Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Il Coreano Grillo fa la vittima. Ma le scuse dove sono?

4 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

kim_grillo

Grillo scrive una lettera al Fatto Quotidiano e chiede di metterlo insieme a Kim il Coreano

Grillo scrive una lettera al Fatto Quotidiano firmata “Beppe Grillo e il suo neurologo” e chiede di metterlo insieme a Kim il Coreano. Questa volta il leader del M5S esce fuori dal suo blog e tenta di contenere i danni provocati dall’editoriale del New York Times “Populismo, politica e morbillo”.
L’articolo prendeva di mira la crociata contro i vaccini dei pentastellati certificando di fatto quello che anche il nostro sito racconta da tempo: i danni collaterali che la disinformazione scientifica e le teorie complottiste – spesso divulgate anche sul blog di Grillo –  stanno contribuendo a diffondere.

Naturalmente l’editoriale d’oltreoceano ha suscitato forti reazioni anche in Italia. Ma una risposta e una presa di responsabilità da parte dei Cinquestelle non c’è stata. Anzi, il comico genovese ha risposto che il NYT non aveva messo alcun link, divulgando un’immensa fake news.

A nulla sono valsi gli articoli e le dichiarazioni restituite dalla Rete con tanto di video e virgolettati e proposte di legge che dimostra la posizione dei grillini.

Ma Beppe il coreano non ci sta. Non si scusa. Non dà nemmeno un segnale chiaro sull’argomento: “Mi trovo addossata la responsabilità del morbillo. Così, un mercoledì mattina, il mio nome brilla minaccioso sullo schermo insieme a quello di altri populisti”. Definisce l’articolo “arcaico” e accusa: “Esprime un compulsivo gioco al ribasso da parte dell’establishment, alle prese con fallimenti stellari di ogni sua politica, previsione e ammissione di responsabilità”.

Poi si lancia in una parabola vittimistica: “Mi ostinavo con questa storia dell’automobile ad idrogeno quando già c’era la bomba ad idrogeno! Questo potrebbe mettermi in pole position con il leader della Corea del Nord” e poi ci infila di tutto un po': dalle agenzie di rating alla finanza creativa fino ai mutamenti climatici e agli ogm.

“Mi mettete in una grave condizione morale – conclude poi Beppe –  non so bene se continuare a farmi insultare da voi per continuare a crescere elettoralmente oppure se chiedervi di smetterla, chiedervi di lasciar stare l’unico ambiente naturale rimasto, forse, ancora pulito: la buona fede”. E così centra l’obiettivo: creare ulteriore confusione e non replicare nel merito.

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post