Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

L’esistenza costituzionale delle due camere vanifica qualsiasi sforzo per rendere omogenei i rusultati delle elezioni politiche… Qualunque legge venga fatta è e sarà sempre una porcata!

3 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

Codice tedesco per la legge elettorale Pd

Renzi sforna il proporzionale alla tedesca: così vediamo chi ci sta davvero

L’unica legge elettorale compatibile con la Costituzione è il proporzionale con sbarramento al 5% circoscrizionale (ogni circoscrizione combacia con una Regione). In alternativa, il sistema maggioritario inglese a turno unico; la Costituzione originale “spingeva” per questo sistema in Senato, mentre invece per la Camera “veniva suggerito” il proporzionale puro con o senza lo sbarramento: ovviamente subito dopo la II guerra mondiale si pensò di non mettere soglie di sbarramento perchè si era appena usciti dal regime del Duce, oggi invece si possono mettere

Ma:Credo che il problema dell’adozione del sistema tedesco stia nel fatto che i tedeschi hanno il bundesrat simile al senato della riforma appena bocciata. In ogni caso la correzione del numero dei deputati risulta sempre limitatissima ed il problema potrebbe, credo, essere facilmente risolto. Il sistema è ottimo e potrà, forse, essere accolto da tutti i partiti che non hanno problemi di 5%. Ma gli altri? La soglia del 5% potrebbe avere l’effetto positivo di costringere i partiti più piccoli a presentare liste unitarie, ma prevale sempre la tendenza a formare grandi coalizioni tra due grandi formazioni politiche (con un eventuale terzo partner). Un misto di proporzionale e maggioritario.

Il sistema elettorale tedesco porta inevitabilmente alla formazione di coalizioni tra il centro e la destra (per l’Italia ad una coalizione tra il Pd e Forza Italia. L’ennesima trovata furbastra che dovrebbe funzionare da specchietto per le allodole. Andrebbe certamente bene a Renzi e a Berlusconi, meno bene al M5S, vista la sua ostilità a stringere alleanze.

MA? Non avevano detto Grillo, Berlusconi, D’Alema e compagnia bella del no referendario che una nuova legge l’avrebbero fatta in due mesi? finora di progetti ne hanno presentati 25 ma su nessuno c’è il loro accordo anche se hanno la maggioranza senza il PD. Renzi non deve presentare nulla, sono quei tristi figuri che hanno promesso di risolvere il problema agli italiani che devono provvedere, ora procedano anche senza il PD.Con la ferma coerenza di Grillo che, dopo aver parlato dell’Italicum come di una forma di golpe, il giorno dopo la vittoria del NO al referendum, chiedeva di andare a votare subito con l’Italicum?

Ma una proposta da parte di coloro che hanno vinto il referendum si puo averla? prima del referendum TUTTI contro Renzi, ma nessuna proposta. Ha perso il referendum e ancora TUTTI contro Renzi. e ancora senza nessuna proposta … naturalmente se non si farà nessuna legge elettorale sarà ancora COLPA DI RENZI.

CARA ACCOZZAGLIA! Appena qualche mese fa VOI eravate tra quelli che pronosticavano che con la vittoria del NO al referendum, Renzi sarebbe sparito per sempre dalla politica italiana.
Ora ve lo ritrovate invece bene in sella, a dare le carte del gioco, con un mandato popolare fortissimo, e non fate altro che andare a spulciare quanti voti ha perso rispetto alle precedenti primarie, in un contesto politico totalmente diverso.
Cosa dovremo dire allora di Grillo, i cui votanti alle cliccarie sono passati da oltre 100.000 delle prime votazioni ai 30.000 attuali, e che elegge i suoi rappresentanti con qualche centinaio di voti, sufficenti per eleggere un candidato sindaco di una grande città.Sempre che, naturalmente, vada bene a Grillo, altrimenti le annulla.

Ma non vi sentite un po’ ridicoli a pretendere di dare lezioni di democrazia al PD, se simpatizzate per un movimento in cui decidono tutto in due, un padrone e l’erede dell’altro padrone?

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post