Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Il fatto e’ che a questo non se lo caga nessuno. Trump in una direzione il mondo nell’ altra. Ops! Lui ha il dito sul tasto nucleare.

2 Giugno 2017 , Scritto da bezzifer

Trump annuncia il ritiro degli Usa dall’accordo di Parigi: “Danneggia i lavoratori americani e favorisce la Cina” Sindaci in rivolta contro il presidente.

Risultati immagini per Trump annuncia il ritiro degli Usa dall'accordo di Parigi

Si la cosa del bottone nucleare era uno scherzo -spero -. MA considerate che negli stati uniti nessuno lo segue  questo. Nel suo stesso paese. Guardate posizione prese dalle maggiori multinazionali USA e lo stesso stato della California.

E pure su questo tema parte a testa bassa l’accozzaglia pro Trump affermando:Bene così gli ambientalisti finalmente dovranno correre in soccorso contro il riscaldamento globale coi rimedi più immediati e utili alla riduzione dell’inquinamento e del buco nell’ozono e cioè: razionare ogni tipo di attività e di consumo superfluo, da quello dell’acqua (1 doccia max 2 alla settimana, per esempio) a quello dell’energia (lavarsi con acqua molto tiepida, addirittura fredda, computer accesi lo stretto necessario, divieto assoluto dell’uso di condizionatori neanche in auto, ecc. ecc.), nessuna vacanza all’estero o spostamento in aereo così inutile ed inquinante sostituite da gite in bicicletta fuoriporta).I meeting dei global si faranno per lettera (ovviamente scritta a mano) non certo in costosi resort raggiunti con voli continentali simbolo di sperpero di energia e di sversamento in atmosfera di centinaia di tonnellate di gas tossici.

Penso che i commenti di certi innamorati di Trump facciamo pensare alle persone cose SBAGLIATE su come si rispetta l’ambiente. Perchè non sono le docce il problema, ma come viene prodotta l’acqua calda. Non è il riscaldamento della casa il problema, ma è come la casa è isolata e come la centrale termica produce il calore. Ci sono ancora (molti) condomini a milano con il riscaldamento a olio, andrebbero sostituiti. Il problema è come termovalorizzare i rifiuti, come costruire le nuove centrali per la produzione di energia elettrica, come implementare e se farlo la cattura della CO2.
Le email vi posso assicurare che sono molto più amiche dell’ambiente di una lettera. Avete mai pensato che le vostre lettere devono prendere un cammioncino, poi un cammioncione, poi un aereo, poi un cammioncione, poi un cammioncino, poi un postino in motorino? Vi sembra ancora più amico dell’ambiente rispetto a una mail?
Ridurre l’uso dell’auto in favore di mezzi più sostenibili è sicuramente un’ottima idea, io stesso faccio gran parte dei miei spostamenti in bicicletta, ma non è sempre possibile. Tanto andrebbe investito nel rafforzamente dei mezzi pubblici, e nel ringiovanimento della flotta degli stessi.Evitiamo commenti disinformativi come i vostri, poi la gente che visti l’huffington post potrebbe pensare che gli ambientalisti siano estremisti anti-pratici come voi.

La presa di posizione della Cina mi sembra di enorme importanza.Fino a pochi anni fa la Cina, per tutelare i suoi ritmi di crescita e la sua insaziabile fame di energia, era tra le nazioni che si opponevano ad accordi sul clima.Ora li confema nonostante gli Stati Uniti.
A mio avviso questo fatto rappresenta una pietra miliare di un passaggio di testimone dagli USA alla Cina come nazione leader mondiale, che era già in corso da anni, ma che ora pone la Cina come di fatto la nazione leader tra quelle che sentono la responsabilità del futuro dell’umanità, e quelle come gli USA di Trump, che pensano sono ai loro interessi di bottega a breve periodo, disinteressandosi dei destini del mondo.Credo che la miopia di Trump rimarrà nella storia.

Si può non essere ambientalisti estremisti, e io non lo sono, ma il principio di minimizzazione del rischio vale sempre e comunque. Le teorie pro e contro al ruolo attivo dell’uomo sul cambiamento climatico sono varie, però è un dato di fatto che a non inquinare non si fa del male.
La cosa più assurda è che Trump afferma il falso e sembra convincere parte dei suoi elettori; uscire dagli accordi di Parigi significa rinunciare alla ricerca e a quella svolta green, in ambito economico, che può creare nuovi posti di lavoro e nuovo sviluppo.
Oltre a far bene all’ambiente, che male non fa.Lo hanno capito molto bene anche i cinesi, che stanno pagando sulla propria pelle cosa significa l’inquinamento dell’aria.
Mi auguro che Europa e Cina riscoprano comuni interessi, consolidati molto prima di Marco Polo e che risalgono al possibile rapporto fra Impero romano e impero cinese che non avvenne mai ma che avrebbe potuto portare o molto bene (una comunione di intenti) o molto male (guerre per la supremazia).Ovviamente non lo sapremo mai.
Però, oggi, sappiamo a cosa può portare il populismo spinto di chi reclama le ragioni nazionalistiche Prima degli altri.E meno male che Trump era visto con simpatia da M5S!

Condividi post

Repost 0

Commenta il post