Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Libertà di stampa, relatore Onu ignorato dal governo: “Monti? Come B.”

30 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 

Frank La Rue, uno dei responsabili per la protezione della libertà d'espressione per le Nazioni Unite, sorpreso: "Con il Cavaliere potevo capirlo. Ma l’atteggiamento del nuovo governo, tecnico e con incarico temporaneo, è inspiegabile"



 Volete che Super Mario sia da meno di Super Silvio Sire di Arcore e Imperatore di Italialand? Ci sono voluti quasi vent'anni al Nanonero per farci conquistare gli ultimi posti nella classifica sulla libertà di stampa. Ci vuole coerenza, che diamine! Al voto al più presto, vuotiamo l'acquario dove questi pesci di fondale sguazzano nelle melmose e torbide acque della politica. Chiudiamo le porte per sempre a chi ci ha derubato di tutti i diritti e prima di tutto della verità.
Se a La Rue fosse stato consentito di assistere alla pagliacciata delle nomine dei membri dell' Agcom Berlusconi un minuto dopo avrebbe fatto cadere il governo; l' Agcom e le dinamiche interne che la regolano sono una schifezza!.La società civile in Italia non ha praticamente alcuna consapevolezza delle problematiche chiave del Paese (con la conseguenza che essa è sostanzialmente assente nella vita pubblica). La colpa è al 95% dei media, quali principali produttori e divulgatori dell’informazione stessa.Consiglio a La Rue un giretto "in incognito" agli studi RAI (i cui dirigenti sono di nomina governativa, e già qui ce n'è abbastanza per parlare di regime mediatico) e Mediaset (casa di tolleranza e rifugio di imputati legalizzata da Craxi, morto latitante), o presso le testate giornalistiche storiche: Corriere della Sera (morto e sepolto da anni), Repubblica (finta opposizione), il Giornale (Montanelli si sta rivoltando nella tomba), Panorama (gruppo Silvio)... Allora forse capirà che la l'informazione in Italia è stata premeditatamente "oscurata" e occupata dagli autori dei soprusi che hanno contraddistinto la seconda parte del secolo scorso italiano, e che oggi siedono al governo e si possono permettere di tenere per sè segreti di stato inconfessabili.Caro La Rue, qui comandano la chiesa e l'industria insieme alla mafia, con la complicità dei governanti-fantoccio e con la supervisione di usa e uk.Il sistema servilistico in Italia c' e' sempre stato,giornalisti che scrivono per farsi belli ai potenti,arbitri che fischiano rigori per far carriera etc.,un brutto vizio italico.Obbiettivamente ha ragione il commissario,cosa ha da nascondere un governo tecnico a termine ?.Probabilmente di tecnico c' e' poco e vi e' molto di politico,nel senso di servilismo ai gruppi bancari e finanziari con l' obbiettivo di impoverirci tutti e comprare le nostre imprese per pochi euro !!. Monti se sei un uomo libero,un tecnico super partes,svincolato dai gruppi di potere economico/massonico e metti a disposizione le tue capacità in modo trasparente e disinteressato,per cercare di risollevare le sorti della nazione,allora non avrai problemi ad accogliere gli osservatori internazionali.se invece non è così ed in più le tue speranze di ottenere un secondo mandato senza candidarti alle elezioni,si affievoliscono giorno dopo giorno;allora i sovracitati gruppi di interesse,giocheranno le loro ultime carte cercando di ottenere il massimo,nel tempo che ci divide dalle prossime consultazioni!.Ora e Evidentemente c'e' stato uno scambio di favori tra Italia e Guatemala:Loro ci hanno spedito Frank La Rue, sgradito in Guatemala . Noi (cioe' Lor Signori) gli abbiamo spedito Ingroia, sgradito ai poteri in Italia.Per il resto. Con Monti, si passa dal pacchiano conflitto di interessi di Berlusconi; al metodo anonimo, felpato  e secretato di Trilateral, Bloomberg e Goldman Sachs contro la democrazia sostanziale dei popoli.Sara' il conflitto prossimo futuro. Il capitalismo reale contemporaneo, transnazionale e anonimo, contro le democrazie che fondano la sovranita' sulla volonta' popolare (secondo le costituzioni formali).Non solo di Casta si tratta. Ma di "caste".
Signor La Rue il popolo italiano rispetto a tanti  altri popoli ha una tolleranza esagerata ed è molto disunito, per questo i politici che governano ne approfittano sempre mettendo a rischio la democrazia che è già molto debole. Da molto tempo chi è al potere ha imbavagliato in diversi modi la libertà di informazione, facendo spesso vedere le cose in modo sbagliato per non sfavorire chi governa. Insomma più siamo ignoranti e meglio è per loro, ma le cose stanno cambiando e se ne accorgeranno quando si andrà al voto!! 
Mostra altro

Vede Cardinale Bagnasco, i poveri sanno soffrire con dignità, mentre i ricchi hanno l’arroganza di voler far pagare le loro “agiatezze” ai poveri ed anche con gli interessi…

30 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA

 



 POVERO VATICANO.  Imu  : Bagnasco, scuole cattoliche a rischio senza gli aiuti
 ''Sarebbe molto grave se dovessero chiudere'' le scuole paritarie cattoliche: lo ha detto il card. Angelo Bagnasco, presidente della Cei, interpellato a margine dell'XI Forum del progetto culturale. Per il cardinale, secondo quanto riferisce il Sir, ''c'e' preoccupazione soprattutto per la mancanza di contributi'' alle scuole private. A questo proposito, il presidente della Cei ha segnalato come urgente ''quello che lo Stato sarebbe giusto riconoscesse non tanto agli istituti scolastici, quanto alle famiglie, che hanno diritto a scegliere per i propri figli l'istruzione che ritengono piu' idonea''. ''Data la mancanza di questo contributo alle famiglie - ha proseguito - le scuole cattoliche si trovano in grandissima difficolta'. Sarebbe molto grave se dovessero chiudere, sia per i genitori, sia per l'intero sistema scolastico''.

Bagnasco pensi a problemi più gravi come a 3 milioni di dissocupati. Che chiudano pure le loro scuole e i ragazzi tornino tutti ad andare in quelle pubbliche tanto quelle paritarie non danno nulla in più di istruzione.Inconcepibile per quale ragione i cattolici dovrebbero avere delle scuole per sé, a spese della collettività? Perché non dovremmo dare soldi alle scuole coraniche, se diamo soldi a quelle cattoliche? E gli atei? I cattolici non possono frequentare la scuola pubblica, come tutti gli altri? Che cosa glielo impedisce? Si invoca la "libertà di educazione". Giustissimo: infatti ognuno è libero di istruirsi privatamente, se lo crede. Ma è un fatto suo personale, e deve essere a suo carico esclusivo. La legge n.62 del 2000 proposta da Berlinguer, tuttora in vigore, è stata una delle pagine nere della nostra storia repubblicana. Un governo dignitoso dovrebbe abolirla, per il suo palese spirito anti italico ed anti repubblicano. Sono scuole private in un Paese dove esiste una scuola pubblica. E' la scuola pubblica che il Governo deve finanziare. Le scuole private, cattoliche o non, facciano pagare l'IMU a chi può pagare. La protesta della Chiesa non ha senso.Ripeto Privato è una scelta personale, non un obbligo. la Chiesa cattolica che riceve indebitamente una carrettata di danaro dallo stato italiano, deve smettere di lagnarsi e cominciare a fare quello per cui quel povero Gesù l'ha fatta nascere, tra le quali manifestare che le persone sono tutte uguali senza privilegi. La libertà di religione è un diritto fondamentale dell'uomo, ma è un diritto privato da gestire nel proprio intimo, questo paese non è uno stato religioso ma laico, tale deve rimanere. questo stato ha una costituzione che garantisce la scuola pubblica, se ci sono soldi si possono dare fondi alle private, altrimenti no, il dovere dello stato italiano è dare servizi dignitosi a tutti, non solo alla parte che se lo può permettere. Altrimenti cambino la costituzione.Se non potranno pagare le rette, tutti andranno alla scuola pubblica... e allora? Cosa cambia rispetto alla situazione attuale??? Che la scuola statale è malandata lo sappiamo tutti, tranne la chiesa e i benpensanti clericali come voi...ve ne siete accorti adesso? Adesso che c'è crisi e tutti siamo chiamati a fare sacrifici?? Voi ora vi rende conto che il 'resto' delle scuole tranne la vostra d'elite è con la canna del gas in bocca?? Invece di essere grati a chi si impegna per la scuola pubblica, ce la prendiamo perche la chiesa deve pagare quattro euro di tasse!!! Bagnasco vive sulla luna!! Ma voi da cattolici non vi arrabbia vedendo i vostri capi girare con annelloni d'oro e con conti in banca allo Ior a 6 zeri? Paghi il clero e stia zitto! Fa reddito con i suoi immobili? Paghi! Il resto è aria fritta.Forse è giunta l'ora di mettere da parte tanta ipocrisia! A Sua Eminenza Cardinale Bagnasco ricordo che la Chiesa cattolica possiede tante ricchezze da poter comprare l'intero Stato Italiano, senza piangere ed elemosinare un trattamento differenziato dell'IMU per le scuole cattoliche, quando i veri poveri sono costretti a pagarla per le loro modeste abitazioni. Sentire queste parole da un Alto Prelato non fanno bene a me (che sono un cattolico) e credo a tutti i restanti cattolici. La Chiesa metta a disposizione delle scuole cattoliche i miliardari "lasciti" ed apra i forzieri dell'IOR ed altre banche di sua proprietà, vedrà che riuscirà a pagare l'IMU come il resto dei cattolici e non, evitando di mandare messaggi trasversali. Se poi, proprio non ci riesce, prenda consigli dal Premier Monti sul come aumentare le tasse, in questo caso le rette. Vede Cardinale Bagnasco, i poveri sanno soffrire con dignità, mentre i ricchi hanno l’arroganza di voler far pagare le loro “agiatezze” ai poveri ed anche con gli interessi…

Mostra altro

La sistematica distruzione del paese è in corso da anni

30 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA

 

Lavoro, Istat: “Record disoccupati dal 1992, sono 2,87 milioni”

Nei dati del mese di ottobre, anche il tasso dei senza lavoro dei 15-24 enni è pari al 36,5%, ovvero in aumento di 0,6 punti percentuali rispetto al mese precedente. Il 58% di chi è part time non è riuscito a trovare un impiego a tempo pieno



 Anzi da decenni. Nessuna politica demografica, immigrazione di massa, imbarbarimento della popolazione con la televisione, deindustrializzazione, precarizzazione, indebitamento collettivo. Eccoci ormai al grande passo: far sparire anche l'illusione dell'economia di servizi finti che era cresciuta come una neoplasia negli ultimi decenni. Non so voi, ma io tutto questo lo chiamo "genocidio al rallentatore". Sarà al rallentatore ma sul lungo periodo il risultato è lo stesso.
Mentre il mondo andava avanti a velocità supersonica, la nostra politica per oltre 20 anni ha pensato solo ed esclusivamente, alle proprie beghe di cortile, governi e governicchi tutti dèditi a trovare la soluzione su come accomodarsi meglio sulle poltrone, ad aumentarsi stipendi (più o meno in modo "discriminatorio" vero Corte Costituzionale?) a curare gli interessi di questo o quello chi sa a quale profitto, non una politica economica, non una politica industriale, non una politica di sviluppo (e non di crescita si noti bene) ..con tutto ciò basta vedere i sondaggi, non si va piu a votare (43% degli italiani non andrà a votare) come se la soluzione ai problemi possa essere quella del disinteresse, del restante 57%, il 30% votera PD, il 16% il PDL, il 5% l'UDC, poi senti in giro la gente che si lamenta.Disoccupazione al 11,1%il tasso sarà il più alto dal 2004 ma in valore assoluto è il numero di disoccupati più alto della storia della Repubblica ! Bene ! l'"austerità espansiva" (ipse dixit) del governo MM (Monti Merkel) continua a dare i suoi frutti. Non temete ! La rispresa è dietro l'angolo anzi, come dice l'ineffabile Monti: "..la ripresa è dentro di noi". La Grande Europa capitanata dal prode alleato germanico contnua la propria corsa verso la fame e la rovina. Come lo chiama Paul Krugman (grande economista, ma sul serio non come Monti): "il patto suicida dell'europa". Non importa ! il sogno del grande e paradisiaco stato paneuropeo (sempre sotto la guida illuminata della Germania) viene prima di tutto, anche della vita dei poveri cittadini, cosa sono fame e miseria di fronte alla prospettiva della Grande Europa Unita (unita si fa per dire) ? Mi chiedo perchè Santoro non si rimette a cantare "Bella Ciao".....ah dimenticavo....Silvio non c'è più e quindi va tutto bene.Le persone non spendono più = meno produzione = meno commercio = meno occupazione, mi preoccupa a dire il vero il prossimo futuro: le aziende prima di licenziare, utilizzano vari ammortizzatori, ne consegue che il peggio cioè la "ondata di piena di disoccupazione" si verificherà tra gennaio 2014 e giugno 2014 ovvero tra 12 18 mesi, oggi è ancora presto CI ASPETTANO ANNI TERRIBILI.
MA NON PREOCCUPATEVI 
disoccupati sono di più (circa tre volte) i dati ufficiali, ma non è questo il punto. Il punto è che nel 2013 ci sarà la ripresa. No, non nel 2013, nel 2014. O nel 2015. Ma ci sarà, prima o poi ci sarà. S'è mai vista una recessione durare in eterno? No che non s'è mai vista prima d'ora. E dovrebbe proprio essere questa la prima volta? Prima o poi le cose cambiano perché qualcosa succede. Una rivoluzione, ad esempio. O una guerra. A voi la scelta.

Mostra altro

Servizio Pubblico, Forse sarò un po’ malizioso, ma ho trovato un velo di fazioso cinismo anti Bersani !

30 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #CRONACA

 


Santoro e Travaglio sempre meno credibili! Una trasmissione intera per dar spazio al 'ciancione'  Renzi, mentre Firenze affonda nella melma in mezzo a buche e imbrogli contabili (vedi Corte dei Conti). Per attaccare Bersani, dopo che la stessa biga Santoro-Travaglio aveva qualche settimana fa' difeso persino il ladrone Di Pietro!  Dovrebbero piuttosto occuparsi di Casini, che con il 5% controlla molto in Rai e in tanto altro. Rottamare Casini, da 20 anni in parlamento senza esser mai servito a nulla, se non ai propri interessi!.Ieri sera Travaglio sembrava una vecchia zitella isterica che ,respinta da un uomo sposato, comincia a mettere in giro voci sulle di lui infedeltà coniugali ... una specie di Attrazione Fatale...
Questo Servizio Pubblico sta rischiando di diventare privato.. nel senso che se le accuse sul nulla vengono fatte a Di Pietro (di cui Travaglio è fiero sostenitore) allora si fa un'intera puntata riparatrice, nel caso di Bersani invece se le costruiscono ad hoc... dopo quella fumosa sulla CMC ecco l'Ilva a tre giorni dal ballottaggio delle primarie con Renzi (a cui Travaglio si è guardato bene di chiedere conto di tutti i finanziamenti avuti per questa campagna).
Bersani ha preso i soldi da Riva (prima di diventare ministro) li ha dichiarati e non ha fatto mai nessun atto che fosse un favore all'Ilva. Non ha ricevuto soldi dal partito per la campagna elettorale del 1996 non essendo candidato a nulla se non a parlamentare (il partito mica paga le campagne dei singoli deputati !!!) quindi non è un ingordo.
In tutti i paesi ci sono sponsor dei politici. Anche Obama ha preso i soldi dalla Coca Cola e dalla Apple.
Fino a quando non farà una legge che obbliga gli americani a bere Coca cola mentre sfogliano l'Ipad,nessuno glielo rinfaccerà mai...ma qui siamo in Italia.. dove si fa giornalismo col gossip...Non capisco che significato, nel contesto della trasmissione, avesse una nuova presenza di Renzi, se non per dargli una nuova opportunità di parlare di ciò che non ha fatto la “vecchia” sinistra in passato,con un piccolo omaggio fornito da Travaglio con quei “casuali “ riferimenti ai finanziamenti ricevuti da Bersani  e alle “sospette” firme di Vendola su provvedimenti per l’Ilva….Il sindaco, da magnanimo, ha però precisato, nonostante la sollecitazione di Santoro, che lui non ne voleva approfittare , certo della onestà intellettuale di Bersani !!!!! Busi, altra insulsa presenza , nel contesto generale, Crosetto,figura che più che rappresentare la faccia di un governo di centrodestra pareva portare istanze più da sinistra sindacale che da berluschiano liberismo .La sola inattesa e non prevista presenza del ministro dell’ambiente ha ridato un tono di dibattito vero che non mi pareva vi fosse fino ad allora alla trasmissione, forse allestita per parlare si, degli enormi problemi dei lavoratori e dei cittadini d Taranto, ma anche per perseguire altre non chiare tesi  sul futuro candidato di centrosinistra.Forse sarò un po’ malizioso, ma ho trovato un velo di fazioso cinismo anti Bersani !.Poi per una volta sono d'accordo con quel che dice Monti quando parla di crosta.In effetti, non contano tanto le posizioni e le manovre elettorali di Berlusconi, di Casini, di Montezemolo, di Bersani o Renzi o Vendola, quanto ciò che farebbero una volta "conquistato" il governo.Apparentemente resta un mistero, in realtà sono tutti d'accordo, pronti ad eseguire gli ordini di Monti mandatario dell'Europa dei banchieri, senza dirlo chiaro agli italiani.Non perché se ne vergognano, come dovrebbero, ma perché farebbe loro perdere voti. Monti, invece, che non ha avuto e non intende avere alcuna investitura popolare, ha avuto l'ardire di fare quel che ha fatto e di dire che proseguirà l'opera anche più a fondo e più a lungo.Egli non attacca mai apertamente i principi della Costituzione, come gli suggeriscono astutamente le lobbies sotto la crosta, ma svuotando progressivamente le prerogative statuali poste a difesa dell'interesse pubblico.Per intenderci, non privatizza il servizio sanitario nazionale, ne taglia i rami fino a ridurlo in un tronco senza vita. D'altronde è un tecnico bocconiano, con una carriera di successo nei circoli dominanti del pianeta, che queste cose ha imparato a farle egregiamente.

Mostra altro

La svolta del ITALIA: sì ad Abu Mazen

30 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #MONDO

 



 “Il premier italiano Mario Monti ha parlato con me e mi ha chiesto della risoluzione. Io gliel’ho spiegata e gli ho assicurato che prenderò in esame tutte le richieste di cautela che mi faceva, e lui mi ha detto che avrebbe preso una decisione il giorno del voto”. Così Abu Mazen ha anticipato ieri sera con quanta attenzione il presidente del Consiglio Mario Monti stesse seguendo ormai da giorni la questione del voto dell’Italia sul’ammissione della Palestina al’Onu come. Monti ha telefonato lunedì ad Abu Mazen per avere informazioni sulle intenzioni del’Anp, mentre ancora doveva decidere se scegliere l’astensione o il voto favorevole. Alla fine l’Italia ha deciso: non ha votato “no” come chiedeva il governo di Israele, non si è astenuta, come pure hanno fatto i paesi europei (vedi Germania) più vicini a Gerusalemme. Ma ha scelto il “si”, che la schiera dalla parte di Francia, Spagna e dei nordici tradizionalmente più impegnati a favore dei palestinesi.

Una grande decisione nella direzione giusta, a sostegno del sogno di milioni di palestinesi che guardano verso un futuro prospero per i loro figli e per i figli dei loro “cugini” israeliani. Da oggi la nostra Patria Italia, ha mostrato di essere capace di prendere decisioni importanti che la collocano tra i paesi che appoggiano la legalità internazionale e contribuiscono alla pace mondiale.Credo che questa operazione sancirà un nuovo corso nella situazione in Palestina. Una svolta per la pace, duratura e definitiva. D'altronde anche Ehud Olmert, l'ex premier israeliano, fatto fuori in modo molto strano, a mio avviso perchè fu uno dei pochi ad appoggiare la pace tra i due popoli, ieri ha dichiarato che ora si apre una seria prospettiva per la stabilizzazione dell'area; una sorta di trampolino di lancio per una seria soluzione di pace. E' chiaro che una forte e agguerrita frangia politico-religiosa dello stato d'Israele non accetterà mai una cosa del genere, in nome anche di una devianza 'messianica' di stampo escatologico che vuole lo stato d'Israele il 'messia' atteso dagli ebrei.
Gli israeliani arroganti piu che mai dovrebbero essere soddisfatti di avere usurpato le terre dei palestinesi ma quando è stato creato israele non avevano diritto anche i palestinesi ad avere un loro Stato ??.Perchè non è stato istituito allora ??
Di chi le colpe di questo stato di cose ??.Allora questo riconoscimento, anche se tardivo, è sacrosanto e speriamo possa servire veramente al conseguimento della pace.La Palestina ottiene il 30/11/2012 ciò a cui aveva diritto già 100 anni fa: pari dignità e autonomia a livello internazionale; a cui aveva diritto, a maggior ragione, perchè il popolo palestinese da sempre è stanziato in quella terra. Curioso poi come per gli Stati Uniti concorre alla pace significhi non riconoscere manco lontanamente la sovranità a un popolo che la rivendica legittimamente. Chi mi sa cogliere il nesso logico? Eppure l'"autodeterminazione dei popoli" è sbandierata ai quattro venti per Kosovo, Cecenia, Tibet ecc. Come spiegare l'oscuro arcano, illuminatemi?.Ma quanto conta la finanza ebraica in USA per rendere qualsiasi amministrazioe, democratica o repubblicana che sia, un dolcissiomo strumento nelle loro mani? Quanto conta il voto della comunità cubana di Miami per condizionare qualsiasi amministrazione nelle relazioni con Cuba? Possibile che anche il premio Nobel per la pace (?) Obama non sia capace di far uscire un vagito da quella bella bocca a 32 denti che più splendenti non si puo quando si parla di Palestina e di embargo?.Le migliaia di omicidi "a sangue freddo" commessi da Israele (da un governo ufficiale, non da terroristi fuori controllo) non dovrebbero lasciare alcun dubbio sulla sua illegalita', ma gli USA continuano a fiancheggiarlo come se fossero una sua lontana provincia. Se fossi Obama mi vergognerei.”Il mondo – secondo Netanyahu  ha visto un discorso sobillatore, di tono velenoso, pieno di propaganda menzognera verso le forze armate israeliane e i cittadini israeliani”. La risoluzione dell’Assemblea generale, per il premier israeliano è comunque priva di significato e non cambierà alcunché sul terreno. I palestinesi hanno infranto gli accordi con Israele, e Israele agirà di conseguenza”.Quindi, la risoluzione dell' ONU sarebbe priva di significato?.Forse è questo che hanno pensato anche gli arabi nel lontano 1948...Mi piacerebbe che il "signor" Netanyahu mi ricordasse come è nato lo "Stato ebraico".Forse, con una risoluzione priva di significato?(chiamasi ironia per chi non l'avesse capito).Sarà mai che il premier israeliano ha paura della corte di giustizia internazionale?.E chi lo sa?.Solo una cosa è certa:nei prossimi mesi, vedremo se l' Onu conta davvero qualcosa,se l'opinione pubblica mondiale ha il minimo valore, per il popolo eletto.Per concludere ce da tener sempre presente che  NON ESISTE NESSUN POPOLO EBRAICO. esiste solo la religione ebraica. gli ebrei che hanno popolato quelle terre nel XX secolo NON hanno NIENTE a che vedere con la Palestina. sarebbe come se ad un certo punto alcuni cristiani cinesi vessati dal governo comunista pretendessero di avere uno stato loro all'interno del italia(la padania con Milano che pretenderebbero loro capitale) in quanto culla della loro religione.Qualcuno ci ha provato lasciandoci le corna.E durissima, ma non è altrettanto dura nei confronti di chi ha imposto, arbitrariamente,  una risoluzione che ha acceso una continua guerra "di liberazione".Certo l'obbiettivo di Israele è anche non dare voce alla Palestina, se potesse la cancellerebbe definitivamente con la prepotenza e la forza militare di cui dispone, già lo fa sottraendogli continuamente territorio .L'Onu, con questo atto formale, è il minimo che potesse fare per i palestinesi.

Mostra altro

L'Italia vota sì all'ingresso della Palestina all'Onu. Israele «molto delusa»

29 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 

La posizione italiana si è chiarita nelle ultime ore, il voto sarà favorevole. Dura reazione dell'ambasciata israeliana a Roma: "Siamo molto delusi". Il voto alle 21, Abu Mazen può contare sul sì di 140 dei 193 Paesi membri dell'assemblea. L'Unione Europea si presenterà divisa e gli Stati Uniti voteranno contro. Clinton: "Non serve a niente. La pace passa solo dai negoziati"

Gli equilibri mondiali stanno cambiando velocemente e finalmente gli arroganti non trovano piu' molti appoggi internazionali !
Ogni popolo ha diritto ad uno stato legalmente riconosciuto e speriamo che in futuro anche la lotta tra le 3 religioni monoteiste finisca;sono state create per dividere i popoli,per creare sempre motivi di odio e conflitti.
L' Italia dopo aver temporeggiato ne esce bene e conoscendo l' abilita' e l' astuzia del nostro Presidente, credo che veramente stiano cambiando gli equilibri di potere nel mondo,altrimenti si sarebbe nuovamente accucciato sotto l' ala degli USA !
Credo che ormai il cartello dei non allineati con a capo Russia,Cina e Iran la fara' da padrone in futuro,speriamo che siano meno arroganti di coloro che hanno comandato finora !!.Se si esclude l'importanza simbolica , l'effetto maggiore è l'accresciuta possibilità di denunciare  "l'unica democrazia del mondo" alla corte di giustizia per i crimini contro l'umanità.
Staremo a vedere.... dipenderà dai giudici  e dalle pressioni cui saranno sottoposti.Essere bollato come antisemita o peggio non piace a nessuno.Basta ricordare a che trattamento è stato sottoposto il Giudice Goldstone , verosimilmente di origine israelita , per aver messo nero su bianco le terribili atrocità commesse a Gaza nel 2008 allorchè santificarono il Natale.
Comunque sembra un passo avanti e non capisco come , pur essendo in malafede , si possa sostenere che non aiuta il processo di pace.  Peraltro conferisce un minimo di autorevolezza ad Abu Mazen , la parte non " terrorista " che a parole Israele e " la più grande democrazia del mondo " dicono di sostenere.Alla sig.ra Clinton , ma di cosa parla ha 40 anni che si cerca la pace, dica piuttosto la verità che voi americani non volete la Palestina per non offendere i vostri ebrei e la vostra costola Israele mentre  la Germania per non riaprire una piaga non rimarginata assieme a voi dice no  e così la chiudiamo, mi domando, come mai l'Italia ha detto si? Ci sono, il Vaticano, è stato sempre dalla parte dei palestinesi, specialmente il Papa polacco e siccome c'è molto Vaticano al governo .....o no.E' vero, negli ultimi anni ci sono stati dei disaccordi sul fatto che io sono io e tu non sei niente e ho dovuto cacciarti dalla tua terra, abbattere la tua casa e uccidere i tuoi parenti, i tuoi amici e mi sono costruito un bel posto a tue spese, ti obbligo a vivere nella povertà, nella miseria, nell'umiliazione continua e ti tengo al guinzaglio per la mia sicurezza grazie anche all'appoggio dei miei potenti amici che mi danno ragione e mi deluderebbe se tu avessi una benchè minima voce in capitolo ma amico, la mia mano resta tesa verso la pace....Certe volte proprio non ti capisco amico...USA O ISRAELIANO.Israele gli ha rubato la terra alla Palestina, è sacrosanto che il popolo palestinese possa vivere in santa pace nella sua terra accanto agli ebrei. Non riconoscerlo è vergognoso, per tutti quei morti innocenti da ambo le parti, i bambini, le donne, gli anziani che sono stati uccisi anche di recente. Si mettano intorno ad un tavolo e trovino il bandolo della matassa che se è anche molto ingarbugliata, con la buona volontà da ambo le parti si può fare qualsiasi cosa. Ovviamente qualsiasi forma di estremismo deve essere bandita e gli  Stati importanti si devono prestare per controllare qualsiasi atto di terrorismo, controllando sia Hamas che gli estremisti israeliani, aiutando così il dialogo per una pace definitiva.
Un piccolo passo, ora serve più severità per poter imporre decisioni serie a terminare un massacro inutile ed anacronistico, Israele, proprio per i trascorsi nel secolo scorso, deve decidere se comportarsi civilmente o da nazisti, altrimenti non avranno, mi correggo, non avremo, imparato niente ed il massacro continuerà in secula seculorum.
Mostra altro

Il guru di Omaha Buffett: “Ok a tassa sui ricchi. Ma sopra 500mila dollari” E’ una presa per il culo se è in malafede, una fesseria se è in buona fede. Cambierebbe poco o nulla.

29 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA

 



Il guru di Omaha Buffett: “Ok a tassa sui ricchi. Ma sopra 500mila dollari”


E’ una presa per il culo se è in malafede, una fesseria se è in buona fede. Cambierebbe poco o nulla.

Mentre Grillo pensa che il problema sia Bersani e Bersani e gli altri pensano che il problema sia Grillo e la sua antipolitica i capitalisti, l’alta finanza, gli speculatori, aspettano che si vada a votare per continuare come prima e più di prima a fare i loro interessi.
Per la pace sociale basteranno le solite briciole e le classi intermedie che si accolleranno il compito, insieme a tutta l’informazione di regime, tutti i giornali, di farci la predica che il sistema capitalista è il migliore perchè abbiamo visto i mali che il comunismo reale ha fatto nel mondo.
Il comunismo reale ha poco più di cento anni, il capitalismo almeno sei volte di più.
Cosa ha creato il capitalismo se non una moltiplicazione di poveri vittime dello stesso consumismo iniettato dal capitalismo per fare profitti?
Ma davvero pensiamo che la soluzione del problema sia la crescita infinita? Dovremmo prendere i nostri mobili, i nostri elettrodomesyici, i nostri pc, le nostre televisioni a mazzate per creare nuovi consumi?
O affideremo tutto alle mode, all’ultimo modello, tanto avremo il cervello talmente spappolato dal mercato che anche i precari, i disoccupati, faranno debiti per comprare l’ultimo modello di telefonino.
Magari con la pensione del nonno.
Se, come io ritengo, il problema è il capitalismo allora è necessiario che ci sia una sinistra forte, unita, veramente rivoluzionaria che pensi all’uomo del futuro e non alle nuove carte di credito.
Se i movimenti, chiunque siano
 i loro ideologi, vi dicono che sono il nuovo, il futuro e disconoscono gli unici ideali che hanno fatto progredire il lavoratore, la massa, portandola dalla schiavitù dei secoli scorsi ai diritti degli anni settanta e cioè la sinistra diffidate.
Sono i nuovi fiancheggiatori del capitalismo.
Se noi lottiamo e ci azzuffiamo nel cortile concesso, bontà sua, dal capitalismo globale che deciderà quando darci o toglierci il pallone, inteso come pane, sappiate che i nuovi ideologi negazionisti della destra e della sinistra non sono altro che i nuovi lacchè del capitalismo globale.
Se non si discute di lavoro, di futuro del proletariato, delle persone e dei loro diritti non cambierà niente.
Chiudo con la solita domanda ai politici vecchi e nuovi: capitalismo si o capitalismo no?
Questo è il punto.


Mostra altro

Ovvio che ci sono dei bravi capitalisti, non sono tutti banditi o evasori ma è il capitalismo il cancro e non basta che alcuni di loro facciano i bravi, si lavino la coscienza.

29 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA

 

Mentre noi ci azzuffiamo sui partiti, la destra, la sinistra e con quelli che dicono che destra e sinistra non esistono balza in tutta evidenza che è proprio una politca di sinistra che manca, direi rivoluzionaria ed anticapitalista di sinistra.
Da anni vado scrivendo che il problema non è il Pd simil socialdemocratico o il Pdl simil fascista, il problema o la soluzione non sono nemmeno i movimenti che hanno sepolto la politica e non credono alla destra ed alla sinsitra.
Il problema è il capitalismo. Il capitalismo evoluto che da produttore e sfruttatore di persone, proletari, si è fatto ancora più feroce diventando capitalismo finanziario speculatore e parassita.
Lo scrivo da anni e sono contento perchè le mie parole rimarranno nel web all’infinito e tra 20, 50, anni magari qualcuno le leggerà.
Tanto è vera la mia tesi che il nuovo capitalismo finanziario parassita non ha più nemmeno bisogno di finanziare le guerre, distruggere mezzo mondo per poi ricostruire e fare profitti.
Adesso riescono ad ucciderci tutti, a condizionarci tutti con il debito pubblico degli Stati, ne ammazzano di più con il fondo monetario internazionale che con tutti i caccia, messi insieme, della seconda guerra mondiale.
E’ solo un sistema più lento, più lento delle camere a gas e non devono nemmeno sporcarsi le mani.
Semplicemente danno un ordine ad un ragazzo di vent’anni che siede davanti ad un pc a Wall Street o  a Strasburgo quello clicca invio e fallisce un paese, lasciando milioni di vittime innocenti.
Intanto che aspettano la soluzione finale che, non avendo necessità di bombe o missili lascerà intatti i loro capitali, si godono l’autentica guerra tra poveri che sono le nostre misere discussioni tra sinistra, centrosinistra, movimenti e generazioni in lotta tra di loro. Loro hanno messo genitori contro figli, nonni contro nipoti e si godono le nostre dispute che non porteranno a nulla per il semplice fatto che chiunque vinca le elezioni non metterà in discussione il capitalismo.
Al massimo metteranno in discussione il modello di sviluppo, giusto per avere un altro secolo o due di discussioni inutili perchè, comunque, avverranno nel cortile del carcere che il capitalismo ha costruito intorno a noi.
Grazie a noi, alla nostra indifferenza.
Tav si, Tav no, ponte si ponte no, sono tutte cazzate se decidiamo di abbattere il capitalismo e ripartire da capo.
Ovvio che ci sono dei bravi capitalisti, non sono tutti banditi o evasori ma è il capitalismo il cancro e non basta che alcuni di loro facciano i bravi, si lavino la coscienza.

Mostra altro

BISOGNA ACCETTARE IL RESPONSO DEMOCRATICO ED ANDARE AVANTI CERCANDO DI PIEGARE IL FUTURO ALLE NOSTRE SPERANZE.

29 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 

Bersani e Renzi durante il faccia a faccia su Rai 1

 Sono uno dei tanti italiani che hanno la possibilità di scegliere da chi farsi eventualmente governare. Se il tutto vi sembra cosa di poco conto allora fa bene Berlusconi ad impedire certe consultazioni come ad esempio le primarie.
Il dibattito di ieri sera a chiarito alcune cose e messo allo scoperto le qualità e le lacune dei due contendenti. Al primo turno io e mia moglie abbiamo votato per Bersani, dopo ieri sera, stiamo discutendo e riflettendo in quanto sono affiorati alcuni dubbi e perplessità Perchè ….magari vergognarsi di cambiare opinione e al’ultimo istante decidere di votare per il giovanotto? In una Italia dove le vergogne sono tantissime come ad esempio il fatturato annuale della ndrangheta che si dice sfiora i 23 mliliardi di euri e naturalmente quella manica di mascalzoni che con la politica ed il finanziamento pubblico della stessa, si sono arricchiti. Questi sono i fatti concreti di cui si ci deve vergognare . Possiamo cambiare tutto ciò con un semplice gesto , votando in buona fede la persona che ti possa assicurare un cambiamento radicale , anche sui comportamenti personali di quella classe politica che ci ha rappresentato sino ad oggi? Con tutte le critiche del caso , a volte anche troppo sofisticate, credo nel’importanza di poter comunque dire la nostra con la speranza di non sbagliare ancora una volta, con la speranza di aver visto giusto con la speranza !.
Bersani, con il suo realismo, l’umiltà (..nessuno é perfetto..), la competenza, ma , soprattutto, l’apertura mentale e la seria disponibilità al cambiamento ( anche come ministro é stato l’unico a rimboccarsi le maniche e a parlare di innovazione) ha semplicemente spiazzato Renzi, che si é trovato di fronte il migliore degli sfidanti, certo, contro un Dalema o una Bindi avrebbe stravinto, ma Bersani ripeto é uomo intelligente, calmo, e giustamente prudente.
Sono quasi certo che vincerà Bersani  Vista questa situazione italiana, cercando di sfatare questa maledizione di cui è vittima da sempre la sinistra che da una parte predica l’unità e dal’altra non perde occasione di praticare divisioni e scissioni, mi sentirei per una volta coinvolto in una situazione che da una parte vede il rinnovamento del centro sinistra al’insegna dello sviluppo e dal’altro con un governo che gestisce l’attuale ed il breve periodo con l’esperienza e l’aiuto esterno di esperti. Come si sarà già capito vedrei un Governo Bersani con un segretario PD Renzi. Vendola lo vedrei benissimo nella coalizione visto che non è Pd per la segreteria e non è riuscito al ballottaggio delle primarie. Ragazzi se si partecipa ad un processo articolato non si può tornare al l’inizio perché la prima non ci è andata bene. 
CONCLUDENDO Da chiacchiere da bar fatte oggi e da commenti annoto che molti degli elettori di Vendola domenica non andranno a votare perchè non si sentono rappresentati nè da Bersani nè da Renzi.A parte che a me sembra un comportamento poco corretto poichè se si partecipa ad una qualunque competizione può capitare anche di perdere e la sinistra ha in questo una grandissima esperienza,io credo sarebbe meglio scegliere il male minore poichè poi non ci si può lamentare che se per esempio vincesse Renzi, SEL sarebbe all’opposizione e se vincesse Bersani in base ai voti ottenuti si evincerebbe subito il peso del partito di Vendola nel ballottaggio ed il peso contrattuale sarebbe proporzionale ai voti travasati nel segretario PD.Comunque sarebbe meglio chiarirsi ancora sul’eventuale alleanza perchè già da certi discorsi riappare lo spettro della nefasta Unione e sarebbe un altro incubo dopo quello del 2006-2008.

Mostra altro

CARO PROFUMO.Non devi parlare con Monti. Devi parlare con NOI perchè i soldi sono NOSTRI.

29 Novembre 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 

CARO PROFUMO.Non devi parlare con Monti. Devi parlare con NOI perchè i soldi sono NOSTRI. Il termine paritario, poi, fu un'invenzione di D'Alema per dare i NOSTRI soldi alla Chiesa, aggirando la COSTITUZIONE. Se qualcuno vuole la scuola PRIVATA, nulla da eccepire, ma se la paga dalla A alla Z.


 

Niente Imu alle scuole paritarie? Ministro Profumo: “Ne parlerò a Monti”

Il titolare del dicastero dell'Istruzione ha annunciato che proverà a convincere il presidente del Consiglio a esentare la particolare categoria di istituti scolastici dal pagamento della tassa sugli immobili. Il tutto dopo l'appelo dell'Agesc e al deputato Luisa Santolini dell'Udc

Ma da dove esce questo?
La scuola DEVE essere pubblica, in toto.Secondo la Costituzione (articolo 33) "Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato."Gli oneri invece ci sono, e per di più pretendono di continuare a non pagare l'IMU. Un Ministro NON PUO' dire che si farà latore di una richiesta che contrasta i dettami della Costituzione sulla quale ha giurato, specie in un periodo come questo.Lo Stato usi i soldi derivanti dalla cessazione dei benefit alle scuole paritarie e dall'IMU per le medesime per migliorare l'edilizia scolastica (nel frattempo si creerebbe anche del lavoro proprio nel comparto edile) e l'offerta formativa della scuola pubblica, dalla quale deve uscire la classe dirigente di domani.Non è sufficiente che le scuole paritarie percepiscano pesanti sovvenzioni dallo stato italiano,e che intaschino rette faraoniche,ma che  ora debbano essere anche esentate dal'IMU è sinceramente troppo sopratutto per chi paga ,come la stragrande maggioranza degli italiani(i lavoratori dipendenti e i pensionati)tasse esosissime che rasentano il 50% del reddito.Com' è sta storia?.Da una parte Monti accenna alle probabili difficoltà di mantenere la sanità accessibile a tutti e dall'altra qualcuno del suo goveno si fa portavoce delle lamentele delle scuole private che non vogliono pagare l'IMU? Il Consiglio di Stato non ha appena detto che la devono pagare? Ma questi personaggi si coordinano tra loro o pensano che  paghiamo loro stipendi astronomici per fare confusione?.Con la negazione della libertà di scelta educativa???? ma stiamo scherzando?!?! non vuoi mandare tuo figlio alla scuola pubblica, benissimo, libero di farlo ma paghi e lo mandi in tutte le scuole private di questo mondo.....non ci vedo nessuna privazione della libertà di scelta in questo.E allora, di grazia ,,, perchè se negli ultimi tre anni che si è compiuto il più grande licenziamento di massa della storia della Repubblica nella scuola pubblica ( 150 mila persone ) ora invece dovremmo preoccuparci di non ripetere l'esperienza con quelle dei padroncini privati ?.Trovatevi un altro lavoro, andate a zappare, se proprio non ce la fate a mantenervi nel lusso solo con le rette dei ricchi genitori che vi affidano i loro stupidi figli ,,, proprio come hanno dovuto fare purtroppo quei centocinquantamila addetti della scuola pubblica per consentire a voi e alle banche di non fallire.E non ci fate la lagna, non frignate come fanno i preti. Semplicemente quindi ,,, Pagate le tasse !! .Come tutti noi persone oneste .

Sono tanto credente  quanto contrario all'ingerenza delle gerarchie ecclesiastiche negli affari dello Stato Italiano che è uno stato LAICO. Io non vivrò abbastanza per vederla, ma arriverà la fine di questa emorragia di soldi italiani in direzione del Vaticano,  uno stato estero sanguisuga che si fa pagare in moneta sonante per svolgere quella che dovrebbe essere una missione.Non mi sembra che Gesù, affidando a Pietro l'edificazione della sua Casa, gli abbia detto anche di farsi pagare profumatamente.Caro sig. Ministro Profumo, dopo aver parlato con Monti  parlatene  anche con noi che la paghiamo e   paghiamo anche Voi per  governare questo Paese e non per fare favori ogni volta    a qualche casta particolare.
MI SA CHE Ci sono due Costituzioni quella "scritta" dai Padri fondatori della Repubblica e quella "usata"  nelle consuetudini Parlamentari, non mancherà il denaro per il promesso intervento del ministro profumo al privato cui fa schifo frequentare la scuola pubblica. Giusto abbiamo ancora una sanità nazionale da demolire. Il prossimo annunciato intervento sarà uno dei mezzi per risparmiare il denaro necessario a finanziare larve nullafacenti, preti, suore e poveri 
Mostra altro
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>