Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Chi di satira ferisce...

31 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

Vignetta

Blog Beppe Grillo, Vauro vignettista del giorno per il disegno che ritrae il leader M5s con Nigel Farage .

Non è una vignetta. È un editoriale. Ineccepibile. Bravo Vauro.

Gira gira , tutti quelli che in qualche modo strizzavano l'occhio al M5S , si stanno accorgendo che cantonata avevano preso ( sul FQ è il turno di Travaglio , dopo quello ieri di Scanzi ) a quando FO ?

Mostra altro

L'asse Roma-Berlino mi piace

31 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

RENZI

Matteo Renzi: "La Germania è un modello, ma all'Europa dico: cambia verso, basta austerità".Cambiamento. Sembra questo il leit motiv che accompagna la lunga intervista,pubblicata da La Stampa, che il premier Matteo Renzi rilascia al pool di giornalisti della stampa estera riuniti "per la terza volta in due anni" a Palazzo Chigi per ascoltare il presidente del consiglio italiano. "Non so se sia un bene o un male, ma credo che per qualche anno non ne vedrete altri", dice il premier, "l'Italia ha scelto la stabilità e per noi stabilità significa fare riforme molto dure e molto forti". Anche in Europa, che deve cambiare verso, deve ripensarsi. "Io dico che se vogliamo salvarla, dobbiamo cambiarla", spiega il presidente del Consiglio, "l'impostazione di fondo non deve essere centrata solo sull'austerità, ma anche sulla crescita, l'occupazione e le riforme".Una stoccata alla politica della cancelliera tedesca Merkel con la quale, tuttavia, "ho un ottimo rapporto". Di più: "Trovo volgare e inelegante il modo in cui alcune forze politiche hanno cercato di prendere voti, parlando male della Germania. La Germania è un modello, non un nemico. Lo è quando penso al mercato del lavoro o alla sua struttura pubblica". Il clamoroso risultato che il Partito Democratico ha ottenuto alle recenti elezioni europee, ne è certo Renzi, "dimostra che l'Italia può giocare un ruolo, che l'Italia non è l'ultima ruota del carro, che l'Italia è un Paese che, se cambia, può diventare leader d'Europa".

Credo che qui Renzi cerchi soprattutto di fare un'operazione culturale, quasi pedagogica: insegnare alla sinistra ad analizzare la realtà da marxisti o almeno da persone intelligenti (non so infatti quanto Renzi conosca Marx). Il capitalismo non è un minuetto e ogni buon politico deve essere realista: da che mondo è mondo ogni capitale deve valorizzarsi, e le economie forti quindi dominano quelle deboli e non possono non 'sfruttarle', non per cattiveria ma per le 'leggi bronzee' del capitale, che il Santo Padre conosce molto meglio della nostra sinistra. Il capitalismo è distruzione creativa e nell'odierno capitale finanziario gli aspetti distruttivi sembrano dominare. Tuttavia la politica può attenuare tali aspetti distruttivi, ma solo sulla base di una solida cultura industriale e di un realismo politico che sono stati tipici delle classi dirigenti nord-europee, ma non della nostra.Solo in questo senso, e non in altri, la politica tedesca e la stessa Merkel possono essere per noi un modello. Nel merito purtroppo non abbiamo modelli da imitare, dobbiamo piuttosto trovare da soli le soluzioni.PERCIO'.Trovo volgare e inelegante il modo in cui alcune forze politiche hanno cercato di prendere voti, parlando male della Germania. La Germania è un modello, non un nemico. Lo è quando penso al mercato del lavoro o alla sua struttura pubblica".La Germania come sistema è certamente un modello. La loro cultura , lo stile e la serietà dei cittadini Tedeschi è da prendere come esempio senz'altro, oltre al oro assetto istituzionale, legge elettorale compresa.Certo che la Germania è un modello ! E' per questo che viene disprezzata dall'italiano medio. Ad esempio, come si sarebbe comportato l'italiano medio se avesse dovuto annettersi la Germania dell'Est ??? Dai...proviamo ad immaginarlo.Cerchiamo di capire che se la germania sta meglio di noi e' perche i suoi governi ab euro condito (si puo' dire?latinisti aiuto!) si sono applicati in riforme etcetc, non ultima la politica sull'immigrazione che nel lungo periodo e' stata un investimento.: se un cittadino straniero anche se studente non puo' garantire di avere un minimo di 600 euro viene rispedito a casa, non per cattiveria ma per evitare che sia costretto a delinquere e via cantando; piantiamola quindi con la germania ,la merkel, in molti casi sono nostri alleati, pensiamo invece a buttar fuori la Gran Bretagna che e' un costo inutile per la comunita' ed il cavallo di troia degli USA che non sono amici della EU, vedi ucraina precedente ex Jugoslavia + Libia Siaria Iraq etcetc, chiediamo chi sta negoziando il trattato commerciale con gli USA che se e' uguale o simile a quelo con i Sud America e' meglio non fermarlo subito.

Mostra altro

Per la serie "decide la rete" o meglio i soli 50.000 ultras grillini abilitati a farlo.PERCHE PAGATI MA LA BASE M5S NON DICE NIENTE TUTTO BENE?.

31 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

BEPPE GRILLO

Grillo lancia la propaganda pro-Farage e getta fango sui Verdi. Deciderà il blog, ma intanto avverte: "State buoni..."

Finalmente la scemenza del movimento post-ideologico, né di destra né di sinistra, è finita: il Grillo torna alle sue radici e in Europa sceglie senza alcun dubbio la destra della destra inglese.. Gli adepti della setta se lo faranno piacere in fretta..mentre il balilla Di maio subito a scondinzolare per il capo.Effettivamente. vediamo se sarà lui o il dibba a mettersi l'elmetto da Darth Vader. La foto di Grullo è eccezionale, sembra l'imperatore di Guerre Stellari!!!.Meglio se continuava a fare il comico adesso non fa più ridere nessuno anzi.Personaggi ridicoli. Grillo sceglie Farage al posto dei Verdi Europei, al di là della comune matrice fascista, consapevole o no, di fondo, per un motivo solo: i verdi sono cmq un partito vero, soggetto alle regole democratiche che regolano la vita di movimenti e partiti in tutte le democrazie, quello di Farage invece è il solito partito creato da un ducetto e che in lui si riassume. Ecco perché Grillo vota Farage. La dissonanza su certe posizioni dei Verdi è una delle tante balle del soggetto visto che anche con Farage ci sono diversità programmatiche che però Grillo sostiene non essere importanti perché poi ognuno voterà come vuole. La realta è che chi si somiglia si piglia, ducetto chiama ducetto. Gli appecorati del M5S chiaramente applaudono.... quegli "appecorati" che, a seconda di come pontifica il loro arbitrario papato bicefalo (che nessun conclave ha mai eletto), ora gridano "Ro-do-tà, Ro-do-tà!", ora "Ber-lin-guer, Ber-lin-guer!" e poi, sempre in religioso ossequio del sacro principio dell'obbedienza, finiscono alleati con... Fa-rage!!! Alla faccia della coerenza grillina!!.Una cosa è certa, comunque vada la discussione delle allenze del grullismo, porta acqua al mulino della sinistra. Se viene scredidato dal web, i comico perderà ancora seguaci, se si impone con l'autoritarismo, perderà sempre altri adepti. E' cominciato il declino di questo pseudo movimento, ci dobbiamo solo chiedere in quanto tempo si estinguerà.ULTIMA CAGATA DEL SUPER COMICO POLITICA COLUI CHE CAON LE SUE CAGATE DOVREBBE PAR RINASCERE L'ITALIA DECIDERA IL BLOG PER IL BENE DEL SUO ORTAFOGLIO.Il blog di _chi_ deciderà? quello di proprietà della "deputata Ferica Daga"? O quello di proprietà di Beppe Grillo?

Farage è "lungimirante", quindi ci si allea. Renzi no, non è lungimirante: ha solo preso per la prima volta in 60 anni oltre il 40% dei voti. Dunque non è sufficientemente lungimirante lui. Ma Farage, lui sì. Ha preso il 28% dei voti. In Inghilterra. Dunque è lungimirante. Bisogna allearcisi, i fatti lo impongono.

Farage è un patriota italiano: una volta ha menzionato l' Italia (Berlusconi, a essere più precisi). Anche Renzi ha menzionato l' Italia, ma Renzi non è un patriota italiano perchè lo ha fatto più di una volta. Farage invece sì.

Farage è "spiritoso". Il che è un ottimo motivo politico. Direi che ha passato il casting. E' un simpaticone. Renzi no non è spiritoso, è musone.

Farage "sarà il futuro primo ministro inglese". Ipse dixit, e di solito ci azzecca con le previsioni elettorali l' m5s. Quindi ci si allea con Farage. Ma con Cameron no, Cameron non è abbastanza primo ministro per il futuro (certo, non ipotetico).

Non so se essere più ammirato dalla coerenza della linea politica o dalla inoppugnabile solidità degli argomenti che la sostengono.

Finalmente uno statista.Mettiamola cosi: a forza di lamentarsi del fango mediatico degli altri, qualche robusto schizzo ti resta appiccicato addosso..
Certo che la considerazione dei propri iscritti nel movimento e' ai minimi storici.

ps qualcuno ha una idea del perchè ogni volta che va in spiaggia ha un costume teatrale diverso? Una volta era l'uomo mascherato, poi una specie di Dante cinto di mirto e di spine, e ora un Jedi. Quale è il messaggio subliminale?.

Mostra altro

A.A.A. CERCASI DISPERATAMENTE CASA COMUNE EUROPEA

31 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 Per 17 orfanelli Italiani......il loro perfido ma furbo CUSTODE,sapendo perfettamente che in Europa senza una famiglia o un gruppo si e' zero,...offre in blocco tutta la squadra a chiunque gli possa far comodo ..APPROFITTATENE ultimi giorni di ricerca...i ragazzi costano poco ma mangiano bene,non parlano se non a comando, riescono da soli solo a fare la pipi' centrando bene la tazza,se escono vi portano pure lo scontrino ed a differenza degli altri sanno solo riconoscere il loro cane da pecora ed il fischio del loro capo pastore...in poche parole dove li mettete , li ritroverete..e' un occasione non perdetela..Non dobbiamo star li a sottilizzare. Grillo e Farage sono una bella coppia, e non saranno queste insignificanti differenze ad impedirgli di prendere i sostanziosi rimborsi che la UE riconosce ai gruppi parlamentari.D'altronde, all'astutissimo elettore M5s poco importa, gli basta che gli venga indicato un nemico a cui indirizzare tutte le sue frustrazioni e poterlo incolpare di tutti i suoi guai.Il Caro Leader Beppe è' sceso in politica proprio per questo scopo, e dovremmo essergliene tutti immensamente riconoscenti.Il MoVimento 5 Stelle deve essere in favore dell'Europa ma altresì ostile all'Europa, amico dei i gay e contro le loro unioni, per gli immigrati ma ugualmente contro i migranti, favorevole ai dazi ma senza applicarli, ci riprendiamo la Lira ma ci teniamo pure l'euro, per il lavoro ma anche paghiamo 1.000 al mese ai fankkazzisti.#vinciamodisicuroprimaopoi.Grillo e Casaleggio hanno partecipato alle elezioni europee solo in funzione casalinga, per certificare un "balzo in avanti" del loro potere politico in Italia. Come ha dimostrato la campagna elettorale di Grillo, basata unicamente sul suo smisurato egocentrismo. Erano talmente convinti di sfondare sulla scena italiana che hanno abbozzato un piano europeo B (alleanza con Farage) quasi solo per scaramanzia. Invece, ora, Grillo e Casaleggio cominciano a diventare una zavorra per il M5S e per i tanti giovani che lo sostengono. Ma questi ultimi non possono liberarsi dei due attempati guru, altrimenti il MoVimento rischia di disintegrarsi. Attendo con curiosità le prossime puntate.Solo l'idea di mettere sullo stesso piano Farage e i verdi e sottoporre il dilemma alla solita consultazione farlocca (è ancora a cura della casaleggio associati), è cosa che fa rabbrividire perché vuol dire che sino ad ora il m5s non ha una propria bussola? A nord a sud va bene lo stesso? Se non fosse che ancora ci sono milioni di persone che hanno dato fiducia ad un mivimento senza senso ci sarebbe da sbellicarsi dalle risate.

Mostra altro

Beppe Grillo su Farage: "Abbiamo punti comuni, non è razzista""Non è Farage che è razzista, sono gli altri che sono neri.

31 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

"Non è Farage che è razzista, sono gli altri che sono neri. Farage, come noi, vuole controllare i flussi". 
Ma Farage non vorrebbe veder entrare in Gran Bretagna neanche Peppe, perché per Farage i "flussi" sono quelli di chiunque non sia suddito di Sua Maestà Britannica. L'avrà capito questo, Peppe, o si sarà accontentato di qualche pinta di birra e della rassicurazione che "si parla di democrazia diretta"?."Non cambieremo le nostre idee", assicura Peppe. Ma vuol far gruppo con uno dei più feroci nuclearisti del pianeta. Come lo spiegherà ai fedeli? Basterà raccontar loro che con 17 parlamentari è necessario allearsi con chi vuole riempire l'Europa di centrali nucleari (oltre a considerare giusto che le donne lavoratrici vengano pagate meno, perché "Valgono meno")?.Però Farage è simpatico "come persona", e qui si torna alle pinte di birra.Fra chi parla di "scie chimiche", chi di "Chip sottopelle", chi accusa di nascondere l'esistenza delle Sirene.......più facile che sia Farage a scappare!.Per me potrebbero anche andarsene insieme in un'isoletta protetta da una cinta di mura (per non farli uscire), ma la democrazia impone di difendere il diritto di sparare le loro caxxate. Certo, magari più si conoscono, più si accentua la "decrescita felice" del M5S --- M4S --- M3S --- M2S --- M1S --- end

Nigel Farage, quello che "non è vero che è un razzista":
"Preferirei un paese più povero e con meno crescita, in cambio di meno immigrati"
Nigel Farage - BBC - 07.01.2014

"Mi preoccuperei se i miei nuovi vicini di casa fossero rumeni"
Nigel Farage - Radio LBC - 16.05.2014

Per chi ha un'anima ecologista e vota M5S, ecco quanto avete in comune con Farage:
"La Gran Bretagna deve dire basta a queste orribili pale eoliche, la rivoluzione dell'energia pulita è un'ossessione"
Nigel Farage - Guardian - 07.03.2014

Per chi ha un'anima pacifista e vota M5S, ecco quanto avete in comune con Farage:
"Ammiro Vladimir Putin, soprattutto per come ha gestito la questione siriana"
Nigel Farage - GQ - 31.03.2014

In generale, per chi vota M5S, ma non vi sentite un po' presi per il c.lo?

"Nigel Farage in versione grillina, che si appropria delle bandiere grilline. Che cerca un ponte con Grillo, già dall'agosto 2013. E chissà se l'ha trovato o lo troverà. Perché poi ci sono gli altri punti del Farage pensiero che nell'intervista a Grillo non compaiono ma che compaiono in discorsi e comparsate televisive in patria. Le donne? «Le diseguaglianze hanno una spiegazione biologica. Se vogliono avere successo devono sacrificare la famiglia. O l'uno, il successo, o l'altra, la famiglia». Che scelgano.L'ambiente? «Basta con le ossessioni sui cambiamenti climatici che affossano l'industria». Gli immigrati? «Permessi di lavoro limitati e alla fine rientro in patria, se necessario con le manette, come per i clandestini. Sarei preoccupato se avessi come vicini di casa famiglie di romeni».La finanza e la City? «Nessuna tassa sulle rendite finanziarie». I matrimoni gay ? «Disgustosi». I locali di lap dance? «Bellissimi». Il lavoro? «Massima deregolamentazione». Il faro dell'economia? «L'ultraliberismo di Milton Friedman». Lo Stato? «Aborro l'invadenza delle leggi». La droga? «Legalizzare». Populista britannico. Né di destra né di sinistra. Si autodefinisce «un classico liberale». Al furbo Farage piace Grillo. E a Grillo piace Farage ?" Fonte Link http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/vi-presento-nigel-donne-sono-inferiori-gay-malati-farage-78142.htm

Farage è uscito da destra dal Partito Conservatore. La polemica sul fatto che Farage sia fascista non è nata per l'incontro con Grillo, ma è in UK è presente da allora. In UK Farage è considerato di destra estrema. Basta che voi duri e puri digitate "Farage is fascist?" su Google e ve ne accorgete da soli. A meno che voi non pensate che la stampa inglese preparasse l'imboscata a Grillo dal 2006. 
Vedi per esempio: 
http://www.theweek.co.uk/uk-news/58414/nigel-farage-branded-racist-and-fascist-his-teachers

Farage E' razzista e Grillo lo sa benissimo.
Se gli gira attorno per convenienza politica e se comincia a capire che in politica gli accordi servono, cominci a farli con qualcuno dei politici italiani che ritiene migliori, che se cerca bene qualcuno lo trova. Visto che è qui che vive, che siamo noi che vuole salvare e che ha già in tasca tutte quelle belle soluzioni definitive a tutti i nostri problemi, faccia qui gli accordi che anche dal suo stesso movimento gli vengono richiesti.La smetta di voler passare da bravo e puro e i compromessi, se deve farli, li faccia per concretizzare finalmente qualcosa anche qui.
Come ho già detto più volte, non deve andarci a letto con i nostri politici, basta che voti le leggi che gli sembrano buone e che ne proponga qualcuna pescando da quella cornucopia di soluzioni mirabolanti che si porta dietro.
Oltre tutto, eviterà di non tradire gli ideali del suo elettorato (hanno sempre parlato di ecologia, energia alternativa, antirazzismo, pacifismo e tutti gli "ismo" migliori).Che cerchi almeno un po' di sopprimere la sua indole fascistoide

Mostra altro

Renzi-Letta, il gelo si sposta sul'Ue

31 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

RENZI LETTA

“Prima l’agenda, poi i nomi”. E’ il mantra di Matteo Renzi sulle nomine per i vertici europei dopo le urne di maggio. Ma la frase indica un metodo preciso, più che una scansione temporale nella strategia per districare il complicato puzzle di ricambi nelle istituzioni Ue. Perché il metodo in sé contiene indicazioni sulle personalità che possono ambire ad una funzione dirigenziale europea. E’ per questo che tra i nomi che il presidente del Consiglio sta soppesando per la trattativa con gli altri partner europei non c’è quello di Enrico Letta.La questione è diventata già un caso nel Pd, anche se ancora sottotraccia. Ne parlano, a taccuini chiusi, i lettiani, nervosi perché hanno già subodorato il cattivo presagio. E non se ne parla nella cerchia del premier, è questo il punto. Lì Letta non risulta candidato per la presidenza della commissione europea, né per un incarico da commissario. Che sono gli incarichi più importanti in ballo. 

Complimenti per la scelta della foto in testa all'articolo, fermo immagine dal bellissimo film a suo tempo rivelatore delle qualità di Ridley Scott. Quanto al tema proposto è evidente che Renzi ha già piazzato in Europa un colpo pesante sul piano del metodo, costringendo la stessa Merkel a rinunciare alla rapida investitura di Juncker e quindi stabilendo l'inversione della classica agenda operativa. Del destino di Letta non ci si può occupare più di tanto, e comunque a me non sembra una questione particolarmente affascinante, essendo in gioco molto più di una semplice nomina in quanto la priorità sta tutta nello stabilire il cosa ed il come fare. Si torna al primato della politica virtuosa, per tanti difficile da accettare, fortunatamente per molti di più una imprescindibile necessità.Poi.Sarebbe piuttosto curioso che Renzi sostenesse Letta per un incarico europeo, proprio ora che serve dare una svolta energica all'UE, qualche mese dopo averlo sostituito alla Presidenza del Consiglio proprio perché non riusciva a dare una svolta, a far cambiare di passo all'azione di governo.Ma Secondo me tutte le critiche contro Enrico Letta sono parecchio superficiali e diomostrano ignoranza completa di qualsiasi questione europee, chi si pronuncia non sa lontanamente cosa stia parlando....Enrico Letta è la figura più spendibile autorevole e stimata a Bruxelles, oltreché molto ben conosciuto, è presenta il profilo giusto, ex premier è anche molto preparato sui meccanismi istituzionali europei, sulle questioni economiche e di tutto l'ingranaggio che lo governa, inoltre potrebbe favorire e lenire di molto la grave spaccatura non ancora completamente sanata all'interno del PD. Quindi se proprio dovessi dare un consiglio a Matteo è di candidarlo eccome, sarebbe una cosa eccezionale per lui, per i suoi obbiettivi e soprattutto per il nostro paese...altroché!

Mostra altro

Caro Crozza, stavolta hai proprio sbagliato! Le stampanti 3D esistono e Grillo le usa gia da tempo per clonare tutti quei mentecatti che ti insultano per una battuta!

30 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

Caro Crozza, ma cosa stai a spiegare? Tu sei di quelli che quando citofonano i testimoni di geova li fai salire e ti ci metti a ragionare?.La gente che si scagliava contro Crozza è la stessa che si scagliava contro Guzzanti e Luttazzi, sono gli stessi elettori che prima votavano FI/PDL e ora improvvisamente si sono fatti una nuova verginità votando M5S.Nulla di nuovo all'orizzonte quindi caro Crozza devi capire una cosa: non importa che tu sia "laico" come dici... NON PUOI fare parodia su grillo o M5S....... altrimenti sei ka$ta.......La cosa paradossale è che la satira di Crozza su Grillo, giudicata obiettivamente, è assolutamente benevola e soft. E che dovrebbero dire allora Renzi e il Pd, che sono bersaglio di strali ben più pesanti da parte della star comica di Ballarò e de La7? Ma ancora più paradossale è il fatto che a lamentare la lesa maestà da parte di Crozza sono proprio i seguaci di un altro comico genovese, quello capelluto e strillazzante, che ha fatto con la satira (e di una satira ben più graffiante e offensiva, a tratti persino "violenta") la sua fortuna professionale, economica e politica (tre aspetti che in realtà sono per Grillo pressoché inseparabili).Caro Crozza fattene una ragione, questi poveracci sono talmente convinti di detenere la verità che non possono nemmeno concepire che qualcuno possa non condividere le loro idee. Pensa quindi se possono accettare la satira, che naturalmente non può che mettere a nudo gli aspetti più scomodi e ridicoli di qualsiasi potente.La cosa più divertente è che il loro capo sulla satira ha fatto la sua fortuna.Ma qualcuno di questi si è mai informato veramente su cosa sia una stampante 3D e su come funzioni? A me è anche capitato di usarne una e certi commenti mi fanno rabbrividire, perché se Grillo prende certe cantonate su questi argomenti (come ne ha prese nella sua vita), per quale motivo non dovrebbe prenderne di altrettanto gravi nel campo della politica?.Non ho capito. Grillo può fare il comico e prendersela con chi vuole nei suoi spettacoli, Crozza no? Non è un comico anche Crozza?Qui non è che ne salta fuori una sbagliata al giorno, ne saltano fuori a decine ogni giorno.Come "che vi è preso"? E' così da due anni, ogni giorno un attacco veemente a qualcuno, insulti a pensionati, sprezzanti inviti agli elettori a non votarli più (di pochi mesi fa, e direi li hanno ascoltati), espulsioni a gruppi di parlamentari, espulsioni di amministratori locali, gogne mediatiche proposte come alternative extragiudiziali, assalti a Pizzarotti, assalti ai loro stessi candidati alla presidenza della Repubblica (due ne hanno candidati e due ne hanno insultati dopo nemmeno 1 setttimana: gli stessi), assalti a ogni tipo di giornalisti, insulti a Renzi e Bersani, streaming a tempi alterni, decisioni votate dal basso nemmen si sa chi a patto che non siano già prese dall' alto, comitati locali silenti che non appena il capo li sollecita ad intervenire intervengono e scoprono di pensarla guarda caso proprio come il capo, flirt con l'ultradestra britannica, parlamentari messi sui pullman e portati in località segrete, mandati imperativi contro il dettato costituzionale con tanto di proposta di multa da 250mila euro.Poi dice uno non li vota più, e si chiedono ma come mai abbiamo perso il 5% e Renzi ci ha doppiati?.Già. Ma come mai??? Come mai alcuni milioni fra chi li ha votati la prima volta ha pensato di non rifarlo? Inspiegabile. Un complotto.

Domandone:chi è che in campagna elettorale urla come un forsennato, denigra gli avversari politici, e magari ci mette in mezzo anche un po' di Hitler e di Shoah?.E chi è che, una volta perse le elezioni, comincia a parlare di brogli (40,8%, sic!), dà la colpa agli Italiani perché non sanno votare, accusa l'informazione di essere tutta schierata con la Sinistra e dulcis in fundo se la prende anche con chi fa satira?.Mi sa che qui qualcuno è andato a lezione da Silvio...

Mostra altro

Il governo interviene a gamba tesa sul ddl anti corruzione in discussione al Senato.

30 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

Ddl anticorruzione, governo “espropria” il Senato: emendamento su autoriciclaggio.Il ministero della Giustizia presenta un testo che di fatto fa piazza pulita di quello di Grasso e D'Ascola. Previste pene da 3 a 8 anni per il nuovo reato, ma ora i tempi sono destinati ad allungarsi. Buccarella (M5S): "Intervento a gamba tesa, ma testo condivisibile". In attesa della riforma della giustizia targata Orlando

Questa è una legge che dovrebbe avere una corsia preferenziale, ma temo che assisteremo all'eterno balletto dei rinvii SPERO TANTO DI SBAGLIARMI VISTO IL NUOVO VENTO DEL CAMBIAMENTO.

Da 3 a 8 anni ?.Avrei proposto da 7 a 15 anni , ma l'aumento di pena è sicuramente una buona notizia,si tratta di una misura urgente contro la corruzione dilagante in Italia il governo ha fatto bene ad intervenire, altrimenti finiva a tarallucci e vino. Come sempre!.Se al ddl anticorruzione ci si aggiunge anche il reato di autoriciclaggio siamo sulla buona strada.Per completare tale strada serve.No patteggio! No prescrizzione! No domiciliari! Prigione e multa salata! Esclusione per sempre dall'amministrazione!PERCHE.Per fermare la corruzione occorrono leggi rigorose. Ma in italia alcune leggi hanno tolto il reato di falso in bilancio, il riciclaggio e abbassato i tempi della prescrizione dei reati. Molti non sanno che il Consiglio d'Europa (la sede è a Strasburgo, in Francia, e il suo scopo è promuovere la democrazia, i diritti dell'uomo, l'identità culturale europea, la ricerca di soluzioni ai problemi sociali predisporre le convenzioni internazionali tra gli Stati membri), ha predisposto la "Convenzione penale europea sulla corruzione". Le iniziative del Consiglio d'Europa (Il Consiglio d'Europa non fa parte dell'Unione Europea e non va confuso con organi di quest'ultima quali il Consiglio dell'Unione europea, o il Consiglio europeo) non sono vincolanti e vanno ratificate dagli Stati membri. L'Italia ha ratificato la "Convenzione penale sulla corruzione (STE n° 173)" nel 2013, ma la legge italiana di ratifica non è proprio conforme alla Convenzione europea. Infatti, nella Convenzione originale, per i reati previsti dagli articoli dal 2 al 14 è prevista la galera.

L'Italia, invece, a differenza degli altri Stati, si è riservata il diritto di NON stabilire come reati proprio quelli più importanti per la lotta alla corruzione, e cioè quelli previsti negli articoli: 
art 4 - Corruzione di membri di assemblee pubbliche nazionali.
art 5 - Corruzione di pubblici ufficiali stranieri.
art 6 - Corruzione di membri di assemblee pubbliche straniere.
art 7 - Corruzione attiva nel settore privato.
art 8 - Corruzione passiva nel settore privato.
art 9 - Corruzione di funzionari internazionali.
art 12 - Traffico d’influenza.
E' così che vogliono combattere la corruzione?.Vedi Consiglio d'Europa, Ufficio Trattati.
http://conventions.coe.int/Tre...
http://conventions.coe.int/Tre...

 

Mostra altro

Bella musica "rimuovere i vertici" e non solo delle banche: anche quelli della politica.

30 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

Bankitalia, Visco: “Partecipazioni banche nelle imprese non distorcano loro scelte.”Il governatore, parlando all'assemblea annuale di Palazzo Koch, è tornato a chiedere il potere di rimuovere i vertici delle banche dal loro incarico quando necessario. E sul nervo scoperto delle relazioni pericolose tra finanziatori e finanziati ha detto che "il legame non deve ritardare l'emersione delle difficoltà dei debitori". Poi l'autodifesa della Vigilanza ("Non può e non deve vagliare preventivamente le singole scelte di affidamento") e l'elogio della rivalutazione delle quota della Banca: "Oggi il dividendo ha un tetto di 450 milioni"

Io sono d'accordo con Visco. Dovrebbero poter rimuovere gli Amministratori delle Banche che sono in dissesto. E questo va a tutela dei risparmiatori. Ci sono casi in cui Banche portate al dissesto da Amministrazioni sconsiderate hanno ancora, al loro organico, dirigenti colpevoli. Se è giusto così...Ma ora.Tutti vogliono più poteri,Bankitalia,la presidenza del consiglio,la presidenza della Repubblica,mi chiedo, ma se loro si aumentano i poteri chi conterà sempre di meno. Ho paura di saperlo già.Gli strumenti di cui il governatore della Banca d'Italia dispone sono equilibrati alla luce delle regole democratiche : consentono la vigilanza ma non l'abuso di potere .Affidare nelle mani di una ristretta oligarchia la regolazione dell'intero sistema bancario, senza prevedere organi di controllo dell'attività dello staff decisionale , è un rischio enorme che porterebbe a delineare un organismo autarchico capace di condizionare l'intera economia italiana .Nè si può affermare che la vigilanza della Banca d'Itaila sia stata finora efficace nella prevenzione a causa della carenza delle norme di riferimento ;in particolare lo scandalo legato al Mps ha lasciato intravedere un connubio tra potere economico , politico e finanziario che ha indebolito il paese ,anzichè ,consolidarlo.Non facciamoci prendere in giro da questa gente!.Bankitalia ha ampissimi poteri: può ispezionare ogni recesso delle banche, può commissariare - cioè può già di fatto rimuovere qualsasi dirigente faccia qualcosa di anche solo minimanente censurabile - può praticamente costringere una banca a vendersi ad altre .... cosa vuole di più?.Sono tutte scuse per nascondere il fatto che quello che succede nel mondo bancario può avvenire solo perchè Bankitalia guarda da un'altra parte.

PS:PROPONGO UNA Soluzione di breve periodo tanti diranno poco democratica ma con ladri incalliti non cé altra soluzione cioe: si arrestano i 500 soggetti e si confiscano TUTTE le loro proprietà, i beni mobii ed immobili, le partecipazioni, le quote azionarie e quant'altro a TUTTI i componenti delle loro famiglie fino al quarto grado di parentela o fino al raggiungimento dei 200 miliardi.Non si può? Bene, si cambia la legge come le hanno cambiate quando gli faceva comodo (spostare l'età pensionabile, depenalizzare il falso in bilancio, aumentare le tasse retroattivamente).
Semplice, basterebbe volerlo.CIAO E BUONA DEMOCRAZIA.

Mostra altro

MA DOVE VIVONO?SU GAIA!OPPURE LE HANNO FATTO IL LAVAGGIO DEL CERVELLO.

30 Maggio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

LEGGETE CIO CHE MI ASRIVONO I ROSICONI DEL M5S.

Sospetto di brogli elettorali, è troppa la distanza …. di 20 punti, non è successo in nessuna parte del Europa, Tutto andava contro di loro, vedi EXPO, indagati, corrotti, alleanza e legiferare con il nemico politico numero UNO Berlusconi, troppi complotti, da parte della Germania Merkel, i voti di Monti, i voti dei berlusconiani, giornali, TV, hanno remato tutti a favore di Renzi per paura che vincessimo noi, hanno divulgato terrore, Grillo nazista, Populista, inquisitore, sfascia tutto. Noi Grillini Il Movimento, non molliamo, siamo il secondo PARTITO, AVREMO ANCHE SBAGLIATO LA CAMPAGNA ELETTORALE PER ALCUNI, MA LA COERENZA E L’ONESTA C’ERA TUTTA non è stata appezzata, molti italiani, sopra tutti i pensionati anziani, che non hanno modo d’informarsi nel giusto modo su INTERNET, dove una notizia la confronti e trai le deduzioni con un tua analisi senza farsi portare per mano come avviene con la TV e i Giornali braccio destro delle Lobby, questi elettori vengono manipolati dai MEDIA, indottrinati, terrorizzati, per questo preferiscono facce già note, conosciute, non si curano della loro onesta, intellettuale, politica, moralità, civile Non distinguono la realtà dalla menzogna di chi li governa.Non è importante se sono politici collusi con la mafia, corrotti, ladri, lobby, tangenti, l’importate e mantenere il loro status quo. Comunque non demordiamo, siamo consapevoli delle loro mancanze e dovremo renderli più coscienti prepararli per le prossime elezioni a capire meglio denunciando e dimostrando le nefandezze di questa classe dirigente al servizio delle Lobby. Avremo da battagliare, ampliare il nostro modo di comunicare con questa fascia di elettorato. Ora cogliamo la sfida che il governo Renzi ci ha lanciato, al parlamento vigileremo, su tutte le balle di Renzi, le false promesse da campagna elettorale che ha fatto e che sappiamo a priori non potrà mantenere, non abbiamo altro che aspettare. Proporremo il nostro programma, e ci batteremo per le leggi da migliorare che vadano a beneficio dei cittadini, contrasteremo con determinazione tutto ciò
che verrà proposto che vada contro i cittadino il popolo sovrano.
IL PD, Renzi si sta cuocendo a fuoco lento da solo, con la sua calendarizzazione, questo governo cadrà nell’arco di un anno.
Come si può a no capire la differenza, Movimento 5 Stelle e tutti gli altri partiti, questi ladri usa soldi pubblici per la propria campagna elettorale e il M5S usa i propri soldi e le offerte degli iscritti. Stolti, proprio non volete vedere ve ne sbattete i coglioni, pecoroni, no pesate al futuro dei vostri figli e dei vostri nipotini.
Noi del Movimento 5 Stelle non molliamo! Siamo il Secondo partito d’Italia, andiamo avanti.
Il Movimento 5 Stelle è nato dal basso è cresciuto su Internet, alle politiche ha ottenuto quasi nove milioni di voti, la prima forza politica alla Camera dei Deputati. Per la prima volta nella storia della Repubblica un movimento di cittadini, senza alcuna alleanza di partito e senza finanziamenti pubblici, ottiene un simile risultato. Normali cittadini entrano in Parlamento. Una nuova vita, fatta di entusiasmi, sogni, da condividere con tutti gli Italiani per un paese che rinasca dalle sue ceneri come l’araba fenicia. Ci saranno anche delusioni, qualche d’uno tradirà, alcuni verranno ricattati, ma non staremo al gioco sporco di questa classe politica, opposizione ad oltranza sulle porcate. Da che mi sono iscritto al Movimento 5 Stelle in me c’è stato un cambiamento così importante e delicato, non sopporto più l’indifferenza dell’onesto, la rassegnazione del cittadino che non vuole più lottare perché non cambiano le sue condizioni, il marciume persiste a governi che si sono susseguiti SINISTRA, DESTRA, CENTRO, sempre peggio, per queste ragioni ci si astine dal voto. Sono un po incazzato, non tanto per il risultato delle elezioni europee ma cosa deve subire un essere umano per ribellarsi, quando scatta la legittima difesa, per schiavismo e dignità strappata. mi spiace dire queste cose ma te le tirano fuori dai denti. Un popolo, che continua a votare questi DELINQUENTI e si rende succube di chi è più forte economicamente è complice e come tale va condannato, si la storia vi condannerà per aver partecipato allo sfacelo di una nazione come l’Italia, non abbiate paura che vi porti via quella miseria di reddito o di pensione, la casa, i vostri risparmi, non vendetevi, abbiate un vostra dignità da difendere prima dei vostri beni materiali, molti sono quelli che si sono venduti per 80 euro, come Giuda vedette Gesù per trenta denari, vi siete resi complici di questo sistema marcio. Questo sistema l’onesta l’associa alla stupidità, mentre elogia il furbo, lo scaltro, il corrotto, il colluso con la ndragheta o la mafia. Spudoratamente negano l’evidenza, davanti al fatto compiuto. Si riciclano, pur essendo stati condannati fino al terzo grado, si collocano comunque in un incarico di rilievo. Cosa si deve fare per cambiare questo sistema? Io non ci voglio più stare in un paese dove il popolo si rende complice, della politica Stato Mafia, del Clientelismo, delle tasse che strozzano l’economia, vi siete resi complici della miseria che affligge milioni di famiglie sulla soglia della povertà, complici di un paese alla fame. Se non ci responsabilizziamo sarà la fine dell’Italia, il “bel paese”, ma per chi se lo verrà a comprare.

TIRATE PURE LE VOSTRE CONCUSIONI PER ME .VIVONO SU GAIA!OPPURE LE HANNO FATTO IL LAVAGGIO DEL CERVELLO.

Mostra altro
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>