Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

La RICREAZIONE STA PER FINIRE ed i giochetti anche !! si salvi chi puo !

24 Giugno 2017 , Scritto da bezzifer

Bce avverte l’Italia: “Rispetto del patto di stabilità deludente, Paese a rischio.Il bollettino di Francoforte: “Riforme lente e aggiustamenti del bilancio frenano la crescita”

Risultati immagini per Bce avverte l'Italia: "Rispetto del patto di stabilità deludente, Paese a rischio.Il

In altri parole….”Cari compatrioti italiani, con il Q.E. vi ho fatto avere tassi d’interesse bassi negli ultimi 2 anni. Eppure non avete diminuito il rapporto debito/PIL”.Con la fine del Q.E., il “preside” Draghi annuncia che la “ricreazione” sta per finire e adesso per le nostre finanze pubbliche si prospettano tempi difficili.

Tradotto per chi magari pensa che l’Europa ci da compiti a casa o ci vuole comandare. Draghi dice, il vostro debito è troppo alto siete a rischio e io fra non molto devo fermare il QE. (Acquisto massiccio di titoli di stato) Non spendete a debito perché rischiate di cadere, usate solo i soldi che incassate realmente. Non è colpa dell’europa se abbiamo un debito mostruoso. Servono vere riforme, continuare a comprare volti con promesse elettorali  da eliminare o reddito di cittadinanza, farà aumentare ancora il debito. Servono le vere riforme impopolari (tipo il referendum del 4 dicembre) oppure fallirete, e non falliremo per colpa dell’europa, falliremo perché spendiamo i soldi che ci prestano e che ad un certo punto non possiamo più restituire.

Quello che capiterà ce lo siamo voluti noi con decenni di voto dissennato.
Il fatto è che per risollevare la situazione occorre abbattere la spesa pubblica, andando ad incidere in maniera sistematica sul costo per personale e collaborazioni varie, chiudendo anche enti inutili ed obsoleti che costano decine di miliardi l’anno.
I risparmi consentirebbero di abbassare le tasse sul lavoro (con ripresa della domanda interna), risparmiare interessi sul debito (sia attraverso le ridotte emissioni di titoli di stato che attraverso il ripagamento diretto), creando in questo modo un circolo virtuoso.
Il punto è: gli italiani sono disposti a reinventarsi, andando a cercare lavoro, invece che continuare a prendere soldi per servizi inutili, pagati dagli altri?
Ricordate l’ultimo referendum: è bastato ventilare una piccola riduzione di posti politici (e quindi della possibilità di avere piccoli favori pubblici) e tutti in massa abbiamo rifiutato la riforma. Di cosa ci lamentiamo quindi? Pensate davvero che il comico cambierebbe qualcosa (guardate Roma)?.

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post