Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

IERI ERA UNA GIORNATA DI LUTTO IN VATICANO.

6 Maggio 2017 , Scritto da bezzifer

Come mai una giornata per la lotta alla pedofilia e pedopornografia?
Perché sono in aumento le segnalazioni di abusi sessuali su minori. A sostenerlo è il Dossier sulla Pedofilia di Sos Il Telefono Azzurro Onlus. Bisogna dare voce a chi voce non ne ha più, perché la violenza sui minori, purtroppo, è sempre più spesso caratterizzata dal silenzio. Bisogna dire NO all’indifferenza; bisogna tutelare l’infanzia e l’adolescenza! 

Risultati immagini per IERI GIORNATA CONTRO LA PEDOFILIA

IERI Giornata nazionale contro pedofilia e pedopornografia, “una vittima su due di abusi è bimba con meno di 11 anni” I casi gestiti dal Telefono Azzurro sono aumentati del 3,4% rispetto al 2015. Nel dossier ‘Abuso sessuale e pedofilia. Storie, contesti e nuove sfide’ anche le storie delle richieste di aiuto dei minori. E le nuove tecnologie rappresentano un terreno fertile in cui il fenomeno dell’abuso sessuale trova nuove forme di espressione.505 denunce in un anno, senza tutte quelle che per vari motivi non sono state fatte …..

Per chi si macchia di reati simili,ci vorrebbe una sola cosa per quel che mi riguarda,pena di morte,punto.

Ieri 5 maggio è la Giornata nazionale per la lotta alla pedofilia e alla pedopornografia e per l’occasione il Telefono Azzurro ha diffuso un allarme preoccupante. I numeri di casi di violenze sessuali nei confronti dei minori sono infatti in costante crescita.

Come ogni anno SOS Il Telefono Azzurro Onlus ha pubblicato il Dossier sulla Pedofilia, con i dati aggiornati sulle segnalazioni ricevute dalle linee di ascolto 1.96.96, 114 Emergenza Infanzia e dal servizio chat. Quanto emerge dai numeri del Dossier è un quadro parecchio allarmante.

 

Nel corso del 2015 le linee del Telefono Azzurro hanno gestito più di 4724 richieste di aiuto di bambini e adolescenti, delle quali 241 – ovvero circa il 5% del totale – hanno riguardato situazioni di emergenza per abusi sessuali. Una tendenza in crescita rispetto agli anni passati, che diventa ancora più significativa se si considerano anche le segnalazioni ricevute dal 114 legate alla pedopornografia online (8,8%), raddoppiate rispetto al 2013 (4,4%).

Entrando più nello specifico dei dati del Dossier sulla Pedofilia, la maggior parte degli abusi sessuali segnalati vengono compiuti da persone conosciute (oltre il 76% dei casi della linea 1.96.96 e oltre il 54,3% dei casi per la linea 114), per lo più appartenenti al nucleo familiare. Si riscontra, tuttavia, un trend in aumento nella percentuale di responsabili estranei o amici-conoscenti esterni al nucleo familiare della vittima.

I dati confermano inoltre il triste “primato” femminile delle vittime di abusi (65%) e l’alta percentuale dei minori di 11 anni (oltre il 40%). In più, anche se il numero di bambine vittime sotto i 10 anni rimane rilevante, risulta decisamente in crescita il numero delle adolescenti vittime di abusi sessuali: al 114 Emergenza Infanzia si è passati dal 22,3% del 2013, al 25% del 2014, al 33,3% del 2015. Per quanto riguarda, invece, le vittime di sesso maschile, aumenta il numero dei bambini sotto gli undici anni (dal 40,8% del 2014 al 55% del 2015 sulle linee di ascolto; dal 50% del 2014 al 60,9% del 2015 al 114 Emergenza Infanzia).

Tra i risultati del Dossier sulla Pedofilia si conferma poi la prevalenza delle vittime di nazionalità italiana (con un dato che si attesta attorno all’85% dei casi). I bambini stranieri che richiedono aiuto al 114 risultano più coinvolti dei coetanei italiani nelle segnalazioni di sfruttamento della prostituzione e turismo sessuale.

Il Professor Ernesto Caffo, Neuropsichiatra infantile e Presidente di SOS Il Telefono Azzurro Onlus, ha commentato questi preoccupanti numeri sulla pedofilia dicendo: “Per ogni bambino che è vittima di abusi c’è qualcuno che sa e non parla. Ma i bambini raccontano. Per questo, da quasi 30 anni esiste Telefono Azzurro: per raccogliere le loro voci e aiutarli, prima che gli esiti siano drammatici e fatali. Lo studio di questi fenomeni e dei contesti in cui si verificano, la stretta collaborazione con istituzioni e servizi del territorio sono gli unici strumenti in grado di offrire una soluzione. Ma vanno supportati e rafforzati, affinché la prevenzione e la cura delle conseguenze psicologiche sulle vittime siano davvero possibili. L’abuso sui bambini si combatte ogni giorno con azioni concrete di tipo culturale, etico, educativo e terapeutico”.

Per questi motivi, Telefono Azzurro rinnova l’appello presentato lo scorso anno al Parlamento e al Governo affinché venga predisposto un piano di azione per il contrasto della pedofilia, degli abusi e dello sfruttamento sessuale.

Risultati immagini per IERI GIORNATA CONTRO LA PEDOFILIA

Condividi post

Repost 0

Commenta il post