare che il referendum per l’abolizione dei voucher e stato presentato dai sindacati.. e questo ha costretto il governo ad abolirli , cosa su cui io non sono del tutto d’accordo , sarebbe stato meglio regolamentarli .. invece sono stati aboliti.. e questo favorira’ il lavoro nero.. quindi quale e’ la soluzione per questo problema dei 5stelle… che facciamo ??? fare attivita’ sindacale e’ molto faticoso e impegnativo,anche a livello di delegato di base…..la gestione dei problemi sul lavoro e la difesa dei lavoratori e’ molto complessa, queste posizioni dei grilli se sono davvero tali, preoccupano chi abbia a cuore davvero la difesa del lavoro;…i grilli vedo che attaccano anche i pensionati iscritti ai sindacati, con un loro disegno di legge hanno attaccato anche le pensioni(tutte nei fatti) ma nulla hanno detto dei 130 miliardi di evasione fiscale……anni fa un giochetto simile lo tento’ la lega, con un sindacato leghista, ma ando’ malissimo……faranno la stessa fine….nelle situazioni di difficolta’ il bisogno di sindacato cresce e le adesioni libere e peraltro revocabili in ogni momento, aumentano…. quindi occhio grilli…..questo e’ il problema.. la totale impreparazione dei vertici del Movimento 5 stelle , la loro e’una poltica di slogan ,ma in Italia abbiamo bisogno di gente capace e preparata per risolvere problemi complessi e articolati , invece Grillo soffia sul fuoco della rabbia.. perchè gli fa comodo , ma sta alimentando un fuoco pericoloso. Il discorso sui sindacati e’ un discorso serio , perche i problemi ci sono , ma non si risolvono facendo piazzate.

Mostra altro

Oggi bando alle polemiche! Che si festeggi degnamente l’evento con un brindisi.

21 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

La Camera approva il biotestamento. Pd con i 5 stelle, i cattolici annunciano battaglia.Ora il testo passa all’esame del Senato.

Risultati immagini per biotestamento

Il diritto a una morte dignitosa non la libertà di uccidersi. Forse è questa la sintesi più efficace della legge sul bio testamento arrivata al primo storico traguardo del voto della Camera. Una legge attesa da lunghissimo tempo e il più delle volte rimasta impigliata nel voto di coscienza e delle ragioni dei temi eticamente sensibili. La legge introduce la dichiarazione anticipata di trattamento (Dat) ai pazienti di rifiutare le cure. “Ogni maggiorenne in previsione di una futura malattia che la renda incapace di autodeterminarsi – dice la legge – può esprimere le proprie preferenze sui trattamenti sanitari, accettare o rifiutare terapie e trattamenti, comprese le pratiche di nutrizione e idratazione artificiali”. Nessun diritto al suicidio legalizzato e niente a che vedere con l’eutanasia dicono dal Pd, “un’altra legge sui diritti civili frutto di paziente mediazione che la politica richiede”, per il capogruppo Rosato. Ma il tema è incandescente e ha fatto insorgere l’area cattolica di centro destra. Poco dopo il voto finale ha diffuso una dichiarazione congiunta molto dura firmata tra gli altri da Paola Binetti, Rocco Buttiglione (Udc), Alessandro Pagano (Lega Nord), Eugenia Roccella (Idea) e Francesco Paolo Sisto (FI) .

Finalmente i grillini esprimono la loro presenza politica in maniera seria e determinante. Renzi ci aveva provato con le unioni civili, poi c’è stato il solito voltafaccia di stampo berluschino. Solamente la responsabilità, può competere veramente col pd.Ricordo che da diversi anni molti comuni, sotto la spinta di comitati di cittadini, hanno istituito il Registro dei Testamenti Biologici.

Mostra altro

Incredibile quanti poveri cerebrolesi, solo critiche senza senso. Presto vedremo grillo o salvini fare pianGere TRUMP-MERKEL-PUTIN sarà un divertimento.

21 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

Trump molla a Gentiloni la patata bollente della Libia.

“Non vedo un ruolo degli Stati Uniti in Libia, credo che gli Stati Uniti abbiano già abbastanza ruoli. Vedo un ruolo nella lotta all’Isis e questo è quello che faremo”. Il presidente americano Donald Trump, in conferenza stampa a Washington al termine del faccia a faccia con il premier Paolo Gentiloni, dichiara il suo disimpegno dalla tragedia libica lasciando all’Italia la patata bollente e ringraziandola “per la leadership che esercita nella stabilizzazione della Libia” facendo “sforzi cruciali”. Gentiloni però insiste e rilancia: “In Libia si tratta di lavorare contro la divisione del Paese per la stabilizzazione, stabilizzazione decisiva per gestire i flussi migratori senza rinunciare a valori e principi umanitari e contrastando l’ignobile traffico di esseri umani”. E poi ancora: “L’America – aggiunge – ha svolto un ruolo molto importante per evitare che in Libia si consolidasse una base importante del terrorismo, ora l’impegno deve essere anche politico e quindi nella collaborazione tra Italia, Usa e altri partner l’obiettivo è allargare le basi di consenso del governo di Tripoli. Un obiettivo credo debba essere chiaro: ne abbiamo bisogno noi, ne ha bisogno la regione, di una Libia stabile, unita perché divisa e in conflitto sarebbe un fattore di aggravamento dell’instabilità. Il lavoro degli Usa è fondamentale”.

“stabilizzare le aree di crisi in Africa e Medioriente, combattere il terrorismo e in particolare sradicare Daesh”, ma qualcuno ha spiegato a Gentiloni che TUTTE queste crisi sono causate dalle guerre finanziate proprio dal Ns. “alleato” USA in Siria, Libia, Somalia, Yemen, Sudan, Eritrea ecc…Trump: “Non vedo un ruolo degli Stati Uniti in Libia”. Certo! Tanto tutto il male che potevano fare lo hanno già fatto, devastando e distruggendo uno stato al cui posto ora c’è un territorio tornato all’era tribale, da cui ci arrivano orde di migranti. Come dire, c’è chi combina disastri e chi ne paga le conseguenze.Se Gentiloni sperava che gli Usa gli risolvessero.il problema libico intervenenendo militarmente, al posto dell’italia, è un povero illuso. Interesse primario Usa in questo momento Iran e Corea, la Libia è periferia, se ne occupino gli alleati vassalli e gli stati a sovranità limitata come l’italia.

Mostra altro

Fatto gravissimo.Io sto con cantone.La vera democrazia esiste dove c’ è onestà, correttezza, educazione, rispetto dell’ ambiente e delle persone, senso civico, cultura, responsabilità, rispetto delle regole e così via….purtroppo carenti nel nostro paese!

21 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

Gentiloni mette una toppa sull’Anac.Giornata di imbarazzo nel governo, i sospetti sulla manina “tecnica”, il premier sente Cantone e assicura che ripristinerà la norma nella manovrina.La questione la presa in mano direttamente il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, nel corso della sua visita negli Stati Uniti. Fonti di palazzo Chigi assicurano che sarà posto rimedio “in modo inequivocabile”. Riferisce chi è stato in contatto con lui sul dossier: “Si è impegnato a mettere una toppa su questa roba di Cantone, perché si è reso conto che il governo sta facendo una figuraccia di immani proporzioni”.

Cancellato con un tratto di penna il comma 2 dell’articolo 211 del codice appalti che dava all’autorità la facoltà di intervenire direttamente prima della magistratura in casi di gravi irregolarità nei contratti. . Poi interviene Palazzo Chigi: “Sul punto sarà posto rimedio già in sede di conversione del Dec e in maniera inequivocabile”

Ci si accorge che, per esempio, un dito di una mano è importante quando fa male e non si può usarlo. Analogamente l’ANAC e Cantone. Chi ha creato l’ANAC? Governo Renzi. Chi ha creato il codice degli appalti (D.Lgs 50/2016)? Il governo Renzi.  Chi ha sempre detto  che serviva a niente o quasi ed ha votato contro o si è astenuto (78 contrari e 25 astenuti)  in Parlamento, oggi si straccia  le vesti… Calma, sarà corretto ciò che una manina voleva cancellare una delle riforme più importanti del governo Renzi.Orlando: “verificheremo se in effetti la norma produce quelle conseguenze e sulla base di questo credo si debba fare una riflessione”. Capito, si dovrebbe fare una riflessione!!!???!!!  e questo sarebbe il ministro della Giustizia?…  Robe de matt !!!… Gentiloni dovrebbe dichiarare pubblicamente se era a conoscenza della modifica.  Se non lo era deve dirci i motivi per i quali i ministri firmatari della modifica hanno eliminato l’art. 2 degli appalti pubblici. La faccenda a mio avviso è abbastanza grave per passare senza conseguenze.

La responsabilità è dei Ministri firmatari; e non può essere diverso da così.
Perché la domanda che mi pongo, è: ma come è possibile modificare un testo che diventerà letteralmente Legge, all’ultimo tuffo, e senza che il firmatario non ne sappia nulla? Domanda retorica: chi è il vero detentore del Potere, in Italia?I veri detentori del potere sono i politici. Alcuni burocrati si comportano da dipendenti pubblici infedeli quando rispondono al potere politico non solo rispettandone gli indirizzi, ma anche eseguendone (per fare carriera) le disposizioni gestionali, impartite anche tramite parenti (vedi Consip). L’autodichia (lo chiarisco agli ignoranti) riguarda unicamente i parlamentari, non i dirigenti pubblici. Lo spoil system in Italia è regolamentato. Tutti gli incarichi dirigenziali sono a tempo determinato (da tre a cinque anni) e, in più, ad ogni rinnovo di governo decadono tutti i dirigenti di vertice, i cui incarichi sono liberamente riassegnati dal nuovo governo. Non cadiamo nel trucco dei politici truffaldini, che cercano un capro espiatorio alle loro malefatte nella vituperata burocrazia onnipotente e inamovibile.

Ennesima prova di una classe politica che nei talk show si riempie la bocca con la questione morale poi, nelle segrete stanze, le manine lavorano alacremente per tagliare le gambe al Falcone di turno. Un paese alla deriva, irriformabile, bigotto, forcaiolo all’occorrenza e garantista fuori dalla chiesa la domenica mattina.

PS: La corruzione e l’esteso magna-magna nazionale si combatte con pene severissime, certe, ed eliminando la prescrizione. Credo che questa soluzione sia nota anche ad un adolescente, ma non essendo applicata dai detentori del potere ne dobbiamo prendere atto, tutto il resto è bla, bla,bla……………….Sarebbe facilissimo fermare la corruzione ovvero assoluti poteri alla GdiF e altre Forze di Polizia, carcere certo dai 5 ai 15 anni prescrizione dopo 20 anni……la corruzione finirebbe in un batter d’occhio….ma non lo faranno mai……

Mostra altro

Mi piacerebbe sapere Salvini Meloni e Grillo quanti soldi ci hanno messo.

21 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

Sulle urne soffia il vento degli attentati. L’inquietante coincidenza fra l’attacco di Parigi e il dibattito presidenziale.La notizia mentre i candidati erano in tv per l’ultimo confronto.La Francia non riesce a svegliarsi dal suo incubo terrorista. Mentre gli undici candidati alle prossime presidenziali francesi erano impegnati nell’ultimo confronto televisivo su France2, una sparatoria sugli Champs Elysées di Parigi ha provocato la morte di un agente e di un’assalitore, e il ferimento di altri due uomini delle forze dell’ordine, scuotendo così quella che doveva essere una tranquilla serata politica. Una concomitanza di tempi probabilmente casuale, ma non per questo meno inquietante. La notizia è stata data intorno alle 21:30, mentre il candidato socialista Benoit Hamon cominciava il suo intervento.

E’ chiaro che l’Isis voglia destabilizzare l’Europa favorendo la salita delle destre (populiste o meno) al potere.. La “società chiusa” che queste andranno a definire aumenterà il senso di emarginazione e rifiuto della gente di origini nord-africane/medio-orientali e favorirà l’aumento della conversione al terrorismo di una parte di essa. Spero tanto che i francesi non cadano in questa trappola!!! è il fine dell’isis invece è proprio quello, o perlomeno è una strategia funzionale al loro scopo: creare malcontento e dividere tra musulmani ed europei. Anche dove non era mai successo niente.

Mostra altro

Che strano…. Di questo “scontro” tra Cantone e governo non solo non c’è traccia in rete (nemmeno delle dichiarazioni di Esposito e Mariani), ma vengono dati ulteriori poteri all’autorità di Cantone.. Altro delirio del nostro De Angelis???

20 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

Schiaffo a Cantone. Con un tratto di penna il consiglio dei ministri ridimensiona i poteri di intervento dell’Anac sugli appalti. Nella nuova legge sugli appalti soppresso il comma chiave. Cantone esterrefatto.

Il colpo, violento, all’Anac di Raffaele Cantone è nella soppressione di un “comma”, avvenuta allo scorso consiglio dei ministri, quando sul tavolo è arrivato il nuovo codice degli appalti. Qualche “manina” o “manona”, con un tratto di penna, ha ridimensionato i poteri di intervento dell’Anticorruzione, che consentivano di intervenire in casi di macroscopica irregolarità senza aspettare un giudice. All’Anac, appresa la notizia, Raffele Cantone è rimasto esterrefatto. Trapela irritazione, rabbia, per quello che sembra un colpo di mano di dubbia legittimità giuridica (perché è stato scavalcato il Parlamento) e di forte impatto politico, e non solo. Andiamo con ordine. Un anno fa, dopo gli scandali di Expo e Mafia Capitale, viene approvato il nuovo codice degli appalti, una legge delega, che dà un importante ruolo all’Anac di Raffaele Cantone. Di intervento e prevenzione. Il passaggio del nuovo codice che attribuisce più poteri è il comma 2 dell’articolo 211. Eccolo:

 

“Qualora l’Anac, nell’esercizio delle nuove funzioni, ritenga sussistente un vizio di legittimità in uno degli atti della procedura di are invita mediante atto di raccomandazione la stazione appaltante ad agire in autotutela e rimuovere altresì gli eventuali effetti degli atti illegittimi, entro un termine non superiore a 60 giorni. Il mancato adeguamento della stazione appaltante alla raccomandazione vincolante dell’Autorità entro il termine fissato è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria entro il limite minimo di euro 250 e il limite massimo di 25.000 posta a carico del dirigente responsabile

Questa pseudo-notizia di De Angelissss non è riportata da nessun altro quotidiano d’informazione, quindi la prenderei con le molle visto che De Angelisss non è la prima volta che riporta “notizie” dove, se va bene, ha interpretato “Roma per Firenze” (come si suol dire) anche se molte sono poi risultate del tutto romanzate, cioè inventate.De Angelis sei una nullità non c’è un suo articolo che abbia un seguito sono notizie inventate insieme alla super direttorona notizie da dare ai grullini per scatenare poi l’indignazione vai al fango quotidiano o alla 7 tutti grillini come la tua piccola persona.

E Si, si mentre date degli imbroglioni agli altri finite sotto processo per aver imbrogliato sulle firme…avete una bella faccia tosta. E’ la 2° volta in una settimana che la PROPAGANDA ANTIRENZIANA finisce con l’esser vittima di sé stessa: ora denunciano gli attacchi “renziani” alla RAI che, sempre secondo loro, fino a poche settimane fa era 100% Renziana, e ora si lamentano del presunto depotenziamento ANAC dopo aver scritto e sostenuto, per almeno 3 anni, che Renzi non ha mai fatto nulla per migliorare il contrasto alla corruzione, compreso nominarci Cantone……E’ TUTTA PROPAGANDA PESCIVENDOLA MAFIOSA.

Che strano….Di questo “scontro” tra Cantone e governo non solo non c’è traccia in rete (nemmeno delle dichiarazioni di Esposito e Mariani), ma vengono dati ulteriori poteri all’autorità di Cantone..Altro delirio del nostro De Angelis???
https://www.agendadigitale.eu/…/correttivo-codice…/
“In base alle novità inserite nel Correttivo Codice Appalti, l’Anac elabora costi standard delle opere pubbliche, mette a punto nuovi protocolli per la Banca dati nazionale dei contratti pubblici. Il rating d’impresa diventa facoltativo e premiale” Per chi avesse qualche dubbio, l’articolo è a firma di Ida Angela Nicotra, COMMISSARIO ANAC…

P.S. Il nuovo codice obbligherà gli appaltanti a nominare il presidente di commissione tra gli esperti segnalati proprio dall’ANAC http://www.ilsole24ore.com/…/ok-nuovo-codice-appalti…Venghino siori venghino.. Il circo De Angelis è aperto!!

Mostra altro

Verità, bugie e dubbi sui vaccini.

20 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

1. La narrazione iniziale sulla infezione da HPV tende a minimizzare il rischio di cancro. Sarebbe stato importante dire che in Italia ogni anno ci sono circa 1500 decessi per cancro della cervice uterina (dati AIFA).

2. Il dato sui 306 milioni di Euro spesi per il vaccino HPV viene comunicato “senza contesto”: bisognerebbe spiegare quanti milioni di euro vengono risparmiati se si prevengono 3500 casi di cancro della cervice (e 1500 morti) ogni anno.

3. Positivo il fatto che il conduttore confermi senza mezzi termini come i vaccini siano la scoperta in campo biomedico più importante degli ultimi 300 anni.

4. L’intervista alle pazienti con reazioni da vaccino HPV risente della mancanza di contraddittorio. Sarebbe stato importante avere il parere del medico curante che si sarebbe rifiutato di fare la segnalazione.

5. Come si è data una “faccia” alle ragazze con possibili reazioni avverse da HPV, sarebbe stato importante (e doveroso) dare una faccia ad almeno qualcuno dei 1,500 morti annuali di cancro della cervice.

6. L’intervista a Yehuda Schonfeld doveva essere integrata da un commento che specificasse come le sue sono al momento ipotesi (interessanti!) da provare, ma non dati scientifici dimostrati.

7. Schonfeld ha ragione a dire che la protezione “dimostrata” dai vaccini HPV è al momento di 9-10 anni, e che non sappiamo al momento se questa protezione durerà 15 anni, o 20, o 30, o 50.

8. L’intervista a Palmieri (ed il relativo commento editoriale) è scientificamente scorretta, perché parla di 60% di “reazioni avverse” senza specificarne la gravità, ma lo fa nel contesto di una trasmissione che discute di reazioni gravi.

9. Il caso della sospensione della raccomandazione del vaccino HPV in Giappone viene citato senza spiegare che si tratta di una decisione altamente controversa e criticata da moltissimi specialisti.

10. Non ho trovato nel sito di Uppsala Monitoring Center i dati descritti nel servizio. Secondo Rebecca Chandler (UMS) gli effetti avversi sono 39,000 (e non 71,000 come detto nella trasmissione). Di questi, 28,502 (71%) sono reazioni minori. Non è chiaro quanti dei rimanenti 10,000 casi segnalati siano gravi e/o causati dal vaccini HPV.

11. Positivo che sia stata data in vari momenti la possibilità di esprimersi alla responsabile della EMA (Dr.ssa Altieri), anche se ho trovato il suo modo di argomentare piuttosto poco efficace.

12. La discussione sul ruolo di Big Pharma nel generare i safety/efficacy data è interessante, ma vale per ogni farmaco, non solo il vaccino HPV, e questo andava detto chiaramente.

13. La discussione del caso Pasqualino Rossi – a mio avviso gravissimo ma che non ha nulla a che vedere con le reazioni avverse da HPV vaccine – sembra pretestuosa.

14. L’intervista alla Dr.ssa Gatti, che descrive la presenza di contaminanti nei vaccini (silicio, piombo, bismuto etc) è interessante ma decontestualizzata – per esempio non si dice quali sono le concentrazioni osservate, né i risultati di simili analisi su altri farmaci o prodotti di consumo alimentare.

Un commento finale “politico”. Il fatto che questa trasmissione – a mio avviso debole dal punto di vista scientifico e che mi ha lasciato con l’impressione che si volesse fare “sensazionalismo” anziché informazione – sia usata per fare polemica politica (vedi, per esempio, l’articolo sul Corriere della Sera di ieri a firma Antonio Polito) mi lascia francamente sbigottito.

Mostra altro