Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Gol o spread, l'Italia conta sul fattore Mario

29 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


Mario Balotelli, Mario Monti, Mario Draghi (Afp, Ansa, Reuters) 

 «Uno di meno per i crucchi»: così le contadine dell'Alsazia esortavano i bambini renitenti a finire quel che c'era nel piatto. Soggetti da sempre a periodiche invasioni, gli alsaziani usavano nascondere gli averi per sottrarli alle razzie tedesche. E oggi, con la Germania che ha finora vinto tutti i campionati dell'economia, almeno quello dell'Euro 2012 viene tolto dal piatto ad opera di un'Italia rediviva. 

 Possiamo dire che i crucchi ci sono antipatici! si nei fatti però loro hanno un paese che da secoli funziona, dove il pensiero umano(in tutti campi) si é espresso al massimo livello. Hanno avuto un momento terribile ma, al contrario di altri se ne sono assunti la responsabilità. Noi di che cosa possiamo gioire, di una vittoria calcistica! si Per il resto nulla, abbiamo una società sgangherata, mezzo paese è in mano alle mafie,una classe dirigente oscena. Abbiamo per 3 persone che il mondo ci invidia. Mi sembra poco!!   Che la Germania ci invidi Mario Balotelli e Mario Draghi ci posso anche credere. In quanto al Professore che fino a ieri a fatto più comodo a loro che a noi, i tedeschi sperano che ce lo teniamo fino a quando non abbia completato a mettere in atto tutte quelle manovre che stanno letteralmente distruggendo la nostra economia in generale e l'industria in particolare. Se dovessero veramente invidiarcelo potremmo anche concederlo subito a condizione che si prendano anche il ministro del lavoro l'On. Elsa Fornero.L'Italia si è incamminata, con i fatti e non solo con le promesse, sulla via del risanamento dei conti pubblici: il suo saldo primario è in surplus, e l'avanzo è più elevato di quello tedesco, mentre la Germania sta traendo ingiusti vantaggi dalle sofferenze dei Paesi in difficoltà." La situazione è realistica e positiva. Si parla di elezioni nel 2013. i candidati a sostituire l'attuale governo sono all'altezza per mantenere e migliorare la situazione? O sono ancora l'espressione accentuata di quell'antipolitica che ci ha governato negli ultimi decenni? Gli attuali governanti non sono perfetti ma rispetto al passato recente e lontano sono molto meglio. La differenza la fanno gli uomini ed i loro comportamenti e non le sigle di partito, le ideologie ad uso paravento o i ritualissmi sciocchi ed inconsistenti. mi raccomando. Monti viva anche lui questo suo successo come una parita di calcio, attento ai gol in contropiede sul finale. Vigili fino all'ultimo minuto e anche dopo. 
Si è di mostrato con la partita di ieri che il "rigore" non basta per vincere.....nel bene o nel male l'Italia è il nostro orgoglio, e nella criticità riusciamo a dare il meglio di noi stessi... e quando cantiamo l'inno uniti, l'emozione ci carica di energia pura.

Mostra altro

Siamo in finale Il SuperMario è Balotelli: doppietta

29 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


 


L'avevo detto che il "ragazzo" ha classe!bellissima partita e detto da uno che il calcio non lo segue, ma qui c'era qualcosa di più di una partita a parte la soddisfazione di non vedere la Merkel esultare, in questa partita s'è visto il cuore, intanto per la sensibilità di Prandelli che si merita questa vittoria e poi per il rapporto che si è creato tra Cassano e Balotelli, le due teste matte, sembravano padre e figlio, bellissimo, per una sera ci siamo scordati lo spread, il lavoro che non c'è e tutti i milemile casini che viviamo, grazie!!!Che dicevo?"Passa la linea italiana a Bruxselles"I protagonisti si chiamano" Mario"e stanno scrivendo la" finale",non la "fine"il nostro estro e lo spirito di sacrificio che sappiamo tirar fuori nei momenti difficili,spesso ci hanno aiutato..Alla fine ha avuto ragione Prandelli e...un pò anche io...modestamente.Specie nella parte in cui ho sempre difeso Balotelli da attacchi,più o meno tecnici,con una sottile venatura non dichiarata di razzismo.Resto convintissimo che non sia una punta centrale,ma ha compiuto dei capolavori di tecnica e cattiveria agonistica,contro i due malcapitati Lahm e Badstuber(nessuna parentela con Badspencer),da far invidia ad un vero centravanti.Gli occhi della tigre assassina li aveva e come!.Vorrei sempre rivederlo in coppia con una prima punta vera però.Ma credo che resterà una pia illusione.Su Cassano ammetto di essere stato cattivello.Ha fatto una grande partita,finchè le gambe hanno retto.Su Motta non mi sono sbagliato.E' un calciatore inutile a questa squadra.Potevamo seppellire i crucchi sotto una valanga di gol,ma va bene così.Osservare le facce inebetite della panchina tedesca....non ha prezzo.Non so se,la prossima volta,si presenteranno.Ormai è evidente che sono stati contagiati dal morbo della "sindrome italiana".Come si cura?Concentrazione,meno proclami,relax,e una gita defaticante a Kyev....almeno per vedere la finale.   Ma quei titoli su libero e il giornale sono una vergogna  da italiano non sopporto essere paragonato a chi fa' quei titoli vergognosi e' un'insulto alla nostra nazione non sappiamo piu' nemmeno vincere vorrei che organi competenti prendessero delle decisioni al riguardo e prendendo la distanza da certi organi di stampa che fanno dello sport le loro nefandezze politiche dispiace parlare dopo una bellissima vittoria italiana di queste cose che ritengo non facciano parte dello sport ma che purtroppo non ho potuto fare ha meno di leggere questa mattina.Non mi ero reso conto dell'infimo livello che avesse raggiunto un certo tipo di stampa! Spero che qualcuno intervenga per porre un freno;Spero sia stato solo uno sfogo. L'Italia già è al 72mo posto per la libertà di stampa, meno del Ghana. Con interventi del genere potremmo raggiungere la Corea del Nord, come molti poi da noi vorrebbero. La libertà e la democrazia significa dovere anche accettare e sentire cose che non piacciono. Altrimenti spediti in Corea, verso il Nord e buon viaggio!.Questa non è libertà di stampa, è libertà d'offesa e mi sembra ben diverso!.Un caro saluto e...forza azzurri!

Mostra altro

Su due campi l'Italia vince, calcio e politica.

29 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


monti merkel interna 

Dopo tredici ore di vertice , il risultato politico è netto: l'Italia e la Spagna hanno vinto, la Germania (con la spalla della Finlandia) ha perso e la Francia ne è uscita senza danni. Il premier italiano Mario Monti annuncia: “Le nostre richieste sono state accolte, l'eurozona adesso è più forte”. Ma ripercorriamo le tappe: nella tarda serata Monti e il premier spagnolo Mariano Rajoy mettono il veto su tutti i punti in discussione, soprattutto Tobin Tax piano crescita da 120 miliardi, per costringere la Merkel a cedere sul cosiddetto meccanismo anti-spread, cioè un uso con meno vincoli dei fondi salva Stati Efsf e Esm (il secondo deve ancora essere costituito). La forzatura ha pagato, alla fine la Merkel ha ceduto 


Su due campi l'Italia vince, calcio e politica. C'è un orgoglio nazionale che vuole la rivincita. I disastri provocati da Berlusconi stanno trovando una via di soluzione. Ora la partita si gioca in casa. Che piglio i due Mario!!!!!Due grandi soddisfazioni: Accordo su banche ed anti spread e vittoria dell'Italia sulla Germania.Speriamo che tutto cio' sia di buon auspicio per tempi almeno un po migliori; che si torni alla quasi normalità di un Paese civile; che diventino lontani i tempi in cui l'italia veniva governata da pagliacci ed approfittatori e che finisca questo incubo che ha preso tutti Noi di finire a gambe all'aria.Alla fine le minacce funzionano meglio.Altro che mettersi a fare il lecchino come fa Barroso e i precedenti.Evidentemente avrá minacciato la Merkel e Barroso di far saltare fuori qualcosa di sporco.
Con 2000 Miliardi di debito da finanziare, ogni SINGOLO punto di spread in più o in meno ci costa 200Milioni di € l'anno. 100 punti di spread in meno sono 20 Miliardi l'anno.
Detto in altre parole: se lo spread aumenta di (altri) 100 punti ci toccherà fare una ALTRA manovra pesante più o meno come quella sulle pensioni. O andare in bancarotta, come propone Berlusconi...Legittimasoddisfazione: ogni 100 punti di spread in meno (o in più) sono 20 Miliardi di € che noi dobbiamo pagare ogni anno per finanziare i debiti accumulati dai governi precedenti (di cui Berlusconi ha un bel fettone di responsabilità).
Se lo spread sale troppo, semplicemente andiamo in bancarotta e usciamo dall'euro.
Peccato che quelli che lo propongono si dimenticano di aggiungere che andando in bancarotta lo stato non avrà più i soldi per pagare pensioni, stipendi e fornitori.
Insomma, siamo su una barchetta che rischia di andare a fondo, e abbiamo il partico con il maggior numero di parlamentari che rema contro.
Non sono entusiasta di Monti, ma almeno sta cercando di non farci naufragare. Adesso caro Monti bisogna prendere le forbici, ed iniziare a tagliare, tagliare tagliare tagliare e ancora tagliare. Partendo dall'alto (il colle) e seguendo fino agli ultimi stadi degli sprechi statali che sono una marea incredibile ed assurda.

Mostra altro

Riforme "con ponderazione"

29 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


L'ex premier: "Questa Costituzione non permette di governare". L'auspicio del presidente della Repubblica: "Convergenza su progetti di revisione costituzionale circoscritti". Poi la necessità di una nuova legge elettorale e le divisioni nella maggioranza. La Lega: "I tempi ci sono. Quello del capo dello Stato è un invito stravagante"

La Costituzione così com'è va benissimo.Purtroppo accade che nei periodi di crisi economica che alcune forze politiche cavalcano un pericoloso populismo con proposte che vengono presentate come la panacea di tutti i mali.
Non dimentichiamo che il signore di Arcore aveva in Parlamento una maggioranza di 100 voti e,nonostante questo,non è stato in grado di governare.Credo un pò per incapacità e un pò perchè aveva altri interessi economici da curare che non quelli dell'Italia.Ritovarselo ancora tra i piedi oltre a dare una sensazione sgradevole,dimostra la inconsistenza politica e culturale di un partito che non riesce a riscattarsi dalla tutela del fondatore e che ha una classe dirigente di baciapile che senza Berlusconi non sarebbe in grado di mettere insieme quattro voti.E' anche per questo che alla fine vogliono che la legge elettorale non cambi ed alzano cortine fumogene alla bisogna.Abbiamo già avuto l'esperienza dei 3 amici ....al bar che avevano riscritto la Costituzione....che per fortuna gli italiani hanno ....seppellito....Vogliamo che le proposte di modifica vengano da persone serie, competenti ed oneste e che siano improntate agli interessi della collettività tutta ( senza distinzione tra i nostri ed i vostri...), quindi certo non da questi nominati, plurinquisiti...servi dei padroni...non scelti con apposite preferenze dagli elettori....è inutile nasconderci dietro un dito..e la mia non è mania antiberlusconiana..Napolitano deve essere piu diretto..ovvero il problema che abbiamo è ancora Berlusconi. Il quale lasciato passare un pochetto di tempo..sa che la gente ha la memoria corta..e adesso si vuole rimettere a fare il gradasso dopo il disastro che ha combinato. Napolitano deve dire chiaramente chi sono i colpevoli del disastro economico in cui ci troviamo. Tutta la banda berlusconiana e leghista che ha prodotto questo disatro è tutt'ora in parlamento e devrebbe legiferare contro i loro sporchi interessi. Ma come è stato messo Bondi (quello parmalat..) a fare il tagliatore di tesete..e di sprechi..e ancora non si vede..sente nulla. Anzi di tagli agli stipendi e ai numeri dei parlamentari non se ne parla piu...anzi PDL e Lega..hanno votato per il senato federale..cioè si son messi a fare bisboccia.Ciò che mi ha proprio deluso è il comportamento di Di Pietro. Da lui tanto populismo non me lo aspettavo. Quest'uomo cavalca l'onda a suo favore. Giustamente prima era contro Berlusconi ora la stessa tecnica la usa contro Monti. Come se i due uomini fossero uguali. Le sue parole di ieri in Parlamento erano false e suonavano a morto per la sinistra ed insultanti per il governo. Ha passato Scilipoti e regalato un anno di nefandezze a Berlusconi. Ora gli fa da schiacciassassi e gli prepara una autostrada davanti. Peccato! - Con i suoi voti, oggi in Parlamento ci sarebbe una maggioranza forte e solida per votare le leggi contro la corruzione, contro il finanziamento dei partiti e contro la partitocrazia e la cleptocrazia. PD, UDC, e IDV insieme... ed un poco di buon senso e di amore di Patria e realismo i ns giorni sarebbero meno amari e gli interessi sulla patrimonializzazione del ns debito -pagati dalla povera gente in pensione o al lavoro - sarebbero meno salati.Parole di grande lungimiranza, peccato che la platea degli ascoltatori è molto variegata. Gli sfasciacarrozze del precedente governo, dopo aver distrutto l'economia del Paese ora stanno facendo una melina schifosa per anticipare la data delle elezioni. Berlusconi e compagnia bella credono davvero che gli italiani siano così sprovveduti? Nessuno dimenticherà le panzane che ha raccontato negli ultimi anni che noi stavamo meglio degli altri paesi europei mentre in realtà stavamo sprofondando nel baratro.... Che schifo!!! L'Italia che lavora merita di meglio di questi saltimbanco e prezzolati della politica. Una volta per tutte: fare un legge sul CONFLITTO DI INTERESSI affinché in futuro barzellettieri come Berlusconi non mettano più piede nel Parlamento Italiano.Le riforme costituzionali non possono essere fatte dai "partiti",perchè sono "di parte",spesso in conflitto d'interesse (v. il num.dei parlamentari...ecc),ma soprattutto non sono "competenti":Chi deve mettere mano ad un vestito giuridico-istituzionale di tale portata deve prevedere tutte le possibili implicazioni e conseguenze :per es. se semplicisticamente si dice,come angelicamente affermano Alfano e Berlusconi,dell'elezione diretta del Capo dello Stato ( si badi,non del presidente del Consiglio!) quei due signori hanno idea delle conseguenze sugli altri poteri?Buttata là così,sembrano dei ragazzini che giocano....a monopoli.Per questo sono sempre più convinto che occorre necessariamente l' elezione di un'ASSEMBLEA RI-COSTITUENTE,la sola che possa mettere una solida basa alla Terza Repubblica,per non fare la fine delle prime due!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Mostra altro

Confindustria: "l'Italia e' nell'abbisso"

28 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA


 
Se quanto riportato da confindustria e' vero, altro che benessere e lavoro sono in arrivo come vogliono far credere l'arrogante monti e il kompagno napolitano.Dal male di Berlusconi si e' passato all'abbisso del cervellone monti.Ma dov'era Confindustria negli ultimi 12 anni?.L'economia italiana è in stagnazione da circa 12 anni. In questo arco temporale i vari schieramenti politici che si sono succeduti al Governo, invece di correre ai ripari e predisporre un piano di rilancio dell'economia, hanno evitato qualsiasi tipo di riforma per motivi elettorali, hanno utilizzato fondi statali e comunitari destinati agli investimenti per arricchirsi ed arricchire il loro codazzo di clientele costituite da amministratori locali, imprenditori mafiosi e parassiti di ogni genere e specie, hanno consentito ai loro amici imprenditori e faccendieri di esportare capitali all'estero e di evadere il fisco, sottraendo risorse al futuro del Paese. Questa è la sintesi degli ultimi 12 anni di storia di questo paese, durante i quali molti hanno pagato e pochi si sono arricchiti. Mentre tutto questo accadeva, da che parte stava Confindustria?.2.000 miliardi di Euro di debito totalizzati in decenni di sbiilancio tra minori entrate (causa evasione fiscale e contributiva e attività in nero, etc.) e maggiori uscite (causa sprechi, corruzione, malversazione, clientelismo, etc.), che ora ci ritroviamo a dover ridurre tramite maggiori entrate e minori uscite, e questo è il risultato. E se tanto mi da tanto, penso proprio che i tempi a venire saranno ancora più neri. Continuando a mantenere la spremitura fiscale sui soliti limoni e diminuendo le uscite dello Stato con il progressivo ritiro dei servizi (scuola, sanità, previdenza, assistenza, trasporti, etc.) che costeranno quindi di più, ecco che il risultato sarà uno solo, ovvero ulteriore contrazione di PIL. Quindi, richiamando il titolo del mio post. il mio parere è che i tempi a venire saranno ancora più neri.
L'italia in agonia, perchè ?? perchè la furberia non ha limiti di decenza, non puoi pensare che continuare ad ammazzare il povero e far arricchire il furbo tira l'economia, lo vediamo tutti , il politico non vuol spendere un euro perchè è avido e campa di agevolazioni di prepotenza, il ricco non spende per paura di morir di fame e questo chi ha i soldi, chi vive di stipendio ormai non spende piu perchè gli stipendi fanno ridere e nemmeno al 10 del mese ci arrivi, pagate le bollette, si perchè prima i lavoratori e l'imprenditoria trainavano la società grandi Aziende e Industrie, ora Monti ci ha consegnato come prigionieri di guerra nelle mani della merchel in nome dell'europa unita, perchè nessuno ha saputo far rispettare i confini nazionali cosa che purtroppo non ha piu valore contano le istituzioni bancarie internazionali. Ed è per questo ed altro che dell'amor della Nazione rimarrà solo la Nazionale di calcio ma forse un giorno la Storia lo racconterà, ovviamente in base alle sorti . Un augurio a prandelli .

Mostra altro

Berlino apre agli eurobond, poi smentisce «Solo dopo l'unione fiscale»

28 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA



 
Berlino Sà che dallo spreco possiamo attingere a grandi risorse.La Merkel non è stupida, e se lo sappiamo noi cittadini che l'italia ha uno spreco corrente di centinaia di miliardi causato da un milione trecentomila zecche che vivono di sola politica, infiltrate in tutte le pieghe di uno stato e di istituzioni marcite ormai da decenni, lo sà ancora meglio un capo di stato che con questo paese marcio deve trattare, NO ? Monti fà fumo con i risparmi di gestione, fà finta di non sapere che il problema è Strutturale, 
che il problema stà nell'organizzazione globale di uno stato ormai cotto che ha una tassazione altissima, con pochi servizi, solo per finanziare lo spreco corrente e le mangiatoie della politica.Caro Monti, sono altamente deluso di te, in quanto, mi aspettavo che i sacrifici iniziassero a farli i politici (visto che anche loro sono cittadini italiani) dando il buon esempio. I comuni mortali non hanno più nulla nelle loro tasche, (al di fuori delle rate dei prestisti contratti per aumentare i vostri stipendi), visto che ci avete spremuto più dei limoni già utilizzati. Ad esempio quando... ci fu la proposta di abbassare ( di qualche euro) lo stipendio ai parlamentari, la ministra FORNERO, in diretta televisiva si è messa a piangere. Oggi si sente in diritto di proporre la tutela di quali lavoratori ? Non certo i nostri figli, che stanno nelle nostre case, disoccupati, mantenuti dai genitori perchè non possono permettersi di formarsi una propria indipendenza. Lei e tutti i poilitici dovrebbero provare a vivere con 1000 / 1800 euro al mese, anche troppe per quel che meriterebbero. Noi, comuni italiani, vorremmo che venissero eliminate ai parlamentari le pensioni a vita, e che tutti percepissero come noi la pensione a 66 anni, ma 1 sola, al limite fissando un tetto massimo di 5000 euro e al Presidente che è il massimo esponente 10000 euro. Tenete presente che alcune persone che iniziano a lavorare (anche in nero) si devono accontentare di percepire da 300 euro a 1000 euro mensili. In questo modo non solo l'italia si risana ma avanzerebbero anche soldi per sanare a lungo termine eventuali deficit . Tutti gli italiani sanno che se i politici vogliono possono farlo....Monti continua ad ignorare la possibilità di un trattato bilaterale con la Svizzera come fatto da Germania, Francia e UK. Ricordando che le stime sono di euro 30 mld di entrate, è lecito chiedersi ormai se non stia cercando di proteggere fonti neri suoi e dei suoi sponsor (partiti e industriali). Il tempo perso avrà ormai permesso agli evasori italiani di trasportare i loro fondi dalla Svizzera in altri lidi.Tutto inutileQuanto si inventa ogni giorno Monti non servirà a niente, anzi peggiorerà le cose, se non si metterà mano al debito e al taglio della spesa.Secondo la fondazione Mattei le aziende partecipate da enti pubblici sono 5559 che assicurano la presenza di ben 27000 amminiastratori.La maggior parte di esse producono solo perdite che attraverso la pressione fiscale esercitata su ciascuno di noi vengono poi ripianate.La produttività di questi carrozzoni è, come appare chiaro, di gran lunga inferiore a quella di analoghe aziende del settore privato.Queste sanguisughe vanno tutte messe sul mercato con il duplice vantaggio di portare qualcosa nelle casse dello stato per ridurre il debito e bloccare l'emorragia determinata dalla loro inefficienza e dalla conseguente esigenza di coprire via via le loro perdite.La spesa complessiva dello stato di circa 800 miliardi di euro può ben ridursi, come afferma con competenza il senatore Baldassari, del 10%.Il Presidente Monti cominci col fare queste due piccole cose. Le altre cose diventeranno per forza di cose più facili, a partire dallo spread.MA A CHE SERVE LO SCUDO ANTI SPREAD.l'economia riparte, ripartono i consumi, diminuisce la disoccupazione, migliorano i servizi sanitari, migliora la scuola ecc?.Fumo negli occhi che solo per gli allocchi.Basterebbe dire che i tassi dei tittoli di stato si fissano amministrativamente, quindi, io il BTP lo pago il 2% se lo vuoi bene altrimenti ciccia.Allora qualcuno potrebbe dire, e chi li compra??? , e quà riguarda il tema centrale di tutta questa storia e si chiama sovranita monetaria nazionale.
se non si fa questo è impossibile, ripeto impossibile , uscirne.Ma vi pare che la BCE, banca privata, da miliardi di euro all'1% alle banche private nazionali, il quale comprano titoli di stato che dovranno pagare il 6% alle banche, quindi lo stato diventa debitore nei confronti delle banche.Ergo, questi senza fare nulla si arrichiscono e noi dobbiamo pure pagarli, una follia ma forse di più, siamo ad una nuova era nazifinanziaria, siamo in guerra e il popolo deve reagire e vincere, un saluto.

P.S. il debito pubblico italiano è in mano per circa il 45% al creditori esteri, e questo squilibrio si è concretizzato nell' ultimo decennio. di questi creditori il più grande è la Francia, e non è la Germania ed il 56% circa del debito in mani estere dipende da capitale che proviene dall' italia, ovvero da italiani all' estero, siano esse banche, imprese o privati e che non rientrano nei calcoli del Pil ma del PNL (prodotto nazionale lordo).lo spread con i bund tedeschi non significa che gli italiani debbano i soldi ai tedeschi, poichè è solo un riferimento sugli interessi di parte del nostro debito Se il debito italiano per gli interessi che si devono agli acquirenti dei titoli di stato rimane alto dallo spread dei rendimenti coi bund tedeschi chi ci guadagna in interessi non sono soprattutto i tedeschi come qualcuno vorrebbe farci credere.
lo spread infine dipende dalle diverse affidabilità delle economie nazionali ed è la conseguenza che premia economie più produttive e non la causa.
Mostra altro

Confindustria: crolla il Pil, Italia «nell'abisso»

28 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA


 
L'Italia «è dentro l'abisso» e la ripresa economica appare più lontana del previsto. A lanciare l'allarme è il direttore del Centro Studi di Confindustria, Luca Paolazzi. La recessione si aggrava e nel 2012, il Pil crolla del 2,4% (contro il -1,6% precedentemente stimato). Il 2013 si chiuderà con quasi un milione e mezzodi lavoratori occupati in meno rispetto a inizio 2008. 


Sono i mercati e la speculazione finanziaria che hanno scatenato e stanno portando avanti in maniera spietata questa guerra contro i cittadini e conro il paese. Finalmente qualcuno ha il coraggio di dirlo. La cosa gravissima è che i nostri "stati maggiori" ed i nostri "generali" stanno dalla parte del "nemico". Per i Codici Penali di "guerra", la pena prevista per chi si macchia del gravissimo crimine del tradimento del paese, è la più grave che si possa prevedere.Sono dei traditori veri .Sono manovre cieche e stupide, autolesioniste, perché i capitali senza la produzione e il consumo sono solo spostati, non creati e moltiplicati, quindi alla lunga ( o nel caso attuale purtroppo credo alla corta) determinano il fallimento certo degli stessi speculatori, provocando catastrofi di inimmaginabile gravità per la gente comune.Col cavolo che stavamo "sull'orlo del cratere ma ci siamo salvati anche se si allarga e ci corre dietro" come diceva Monti con bersaniana creatività: ho sempre pensato che ci abbiano mentito sulla realtà della situazione, che nell'abisso ci eravamo finiti da un bel po' per colpa del Flaccido e della sua corte di delinquenti e che quello che stava facendo Monti non era di salvare l'Italia ma di salvare soldi, privilegi e potere dei soliti noti, fra i quali i politici che lo hanno appoggiato e continuano ad appoggiarlo, creando stranissime ma comprensibili compagnie di letto.La logica di pensare a ieri è valida anche per i professorini certamente Confindustria con i salari più bassi di tutta l' Europa viene a lamentarsi del crollo del PIL, ma questi signori dove si trovavano quando il grande bugiardo di Arcore veniva applaudito e osannato? Ridurre gli stipendi e le pensioni dei lavoratori pensando di far ripartire i consumi interni con chi porta i soldi all' Estero è un nuovo trattato di economia oppure è un trattato di Mao? Questi alla pari dei precedenti sono capacissimi tanto è vero che tosano sempre le soliti noti non gli bastano due o tre cariche i vitalizzi gli servono le televisioni per spiegare quanto stanno facendo per quelli che dovranno andare in pensione a 70 anni o per i giovani, si tratta sempre dei loro sacrifici per gli altri.Fornero almeno la Costituzione ma dove ti sei laureata alla solita del Trota?.La confindustria è corresponsabile della crisi avendo appoggiato le politiche nulliste di berlusconi,è corresponsabile della crisi avendo attaccato i lavoratori con una perseveranza pari solo alla più assoluta mancanza di lungimiranza ,è corresponsabile della crisi avendo al suo interno imprenditori incapaci e nemici dell'Italia .
Art. 1.
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.
.
Art. 4.
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.
.
Art. 35.
La Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni.
Cura la formazione e l'elevazione professionale dei lavoratori.
Promuove e favorisce gli accordi e le organizzazioni internazionali intesi ad affermare e regolare i diritti del lavoro.
Riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell'interesse generale, e tutela il lavoro italiano all'estero. 
Art. 36.
Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa.
La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge.
Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi. 
Questo è il nostro patrimonio,un grande patrimonio di civiltà,conquistato col sangue e col sudore,è da qui che bisogna ripartire è questo che ci deve dare orgoglio per ricominciare,è questa la strada giusta da seguire .Non abbiamo mai avuto bisogno di leggi speciali sul lavoro, non abbiamo mai avuto davvero emergenze, perché é giá tutto scritto lí, su quella carta troppo spesso usata nelle toilette delle istituzioni. Quella carta é la cornice, ai politici spetterebbe il compito di dipingere il quadro, magari in concertazione con la Confindustria, come hanno fatto i tedeschi. Ma si sa, in Italia non bisogna mai chiedere troppo. Almeno accontentiamoci di dipingere...

Mostra altro

LA COSTITUZIONE NON SI TOCCA E' SOLO DA ATTUARE

28 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


 


In Italia da alcuni anni a  questa parte, il giochino preferito della politica è diventato quello di smaniosa modifica della Costituzione, tutti da destra a sinistra, sentono l'urgenza di avere una Costituzione "su misura", attraverso la quale favorire il proprio tornaconto e consolidare bramosie di potere più o meno cammuffate. Personaggini rappresentativi solo di se stessi, senza alcuna levatura morale e politica e tantomeno senza il medesimo mandato dei Padri Costituenti, con cadenza costante vengono a propinarci la loro ricetta per la salvezza del Paese, dimenticandosi che se il Paese è in queste condizioni, gran parte dei responsabilità dovrebbero cercarla tra le mura di casa.
Per primi furono i "saggi di Lorenzago" nel 2006, da una baita sperduta nel Cadore, Calderoli e Gasparri si autocandidarono alla successione di Terracini e Dossetti, il risultato fu ovviamente un successo per il popolo italiano, che bocciò tanta arroganza col referendum dall'esito plebiscitario.
Poi venne il tempo di Veltroni, fortunatamente un tempo breve, non fece in tempo ad abbozzarla un idea di riforma, chè già gli stessi "compagni" gli fecero trovare il biglietto di sola andata per l'Africa.
Poi gli ultimi quattro anni di governo Berlusconi che della Costituzione ha fatto carta straccia senza bisogno di modificarla: i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Come Qui Quo Qua di Walt Disney, oggi è il turno di A B C, incaricati da nessuno, i tre segretari di Pdl, Pd, Udc, danno mandato a vari e propri "esperti costituzionalisti" del calibro di Violante, Adornato (questo con un curriculum partitico "invidiabile") e Bocchino per riformare la Legge dello Stato, uomini insignificanti che negli ultimi venti anni hanno sbagliato tutto ed il contrario di tutto, hanno vorticosamente cambiato i nomi dei loro partiti senza cambiare alla fine nulla, senza più nemmeno il consenso popolare, ci propongono l'ennesimo finto problema della Costituzione, la riduzione dei Parlamentari come specchietto per le allodole, usando la Costituzione come capro espiatorio per mascherare le proprie ventennali inadempienze politiche.
Articolo 1 della Costituzione: l'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, la sovranità appartiene al popolo. Articolo 4 della Costituzione: la Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro. Cari Alafano, Bersani e Casini, in Italia ci sono 2 milioni e 615 mila disoccupati, nei mesi di marzo e aprile 38 mila persone hanno perso il lavoro, per cui il problema è la Costituzione o la mancanza di un piano industriale ed occupazionale per il Paese? Se la Costituzione deve essere cambiata dovrà essere il popolo a dirlo con il referendum e al popolo bisogna spiegarlo alla luce del sole, come gà avvenne nel 2006, perchè quell'esito oggi viene stracciato?
Articolo 35 della Costituzione: la Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazione. Cari Alfano, Bersani e Casini è la Costituzione ad aver precluso tale diritto, o gli interpreti della politica, per ultimo il ministro Fornero, che sta per abolire l'ultima delle tutele per i lavoratori, ovvero l'art.18 dello Statuto dei Lavoratori?
Articolo 39 della Costituzione: l'organizzazione sindacale è libera. Cari Alfano, Bersani e Casini, se alla Fiat i dipendenti con in tasca la tessera del sindacato Fiom non possono lavorare, il problema è la Costituzione che garantisce il diritto di ogniuno ad iscriversi al sindacato che preferisce, oppure è fuori legge chi non rispetta tale diritto, complice in primis la politica, che si è dimostrata concorde nel trasgredire tale norma?
Se in Italia c'è un problema quello non è certamente la Costituzione, semmai coloro che giurando su di essa e diventandone i primi tutori, non solo spingono per cambiarla, ma sono i primi a trasgredirla.

Mostra altro

Ora basta con Berlusconi, la sua presenza in politica è finita.

28 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA



 
Quando si ama un paese non si può dare ad un personaggio che ha editoriai che ha televisioni, che padroneggia l`Italia con il suo sistema mediatico, come ha fatto Berlusconi negli ultimi 20 anni,cosa unica nel mondo politico democratico.
Il sig. Berlusconi ha avuto una parte di responsabilità se l`Italia si trova in queste condizioni. Infatti in tutti i suoi governi degli ultimi 20 anni, non è mai riuscito ad imporre una linea politica che permetesse all`Italia un priogressivo aumento dei sistemi ( cosa che ha fatto Schroeder all`inizio del 21 secolo facendo soffrire i tedeschi con la sua famosa ""agenda 10"") Oggi però la Germania è più forte che mai. In politica bisogna avere il coraggio se è necessario prendere decisoni amare, decisioni che i politici italiani non hanno mai preso.Tutto questo lo sta facendo ora Monti, sperando che non sia troppo tardi.Dovremmo essere grati che ora il sig. Monti sta facendo quello che i nostri politici. non hanno mai voluto fare.Quando Berlusconi diede le dimissioni, tutta l`Europa e l Àmerica hanno sospirato con sollievo, questa sua decisione ,sperando che questo strano personaggio non appaia più in politica.Io l'ho sempre pensato,se Berlusconi è riuscito a conquistare tutto questo POTERE,prima in campo economico e poi in quello politico,è perchè ha trovato l'HUMUS favorevole (Le Leggi che glie l'hanno consentito e gli italiani che lo hanno agevolato,ad esempio votandolo e accorrendo ai suoi richiami).Mi sovviene quel detto famoso :"l'Italia è fatta,adesso bisogna fare gli Italiani"...ahimè,mai detto fu più veritiero...Ci sono ,oggi, italiani che auspicano e si battono per la secessione della loro regione dall'Italia,creando un'entità astratta che loro chiamano Padania....ci sono ancora italiani,almeno un 18,20 per cento secondo le ultime stime,che lo considerano leader maximo,lo adorano,anche dopo lo SCEMPIO che ha fatto sul piano morale e su quello internazionale,per non parlare degli obiettivi interni mancati (più lavoro x tutti,meno tasse x tutti e via dicendo).Caro Hugh Grant,in Germania hanno "segato" un politico PERCHE' AVEVA COPIATO LA TESI DI LAUREA, quì fanno quadrato x salvare dalla galera colleghi pregiudicati,quì percepiscono cifre astronomiche come rimborsi elettorali,e poi comprano diamanti e investono in Tanzania,e danno le paghette ai figli del capo,quando non comprano ville a Roma e in Canada x se.Questa è l'Italia.
Leggendo i media stranieri, viene alla luce ..che bella reputazione ha il vostro EX Minestrone. Al Capone era in confronto a Berlusconi un "angioletto". Ma come e' possibile che un delinquente, uno con processi in corso, un evasore fiscale ,un corruttore dimostrato, possa essere eletto .. a Primo Ministro di una Nazione come L'Italia. Poi con la sua dimostrata Incapacita politica, la sua ignoranza nei comportamenti... e' la barzelletta Europea, deriso e beffeggiato da tutto il mondo. Solo in Italia ci sono ancora Bischeri Gonzi che gli danno il voto, voto anche a un PDL composto da Mafiosi, VOLTAGIUBBE, Scilipotisti...e per non parlare dei lecca la dove non splende il sole: Il suo non e' un partito ma "Una Associazione a delinquere". Non fatevi sottomettere Italiani da una cosi meschina figura, mandatelo a...Antigua assieme si suoi .....segretari.....buffoni.

Mostra altro

PRIMA Polillo ORA Cicchitto E LA Fornero E L'ITALIA IN MERDA SEMPRE PIU.

28 Giugno 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA

 

MI sembra che si stia dando troppa importanza alle dichiarazioni di Cicchitto. Ma perché quello che dice quel tizio ha mai avuto qualche valore?
Però se anche Bersani si allinea in qualche modo alle dichiarazioni suddette siamo messi proprio male! Ma si rendono conto questi signori che tanti, troppi italiani non solo non sono in grado di uffrire un minimo di vacanze alle loro famiglie, na meanche di garantire una sopravvivenza dignitosa!. CICCHITTO  qualcuno sa indicare qualcosa di buono, per i cittadini italiani, che costui nella sua lunga e, ahimè costosa per le finanze statali, abbia mai fatto?
Qualche volta che ho avuto il disonore di ascoltarlo, subito dopo regolarmente sono stato male, poi ho definitivamente smesso.Questo è un altro personaggio della lista Berluscopoli, che, immagino, stia dalla mattina alla sera e la notte pure, a studiare come fregare il popolo italiano e fare gli interessi del suo datore di lavoro. Ecco cosa succede in una repubblica di banane! Punto 1 Polillo ieri non possiamo permetterci gli stipendi da mille euro togliere una settimana di ferie per i lavoratori punto 2 L'amico Cichitto oggi dichiara se non ci sono le ferie per noi è crisi di Governo non siamo lavoratori ma beatizzati al punto 3 La fornero incalza non poteva mancare e dichiara il lavoro non è un diritto ma un optional e parla di meritocrazia una che non sà fare nemmeno i conti degli esodati!.
Il 90% dei politici attuali mi provoca un profondo, incontenibile
stimolo di nausea, ma quello che mi fà più senso, è questo arrogante, ignorante, ipocrita, attaccabrighe e voltagabbana di nome Cicchitto.
Uno che non sapendo far nulla di meglio e utile nella vita, ha scelto una facile e insulsa carriera da squallido politico per esternare a getto continuo la sua aggressività e i suoi rancori repressi contro tutto e tutti.
Ma quale necessità e bisogno ha la Politica e il genere umano di avere tra i piedi un'individuo del genere? Io non riuscirò mai a farmene una accettabile ragione.
E' un servo sciocco, si comporta sempre con la stupidità e l'arroganza, di chi avendo il potere, ma sapendo di non meritarlo, inveisce e attacca ancora prima di cominciare a dibattere e confrontare.
E' inguardabile, inascoltabile e inaccettabile per chi ha ancora un cervello pensante e in grado di analizzare e sintetizzare gli sproloqui e le scemenze che gli escono di bocca.
Non a caso è il Capogruppo dei senatori PdL, è stato giustamente scelto in quanto è il peggiore e il più sguaiato del mazzo.
Bravo vattene in ferie, con tutti i tuoi compari, spendete e sperperate a piene mani i soldi che ci derubate giornalmente, gozzovigliate e godete, tanto paghiamo noi, ma per favore cercate di rimanerci per sempre in ferie. Voi non servite a nulla, vi riesce di capirlo una buona volta?
Tu e tuoi pari, ma ne dubito, forse potevate essere utili a qualcosa, solo in una colonia penale, con piccone in mano e palla al piede!
Vi auguro di fare le ferie che meritate!.
Sapete cosa mi disturba, al di là di tutto?
La democrazia.
Una testa = un voto, questo è il dramma del nostro paese.
Voi avete votato questa gente e io me li devo sopportare.
Mostra altro
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>