Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

All'Italia intera serve una nuova governance,via questi boiardi di stato che parassitano il sistema da cinquant'anni

31 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA

 

"A Inps serve nuova governance"

Già oggi alla Camera ddl urgente contro i doppi incarichi e conflitto di interessi

 Ma in questi mesi Letta cosa ha fatto??? Non sapeva nulla? Come mai i pluri incarichi e non solo.....di  Mastropasqua li ha  scoperti solo ora. Dei vertici fallimentari Alitalia non sa nulla????   Anche dell' attuale disastrosa situazione economica dell' azienda  non sa nulla??? Continua tranquillamente  a mantenere ai vertici sia  l' A.D. Del Torchio e Colaninno che hanno contribuito a distruggere la compagnia di bandiera nostro fiore al' occhiello. Non sa neppure che il Turismo e l' agricoltura sono 
l' unica ancora di salvezza per il nostro paese. Ma è sicuro che Letta viva in Italia??? e sia anche il Presidente del Consiglio????.La vicenda Mastrapasqua come tante altre in Italia contribuiscono ad avvelenare il clima di questo paese portandoci alla fame e a rafforzare Grillo e compani... Ma tutte le forze politiche lo scoprono ora che si sono mangiati tutta l'IMPS??? Dentro a quel calderone dove tutti attingono ci sono i soldi dei lavoratoriiii affidati a quel piccolo uomo multiincaricato e superstipendiato.
Letta, ma non solo lui purtroppo, sembra che sia appena arrivato da un'altra galassia. Non è una novità di ieri che ci sono personaggi pubblici che ricoprono numerosi incarichi peraltro molto ben retribuiti. Possibile che ci si accorge di difetti così macroscopici solamente quando scoppia uno scandalo?
Comunque pensavo che  un incarico di grande responabilità richiedesse anche un grande impegno e che questa fosse la ragione della esagerata retribuzione, invece questi esempi insegnano che queste persone possono al massimo dedicare 2 o 3 ore al mese ad ogni incarico che ricoprono. Dunque mi viene da pensare che o sono attività molto semplici da assolvere e dunque non giustificano quegli esagerati stipendi oppure che ci sia una tacita complicità fra tutti gli attori della politica perché non è credibile che nessuno abbia mai sentito l'esigenza di fare pulizia.Certamente che tutti sapevano..! C'è una collusione tra politica,affari,sindacati e magistratura che forse,emerge solo 1/100 di quello che succede.Auspico,come dice il ns Presidente,un provvedimento retroattivo (si potrà fare:è stato fatto anche per le pensioni) che revochi da subito,tutti i doppi incarichi in enti statali,provinciali,­regionali e comunali.SPERANDO:Solo che dopo un qualche TAR(anche questo da abolire) bloccherà tutto l'iter.Occorre prevenire, non si può sempre intervenire sempre in condizione di emergenza. Limitate i mandati degli AD delle aziende pubbliche o controllate dallo Stato o enti locali vari ( anche se quotate in borsa ): è necessario per evitare che si perpetui il potere di pochi. Intervenite anche sui compensi: oggi spropositati !.!,ricordo che la questione dei molti incarichi al Presidente INPS Mastrapasqua, fu sollevata in un servizio di Report da Milena Gabanelli l'anno scorso o due anni fa. Osservo piuttosto il silenzio di tutti: opposizioni, Sindacati, Politici, Magistratura ecc...quando è lecito pensare che molti, sapevano ed erano a conoscenza dell'anormale potere di questa persona... Presidente Letta, pensi a quanti Enti inutili e quanta gente inutilmente occupata ci sono in Italia. Faccia qualcosa per iniziare a far finire questo scempio finanziario che aumenta, giorno dopo giorno, il debito pubblico.Certo la questione non può riguardare solo ed esclusivamente i grandi enti nazionali dello Stato ma, a mio avviso, tutti gli incarichi pubblici. E' veramente paradossale che il medico pubblico gira l'angolo della struttura dove lavora e si infila in quella privata, dove magari ha anche delle azioni. Il manager della Fiat non lavora in contemporanea con la Toyota ! Se invece di gridare che la disoccupazione giovanile è arrivata al 40% fate norme che escludono i doppi incarichi forse qualcuno di loro può anche trovare da lavorare.Bene se il Governo inizierà questa "epurazione" dei boiardi e ancora meglio se darà inizio, corso e completezza alla legge contro i conflitti d'interesse. Al di la della legge elettorale, che spero tanto sia nell'interesse degli elettori e non del,potere partitocratico, i cittadini si attendono azioni concrete che smantellino i privilegi di pochi a danno di molti. Le raccomandazioni dei soliti personaggi a discapito di chi meriterebbe riconoscimenti dei semplici diritti. Insomma, Presidente del Consiglio, non ha certo bisogno che un qualsiasi cittadino le suggerisca cosa disturba, disorienta e irrita. Riforme e cambiamenti per ridare al popolo fiducia e giustizia.
PS: Ma.la potente lobby dei burocrati non farà mai approvare una legge contro i doppi incarichi negli enti pubblici.Sara' l'ennesimo decreto annunciato che non sara' mai fatto?, ormai noi poveri Italiani ci siamo abituati a tutto dai nostri amati politici.

Mostra altro

CARI M5S:Non da nemico, ma da compagno di strada che scrive e dice quello che pensa

31 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 

Mi permetto, se mi concedete, di parlarle quasi come se ci conoscessimo. Questa frase è assolutamente in contraddizione con tutti gli articolo contro il m5s scritti . Contro, sottolineo. Non di critica, come spesso fanno Travaglio o Scanzi o Padellaro; i vostri suonano come sberleffi, derisioni, attacchi a prescindere.Sarà il vostro stile, come è anche qui. Solo che se voi accusa Renzi di essere uno scassa democrazia, poi non può aspettare che chi sostiene Renzi venga a dialogare con voi su una critica che in realtà suona come un giudizio senza appello.Allo stesso modo, quando parla di adepti stuoino di Grillo, è poi difficile aprire un dialogo.E l'accenno che qui fate a una vaga fiducia (posso usare questa parola?) verso il movimento suona falsa.Dovreste essere più accorti. Voi sta cercando di salire sul carro del M5s proprio mentre quel carro, in mano a guidatori sconsiderati e ormai senza i freni del buonsenso e del rispetto delle regole, sta precipitando sempre più velocemente verso il burrone. Che vuole che vi dica, contenti voi...guardate però che qualcuno più accorto, anche se non è ancora sceso, si è avvicinato al bordo, pronto a balzarne fuori.Nel merito del vostro intervento, vi dico una cosa sola: una legge elettorale non è altro che una legge elettorale: chi prende più voti, in qualche modo vince e governa. Le sorti del Italia e della sua democrazia non sono nelle mani di una legge, ma degli italiani e di chi decideranno di votare. Se i loro favori andranno ad un vecchio miliardario pregiudicato pre frode fiscale o ad un non molto più giovane ex comico populista che ha dimostrato di non avere alcun rispetto per le regole democratiche, il rischio sarà reale.Quel che resta non sarà il massimo, ma in confronto a questi altri due è una ventata di pulito. Ma il fatto che negli ultimi 20 anni gli italiani abbiano scelto quasi sempre l'alternativa peggiore non fa ben sperare.L'impunito "scassademocrazia" Renzi, non secoli fa, si è rivolto a tutti e a Grillo in particolare, per vedere se si poteva cambiare alcune regole basilari necessarie al paese, ha ricevuto sberleffi, dal capo dei 5s.Con Forza Italia, ha un accordo per fare queste cose e la nuova legge elettorale, che impedirà definitivamente le larghe intese.Inutile fare i puristi e stare sempre a guardare, di immobilismo l'Italia, ne ha avuto abbastanza.
Mostra altro

Povero Scanzi overdose di tv ( ora si crede pure uno intellettualoide .. )

31 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/31/litalicum-e-un-troiaium-ed-ecco-perche/864221/#disqus_thread

 Meno male che oggi c'è Scanzi a dissetare la rabbia di coloro che fino a pochi anni fa vivevano con le mance della casta. Oggi che la casta non dispone più nemmeno di quelle briciole per corromperli, Scanzi ha dovuto smettere di occuparsi di calcio e di musica leggera e diventare il "giornalista politico" che conosciamo. Sono gli scherzetti di tutte le crisi economiche, che da sempre hanno generato simili "mostruosità". Come diceva Karl Kraus: "Quando il sole della cultura è basso all'orizzonte, anche i nani proiettano lunghe ombre".Ma invece di dirci quello che non va, come al solito, perché non ci posta la legge elettorale come dovrebbe essere fatta? Certo, non se ne esca con la facile risposta che va bene quella che farà Grillo. No no, ne vogliamo una tutta sua. Non è una provocazione ma è che mi gira la testa, e magari vedendo finalmente nero su bianco cosa, per lei, sarebbe giusto fare, potremmo avere maggiore chiarezza.Scanzi poche balle.. in questo paese o fai leggi del genere che premiano anche a dismisura chi vince o altrimenti rimani nella melma attuale che ci portiamo dietro almeno da 20 anni e che ha portato cdx e csx a stare insieme cioè la peggiore delle situazioni, in cui uno copre l'altro e nel mentre il paese si blocca.Scanzi.. BASTA leggi che consentono ad un separatista loca lista o ad un MASTELLA qualunque di svegliarsi la mattina (o peggio per l'assegno che riceve...) e decidere le sorti del paese e di milioni persone, aziende, piccoli lavoratori!! Cominciamo un po a dire queste cose!.Peraltro sta legge è la migliore anche per i 5 stelle come te! Infondo anche la più democratica petche ad un ballottaggio 5stelle-Berlusconi, SICURAMENTE un elettore Pd-Sel-Verdi in un buon 70% voterebbe Grillo. E viceversa (leggendo commenti elettori cdx da il Giornale, Libero ecc) tra un ballottaggio PD-Grillo.. tantissimi elettori di Cdx Piuttosto che votare "gli eredi dei comunisti mascherati" . "quelli delle banche", "quelli dell'odiato DeBenedetti".. votano il rivoluzionario Grillo in cui si riconoscono tantissimi di destra piuttosto. Scanzi se vuoi che sto paese cambi DEVI appoggiare una legge del genere, per brutta che sia: STO paese NON è la Germania, gli Usa o la Francia dove la gente mette al primo posto la nazione, il governo e una visione globale delle cose: qua si pensa di default al piccolo cortile, ergo si fallisce se non dai forza a chi governa!.

Mostra altro

La notizia che in Italia c’è un regime anticostituzionale è passata in secondo piano.E pensare che la fonte è certa, è il capitalismo che lo dice.

31 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 

Il 27 gennaio è uscita la notizia, su tutti i giornali, data da Bankitalia: Il 10% degli italiani possiede il 50% della ricchezza nazionale.
Ce lo dice il capitalismo stesso, la banca D’Italia, che noi viviamo in un regime anticostituzionale perchè i nostri Padri Costituenti, di tutti i partiti,  hanno inserito l’art. 53 nella Costituzione che recita: “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubblichein ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività”.
Ora, prendo atto che il comunismo è sconfitto, il socialismo pure ma mai come oggi avremmo bisogno di comunismo o di un socialismo che non sia socialdemocratico, invaso dal capitalismo.
Se tanto mi da tanto in base alla nostra Costituzione il suddetto 10% di nostri connazionali dovrebbero versare il 50% di tutte le imposte statali, regionali, comunali esistenti nel nostro Paese.
Per i leghisti, che sono un po’ tardi, il 50% dell’ Imu, Tares, Tarsi e tutte le diavolerie che lo Stato impone per garantirci dei servizi che non è un grado di garantire.
Mentre risulta, perchè ci sono le carte che parlano, che l’87% delle imposte viene da lavoratori dipendenti e pensionati.
Mentre noi stiamo discutendo dei vari problemi individualmente e quindi lasciamo a se stessi tutti i più deboli in balia del destino baro e crudele, si continua a vivere in un Paese dominato da un regime economico anticostituzionale che non ha niente di democratico.
Ci sono parlamentari eletti che non sanno nemmeno che la nostra è una Repubblica parlamentare e si rivolge al Capo dello Stato dandogli del boia come se fosse un re o una repubblica presidenziale.
La repubblica parlamentare è un sistema politico o forma di governo, appartenente alla forme di democrazia rappresentativa, in cui la rappresentanza democratica della volontà popolare è demandata, tipicamente tramite elezioni politiche, al parlamento e ai suoimembri che in quanto tale elegge con modalità differenti sia il governo che il presidente. Tuttavia vi sono repubbliche parlamentari in cui il presidente è eletto direttamente a suffragio universale.
Il presidente ha una funzione di garanzia verso le parti politiche e di rappresentanza dell’unità nazionale, perciò usualmente non ha forti poteri di influenza politica sulle istituzioni.
Il parlamento si rapporta con il governo tramite il voto di fiducia: in questo modo esso ha perennemente il controllo sull’agire dell’esecutivo con possibilità di revocarlo e nominarne un altro.
Il giudizio sull’operato di una certa maggioranza parlamentare e del suo governo viene quindi espresso dai cittadini solo tramite il rinnovo dell’assemblea legislativa, diversamente da quanto avviene nelle repubbliche presidenziali.
Tale forma di governo è quella attualmente dominante in Europa.
Se qualcuno ha qualcosa da ridire in merito alla politica delle istituzioni si deve rivolgere alle istituzioni stesse, ai suoi colleghi di Parlamento.
In mezzo a questo polverone inutile destinato solo ad alimentare un populismo d’assalto che invece di portare democrazia porterà alla guerra civile tra poveri, senza liberarne alcuno, l’unica battaglia che gli italiani dovrebbero fare, possibilmente insieme ai parlamentari onesti, sarebbe quella di ripristinare la Democrazia e la Costituzione in questo paese dominato dalla finanza parassita che è la forza del capitalismo mondiale che opprime i popoli.
La colpa, ancora una volta, è la nostra che assistiamo indifferenti allo sfascio istituzionale e democratico nonostante sia il capitale stesso a darci la notizia che siamo in un regime.
Mussolini non ha mai ammesso di avere imposto la dittatura il Capitalismo ce lo comunica cosciente del fatto che la maggioranza di noi non se ne rende nemmeno conto.

Bankitalia: “Il 10% degli italiani
ha la metà della ricchezza del Paese”

Questa è la notizia che avrebbe dovuto dare il via alla rivoluzione, il resto sono chiacchiere.
I dati sulla ricchezza nazionale venivano studiati dal Pci e ci si organizzava per difender l’art. 53 della Costituzione ed è per questo che l’Europa e gli Usa hanno impedito che il Pci andasse al governo, era solo una questione di soldi e di potere non di Democrazia.
Oggi il sistema capitalistico finanziario e parassita è accettato da tutti, in primis la massa del popolino che si compra l’auto a rate, ed il capitalista non si occupa più di fabbriche, produzione. Non crea posti di lavoro ma investe in debiti di Stato che i cittadini sono costretti a pagare dal sistema politico complice e responsabile della mancanza di equità progressiva.
Se non risolveremo questo problema non saremo mai liberi in un Paese libero e democratico.
IL documento della Banca d’Italia è un documento ufficiale, non ce l’ha detto Mao, Stalin, Chavez, Che Guevara ecc.ecc.
Ce l’hanno detto loro e si scompiscierando dalle risate.
Una risata ci seppellirà, la loro.
Mostra altro

E questa sorda campana suona per tutti, gril­lini compresi.

31 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 



Chi ha chie­sto il voto ai cit­ta­dini ita­liani per farsi eleg­gere in par­la­mento e in quel con­te­sto rap­pre­sen­tare l’opposizione deve sì rispet­tare il man­dato che ha rice­vuto, ma deve poi assu­mersi la respon­sa­bi­lità di osser­vare le regole di quella sede isti­tu­zio­nale e con­durre la pro­pria bat­ta­glia nelle forme con­sen­tite dalla demo­cra­zia rap­pre­sen­ta­tiva (com­preso natu­ral­mente un duro ostru­zio­ni­smo). Tanto più che pro­prio il gril­li­smo obbe­di­sce a una mania­cale atten­zione ai riti e alle forme (inter­net­tiane) con cui sce­gliere gli obiet­tivi dell’azione par­la­men­tare. Ma a che scopo se poi anzi­ché usare la forza dei numeri e la qua­lità degli argo­menti per creare alleanze e farsi motore di un’opposizione vin­cente, tutto si riduce (e si svi­li­sce) nella messa in scena di un po’ di gazzarra?.For­zare il gioco fino a tra­sfor­mare le aule par­la­men­tari in un sur­ro­gato della piazza signi­fica impic­carsi alle pro­prie dif­fi­coltà, rive­lando tutta l’ambiguità e le con­trad­di­zioni di un Movi­mento che poi, alla resa dei conti, obbe­di­sce alla linea pro­cla­mata da Grillo nei comizi: l’unica via è pren­dere la mag­gio­ranza asso­luta dei voti e poi gover­nare da soli. Niente di diverso dal ritor­nello che abbiamo sen­tito ripe­tere in tutti que­sti anni da Ber­lu­sconi: datemi i voti e lascia­temi fare. L’eterna pul­sione dell’uomo solo al comando. La stessa logica che oggi assume le sem­bianze del sin­daco di Firenze, osan­nato da gior­nali e tele­vi­sioni per il ras­si­cu­rante piglio decisionista.Sal­tare sui ban­chi del governo, costrin­gere la pre­si­dente della camera a chiu­dere i pro­pri uffici per evi­tarne l’occupazione, lan­ciare insulti ses­si­sti con­tro le depu­tate del Pd, fino a usare l’arma estrema dell’impeachment verso il Pre­si­dente della Repub­blica, come si trat­tasse di scri­vere un volan­tino, tutto que­sto serve solo a con­qui­stare i cin­que minuti di cele­brità, offu­scando però la sostanza, il merito delle que­stioni poli­ti­che sol­le­vate. Che pure il M5Stelle ha por­tato nelle aule par­la­men­tari in molte occa­sioni. Per esem­pio sul caso Sha­la­bayeva, sull’acquisto degli F35, sulla truffa delle slot-machine, sul salva-Roma, sui casi Can­cel­lieri e De Giro­lamo, sull’articolo 138 della Costi­tu­zione.Inten­dia­moci, nes­sun sacra­rio è stato vio­lato e chi parla di squa­dri­smo fasci­stoide gioca allo stesso gioco dei gril­lini. Senza nem­meno avere tutte le carte in regola per dare lezioni di demo­cra­zia, visto che solo l’uscita dal governo delle lar­ghe intese dei fal­chi ber­lu­sco­niani ha tolto di mezzo la pro­gram­mata mano­mis­sione della Costituzione.Così quel che alla fine il ricco spet­ta­colo media­tico mette in evi­denza è la dif­fi­cile agi­bi­lità di una bat­ta­glia di oppo­si­zione sia nelle isti­tu­zioni rap­pre­sen­ta­tive che nella società. Anche per­ché nelle aule del par­la­mento dei nomi­nati, i par­titi, sem­pre più comi­tati elet­to­rali, non rap­pre­sen­tano più da molti anni la voce del paese. Non vanno nelle scuole, nei luo­ghi di lavoro, nei quar­tieri. E le lotte gene­rose delle asso­cia­zioni, che invece ani­mano la demo­cra­zia di base, incon­trano solo il grande muro di gomma delle nomen­cla­ture che respin­gono il con­flitto o trat­tan­dolo dura­mente come un affare di ordine pub­blico, o facen­dolo gal­leg­giare in un perenne sur­place, in un eterno moto inerziale.

Mostra altro

M5S Partigiani o fascisti?

31 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 


Partigiani o fascisti? partigiani no di certo, fascisti, secondo me, in fondo in fondo neanche. Propenderei più per i politicanti in cerca disperata di visibilità. Poiché l'"ebetino", come lo chiamano loro, gli ha rubato la scena e il ruolo di eroe positivo, loro devono a tutti i costi convincere se stessi e gli italiani che il M5S serve a qualcosa.Fascisti? Ma no, i deputati grillini sono solo dei poveretti che pensano che le loro urla potranno coprire la totale nullità della loro azione (?) politica.Sono nel panico. Sanno esattamente che ormai hanno perso. Se poassa la legge elettorale nuova per loro è game over. Il patacca, in aprile aveva il biglietto giusto in mano. Ma siccome è un patacca lo ha perso.
(come i suoi, poi, hanno perso gli scontrini e non solo).Adesso sono lì, maneschi e urlanti.Ma dentro di loro che il loro futuro lo hanno alle spalle.UNA CICALA PAZZESCA! HA DELUSO 8 MILIONI DI PERSONE ONESTE CHE LO HANNO VOTATO. In tedesco si dice CHARLATAN.
I grillini sono diventati un parte del problema Italia, non sicuramente la soluzione. Ricordo solo che il comico Grillo sulla scia di uno Stiglitz orecchiato - perché il comico a malapena capisce di battutine televisive-, diceva tempo fa: "L'Argentina non ha pagato il debito ed è fallita. E allora? Ha ricominciato daccapo. E' così che funziona!". Non appena la settimana scorsa il peso argentino è diventato improvvisamente leggerissimo e si è svalutato del 17 % in un solo giorno. E' probabile un altro default dell'economia argentina con lacrime e sangue per gli argentini. (All'epoca del primo default ho conosciuto un manager italo-argentino che faceva il portiere di notte in un albergo romano). Se fallisce ancora una volta un Paese totalmente screditato a livello internazionale, che ha requisito Repsol e non ha pagato un peso di indennizzo, che crede di agire solitario triste y final nella scena politico-economica internazionale, che problema c'è? (Andatelo a dire agli argentini, però). Ma il nostro comico aveva previsto il default dell'Italia già per l'autunno scorso (andatevi a vedere i filmati in giro), e in cuor suo si augura il disastro del Paese per celebrare i suoi macabri trionfi. Un uomo così non è una sintesi tra Nerone e Petrolini? E tutti questi grillini che gli vanno dietro come dei lemming? Senza tacere che adesso soggiornano negli studi televisivi e quando rilasciano interviste puntano sempre lo sguardo verso l'obiettivo, Quelli che appena 10 mesi fa dicevano:"Non siamo a Ballarò"!.I grillini hanno portato in Parlamento tuttala frustrazione del paese rispetto ad anni di politica inconcludente e ne sono rimasti divorati loro stessi.Non c'è nulla di costruttivo nel loro atteggiamento, vivono dell'incapacità degli altri partiti di dare soluzioni ai problemi del paese. Le riforme, i grillini, non possono permettersele, perché li renderebbero inutili. Non è un caso che tutto questo caos lo facciano scoppiare proprio nel momento in cui sembra sbloccarsi qualcosa.Il solo antidoto a questo virus sono i fatti, le riforme, al più presto. Ne va della tenuta della democrazia in questo paese.

Mostra altro

GRILLO IL PARTIGIANO SIAMO LA NUOVA RESISTENZA.

31 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 


Nel suo ultimo post, il leader M5S proclama la #NuovaResistenza, alzando ancora di più il tono dello scontro. E dice la sua in un lungo videomessaggio, intitolato "Siamo la Nuova Resistenza!"."Noi siamo la Nuova Resistenza". Domani "vengo domani lì, a Roma, ad abbracciarvi, perché siete dei guerrieri meravigliosi". Così Beppe Grillo stringe in un abbraccio - virtuale e non solo - i parlamentari del Movimento Cinque Stelle, protagonisti in queste ore della bagarre scoppiata alla camera sul dl Imu-Bankitalia, con l'occupazione di alcune commissioni, e che proprio oggi hanno presentato una richiesta di messa in stato d'accusa nei confronti del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

 Se lo fosse avrebbe una scusante, invece quest'alibi non lo ha... è solo in malafede. Ma il problema non è lui, lui continua a fare il pagliaccio come ha sempre fatto, il problema sono i "cittadini" penta stellati che gli vanno dietro, che da parlamentari calpestando i regolamenti posti a tutela della vita democratica per bloccare le attività del principale organo politico della nostra democrazia, il parlamento. Quello che stanno facendo i m5s è molto grave e non va sottovalutato.E siamo arrivati ai video messaggi, come Berlusconi, Osama bin Laden e i kamikaze di Al Quaeda, tutti naturalmente convinti di essere i "veri partigiani" e, soprattutto vogliosi di farlo credere agli altri.Ma ogni vent'anni ci deve essere uno schizzato megalomane ricchissimo che si mette in testa che è lui la persona migliore per risollevare le sorti di questo malandato paese? Cos'è la maledizione di Mussolini?.Il linguaggio demagogico,antidiluviano di grillo ricorda tanto quello dei fascisti bossi e berlusconi.Questo miliardario condannato raccoglie il peggio degli elettori dei due vecchi ladroni delle risorse comuni del Paese.Dei pagliacci che non sanno fare politica non possono fare altro che sfasciare tutto. Grillo gioca a fare il partigiano ma i partigiani, quelli veri, hanno rischiato la pelle non certo per gente come lui. La politica degli ultimi 20 anni è stata immonda ma il M5S mi fa veramente orrore per qualunquismo, ignoranza e arroganza.Lo spettacolo squadrista che i 5stelle hanno inscenato non è che la reazione scomposta alla svolta impressa dal Pd di Renzi al processo di riforme, quel processo sul cui fallimento i "cittadini" pentastellati puntavano e puntano per dimostrare i loro teoremi. La chiassosa farsa che hanno posto in essere non è che l'espressione di un disperato bisogno di visibilità divenuto urgente dallo spostarsi dei riflettori su altri protagonisti della scena politica, dai quali i cinquestelle si sentono defraudati della parte di eroi positivi (una parte che ritengono spettare solo a loro e per la quale hanno sacrificato ogni cosa, a partire dall'assunzione di responsabilità politiche). La loro forza si alimenta dell'incapacità decisionale dei partiti, la loro stessa ragion d'essere consiste nella paralisi e nel caos istituzionale. Una politica che si mostri appena appena reattiva ed efficiente rischia di mandare in pezzi i loro schemi e minaccia la loro stessa sussistenza. Se infatti la politica comincia a funzionare, loro, che sono un movimento di protesta, a che servono? Ecco allora che bisogna a tutti i costi intralciare le riforme, bloccare il parlamento, con le buone o con le cattive, anche al prezzo di conculcare le regole democratiche. Di fronte alla concreta prospettiva che i "vecchi" partiti realizzino risultati apprezzabili, loro hanno bisogno di far vedere che sono vivi, devono dimostrare a favore di telecamere e web-cam che gli 8/9 milioni di voti che hanno preso hanno ancora un perché... e democraticamente immaturi come sono reagiscono come sanno e come possono.Adesso si paragonano anche ai partigiani. Una bella fantasia, bisogna ammetterlo!.Ma mi sa che Grillo invece di aggiungere le stelle al movimento, avrebbe fatto meglio ad aggiungere le rotelle che gli mancano.Magari un po' piu' di 5...L'unico lato positivo di quanto sta accadendo è che molti dei suoi elettori capiranno finalmente lo sbaglio che hanno fatto votandolo.

Mostra altro

Non ci faremo intimidire dai grillini, fanno così perché sono fuori dalle riforme

30 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 


“In questi giorni stiamo assistendo a una escalation di violenza verbale e anche fisica da parte del M5s e mi pare che stiamo andando ben oltre una pratica di ostruzionismo: siamo al blocco delle istituzioni democratiche ed è assolutamente inaccettabile”.

 Avanti così, leggo leggo le dichiarazioni dei grullini e non uno sa del perché della Banca d'Italia, dicono frasi fatte senza senso e provare a spiegarglielo o discutere è tempo perso, ormai sono agli insulti sessisti, al blocco del Parlamento per avere della visibilità insomma fanno casino e basta.
Ma non sarebbe più utile e democratico che il M5S , invece che fare tutta quella cacciara , se credono di avere la verità e la ragione in tasca ( come credono) , cercasse di convincere un po' più di elettori e da minoranza diventasse maggioranza , come funziona in tutte le democrazie , oppure vogliono imporre le idee di una minoranza ad una maggioranza , come succede in tutte le dittature ?.Noto che i deputati del M5S finalmente si muovono attivamente senza deludere il proprio elettorato che li accusava di immobilismo: ieri la rissa alla camera, stamani l'aggressione al capogruppo PD Speranza impedendogli di rilasciare dichiarazioni alla stampa e oggi leggo questa bella iniziativa di De Rosa. Questa cosa mi ricorda il campetto dietro la parrocchia dove da ragazzini si facevano le interminabili partite di pallone. Quando una squadra stava inesorabilmente perdendo per manifesta superiorità degli altri i ragazzini che perdevano cercavano di non far concludere la partita "buttandola in cagnara".Se dall'inizio aveste lavorato come si deve e non vi foste seppelliti in un muro contro muro di ostruzione oggi non si sarebbe a questo punto. Anche se si poteva avere una mezza simpatia per il M5S, oggi è svanita per manifesta incapacità di relazionarsi con il "mondo esterno" al vostro gruppo. Ma qui si capisce ancora di più che non siete altro che telecomandati dal duo Grillo/Casaleggio. Idee proprie zero. Bloccate sul nascere e tutti zitti e chini. Mi dispiace, l'Italia ha perso un occasione e voi ne siete in gran parte responsabili.Grazie a Grillo & ci per questo spettacolo da bettola.Io mi chiedo: ma dove l'avete trovato il riscontro a questa svendita di Banca d'Italia? Mi portate cifre e documentazione? A quanto ne so, la presunta perdita ci sarebbe solo nell'eventualità (tutta da verificare) che le quote dell'Istituto non trovassero domanda sufficiente sul mercato. Il M5S sta facendo un casino sulla base di pure ipotesi scolastiche. Non solo: aggrediscono e insultano perché non gli fanno fare ostruzionismo? Non solo: la presidenza della Camera aveva sospeso le votazioni per dare a M5S il tempo per presentare una proposta seria anziché pretesti inutili. E invece sono tornati in aula a fare casino come se niente fosse. Siete il NULLA fatto persone. Una manica di casalinghe disperate e professionisti del perditempo. A casa!.Del m5s continuo a non capire una cosa. Oltre le continue bagarre in parlamento (riescono a far peggio addirittura della lega di bossiana memoria), alle patetiche frasi "piddi meno elle" e accuse rivolte contro chiunque non si trovi d'accordo con loro, si può sapere quale idea di Italia hanno?.Si può sapere in base a quale loro particolarissima visione industriale, economica, fiscale, energetica, europea, monetaria e perché un elettore italiano dovrebbe sceglierli quali rappresentanti?.Non so più da quando continuo a chiedere le stesse cose senza mai ottenere alcuna risposta. Qualcuno è in grado di spiegare il ridicolo vaticinio recitato dai cittadini eletti con l'uso della democrazia diretta, telematicamente opinabile, e con una manciata di voti tutti provenienti da amici e parenti?.Ora come difendersi assolutamente da tanta orribile pressione che farebbero in nome di TUTTI I Cittadini! Ma come si permettono di inglobarci tutti? pensassero piuttosto a rappresentare quelli che li hanno votati RITENENDOLI NON VIOLENTI E PIÙ DEMOCRATICI DI ALTRI!!!.Fascio-grillismo: ora basta!.E' bene fermare la deriva commerciale fascista che la casaleggio promuove con le sue marionette con Democrazia che si mostra parimenti attivista denunciando delinquenti coperti dall'agire in sette!.Si metta fine al solito agire del branco squadrista che aggredisce chi non vuole affiliarsi a sua cosca.Basta a questi giochetti del burattinaio affarista basta alla sua società di lucro che manipola losca!.Il grillino sappia che finirà male la sua scampagnata se continua a delinquere in nome del proprio padrone.Il grillino sappia che la sua banda sarà accompagnata a finire, per eversione, i suoi ultimi giorni in prigione UGUALE AL CONDANNATO NAZIONALE.E NOI NON M5S abbiamo la presunzione di ritenerci un popolo civile, con questi elementi in parlamento ! Cosa si costruisce con tanto livore e maleducazione ? Hanno davvero davanti gli occhi i ''reali'' problemi del Paese, o cercano alibi, scuse per fare solo del demagogico casino ? I grillini, se non si rendono conto dell'importanza del fare veramente politica seria, si dimostrano di essere degni figli di tanto padre, cioè di un rancoroso guitto pluriomicida, inutile sparafucile di una masnada di sudditi fagocitati da un cumuo di male parole e, quel che è peggio, male intenzioni scambiate per il nuovo che incombe. Mi associo con chi ha detto che le 5 stelle bisogna meritarsele in parole e opere, altrimenti è solo fuffa e tempo perso.Che i grillini fossero solo fascisti e dei peggiori lo avevamo già capito da molto . A loro interessa lo sfascio pensando di prendere più voti possibile .Quando non riescono con le buone E NON CI HANNO MAI PROVATO ci sono sempre le botte , gli insulti e la sopraffazione .Stanno chiusi nel loro recinto e pretendono che l'universo mondo si adatti alle loro idee.Ne vedremo ancora delle belle e loro hanno tutto l'interesse ad alzare la posta, perché proprio non se li fila nessuno , e da soli non riusciranno mai a combinare nulla .

Mostra altro

Legge Severino, Strasburgo dice no a Berlusconi.Il comunismo sta dilagando anche a Strasburgo!

30 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #GIUSTIZIA


E' vero, i giudici di Strasburgo hanno il pentolone sempre acceso per mangiarsi tre o quattro bambini forniti dai comunisti italiani.Ma non ha capito che in Europa vogliono liberarsi di lui tanto quanto qui in Italia? anzi molto probabilmente anche più di noi, sopratutto considerando che la metà delle cose che ha combinato a livello politico internazionale qui in Italia non sono state mai dette al telegiornale, quindi molti italiani continuano a vederlo come una soluzione, quando invece è solo un problema.Ma di quale retroattività parla? La legge stabilisce chiaramente che i condannati non possono essere eletti per il Parlamento, laddove si devono curare gli interessi del Paese, e non di se stessi. Se la legge non e' sufficientemente chiara nel testo cosi' come e' scritto, ben venga l'interpretazione della Corte Europea. Cosi' la finiamo.Saranno comunisti anche li? Che strano, l'Europa non gli mette un tappeto rosso? Silvio, stai a casa che risparmi freddo, li sono tutti come il tuo amico Putin, anzi lui è l'unico che non è comunista!! Ma quand'è che se ne va in pensione questo qui, così i giornali useranno lo spazio a cose serie?

Mostra altro

Forse ora ci rendiamo conto che molti politici e sindacalisti hanno usato la (ex) Fiat come un paravento per la propria inconcludenza e inettitudine!

30 Gennaio 2014 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA

Gli ITALIANI e non da oggi, soffrono della cultura paesana del popolo italico , più capace di seguire le battute di Crozza che di ragionare in termini di startegie industriali nella competizione globale.Riusciamo ad irridere ( quando non a insultare) Marchionne mentre viene pubblicamente ringraziato da Obama.Davvero ci meritiamo I Berlusconi ed i Mastropasqua.E con loro invece che verso gli Stati Uniti andiamo correndo verso la gracia.Come è noto (possa piacere o no) tutti coloro (grandi aziende o privati) che possono scegliere dove pagare le tasse, le pagano dove sono più basse. Alcuni governi trattano direttamente condizioni ad personam. E' uno dei tanti effetti della globalizzazione. Il denaro si sposta come una qualunque altra merce.Invece di fare commenti provinciali o irridenti preoccupiamoci perché in Italia non ci sono le condizioni per installare o trattenere grandi gruppi industriali.E successo quello che chiunque avesse un briciolo di onestà ed intelligenza aveva previsto già anni fa, all'inizio di questa storia, la Fiat non è più un'azienda italiana ma una multinazionale americana e come tale si comporta, niente di nuovo o di sorprendente.Invito ad andarsi a rileggere certi commenti, di alcuni anni fa, di certi dirigenti uil e cisl o di qualche ministro dell'allora governo Berlusconi per capire la loro lungimiranza, questo non esclude che molti altri non siano stati molto più svegli, anche tra chi si è sempre opposto a Marchionne.A quanto pare non ci si vuole rendere conto che Marchionne, validamente supportato da Elkann e dal management FIAT, in pochi anni ha fatto alcuni MIRACOLI.In primis ha preso un'azienda ormai decotta, destinata alla chiusura, neanche appetita in svendita dalla GM, priva di modelli competitivi, con una forza lavoro italiana demoralizzata ed ipersindacalizzata e l'ha trasformata in una che può guardare serenamente al futuro, con alcuni modelli competitivi (ed altri che verranno quando il mercato riprenderà a tirare), con Pomigliano completamente rimesso all'onor del mondo e con un contratto di lavoro adeguato ad una moderna azienda manifatturiera.Poi ha coraggiosamente acquisito Chrysler, l'ha rivoltata come un calzino e l'ha rapidamente portata dalla bancarotta alla solida profittabilità (di cui si sta avvantaggiando FIAT) facendo ciò di cui i tedeschi della Daimler non furono capaci nonostante enormi mezzi profusi (e persi). Purtroppo per la sciocca ostinazione della Merkel non ha potuto far lo stesso con la Opel che, non a caso, perde soldi come un colapasta.Per questo meriterebbe solo ampie lodi. Ma i provincialotti di casa nostra (inclusa la maggioranza dei politici più la CGIL) sono solo capaci a gracchiare. Evidentemente preferivano i bei tempi in cui potevano ricattare FIAT coi sussidi forniti in cambio di occupazione fasulla e inutile. Marchionne non è condizionabile e ciò a loro dà MOLTO fastidio.Termini Imerese è ad oggi una cattedrale del deserto non efficiente (lo dico da siciliano), come mai nessun altro costruttore a parte il tentativo ridicolo di DR ha valutato l'opzione di acquistare quello stabilimento? Perché fu costruito dove non doveva essere costruito grazie alla bella politica che gli Agnelli hanno portato avanti per decenni con i nostri politicanti. A Melfi sono in cassa straordinaria per ristrutturazione perché faranno 2 nuovi modelli... certo meglio fare come altrove... licenziare gli operai mentre si creano le nuove linee... Grugliasco è già un successo e Mirafiori seguirà (certo non si possono immaginare gli stessi volumi di produzione di quando non c'era praticamente concorrenza e i marchi stranieri non riuscivano a penetrare il mercato come fanno adesso). Cassino invece è il punto focale del nuovo rilancio Alfa... rilancio iniziato con una vetture di nicchia come la 4C (auto che serve per sponsorizzare il marchio premiata come migliore auto 2013 in mezzo mondo... solo da noi qualcuno ha sempre da ridire). La realtà è questa... Il gruppo Fiat ha 70.000 dipendenti in Italia... e oltre 200.000 in totale in tutto il mondo... pensarla come semplicemente una azienda italiana è allucinante... e nessuno che parla dello straordinario risultato di Maserati...

Mostra altro
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>