Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Mi raccomando ora mandiamo la celere per manganellare questa povera gente che da un giorno ad un altro rischia di trovarsi senza lavoro con tutto ciò che ne segue.

2 Agosto 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #LAVORO


il corteo 



Dopo due cortei che hanno attraversato la città l'intervento di Maurizio Landini è stato interrotto da un gruppetto di persone vicine ai Cobas che hanno staccato il microfono, diffuso fumogeni e lanciato uova. 


Se risultasse vero , il presidente della camera ha dato un aumento ai dipendenti della camera pari a circa il 3% alla faccia del taglio allo spreco i lavoratori della ILVA soffrono per mancanza di aiuti veri da parte delle istituzioni si regalano soldi dei stessi lavoratori a dipendenti della camera pari pari le tasse messe sui lavoratori , è fuori controllo , pensionati e lavoratori con stipendi fermi da oltre quindici anni mentre per costoro senza riserbo ogni anno aumenti al di sopra della svalutazione .Politici sporchi e senza vergogna , poi vanno anche i mezzo ai lavoratori .L' ILVA , caro presidente andava aiutata dallo stato , non ve ne frega nulla dei lavoratori a voi interessano solo i soldi e la popolarietà per i vostri
scopi politici , rimborsi elettorali e tutti i privilegi che vi siete costruiti.E la CGIL, in oltre un secolo di storia, ancora non è riuscita a farla smettere di inquinare!.Allora mi duole per Landini, ma una ricchissima parte di responsabilità ce l'hanno anche loro e tutte le altre Organizzazioni Sindacali, anche se non hanno un secolo di storia come la CGIL.
Ribadisco: il sindacato ha il dovere di intervenire e, se necessario, intervenire in maniera drastica: troppo spesso si preferisce monetizzare la salute, perché tanto poi intervengono altre provvidenze, l'invalidità, la pensione anticipata....Sono tutte logiche che ci hanno portato a migliaia di morti. Morti che debbono restare ben scolpiti anche nelle coscienze delle Organizzazioni Sindacali e dei loro dirigenti!.
Una volta qui si parlava agli operai e per gli operai. Oggi si preferisce fare come il giornale o libero e dare addosso "ai violenti" e "ai provocatori", piuttosto che entrare nel merito della questione, delle varie posizioni delle parti in causa e delle soluzioni proposte."Si tratta di formazioni che sostengono la necessità di chiusura immediata dell' Ilva per interrompere la diffusione di inquinanti e contestano la posizione dei sindacati che vogliono salvaguardare lavoro e ambiente."è falso! cosa c'è da commentare su un articolo di propaganda politica come questo? E' ovvio che non interessa entrare nel merito. Basta gettare fango su chi ha soluzioni alternative rispetto alla resa totale della CGIL/PD.. (Cisl e Uil non ne parliamo, sono anni che oggettivamente stanno dalla parte dei padroni e a braccetto con confindustria).I provocatori e i violenti sono il parafulmine per chi non vuole entrare nel merito, per chi preferisce guardare il dito perchè ha paura di guardare la luna.
Senza contare che violenza non c'è stata. L'unica cosa che c'era era un fumogeno rosso che indicava simbolicamente i fumi dell'ilva. Fascista saranno le televisioni, il papa ed i politici che stanno facendo passare agli occhi dell'Italia ciò che non è vero.Circa 20.000 lavoratori, potrebbero vedere il loro posto di lavoro andare in fumo.
Ma ci pensate ?  Cosa c'è di supremo interesse, se non la continuità del lavoro per così tante persone ?
Non è mai possibile coniugare la continuità produttiva, il dissequestro dei siti, la bonifica, e la riduzione delle emissioni, nel rispetto reciproco di tutte le parti, In primis i lavoratori, la città e i suoi cittadini, la magistratura, e l'azienda ?  Una collaborazione che come fine logico salvaguarda l'ambiente, che a meno di secondi fini, credo sia l'obbiettivo prioritario e finale.  Il buon senso percorrerebbe questa semplice soluzione collaborativa delle forze in campo. Mostriamo al mondo intero la nostra maturità in un momento assai difficile, presentandoci senza complicazioni, alchimie o articolazioni che poi non funzionano, tipico della nostra Italia.E' possibile che il denaro debba essere sempre più forte di qualunque logica..? Un sig. Riva e i suoi sodali hanno tanti di quei soldi da poter adeguare alle esigenze ambientali tutto il territorio nazionale, anche gli ecomostri non di loro proprietà. Il ministro dell' "antiambiente" Clini, invece di dire baggianate, dovrebbe obbligare tutti gli imprenditori a rispettare la dignità e la salute dei lavoratori e dei residenti, prima del portafogli...
Mostra altro

L’avvocato “molla” Formigoni. Salta l’interrogatorio

2 Agosto 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


Decisione irrevocabile del legale. Appare quindi difficile che il Celeste si presenti sabato a rispondere alle domande della Procura di Milano. A questo punto in autunno i magistrati potrebbero chiedere il giudizio immediato come già avvenuto per Silvio Berlusconi per il caso Ruby


Ma è ovvio che sia una tattica.
Solo un ingenuo può pensare che l'avvocato si sia ritirato perchè l'assistito era indifendibile, a Milano ci sono ricchissimi e famosi avvocati che hanno costruito piccoli imperi proprio difendendo gli indifendibili, purchè mediaticamente forti, ci sono avvocati che darebbero un braccio per avere la difesa di mostri e serial killers, figuriamoci con un personaggio come il Formica.La cosa che irrita è semmai l'accondiscendenza del tribunale, perchè a fronte di una mossa del genere, invece che far saltare l'interrogatorio, facendo esattamente ciò che desidera l'imputato, dovevano affibbiargli un difensore d'ufficio, magari un neo laureato, per imporgli di presentarsi comunque.Invece gli danno il tempo necessario per attrezzarsi in vista del processo.Oltre al fatto che evidentemente ritengono l'eventuale giudizio immediato per loro più conveniente... il che la dice lunga.In ogni caso stiamo parlando di una strategia difensiva viscida e meschina, mirata a limitare i danni e, molto probabilmente, a evitare che venga scoperchiato il vaso di pandora degli affari di CL.
Formigoni il Richeleau del pirellone. Per certi aspetti, alcuni personaggi che si definiscono supercristiani hanno,oggi, stili di vita e comportamenti simili a quelli in uso nella chiesa ai tempi dei Borgia quando papi e cardinali erano scelti dalle grandi famiglie del tempo per gestire un potere che di spirito cristiano aveva ben poco.Amavano il lusso,vivevano alla grande non facendosi mancare nulla, ma la sera prima di addormentarsi recitavano, con fervore, davanti al loro altarino privato, " tembestato di diamanti ", la preghierina della sera che li faceva sentire quasi santi e indispensabili per l'umanità.D'altronde per il Celeste non si pone neanche il problema del risentimento popolare.Abituato da pio uomo qual'è alla mortificazione della carne ed all'autoflagellazione cosa vuoi che sia qualche legnata del popolo furente.Solo l'ulteriore scorciatoia verso il Paradiso degli uomini giusti e santi.Formulo una domanda, immerso nella assoluta ignoranza della giurisprudenza: ma perché i corruttori sono stati arrestati ed il corrotto no? Cosa ha di speciale questo individuo per non essere ospite gradito delle nostre sovraffollate galere? E se dalla Corea non tornasse? E se dalla Corea, con un volo privato, andasse a vivere in una delle isole dove il suo padrone possiede ville ed immunità? Secondo me i magistrati, prima di andare in ferie, dovevano arrestarlo. Poi, al rientro, si vedeva il da farsi. In fin dei conti è ciò che hanno fatto con Daccò e Simone.
Buffo che poi, l'ITALIA se la prenda con la Germania perchè troppo rigida, con le prese di posizione e d'orgoglio tipo "non prendiamo lezioni da nessuno" e roba simile.In Germania, così come in troppi altri paesi, ne Formigoni ne troppi, ma davvero troppi altri politici e amministratori pubblici, potrebbero mai rimanere così tenacemente e vergognosamente abbarbicati alla poltrona.Non facciamo gli offesi con paesi dove fioccano dimissioni anche a fronte di semplici sospetti.
La verità è che l'Europa ha fin troppa pazienza con noi, altro che storie.Certo, però per capire quando sia il momento adatto per togliere il disturbo, l'intelligenza dovrebbe  essere abbinata anche alla saggezza e all'onestà. Non mi pare che il ceruleo (alla pari della maggioranza del politicume italiota) brilli per queste due qualità. Quanto all'intelligenza per questo genere di persone valono solo l'aspetto più devianti e moralmente dannosi, ossia la furbizia e  l'opportunismo. Se personaggi come il ceruleo,  nonostante tutte le indagini e sospetti a loro carico, continuano imperterriti a rimanere nelle istituzioni è perchè sanno perfettamene che il sistema è talmente marcio e i "sudditi" troppo addormentati per ribellarsi.Una persona che ricopre cariche politiche e pubbliche, ancorchè intelligente, è tenuta a dare spiegazioni sull'intera faccenda davanti a tutti i cittadini, soprattutto lombardi, suoi elettori e non. In questo deve manifestare e dimostrare la sua intelligenza, intesa come bravura ed abilità: che l'abbia saputa usare "solo" al servizio dei cittadini e non per crearsi un potere e un impero per il proprio prestigio personale. Se tutto l'affare del presidente è, come appare, stato gestito per uso proprio non si parla di intelligenza ma di furbizia, nell'accezione dispregiativa e quindi è da condannare. Solo dopo aver dato spiegazioni plausibili e veritiere, non false come quelle sbandierate  con tanta arroganza e saccenza fino a ieri, sarà arrivato per lui il momento di ritirarsi dalla vita pubblica... e pensare magari a come espiare a tutti i peccati commessi. Come la mettiamo con il voto di povertà???!!! E CL?  E la Chiesa che fanno tacciono come tombe???.

Mostra altro

Bologna, una ferita lunga 32 anni La verità è a portata di mano?

2 Agosto 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

“Verità, unica ragion di stato”


strage bologna 


Questi sono i nostri morti,i morti dell'italia perbene che tutte le mattine si alza per far andare avanti questo disgraziato paese,mentre altri si alzano e tramano per mantenere i loro osceni privilegi,anche uccidendo decine di cittadini,non risparmiando neanche i bambini,dell'altra Italia.Per favore ,i potere no si faccia vedere alla commemorazione dei nostri morti,quel potere che in 60 anni non ha voluto sciogliere l'immondo intreccio tra stato ed antistato e punire i colpevoli,i vari licio gelli e tutti i membri delle p3 ,p4,p5 ,ovvero politici corrotti,infedeli servitori dello stato,profittatori di regime,oggi celebrano uno dei loro successi,almeno abbiano la decenza di non farsi vedere. 
32 anni di passerelle mediatiche, 32 anni di discorsi retorici, 32 anni di bugie, l'anniversario della strage di bologna dovrebbe essere interdetto ai politici e i famigliari delle vittime e tutti i bolognesi dovrebbero ignorare o non partecipare a queste disgustose rappresentanze politiche!.I famigliari dovrebbero bandire rappresentanti delle Istituzioni da tali manifestazioni, li uccidono dieci, cento, mille volte ancora!se davvero vogliono che trionfi la verità, che aprissero i dossier secretati, che facessero i nomi deglle persone coinvolte nell'operazione!.
Cancellieri: quante RETORICHE E VUOTE PAROLE DI CIRCOSTANZA......quanta presa per i fondelli.Una sola cosa dovrebbe fare questa classe politica (e questi pseudo tecnici) ABOLIRE IL SEGRETO DI STATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Tutto il resto è presa per il  c......Dovrebbero mandarli a zelig, con battute di questo calibro.E se poi si trova invischiato un mancino o un napolitano, me li vedo subito pronti a dire:"Verità? E che me frega, è con la poltrona che si fa strada."Cancellieri: "Dobbiamo arrivare alla verità storica, le famiglie devono sapere chi ha voluto questa strage, tutto il necessario il Governo lo farà".......................................E su quale CREDIBILITÀ, signora Ministro, - Sua personale e del Suo Governo -Lei intende poggiare questa Sua promessa? È Lei consapevole del gravissimo DEFICIT di credibilità del Suo Governo presso gli Italiani la cui fiducia avete distrutto in soltanto 8 mesi di tempo?caro  ministro della giustizia (lei che puo) prima si ascolti le intercettazioni fra Mancino e Napolitano e poi ce le faccia sapere penso che cosi sia piu credibile.Verita' unica ragione di Stato. Perfetto, ma su tutto, stragi, accordi Stato Mafia, e le mille sfaccettature di questo Paese, dove le ombre sommergono ed oscurano costantemente la verita'. Fatti, fatti, che di parole siamo arcistufi.Però io non posso dimenticare che pur con le condanne di circostanza ecc caro  ministro della giustizia si è trovato a dire:lo Stato però perderà "alcuni nostri uomini migliori. Sarà difficile -ha detto - sostituire un investigatore come Francesco Gratteri. Ho rammarico che debba andare via Gilberto Caldarozzi, il capo dello Sco. Loro sono quelli che hanno preso Provenzano. Grazie a loro abbiamo arrestato l'attentatore di Brindisi".Gli uomini migliori sono quelli condannati per i fatti della Diaz ... Dei torturatori sono i nostri uomini migliori ...Insomma lo Stato ha ragioni che la ragione non ha e quindi è solo retorica perchè la ragione di Stato vuole una verità di Stato, vogliamo scommettere che tra qualche decina d'anni ancora siamo allo stesso punto di oggi???.
"CARO" NAPOLITANO, BISOGNA ELIMINARE IL SEGRETO DI STATO. COSI' SAPREMO LA VERITA' SU: PORTELLA DELLA GINESTRA, PIAZZA FONTANA, ITALICUS, STRAGE DI BOLOGNA, PIAZZA DELLA LOGGIA, IL TRENO DI NATALE E TANTI ALTRI DELITTI DI STATO CHE HANNO INSANGUINATO IL NOSTRO PAESE! E' CHIARO?.......IL RESTO SONO CHIACCHIERE E STUCCHEVOLI PASSERELLE CHE CI HANNO RIEMPITO LA TESTA E LE SCATOLE. E' ORA DI FINIRLA DI PRENDERCI IN GIRO!
Mostra altro

«Monti apre il conflitto con Merkel»

2 Agosto 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA


 


"Le differenti opinioni fra Roma e Berlino" esistono dal tempo della dittatura di Hitler in combutta con Mussolini e malamente imitato da Berlusconi (né statista, né politico, solo un fasullo). Ora sono stanco di questa fisarmonica targata Monti-Merkel. La realtà è che noi italiani non sopportiamo né tedeschi, né inglesi. Questo Monti dovrebbe averlo capito, dovrebbe capire che la logica non è perdente su una realtà istintiva, dovuta, però, a fatti concreti. Monti si spogli di tutto il plateale orgoglio inglese e super partes e sappia entrare nella sfera dell'essere umano (normale). 


Nelle ultime settimane parlare male della Germania è diventato da noi quasi uno sport nazionale. I tedeschi sarebbero i principali responsabili dei nostri problemi economici, e l'unico ostacolo alla loro soluzione. Questa rappresentazione dei fatti, chiaramente sbagliata, è stata espressa in varie forme più o meno argomentate, a volte condita con una spruzzata di teoria del complotto; e il tutto è stato accompagnato da ironie un po' scontate e caricaturali se non decisamente inaccettabili (come quelle che tirano in ballo il nazismo).Ora che sulla concreta questione degli interventi della Bce a favore dell'euro Berlino pare mostrare un atteggiamento più morbido, sarà il caso di fare alcune distinzioni. Lasciando affondare la moneta unica, la Germania commetterebbe un gigantesco errore politico ed economico. Ma le motivazioni che in questi mesi e anni hanno guidato il suo comportamento, a volte in modo contraddittorio, meriterebbero da parte nostra un approfondimento. Ci possono essere certo ragioni pratiche di breve periodo: in una situazione come quella attuale un'impresa tedesca si finanzia a tassi molto più bassi rispetto ad una concorrente italiana, ed ha quindi un forte vantaggio competitivo, a parità di altre condizioni. Ma le resistenze più forti a misure monetarie straordinarie, o a fome di condivisione del debito, non vengono da qui.C'è qualcosa di più, qualcosa di più profondo. Non solo la storia degli anni Venti, con il fantasma dell'iper-inflazione. Conta anche quel che è successo in tempi più recenti. Nel corso degli anni Novanta, la Germania ha fatto uno sforzo immane per assorbire l'ex Ddr. All'inizio del nuovo millennio appariva come una potenza economica in affanno, se non addirittura in declino. Ha saputo risollevarsi, riformando il sistema produttivo e lo Stato sociale. Ha sfruttato il grande mercato creato dall'euro per le sue merci, ma è riuscita a imporsi anche in altre aree del mondo. Oggi gli investitori accettano di perdere qualcosa sul proprio capitale, facendolo remunerare a tassi reali negativi, pur di affidarsi alla sicurezza tedesca.È questa la Germania che gli altri Paesi europei, tra cui l'Italia, devono convincere. Gli argomenti più efficaci non saranno probabilmente le recriminazioni o le accuse di egoismo, ma quelli concreti, se possibile rafforzati da manifestazioni di credibilità.
Monti caro Monti!! hai sbagliato tutti i conti!!.Il trucco di Monti sta per crollare.
Tra riforme finte (liberalizzazioni, corruzione), irrilevanti (lavoro), inadeguate (spending review) e mai fatte (giustizia civile e penale) la realtà è che il debito continuerà a crescere. La fantomatiche dismissioni non daranno sfrutti come in passato se non con prelievo forzoso sui conti bancari dei poveri italiani. Ecco perchè Monti chiede ai paesi europei di finanziare l'Italia e poi si vedrà. La realtà è che l'Italia ha ratificato il fiscal compact sapendo benissimo che non lo rispetterà (non a caso siamo stati i primi a ratificarlo). Senza un piano realistico di rientro del debito, che non c'è nè su carta nè come volontà, lo scudo diventa uno strumento per finanziare il bilancio italiano e non uno strumento per interventi temporanei sui mercati. Questi tutti l'hanno capito in europa ma in Italia si vuole far credere il contrario per scaricare le responsabilità dei politici su altri.

Mostra altro

Prima o poi dovrete farci votare; potete allungare il brodo quanto volete, con tutte le scuse possibili, con tutti i trucchi possibili, ma prima o poi dovrete farci votare. Vi stupiremo.

1 Agosto 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


Intesa Vendola-Bersani, Intesa Vendola-Bersani, verso alleanza con l'Udc
verso alleanza con l'Udc I due leader  provano a costruire una base per un accordo di governo. Il segretario Pd: inizia la costruzione di un'alternativa. Vendola: mi candido a primarie centrosinistra.

Il presidente della Puglia spiega di essere pronto per coalizioni che comprendano "tutti quelli che vogliono modernizzare l'Italia" e che abbiano al centro "i diritti sociali e civili delle persone, come i diritti delle coppie gay". Donadi (Idv): "Di Pietro chieda incontro". E Cicchitto (Pdl): "Ulivo aggiornato. Bacio della morte per Casini"

Devo ammettere che Bersani con l'alleanza con l'UDC ha spazzato via i miei ultimi dubbi sul votare PD. Ho votato PCI, PDS, DS e poi PD. Sono arrivato alla conclusione che questo partito non rispecchia più i miei ideali....Centrosinistra? Con Casini? Penso che insieme a me ci sono molti altri compagni che non daranno il loro consenso a questi ipocriti che ci chiamavano alla lotta e oggi si apparecchiano con quelli che per una vita ci hanno fatto combattere..non esiste nessuna speranza che con questo ceto politico si possa mai veramente cambiare questo paese e anche riuscire a costruire vere alternative. A chi ricorda il 1976 vorrei dire solo che il PCI raggiunse quel record perche' la gente lo vedeva come una alternativa alla DC. E che non appena il PCI svendette questa sua diversita' per non si sa' ancora per paura di cosa (anche se tanti pensano per paura di un golpe) tale risultato divento' un pallido ricordo.Quanto ci manchi ENRICO!!!.I nostri eroi della sinstra sembrano cercare l'araba fenice.Tanti paroloni,riunioni. Carte...per me basterebbero tre parole :partito socialdemocratico europeo.Chi ci sta è dentro,chi no per conto suo.Chiaro,semplice e preciso.Tutte le altre sigle e le siglette servono solo a confondere le idee,ad uso personalistico del "satrapo" di turno.Il barocchismo nostrano dovrebbe esaurirsi prima o poi.La confusione e i distinguo dei particolari rendono questa politica melmosa e poco affidabile.A destra hanno resuscitato colui che è stato il fattore di massima destabilizzazione (solo perchè dicono che è l'unico che è capace di prendere voti), vi rendete conto di come si son ridotti,vanno dal "dottore" che li ha fatti morire!!!Senza di lui Casini e C. stavano da quella parte.Ma quei politicanti della destra non se ne accorgono?Tolto il "Giocoliere di Arcore",si faceva il polo di destra e il PD abbracciava la sinistra...che centra il "Centro"?....non trova pace......si appoggia ai Tecnici.Più che un polo della speranza, mi sembra la speranza che ci sia almeno un pollo! Uniti? Ma per FARE CHE COSA? COME? Non si può più dire: abbiate fiducia in noi, votateci che poi ci pensiamo noi! E non si può neanche promettere tutto e il contrario di tutto! Se i nomi non sono solo specchietti per le allodole (o i polli) il PD vorrebbe essere il luogo politico in cui si sentono 'a casa' i democratici. Invece è una specie di condominio in cui ci si guarda con sospetto e si cerca di fregare i vicini! Un partito è democratico se vive di metodo democratico in tutte le sue espressioni, non se dice: questi non ce li voglio a prescindere, questi altri sono bravi per definizione, ecc. ecc! Si possono vincere le elezioni con alleanze attaccaticce, ma una volta 'onorati gli impegni' si sarà di nuovo all'ognun per sè e chi se ne frega degli italiani! Adesso grandina e siamo tutti stretti sotto l'ombrello, ma appena sembra smettere si ricomincia a far caso se il vicino mangia pollo e cipolle.il polo della speranza proprio no, forse il polo della disperazione. speriamo che non finisca sempre in rissa, a parte le poltrone incollate al didietro. per quanto riguarda Di Pietro penso che sia comunque uno di destra che cavalca lo scontento del momento e sempre meglio di Grillo che urla e urla. quello che bisogna fare è dare spazio ai giovani, ascoltarli ed aiutarli, non offrire chiacchiere ma risposte concrete. siamo stufi tutti, giovani e vecchi, di chiacchiere al vento e di realtà sempre più dura. il mondo è cambiato, non bisogna chiudersi in schemi preconcetti, la politica italiana è in letargo, speriamo che si svegli e non arranchi.Non ricordo più bene come era quella massima: "chi vive sperando muore ...". Non riesco proprio a capire come abbiamo fatto noi di sinistra a cadere in questa spirale che definire ridicola è il minimo proprio nel momento in cui il capitalismo finanziario mostra tutti i suoi limiti. Almeno 5000 miliardi di euro è costato ai pubblici erari il salvataggio delle banche private occidentali; ogni giorno la speculazione finanziaria muove 40mila miliardi di dollari sui mercati; i derivati sono valutati intorno ai 700mila miliardi di euro di valore nominale (per chi non lo sapesse: il PIL mondiale è sui 70-75mila miliardi di dollari); e qui si parla di Polo della Speranza con l'UDC di Casini!!??? Il mio prof. di fisica in questi casi solleva dire: braccia rubate all'agricoltura! Ma allora c'erano ancora i contadini che oggi, essendo scomparsi, non potrebbero neanche più offendersi per essere paragonati a politici stracotti.
Mostra altro

Bundesbank: “Bce non deve oltrepassare il suo mandato”. Spread sopra 460 punti

1 Agosto 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA


Duello Bundesbank-Casa Bianca alla vigilia del consiglio Bce. Weidmann: l'Eurotower non deve andare oltre il suo mandato. Geithner: la Ue riduca gli spread. Si infiamma il duello tra Bundesbank e Casa Bianca alla vigilia del cruciale Consiglio Bce di domani. «La Banca centrale europea non deve oltrepassare il proprio mandato» ha detto, secondo l'agenzia Bloomberg, il presidente della Bundesbank Jens Weidmann, aggiungendo che i Governi sovrastimano l  le possibilità dell'Eurotower. Le dichiarazioni di Jens Weidmann, presidente della Banca Federale tedesca riaccendono la tensione con l'Ue. Le borse europee si indeboliscono e invertono parzialmente la rotta sulla scia della contrazione dell'attività manifatturiera in Germania e Gran Bretagna

Posto che all’interno dell’Unione
europea tutti gli Stati membri hanno pari dignità e importanza, non vedo bene per quale ragione il Presidente della BundesBank (l’equivalente della Banca d’Italia) si permette giudizi negativi e\o duri moniti nei confronti della BCE.  “La BCE non oltrepassi il suo mandato”.Herr Weidmann, chi fin’ora ha agito ben al di là del proprio mandato è Lei.Dal momento in cui ha assunto il suo incarico, non ha mai smesso di abbaiare contro la BCE e gli Stati spendaccioni. Lei si è spinto ben al di là delle sue prerogative quando, ad esempio, è intervenuto nella campagna elettorale francese esprimendo il suo personale giudizio negativo nei confronti dell’allora candidato Hollande.La BCE si occupa dell’Unione europea, la Bundesbank della Germania. Lo tenga ben a mente, Herr Weidmann.Non gli è bastato incendiare e distruggere l'Europa due volte il secolo scorso. Devono continuare. Si ricordino i teutonici banchieri che se affondiamo noi affonda anche il regno sàssone . . ha fatto comodo alla germania l'entrata nell'euro e in modo diametralmente opposto farà male uscirne.Ottenere l'appoggio della Finlandia può essere utile, ma a questo punto verrà il momento che il sig.Monti dovrà chiedere alla sig.ra Angela cosa intende "fare da grande" :  ormai è imperativo,non esiste nessuno stato al mondo con una banca centrale "azzoppata" come l'attuale BCE.Se la BuBa e i vari ministri tedeschi che esternano in continuazione, ritengono opportuno ritornare al marco che si decidano alla svelta !  questi continui go e stop non fanno certo bene all'economia reale (ma potrebbero fare bene- è questo solo un sospetto diabolico - ad una folla di speculatori annidati in banche e finanziarie varie).E' evidente che i tedeschi stanno giocando al poliziotto buono (Schauble) e poliziotto cattivo (Weidmann).L'obiettivo e' tenerci sulla graticola dello spread e cucinarci a fuoco lento il piu' a lungo possibile.Ma se la Germania e' cosi' infelice di rimanere nell'Euro, perche' non se ne va lei per prima?.I tedeschi stanno facendo molto scopertamente il "gioco del guinzaglio" ovvero fingono di accordare più agio ai cani (Bce più generosa), salvo poi contrarre altrettanto velocemente quella libertà d'azione. Nei giorni dispari si cantano così i successi del Monti con tutti i nostri "cinofili" che esultano; nei giorni pari la cagnarra è tesa a esortare o pietire il "teutonismo". La realtà non prosaica è che le agonie lente con modesti aiutini, è la condizione migliore nella quale è più profittevole lo "accanimento terapeutico"..Helmut Kohl, a suo tempo, per la riunificazione della Germania, ricevette ingenti capitali da, tutt'ora ANONIMI, "finanziatori". Questo gli costò la carriera politica ma il disegno di riunificazione riuscì perfettamente.La Germania, a mio personale punto di vista, regge il gioco degli speculatori internazionali che l'hanno finanziata nel momento delicato della riunificazione.Finché reggerà questo progetto criminale sarà l'unico Paese ad avvantaggiarsi delle rigorose condizioni della moneta unica.
Io voglio fare una domanda a voi e gradirei tanto delle risposta da chi se ne intende mi spiegate chi sono I MERCATI e perche' per i mercati la gente deve perdere il lavoro ,suicidarsi, perdere la casa e rimetterci sulla sanita' etc etc?
Io me lo domando da molto tempo inoltre...
Quando salvano le banche con prestiti milionari non sarebbe piu intelligente salvare i correntisti truffati da queste associazioni a delinquere ?
vi prego ditemi come la pensate
PERCHE' con la furbizia non si va da nessuna parte , perche ormai i mercati l'hanno capito benissimo , ce bisogno solo che monti abbia la capacita di fare sul serio sul fronte del fisco ,della corruzione , degli affarismi, dei furbetti , della giustizia esattamente come ha gia fatto tagliando le pensioni e i salari a velocita della luce , ma facendo finta di niente per stanare i furbetti !.
Mostra altro

I nuovi poveri? Cinquant'anni, ex professionisti, capi d'azienda e piccoli artigiani che hanno perso il lavoro

1 Agosto 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA

 

Certo che è così!! La gente delle piccole medie imprese, dirigenti, quelli che più di tutti ci ha creduto. Ma non solo anche operai e impiegati: oltre i 40 anni 6 vecchio per il sistema produttivo. Costi troppo. Probabilmente molti di quegli imprenditori erano già stati espulsi dai cicli produttivi come dipendenti e hanno investito nel Sogno (con la loro liquidazione), nel modello vincente: diventare imprenditori di se stessi. Ma dopo 2/3 anni si sono trovati a terra. Non è possibile generalizzare: ogni storia è a sè. In ogni caso il processo di produzione di Merce Umana Ridondante accelererà in ragione dell'evidenza che quello che solo 20 anni fa si realizzava con 1000 persone oggi si realizza identicamente e meglio con 100. La delocalizzazione poi e l'allungamento della vita produttiva a 70 anni, faranno il resto: sarà un ecatombe aggravato dal fatto che il Sistema colpevolizza l'individuo. Ma non dovranno vergongnarsi saremo tutti in buona compagnia. Buona sopravvivenza a tutti. Si vergognano di esistere, si accusano, non riescono a stendere la mano per chiedere l’elemosina. Meglio per loro se non hanno una famiglia, la moglie chiede il divorzio, i figli li rinnegano, gli amici si girano dal’altra parte, i parenti non aprono la porta. Perché mai il governo, il municipio, dovrebbero occuparsi di loro? Che cosa aspettano a suicidarsi? Non capiscono che la nostra coscienza non li sopporta? Cosa diciamo ai nostri figli? Che non sono andati a scuola? Non è vero. Che non hanno voglia di lavorare? Non è vero. Che sono ladri e delinquenti? Non è vero. Devono essere eliminati il governo deve eliminarli, non possiamo trovarceli davanti agli occhi la notte a dirci - Non domandarti per chi viene la sfortuna, la fortuna cerca te. Come dite? Sono falliti? È colpa loro? Venite a giocare con noi. Prendetevi una vacanza, tornate a casa e dite che la vostra ditta è fallita, o siete stato licenziato, orsù provate a rifarvi una vita. Tanto a chi governa questo non interessa niente. Capo di Stato = Capo di Banche. Presidente del consiglio = Presidente delle Banche. Salviamo l'europa = salviamo le Banche. Facciamo sacrifici = sacrifichiamoci per le Banche.Be' dopo 30 anni di politici ladri della prima repubblica, e 20 anni di politici ladri e mascalzoni della seconda, cosa c' era da aspettarsi ? Duole constatare che, se gli italiani sono stati derubati, derisi, maltrattati dai governi, loro ne sono in parte la causa.  Nessun governo è andato al potere con i carri armati. Non vi sono stati ne Pinochet, ne Papadopoulos. Solo milioni di italiani che davano il voto a dei ladri.  Oggi siamo nei guai neri, nessuno aiuta nessuno, però i partiti e i loro rappresentanti sono sempre li, vivono bene, hanno privilegi indecenti e continuano a mestare nel torbido. Gli altri vivono male, non hanno lavoro, molti sono alla disperazione e due generazioni perse. Ma le colpe stanno da entrambe le parti. Si è vero, questo governo è discutibile.. Ma per cortesia non dimentichiamo chi ci ha sgovernato per 20 anni.. Questo è il risultato della politica degli slogan assurdi e del farsi i fatti propri. 

Mostra altro