Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Parlerà ad Harvard ??? Speriamo non in pubblico ,ma in uno studio a parte, altrimenti una figura di m…. colossale non ce la leva nessuno.Gia ora quando tutti quelli che sono costretti a stringere la mano a Trump vorrebbero lavarsela immediatamente quella mano lui va lì apposta?

5 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

Luigi Di Maio prepara il viaggio negli Usa. Intervento ad Harvard e poi, forse, l’incontro con Donald Trump.

Pensate le risate ad Harward !!!! ne sono sicuro per carità ed immagino l’ansia degli studenti di hardvar nell’attesa di cotanto personaggio , ho dei dubbi che vogliano sapere come professionalmente si può campare fino a 30 anni mantenuti da mamma e papà facendo di professione il fuoricorsista, io già me lo immagino davanti hai ragazzi che esordisce dicendo:me lo sono sceso acca da voi dopo che ho sceso il cano a piscia!
Peccato solo non partecipi la taverna (per gli amici rutto libero) a dare quel tocco di eleganza. In più speriamo che arrivato da Trump non lo becchi ivanka (nata stanca) e lo rimproveri per le posate d’argento non pulite scambiandolo per un maggiordomo.

Si, DiMaio e Trump parleranno di populismo e come si fanno a vincere le prossime elezioni con le Fake News. Naturalmente tutto questo in inglese con una app specialmente preparata dalla Casaleggio Associati che gli suggerisce le frasi già preparate da Beppe.

Speriamo spieghi anche come mai la democrazia diretta è subordinata alle decisioni MOTU PROPRIO del fondatore di tale democrazia, almeno in Italia. E la piattaforma Rousseau? https://ilmanifesto.it/piattaforma-rousseau-il-trucco…/ , spero che in platea ad Harvard ci sia anche Marco Deseriis che insegna Media and Screen Studies alla Northeastern University di Boston e faccia magari qualche domanda al DiMeglio.

Ma e chi o cosa dovrebbe rappresentare? Se stesso? I M5S? La Casleggio&Associati? Grillo? La Camera dei Deputati in quanto vice? E per fare cosa? Oppure é di pirandelliana memoria un personaggio in cerca d’autore? Aggiungo una appendice: Non é che la mossa della sindaca di Roma di far entrare la Casaleggio & Associati sul mercato dei dati personali faccia il paio con la decisione di Trump di abolire la privacy su internet e cosi vendersi i dati di tutti al miglior offerente? Sai che mega affare…

L’obiettivo di Di Maio sarebbe quello di stringere la mano a Trump in un momento in cui se si potesse rappresentare l’America di Trump in una tragedia greca ,ci sarebbe un coro che urlerebbe in modo straziante la fine della cultura , dell’autenticita’ ,il fallimento della democrazia . Ma per i suoi problemi legati all’apparato gastrenterico, e considerato che questi problemi in genere sembrano essere legati a un ego che cerca gratificazioni ,speriamo che riuscira’ a stringere la mano del nuovo presidente americano in modo che questo possa avere un effetto antispastico per il suo intestino.

E pensare che è arrivato a fare il vice-presidente della camera e forse (ma speriamo proprio di no) capo del governo con soli 186 voti presi alle “parlamentarie”. Questa è la vera, moderna favola di Cenerentola da raccontare ai nostri nipotini, con la fatina travestita dal Grillo (parlante) e la zucca-blog trasformata in carrozza che trasporta cumuli di disoccupati a trasformarsi in onorevoli. E’ bello pensare che in pieno XXI secolo esistano ancora le favole (anche se spesso si confondono con le bufale).

Storicamente ci sono stati i precedenti del nazismo e del fascismo, nati esattamente allo stesso modo con grande consenso popolare e promesse mirabolanti, poi le evoluzioni e le conclusioni tutti le conosciamo purtroppo,e giusto per rimanere in tema dittatoriale e nazista c’è un altro venditore di fumo alle dipendenze del santone e del santino ereditario che disse della Siria :” se è un dittatore lo decideranno i cittadini siriani ” ma non ricordo il nome del demente , pare sia figlio di fasci italici e amico di certa gente di Anzio . Qui di nuovo c’è il web, ma di questo si dovrebbe far presto a scoprire l’imbroglio data l’opacità delle certificazioni e dei controlli e la gestione puramente aziendale e padronale delle piattaforme,e vorrei ricordare che non c’e’ nulla di nuovo nel M5S. Dal pseudo piattaforma al populismo. Credo che il primo esempio di populismo italico moderno si possa far risalire al 1344 con un certo Cola di Rienzo. Il tutto fini molto male non solo per lui ma anche e soprattutto per il popolo che gli aveva dato credito.

Condividi post

Repost 0

Commenta il post