Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Modesta istigazione alla politica

30 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


 
Chissà come sembra interessante il serrato dibattito su politica e antipolitica visto da una baracca italiana, sotto un tetto di lamiera, o nell'umidità di una roulotte posteggiata sul cemento. Magari severi moniti e monologhi apocalittici rimbombano in modo diverso contro le pareti di cartone. Di certo, le pareti di cartone sono aumentate, come le famiglie che ci vivono dentro, oltre 71.000: la disperazione misurata dieci anni fa moltiplicata per tre e pure di più, come ci dice il nuovo censimento. E poi, chi vuole cogliere fior da fiore, può cercare altri indicatori: salari di merda (i più bassi d'Europa), pensioni di merda (le più basse d'Europa), potere d'acquisto falcidiato, diseguaglianza in crescita esponenziale, precarietà di massa. Bene, non saprei l'antipolitica, ma i primi dati del censimento ci danno la fotografia di cos'è - qui e ora - la politica: il gentile mettersi a disposizione del mercato. E dunque, ecco una modesta proposta per tornare alla politica e dare un senso ai "severi moniti". Si aiutino le 71.000 famiglie baraccate a occupare, dignitose e combattive, gli oltre quattro milioni di case vuote, le torri per uffici disabitate, i milioni di metri quadri deserti che la speculazione ha costruito senza senso. Pensate la sorpresa, se si scoprisse che la politica si fa con un piede di porco, un'occupazione, una finestra da cui entrare, un riprendersi casa e dignità, una resistenza allo sgombero. Vedremmo così, di fronte a 71.000 famiglie senza casa che si prendono una casa vuota, se la sinistra italiana sa ancora fare la tanto auspicata politica. Sosterrebbe un'azione giusta e illegale, o userebbe le solite parole "ragionevoli" e ingiuste? Continuerebbe i suoi balbettii modernisti sul liberismo sostenibile e lo "sviluppo"? Chiamerebbe la polizia? Probabile. Ma intanto, per cominciare, vedremmo attuare un'interessante patrimoniale. E poi, si sa come vanno queste cose: si comincia dalla casa e si passa ai salari, al lavoro, ai diritti. E poi, dopo, accomodatevi al dibattito: un letto caldo sotto un tetto vero sarà politica o anti politica? Francamente, chissenefrega.

Mostra altro

Asse Roma-Berlino per la crescita e rigore.

30 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA



L'obbiettivo dei due capi di governo è la sincronizzazione dei processi di ratifica del Fiscal Compact e del Fondo Salva Stati in contemporanea nel parlamenti di Roma e Berlino entro l'estate. Montecitorio e Bundestag si osserveranno a vicenda durante i lavori di ratifica

Oddio! A me l'asse Roma-Berlino fa venire in mente brutte cose... E' terribile che in una Europa che dovrebbe lavorare per l'unità economica e sociale dei suoi paesi, coinvolgendo nel processo tutti gli stati con pari dignità, si stia ricreando una nuova  egemonia tedesca con la partnership servente italiana. Mario Monti non sarà Mussolini e la Merkel non è Hitler, ma la storia a volte riesce ad essere beffarda nelle sue riproposizioni. Questa mania tutta italiana di saltare sempre sul carro del più forte, presunto vincitore, è quella che ci ha portato sempre alle più sanguinose disfatte!!!.Un tempo quando un uomo di governo tramava con potenze straniere, se scoperto, veniva condannato per alto tradimento e come minimo veniva esiliato ed espropriato di tutti i beni. La domanda e' ......siamo proprio sicuri che Germania o Francia siano nostri alleati, quanto invece dei concorrenti o peggio degli avversari economici da contrastare? Le nostre piccole e medie imprese, unica ossatura rimasta che produce una qualche ricchezza, qui nel nord est si trova a competere ogni giorno con le concorrenti tedesche ed austriache, nettamente avvantaggiate se non altro da una inferiore,e di molto, imposizione fiscale. Dove non sanno nemmeno cosa sia ici imu, tasse sulle tasse, ecc ecc. ma sopratutto una burocrazia asfisiante, concussione e corruzione ed una castocrazia del tutto nostrana. In Austria non sanno nemmeno cosa sia un notaio.Voglio dire che a noi vengono imposte cose che loro non si sognerebbero, mai, nemmeno di pensare per loro e le loro imprese.  Qui stiamo affogando nella ipocrisia partitica. Basta tasse, gridano tutti, mentre ne impongono una nuova al giorno. Ipocriti ma sopratutto incapaci, nei fatti, come possiamo concretamente constatare.Purtroppo la Germania, dopo 10 anni di mercantilismo sfrenato, inizia a percepire che la cuccagna sta per finire.Per poter continuare a impoverire le nazioni periferiche, necessita di un alleato. La Francia però non le va bene, in quanto poco incline a farsi mettere i piedi sulla testa (grandeur). L'alleato serve umile e servile, che lasci a lei il comando in cambio di poche bricile di considerazione.Quale alleato migliore se non quella vecchia "bagascia" dell'Italia?.Purtroppo questo governo ha perso credibilità. Non è stato equo, non ha velocizzato la crescita mentre si è affrettato a dissanguare la popolazione (sempre quelli) graziando la parte marcia del Paese. Non ha dato una spinta al rinnovo delle istituzioni malate e ha partorito una riforma delle pensioni e del lavoro che lasciano l'amaro in bocca a molti. Credo che in tempi di crisi ci debba essere più carattere. Questo asse Germania Italia non lo vedo particolarmente adatto proprio per la enorme differenza tra le 2 Nazioni. Non si gioca ad armi pari.Se in Francia vincesse Hollande, l'Italia dovrebbe assieme ai cugini coagulare i partrnes contrari all'estrema rigidità fiscale imposta dalla Germania, per costringere quest'ultima ad accettare un cambio di prospettiva nell'affrontare la crisi attuale. Dovrebbe premere affinchè la BCE diventi garante ultimo dei debiti sovrani, adotti una moderata svalutazione dell'euro per favorire la domanda estera (vista la stagnazione della domanda interna), abbia la possibilità di dare liquidità direttamente ad imprese e famiglie (e non solo alle banche che hanno utilizzato i 1000 miliardi concessi al'1% per consolidare i propri bilanci -falcidiati dai prodotti derivati tossici- e solo parzialmente per sostenere i debiti sovrani). Il rigore fiscale e finanziario potrà essere adottato una volta che la ripresa economica si sarà consolidata. L'alternativa non sarebbe l'euro2, ma il ritorno della Germania al marco.
Mostra altro

UNA INTERVISTA AL LIMITE DELLA SPUDORATEZZA...

30 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA


Tremonti: rigore? C'è un buco
da 20 miliardi
«Scelte solamente tasse e tariffe, manovra squilibrataDai tecnici idee erronee sull'Imu per la seconda casa» Tremonti, il governo Monti si appresta a mettere mano al capitolo della spesa pubblica. Pensa che sia un'impresa possibile?

SONO ESTEREFATTO!!!.....ma come si fa a dire quelle cose con tanta supponenza e faccia tosta! Nella attuale Legislatura il ministro (ex) Tremonti ha gestito. per 42 mesi, le spese dello Stato con un DISAVANZO DI 6,74 MLD AL MESE! Ma anche nella precedente Legislatura, quando ha ricoperto la medesima carica, il Disavanzo superava i 3,5 MLD al mese! Tremonti è RESPONSABILE DI UN INCREMENTO DEL DEBITO PUBBLICO DI BEN 500 MLD!!! (Naturalmente insieme con il suo "vecchio" p.d.c.) Tremonti ha agito con una tale leggerezza che lo Spread è arrivato a quota 575 punti base! E questo solo circa 6 mesi fa! Dov'era quando ha fatto "tagli lineari" alla spesa, cosicchè i "virtuosi" non potevano spendere e i meno virtuosi si sono trovati con grossi problemi di bilanco. IN NOVE ANNI di esercizio della Carica, il PIL italiano è rimasto quasi stabile, nel senso che è aumentato durante la parentesi del governo Prodi ed è SCESO durante la sua gestione. Ora pontifica! Lo sa anche lui che occorre una IMPOSTA PATRIMONIALE DI 200 MLD per far fronte alle PROMESSE SCIAGURATE DI RIENTRO NEL 2013 fatte all'Europa da lui e dal suo compare (chiedo scusa, ma i fatti sono questi!).....è meglio che mi fermo qui..Grazie Tremonti per questo buco! Grazie al governo cui apparteneva per questo regalo! E' bello adesso chiamarsi fuori, grazie a tutti questi personaggi che hanno regalato agli Italiani questo "buco"! Grazie! Io speriamo che me la cavo!.Tremonti, un mediocre professionista di provincia, con un pessimo carattere, supponente, pieno di boria, cerchiobottista naturale e voltagabbana continuato, cerca di sorprendere il mondo con le sue scemenze che vorrebbe ancora vendere come faceva durante il governo del cavaliere, suo amico-nemico. Uno che fin dal 2008, quando anche il più idiota degli economisti se ne era accorto, non aveva saputo interpretare i dati delle'economia mondiale e di quella italiana in particolare, dovrebbe almeno avere il pudore di starsene zitto e nascondersi, magari, come i militari sconfitti, fingersi sparito. Tremonti ricorda molto un vecchio personaggio dei fumetti, dell'Intrepido, che magari qualcuno si ricorda: Superbone. Era sempre convinto di avere ragione e non vedeva niente al di là del suo naso. Di Giulio il declassato potremmo dire che non vede niente al di là dei suoi occhiali da miope. Le stupidaggini le vada a raccontare a Bossi che forse è l'unico, con gli acciacchi politici e fisici che si ritrova. a poterlo interpretare, capire e compatire. Tra di loro c'è comunanza di idee (sic) e di linguaggio (questo si).Chissà perchè ora tutti hanno la soluzione dei problemi. Dopo 10 anni di "strapotere" ora hanno le soluzioni per tutto. E noi paghiamo i loro errori. Usando una bella espressione del grande Totò: ma mi faccia il piacere..

Mostra altro

E finisca la pacchia per i parassiti

30 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


Domani la relazione del ministro Giarda in cdm alle 15. Intanto monta la polemica sugli interventi e Bersani, circa l'ipotesi di voto anticipato sulla scia del successo di Hollande in Francia, è categorico: "Non vinco sulle macerie del nostro Paese"
Premesso che quello destabilizzato appare ogni giorno di più proprio Bersani, il quale - è bene ricordare - attivamente sostiene il governo Monti nello scippo delle pensioni, negli yacht detassati, nell'IVA a 23%, nelle fondazioni bancarie esentate Imu a danno dei nonni in ospizio, nel colpo di stato costituzionale su pareggio di bilancio et similia, egli dunque contribuisce in tutto alle macerie sociali e il suo partito appare pienamente degno del Paese del Burlesque.Mirabile e da vero Burlesque è infatti il riferimento alle elezioni francesi. Ma Bersani ha vagamente letto ciò che proprongono Hollande o Melenchon? Lo sa Bersani che il suo partito - in significativa consonanza con Sarkozy - si è sempre espresso a favore di quel six pack che ora il suddetto Bersani (ma sicuramente sarà un sosia) panzaneggia di voler modificare? in questo il vigliacco pensa di far credere che lui non ha responsabilità. Invece insieme ai compari alfano e casini lui è totalmente responsabile del massacro fiscale e di diritti che sta attuando monti. Sul baratro il paese lo stanno portando questi 6 mesi di governo che stanno causando una fortissima recessione reale, grazie ai provvedimenti votati da bersani. Da gennaio -10% consumi carburanti, -10% pedaggi autostradali,  -27% vendita autoveicoli, decine di suicidi, e si può proseguire....Dicendo che non vuole vincere le elezioni dimostra solo di essere un'incapace per non parlare del vergognoso comportamento tenuto sul finanziamento ai partiti.Ma se è vero che il pd ha già speso i soldi che non ha ancora incassato ( come ha ammesso il tesoriere) come si fa ad affidare il governo di un paese a chi dimostra tanta incapacità.Non c'è un giornalista in italia che faccia una domanda del genere a questo bonario vigliacchetto?.Bersani e il Pd non vogliono vincere? Non vogliono vincere sulle rovine? E loro dov'erano? Non vogliono le elezioni perché non hanno programmi, né idee. Tutto qua.Io ho sempre pensato così, cioè che le regole fossero a volte un ostacolo, altre però sono un modo civile per controllare il 'traffico delle opinioni'. E le opinioni, se non sono suffragate da idee, sono ancora peggio delle regole.E' facile attaccare questo governo. E' anche doveroso. Ma il PD non ha alibi, dal momento che non ha idee e gli fa comodo sostenere Monti.Coerentemente con la linea del Pd Bersani aspetta di entrare in gara quando è sicuro di perdere, tanto i soldi si incassano anche stando all'opposizione e non c'è neppure la fatica di dover prendere decisioni. E per di più se le cose vanno male si può sempre dare la colpa alla maggioranza. Chi glielo fa fare ?  Geniale poi l'idea di lasciare alla vittoria di Hollande il compito di far ragionare la Merkel: dopo la politica a propria insaputa abbiamo anche l'opposizione per delega. Questo qua si è fatto fotografare con le maniche rimboccate, ma a quanto pare la fatica di arrotolarle deve averlo stremato.In quanto alle dichiarazioni di Bersani è palese che non si tratta di vincere sulle macerie del paese (sarebbe la scoperta del partito altruista italiano), ma della sua consapevolezza che non vincerebbe affatto. Sono tutti terrorizzati da quel movimento che hanno etichettato come antipolitica, ma non è antipolitica, si tratta solo di un movimento sempre più grande di italiani che prendono coscienza (sarebbe meglio dire sbattono la faccia) dello schifo in cui ci hanno costretto e che non hanno intenzione di continuare con il tifo ed il conseguente voto per questa o quella bandiera. Gli italiani sono stufi e vogliono qualcosa di nuovo, di diverso e questi partiti sono tutti vecchi, più vecchi delle pareti crollate a Pompei..Queste dichiarazioni del PD ci mostrano in che baratro siamo finiti. Anche il partito che dovrebbe rappresentare i lavoratori ed i pensionati è confuso e non ha una linea politica chiara e dichiarata. Anche loro vivacchiano alla giornata, cercando di piazzare i propri uomini qua e là, nelle varie poltrone di sindaci, consiglieri, assessori, revisori, presidenti, direttori, dirigenti, impiegati semplici, ecc. ecc. Siamo sempre alla solita storia. Questa CASTA mafiosa e corrotta NON HA LA FORZA per governare il Paese. Non sanno neanche governare bene il loro stesso partito. Le recenti vicende di LUSI e BELSITO lo dimostrano ampiamente. Questa CASTA sta lì per tenerci fermi mentre gli altri ci derubano di tutto. Il loro compito è di far polverone, chiacchierare, ipnotizzarci, distrarci in tutti i modi possibili. Questa gente è nemica del popolo e dei cittadini onesti. Sono appoggiati dai POTERI FORTI (industriali, banchieri, Vaticano, ecc.) per impedire che si attui davvero la DEMOCRAZIA e finisca la pacchia per i parassiti. 
Mostra altro

I 50 miliardi che Monti non vuole

30 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA




Il governo continua a dire no all’accordo con Berna sui 150 miliardi di capitali evasi che tassati potrebbero finanziare lo sviluppo. Germania, GB e Austria lo hanno già fatto. L’Europa dice sì e ora anche il Pdl apre

La domanda sorge spontanea, se l'Europa è d'accordo, il PdL gli da il permesso e lui continua a non volerne sentir parlare, quanti soldi ha depositato in Svizzera quest'uomo?,anche volendo dubito che monti possa avver accumulato ricchezze in svizzera.. I soldi in svizzera sono frutto di evasione ma sopratutto di mafia e tangenti  dei partiti politici..  e qui si spiega perche tutte quelle manfrine sull'anonimato etc etc..  Fanno tutti finta di voler mettere la tassa ma in realtà la guerra sotterranea è tremenda.. metteranno la tassa (piccola).. ma sarà Super anonima..   continueremo a votare i ladri (senza sapere chi sono !!  credo che ci sarebbero delle belle sorprese..)  viva la libertà.Se monti proseguisse.. non solo sulla tassa (ricordate la battaglia dell'anno scorso sui vecchi scudati ... fini che il PDL  non voleva  e neanche il PD!!)  ma anche sulla trasparenza (sarebbe un condono tributario e di corruzione  di fatto!!)   sarebbe rovesciato ..  e alle soprese dei conti in svizzera non sopravviverebbe nessuno dei nostri cari politicanti..presenti, futuri e potenziali (anche grillo aderi allo scudo si dice!)con il risultato  dell'anarchia. Forse meglio l'anarchia di questi ladri..  ma con il debito e la crisi...  il rischio è grosso..Cane non mangia cane. Che monti fosse una marionetta gestita dall'alta finanza e dai miliardari,vedendo il suo operato che fa tutto il contrario di Robin Hood lo vede anche mia nonna che non c'è più da mò. Anch'esso come la fornero,botte da orbi ai ceti meno abbienti. Povero d'alema,il primo artefice assoluto della distruzione della sinistra,dopo bettino craxi. L'italia in mano ai capitalisti,in un paese in bancarotta.Loro son tranquilli,i 50 miliardi depositati nei paradisi fiscali,fanno parte del loro  patrimonio,tutti quanti della Casta,figuriamoci se vanno a colpire se stessi!.La linea del governo Monti è solo una: forte con i deboli e debole con i forti (ma che novità?!). Sono convinto che questo sistema capitalistico neoliberista dominato dalla finanza vada rovesciato al più presto per riposizionare i diritti ed i beni comuni al centro della politica e dell'economia. Porre le redini o umanizzare un sistema di sviluppo fallito che in tutto il mondo ha promosso sfruttamento e diseguaglianza, come vorrebbero fare i riformisti è ormai un'assurdità. E' necessario cambiare prospettive ed ideali, è necessaria una rivoluzione culturale che non può essere promossa da tecnici allevati nelle provette del mondo finanziario conosciuto nè dalla zuppa marcescente dei partiti politici. Ma qualcosa si sta muovendo..Questo governo sta cavando il sangue anche dalle pietre, ...possibile che non capiscono che lì c'è sangue fresco, e senza spremere le pietre. Devono cercare in tutti i modi di riscuotere una buona fetta da quei depositi, ...tanto sono soldi evasi quasi sicuramente al fisco italiano.E un po’ di gettito in più, nel 2013, farebbe comodo visto che la recessione farà diminuire le entrate attese su cui è stata impostata l’ultima manovra Salva Italia."un po' di gettito in piu ? 50 miliardi sono un po' di gettito in piu ? il governo sta cercando 4 miliardi per non far aumentare ad ottobre l'iva al 23%, si parla di tagli alla scuola, ANCORA TAGLI ALLA SCUOLA, ma sui servizi dicono, come se si potesse tagliare sulla pulizia, sulla sicurezza, ci sono scuole che stanno letteralmente cadendo a pezzi e mancano i soldi per i necessari lavori, vogliono tagliare ancora sulla scuola, per avere questi 4 miliardi, e ora scopriamo che possiamo far pagare le tasse agli evasori che hanno spostato i soldi in svizzera, per 50 MILIARDI, ma che cosa si aspetta ? E' INCREDIBILE!!!!!!! ma di che caxxx parla monti quando rivolgendosi agli italiani chiede piu' sacrifici ? di che caxxx parla quando si chiede di pagare tutti le tasse ? siamo sicuri che possiamo prenderli quei 50 miliardi ? perche' se e' tutto vero quanto scritto c'e' da INCAXXXXXXXXXXXXX, MA TANTO!!!!!!PERCHE Mi permetto di far notare al puntualissimo Feltri che in Svizzera l'assemblea dell'Azione per una Svizzera neutrale e indipendente (ASNI), un'organizzazione piuttosto potente (UDC), probabilmente proporrà un referendum contro l'accordo con Germania, UK e Austria. E sicuramente il puntualissimo Feltri saprà cosa vuol dire un referendum in Svizzera. Quindi esiste una possibilità (forse remota) che l'accordo possa essere bocciato da un referendum popolare.L'eventualità è quindi che tu metta "a bilancio" cinquanta miliardi che poi non puoi incassare.Se invece questi accordi, come sostiene il Governo, venissero sottoscritti nell'ambito di un'intesa comunitaria questo genere di iniziativa avrebbe molte meno chances di passare.Monti è brutto e cattivo, ma se i giornalisti a parte lo strombazzare mezze verità in giro, provassero a verificare il quadro complessivo, forse capiremmo tutti qualche cosa in più.
Mostra altro

Rai, Santoro e Freccero si candidano:

30 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


La proposta del conduttore di Servizio Pubblico e del direttore di Rai 4: curriculum su internet e partiti fuori gioco. "Il presidente del Consiglio ha in mano tre nomine che può fare senza l'intervento delle forze politiche". Rischio Corea del Nord, come dice il Pdl? "Non è vero, noi siamo per la massima libertà"
Santoro non è un cretino.
Sta ufficializzando la candidatura sua e di Freccero non perchè pensi di avere una sia pur minima
possibilità di successo, ma, come ha ammesso lui stesso, per "provocare" un rifiuto "ufficiale" da
parte della "politica" che sarà costretta a mettere in chiaro le sue inadempienze e la sua dipendenza
dagli interessi di parte.La candidatura di Santoro e Freccero intanto serve per destabilizzare l'impianto del potere partitico che è da sempre consolidato in Italia con relativa sua intromissione totale in Organismi, Enti ed Autorità, che invece in  una Democrazia sana dovrebbero essere indipendenti;i danni di tali intromissioni sono sotto gli occhi di tutti quelli che vogliono vedere! quindi magari........... se il ticket così composto alla fine poi riuscisse veramente ad andare in porto,sarebbe una garanzia di qualità ed imparzialità, e la sveglia che arriverebbe alla gran parte degli Italiani sarebbe enorme! l'imparzialità di Santoro è fuori discussione, ne ha sempre dato prova denunciando le storture ovunque esse fossero, in seno ad ogni partito politico, e dando sempre la possibilità ai diretti chiamati in causa di difendersi! in un momento così critico per il nostro Paese, una informazione corretta ed imparziale, oggettiva e non partigiana,sarebbe un viatico preziosissimo per permetterci di afferrare forse l'ultima flebile chance che ci è rimasta! tutti quelli che a gran voce chiedono ripetutamente la privatizzazione della rai probabilmente non colgono l'importanza di un ente di informazione di proprietà e contemporaneamente al servizio di tutti i cittadini, e discriminante imprescindibile di ciò dovrebbe essere la sua totale indipendenza dai partiti e dei relativi poteri forti di loro riferimento; la privatizzazione invece servirebbe a renderla uguale ad altre tv private, con la stessa identica qualità dell'informazione di quelle; ora a qualcuno potrà sembrare che i tg di mediaset siano obiettivi ed imparziali, ma qualche ragionevole dubbio al riguardo ci sarebbe, come pure per la obiettività ed imparzialità della programmazione ed informazione de la7, di colore opposto a mediaset; la privatizzazione della rai sarebbe solo, se ciò fosse mai possibile, un acuire le storture e problemi che deturpano la qualità della stessa, mentre invece una rai pubblica, pagata da tutti e svincolata da partiti e poteri,ad oggi sarebbe l'optimum il cui pieno compimento purtroppo fin dalla sua nascita si è sempre contrastato ed impedito con ogni mezzo!.Qualcuno dice Interessi di parte? Quali? Santoro e Freccero rispondono ad una parte politica? Se cosi fosse stato non l'avrebbero cacciato. Se ci sono stati gli editto bulgari è perchè la sinistra non ha mai voluto affrontare seriamente il problema. Santoro è inviso a gran parte del PD più che a Berlusconi.Che l'ha cacciato perchè faceva ascolti, la motivazione "politica" è fumo. Chi ha guadagnato di più dalla politica di mettere fuori i bravi come Santoro Saviano e Freccero a vantaggio dei sgarbi vespa e ferrara è stata mediaset che è andata avanti senza concorrenza.Ora questo è una grande provocazione per tutti i partiti. Perchè chiedono al rai di Saviano e Celentano cioè di quelli che fanno ascolti, che portano incassi in un'azienda che è sull'orlo del fallimento. Per la prima volta sceglierebbero per merito e competenza, non per appartenenza. Che giustificazioni daranno ancora una volta quando nomineranno altri uomini a loro fedeli ma incompetenti? Dovranno maggiormente squalificarsi in un momento in cui i partiti sono visti come il colera. Avranno la forza? Cosa diranno se la Rai fallisce se dovranno licenziare o chidere altre tasse per mantere i contratti milionari di Vespa e Ferrara (che sono i perdita!)??
Bravi Santoro e Freccero
Mostra altro

Bossi: "Mai rubato come il Psi»

29 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


 
"Mai rubato come il PSI" per questo ti sei alleato per 20 con Berlusconi ,Scaiola, Cicchitto e tutto il restante del PSI servi sciocchi di CRAXI per avere ottimi maestri per una giusta continuazione. O forse non sapevi che tutti questi erano di quel partito?.Ci mancava questa dichiarazione, io ho rubato meno del PSI. Bravo ma hai sempre rubato, Tu il capo di un partito che ha promesso ai suoi lealtà, correttezza, sincerità, onestà, ma dove, ma quando, basta la tua dichiarazione di oggi per screditarti ancora di più. Non fai altro che tirarti la merda addossa accusando gli altri. Dimettiti anche da deputato e da ex ministro di quel governo che ci ha ridotto in questo modo. Come fa uno che si dichiara seccessionista ad essere anche ministro di un governo e giurare fedeltà all'ITALIA, questo accade solo con quel puttaniere del ex capo di governo che ti ha gratificato solo perché aveva bisogno dei tui voti. Basta con il tuo dito alzato quello sai dove te lo devi mettere.Bossi, Berlusconi, e tanti altri, dopo tutte le malefatte evidenti e documentate hanno ancora il coraggio di parlare.Il primo, in maniera spudorata , tenta di scagionarsi con paragoni patetici da altri che hanno rubato. I pidocchi nascano anche su i cavalli di razza, nessun partito, lega o movimento è immune,. Ma la spina portante dei socialisti è fatta dai TURATI, MATTEOTTI, BUOZZI, NENNI, LOMBARDI,RIZZOTTO E MIGLIAIA DI COMPAGNI, CHE PER I LORO IDEALI HANNO DATO LA VITA. RISPETTO CIALTRONI, PRODUTTORI DI STERCO E MOLTO SPESSO IN GRAVE DIFETTO.Rubare rimane rubare tutto il resto non conta , la solita tesi che lo fanno tutti e perciò non è reato, con questo ragionamento non dovrebbero fare le contravvenzioni per divieto di sosta visto che un po tutti lasciamo la macchina in divieto. Il fatto è che siete arrivati al capolinea la vostra politica basata sulla paura e la mancanza di solidarietà sta mostrando i suoi limiti e vi condanna.
Ma perche' i nostri soldi per pagare una multa al trota non e' rubare ? 
Qual'e' il suo concetto di rubare.L'altro , con tutti i processi pendenti a suo carico, che lo mostrano come uno dei personaggi piu squallidi a memoria d'uomo, e non degno di governare neanche un gommone, si permette di dire che non ha intenzione di diventare presidente della repubblica.Sarebbero semmai gli Italiani che non gli permetteranno mai quella carica, per tutti quei motivi di immagine di serieta', imparzialita',onesta ,che la contraddistingue.
Bossi e i suoi supporter sono stati la rovina dell'Italia assieme a Berlusconi. Senza il loro interessato sostegno, egli non avrebbe potuto devastare il nostro Paese economicamente e culturalmente corrompendo le coscienze più di quanto non sarebbe potuto accadere se lui non ci fosse stato. La loro responsabilità è enormemente aggravata dalle rubberie effettuate con i soldi degli italiani arrivando ad un grado di corruzione tale che non si ricorda nella storia della Repubblica. L'acquisto di diamanti, oro, case e quant'altro con il Bossi connivnte, è stato reso possibile dall'ingordigia di questi signori i quali per anni hanno sfruttato la credulità popolare ai loro fini truffando così i loro stessi elettori. I soldi dei rimborsi elettorali, caro sig. Bossi, non sono soldi della Lega, ma soldi nostri, della collettività nazionale che lei, connivente quale capo-partito, non ha saputo o voluto gestire oculatamente utilizzandoli ai fini elettorali per tutto il partito e non solo per pochi.Bossi e i suoi dirigenti appartengono a quella casta che con Berlusconi e Tremonti negli ultimi 15 anni ha fatto vari sconti agli italiani, forse 2mila euro all'anno. Soldi che servivano per mettere in sesto l'Italia e diminuire l'effetto della crisi. E adesso siamo qui in mutande a dover pagare comunque. Loro però si sono spartiti 200 miliardi all'anno durante questo periodo. Soldi rubati sottratti ed evasi dal fisco.

Mostra altro

Bersani: « Non intendo vincere sulle macerie del Paese»

29 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #POLITICA


 

BERSANI BASTA E LA BASE CHE TE LO CHIEDE.
Bersani, vorresti farci credere che le politiche che state facendo ci salveranno? Lo spread è uguale a prima, il debito pubblico sta aumentando 15,5 mld/mese più di 2,5 volte del record berlusconiano (6,2 mld/mese), in un quadro peggiorato dalle scelte recessive da voi compiute (prezzi e tariffe + 1.134 E; nuove tasse + 1.133 EURO; un aumento di 205,58 EURO al mese per famiglia), senza contare le future manovre di 40.000 mld per ognuno dei prossimi 5 anni a seguito degli impegni che avete firmato. Dove sta l'uscita?.Cioè: ci avete portato alla recessione e nel contempo dobbiamo improvvisamente pagare una montagna di debiti in un tempo brevissimo. Dove sarebbe il peggio? O il peggio per voi sta nel fatto che vorreste andare alle elezioni con Casini, ma non avreste i voti della vostra base, e allora è meglio stare con chi ha portato il paese nel letamaio assieme ai puzzoni, lestofanti di varia natura e l'amorale per eccellenza. Bel programma da statisti. Speriamo in Hollande.Ma perchè non confessaree la realtà!! Fassina l'ha ammesso giovedi a "Sevizio pubblico" di Santoro!! Siamo sotto scacco!! Bersani sa benissimo ma non lo dice che andando al governo non può fare altro che quello che sta facendo Monti!! Il punto è questo: siamo disposti a farci rendere schiavi da questo nuovo ordine mondiale o vogliamo ribellarci rischiando di rimetterci le penne!! Per quanto mi riguarda io odio essere sottomesso a qualsiasi costo!! Ben venga quindi qualcuno che riesca a sparigliare questo disegno sia esso Grillo,Vendola,Di Pietro o l'ottimo Ferrero!!!.Ormai questi terrorizzati dai cittadini non escono piu' dal Palazzo,altrimenti si accorgerebbero che ci sono macerie dappertutto ,in piedi sono rimaste solo le banche ,pensionati,lavoratori ,imprenditori onesti sono rimasti sotto queste macerie e chiedono disperatamente aiuto e la risposta che sanno dare quelli come bersani e'"arrangiatevi,noi dobbiamo salvare noi stessi",bersani ha una paura fottuta della vittoria di hollande in Francia perche' il vento del cambiamento farebbe crollare anche il Palazzo, e allora sotto le macerie ci sarebbe lui con i suoi complici alf(n)ano,casini,monti.Se Bersani continua a seguire la destra non vince più. Perché è normale che la destra segua un programma di destra. Non è normale che il Partito più rappresentativo di sinistra segua un programma di destra ( delle banche e degli imprenditori) contro il volere della sua stessa base. Ma gli occhi ce li avete? In internet è un coro della base contro la riforma delle pensioni e del lavoro, anche la gente, basta fermarsi a fare la spesa in piazza o al super mercato c'è una voce comune contraria, Ops, scusate, voi parlamentari vivete in un mondo dorato fuori dalla gente comune. Allora se non seguite il Popolo non vi lamentate se siete contestati ed escono i vari Grillo.O forse voleva aggiungere qualcosa:
«Non intendo vincere sulle MACERIE del Paese», «intendo vincere su una bella fila ordinata di pietre tombali».Dei diritti, ma anche di un bel po' di persone.
Mostra altro

Delitti terribili. Mi vergogno di essere uomo» Femminicidio

29 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #SOCIALE


 
Sottoscrivo. Per dire basta al femminicidio e a ogni forma di violenza sulle donne, che spesso trova legittimazione in quella radice culturale che giustifica, o quantomeno sminuisce, la più abietta delle violenze.E' ora di riflettere sulle origini del problema.Perché in così tanti casi il conflitto si risolve usando la violenza. E come mai per il 76% dei casi l'assassino è un maschio che ha una relazione stretta con la donna uccisa:marito, ex marito, fidanzato o ex, o pretendente rifiutato. Se la donna viene considerata come un possesso e non dotata di una propria volontà di interrompere un rapporto o sottrarsi alla violenza quotidiana, gran parte della responsabilità è culturale e sociale. mancanza di formazione umana, mercificazione dell'immagine e del corpo femminile, analfabetismo dei sentimenti, arretratezza, incapacità da parte di molti uomini di accettare di perdee quella che ritengono una proprietà. Smettiamola di dire che si uccide per eccesso d'amore. Si uccide perché non si è capaci di risolvere il conflitto in altro modo.L'omofobia la si può sconfiggere solo riconoscendo la reale parità nei rapporti personali e nella società, cosa che il berlusconismo e leghismo hanno voluto portare all'ennesima poenza, volendo il maschio la parte forte e determenante, per questo e ovviamente contro questa aberrante violenza sottoscrivo e disponibile alla lotta di civiltà necessaria e non più rinviabile,In una società civile il rispetto è alla base della vita. Nessuno è diverso dall'altro e tanto meno la donna la quale ha il compito dalla natura di mettere al mondo un suo simile che fa parte di tutti NOI! Basta avere rispetto della natura per avere rispetto della donna. Gelosia,invidia,rabbia non deve essere un alibi per vendicarsi su coloro che sono in questa catena umana la parte più debole. Donne fatevi sentire che il maschilismo è ancora forte!,"basta violenza contro le donne". E' veramente una mattanza, da parte di uomini deboli che contrappongono solo la forza fisica e la reazione violenta contro la libertà della donna di scegliere. Non ricordo un periodo buio e triste come questo.Nei primi anni '80 ricordo che fu introdotto il nuovo diritto di famiglia, spariva giustamente la figura del capofamiglia uomo e la donna aveva riconosciuto il suo ruolo paritario al marito. Sembrava che si aprisse una nuova era. La nostra società invece è sempre più violenta. Il linguaggio violento nel dibattito pubblico imperversa. La cronaca è piena di atti di odio e intolleranza contro il "diverso" ed i più "deboli".In questo clima di barbarie, dove la donna è rappresentata più come un oggetto, qualcuno, anzi troppi pensano che la compagna sia una loro proprietà ("la mia fidanzata", "mia moglie"....) e quando si ribella perchè vuole decidere lei della sua vita, nelle menti deboli scatta il raptus "femminicida":Ci dicono che il progresso ha migliorato la vita delle persone, ma poi continuano a maltrattare le donne come  al tempo dei cavernicoli. Come uomo nato da una donna, mi dovrei solo vergognare di usare la forza fisica e mentale per avere un dominio retrogrado e incivile..Nell'uomo non vi è il "male" o la "bestia", questo lo dice in genere chi non vuole cambiare nulla e manda un messaggio di rassegnazione (cattolici e razionali), la malattia si può curare. Cambiare una cultura vecchia e patriarcale è possibile. Niente tagli ai servizi sociali che aiutano le donne in difficoltà.Chi non distingue il bene dal male è nazista.

Mostra altro

I contribuenti da rispettare

29 Aprile 2012 , Scritto da bezzifer Con tag #ECONOMIA


 
Quali contribuenti?Condivisibile. Peccato che trascuri il fatto che siamo sull'orlo del fallimento. Che chi più ha più è restio a pagare tasse. Cito la stucchevole battaglia contro l'IMU. Non è certamente a carico dei clochard o dei baraccati. è a carico dei possidenti; così almeno si chiamavano una volta chi aveva casa o terreni Addirittura i partiti di maggioranza invitano alla disobbedienza civile ( la lega ) e gli altri, meno rozzi, gridano alle stelle: basta tasse! .Si sta stravolgendo la realtà del paese. Si piange per i ricchi e guai a tassarli mentre per i nulla tenenti nessuno se ne cura e devono pagare per tutti in silenzio: penso ai lavoratori dipendenti e pensionati.Quale rispetto.Mai ci avete rispettati, ci state affossando con tante tasse senza abolire le spese che volevate abolire. Dovevate abolire le province, volevate abolire le auto blu. le prefetture... ma smettetela di prenderci in giro. Io, non posso fare niente contro di voi. Ma certamente alle prossime elezioni, il mio voto scordatevelo.Monti appena nominato ha esordito con una parola che avrebbe fatto meglio a non pronunciare: equità! Penso che ad un professore non sfugga il significato, ma evidentemente questi "bocconiani" sono spocchiosi e troppo lontani dalla vita reale. Io penso che gli italiani avrebbero capito di più la franchezza e l'onestà se Monti invece avesse detto: "Qui siamo all'ultima spiaggia quindi faremo delle manovre dolorose e impopolari, ovvero dovremmo andare a prendere i soldi dai soliti noti che hanno sempre pagato perché abbiamo urgenza di fare questo." Invece hanno cercato di addolcire la pillola amara con parole vacue come equità trattandoci come se noi italiani avessimo l'anello al naso ottenendo l'esatto contrario, ovvero l'indignazione popolare che ora rischia di andare fuori controllo. Sono indignato, deluso, rassegnato per il solito "gattopardismo": cambiare tutto per non cambiare niente!,Il contenuto critico è troppo facile e nel contempo poco puntuale. Ad esempio ignora il formidabile asset di 120 mld proveniente dall’evasione, per abbattere quel 45% di tasse, ora pagato solo da alcuni. Poiché il gettito Irpef 2011 è stato di 146 mld, il recupero di metà evasione abbasserebbe l’Irpef del 50%. Cioè crescita. La cosa è fattibilissima se si seguisse la drastica disposizione di tracciare i contanti rendendo l’uso obbligatorio delle carte di debito/credito, a costi infimi, per legge. Ciò controllerebbe anche la corruzione/concussione politica (60 mld), il denaro sporco (pizzi, gioco d’azzardo, droga, prostituzione ecc.) e il sommerso (1/3 del PIL). Gli onnipresenti Alesina e Giavazzi, non potrebbero dire dove e come la spesa deve essere tagliata? Con capitoli e cifre, non con vaghe affermazioni. Tagliare la spesa della PA licenziando può essere un esercizio oltre che doloroso per esseri umani e famiglie, poco utile perché depressivo per i consumi interni (vedi Grecia). Meno stipendi, meno denaro che circola, meno acquisti: depressione. È una azione fattibile nel lungo periodo con modesti vantaggi immediati. Che invece ci sarebbero nella patrimoniale (presente in molte democrazie) obbligatoriamente destinata alla riduzione del Debito anche vendendo/noleggiando beni di Stato improduttivi. Tutte e due, diminuendo gli interessi passivi, darebbero fiducia ai mercati.A chi dobbiamo rivolgerci Tutti i giornali parlano di "riduzione dei costi della politica e delle spese dello stato e parastato," tutti i canali televisivi fanno dibattiti sullo stesso argomento, tutti i cittadini non parlano d'altro, i governanti nemmeno accennano al problema: Domanda: possiamo fare qualche cosa, oppure rimangono solo i forconi  Vorrei sapere" A CHI DOBBIAMO RIVOLGERCI".Per risolvere la crisi non basta parlare genericamente di riduzione delle tasse e di avvio della crescita. Senza soldi non si fa nulla. Occorre, invece, cominciare ad assumere alcune semplici decisioni a costo zero ed a massimo ricavo, quali: 1. Introdurre una legge che preveda l'arresto ed il carcere duro per gli evasori fiscali, volgari delinquenti; 2. azzerare i costi della politica, ivi compresi gli stipendi e le pensioni dei parlamentari e dei consiglieri degli enti locali; 3. eliminare gli enti pubblici inutili e dannosi; 4. liberalizzare i servizi e le professioni; 5. ridurre in maniera drastica i proventi dei manager pubblici; 6. annullare i costi dello Sport a carico dello Stato...Politica di guerra ci vuole!!Questa è una guerra e servono drastiche e rapide decisioni, tagli coragiosi, profondo cambio di regole senza se e senza ma altrimenti la voragine dell'inefficenza pubblica trascinera alla fame tutto il paese. Piu tempo ci mettono piu doloroso sarà risollevarsi.

Mostra altro
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>