Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Mi auguro che i vari travaglio, mentana, gruber, giannini,annunziata e tanti altri provino un pò di vergogna e chiedano scusa, ma so di illudermi. Da certa gentaccia non ci si può aspettare comportamenti corretti.

11 Aprile 2017 , Scritto da bezzifer

PERCHÉ E PER CHI HA AGITO IL CARABINIERE FALSARIO?

Cade la prova dell’incontro tra Romeo e Tiziano Renzi. Ma la falsificazione ha strascichi inquietanti che è interesse di tutti chiarire fino in fondo. Dunque, c’è stato un “complotto”? Il cuore del caso Consip, il contatto fra l’imprenditore Romeo e il padre di Matteo Renzi, è un falso, una manipolazione vera e propria: la frase più incriminante della relazione dei carabinieri “Renzi l’ultima volta che l’ho incontrato…” attribuita all’imprenditore napoletano era stata detta in realtà da Italo Bocchino.

Ovviamente ora i pentabelanti diranno che i giudici sono renzini. Attendo…E troppo devastante per i grillini concepire e ammettere che Renzi padre non c’entra.Ne va della salute mentale Meglio cercare di arrampicarsi sugli specchi.

Veramente era stata già scoperta la manfrina di un falso dossier contro il ministro Del Rio. E vogliamo mettere l'<inspiegabile> scissione pilotata da D’Alema proprio nella fase alta della marea mediatica sulla Consip?
Talvolta i giochini sporchi non riescono, perchè sbattono contro gente con gli attributi, tipo Pignatone. E’ probabile che Tiziano Renzi abbia portato elementi probatori tali da far vacillare la versione dei carabinieri di Napoli.
Di qui sarà emersa la necessità di una verifica delle trascrizioni avocate e secretate da Pignatone, con un provvedimento senza precedenti.
Citazione da LaStampa .
<<È uno scontro istituzionale di prima grandezza, a malapena celato dalle parole ufficiali. La procura di Roma, retta da Giuseppe Pignatone, toglie l’indagine Consip ai carabinieri del Noe, il Nucleo operativo ecologico, che finora avevano indagato sotto la guida dei magistrati di Napoli, e le affida ai carabinieri di Roma. Una decisione inedita che nasce dalla lettura dei giornali di ieri mattina. Motivo? «Le indagini del procedimento a carico di Alfredo Romeo ed altri sui fatti (poi) di competenza di questa Procura sono state oggetto di ripetute rivelazioni di notizie coperte da segreto»>>.
Siamo seri: i mandanti non saranno mai scoperti.
Ma è rassicurante sapere che c’è una nuova classe politica guidata da Renzi che adesso verrà rafforzata nella sua azione per riformare questo paese dei misteri.
E poi che goduria immaginare la faccia tracanagliesca inebetita per la figura di miserabile falsario di professione che gli rimarrà marchiata in fronte.

Se leggessi di almeno un grillino che scrive un post di scusa per tutte la accuse infondate rivolte al padre di Renzi, sarebbe una prova del fatto che almeno qualcuno di quelli che scrivono decine di post al giorno contro il PD è in buona fede. Ma non ci spero troppo; a meno di clamorose sorprese.

Cara Annunziata,non pensi che anche tu debba fare mea culpa visto che hai sparato a zero su Renzi ed il padre quando è uscita l’inchiesta?Questa è spazzatura e non giornalismo.Il bravo giornalista prima di sparare una notizia si deve accertare quanto è vero quello che si dice.Ora io mi aspetterei delle scuse tue nei confronti di Renzi.Ma non sò se ne avrai il coraggio.

Pronto annunziataaaaaaa! Bocchino nega di aver mai incontrato Renzi. E l’intercettazione non era il punto cardine ma uno dei punti. Dal fatto quotidiano
Dice l’amministratore delegato di Consip ai pm “Mi disse che voleva chiedermi di ricevere un suo amico imprenditore, Carlo Russo, che voleva partecipare a delle gare d’appalto indette da Consip; Tiziano Renzi mi chiese di fare il possibile per assecondare le richieste di Russo e di dargli una mano perché era un suo amico”.
Come veniva chiamata la Procura di Roma? Ah! Il porto delle nebbie? Siamo il paese al 77esimo posto nella graduatoria del giornalismo internazionale? E vai annunziata a braccetto con la Gruber che di tutto parla fuorché della riunione bildenberg cui ha partecipato…..Lo so! Non c’è nulla da fare,con una testa grullina non si capiscono neanche le considerazioni di una mezzo-grulla come la Annunziata.
Quello che dovevi capire è che lo squalo Di Maio ha fatto la solita figura da melanzana abboccando all’amo avvelenato che gli ha messo davanti il Travagliato del fango.
Lui poverino non ha altro modo per conservare la pagnotta,ma i merluzzi come te,perchè non aprono gli occhi?

E!Il Falso Quotidiano vive sulla melma e si può giustificare.
Non ha attenualti un ebete come Di Maio,che dovrebbe rappresentare le istituzioni.
Per calcolo politico abbocca a qualsiasi amo avvelenato gli venga offerto, trasformando il parlamento nel palco ove esibire il proprio spettacolino da quattro soldi.

E tutto il can-can attivato dalla stampa solo su voci “non controllate” (come invece dovrebbe fare un giornalista degno di questo nome!) facciamo finta di non averlo sentito? Stampa inadeguata alla bisogna: meglio se si dedica alla pubblicità, in quel campo si può mentire spudoratamente senza doverne rispondere e patirne guai!

Il lato positivo di questa vicenda è che almeno per qualche giorno i Di Maio , i Di Battista e censori vari non ci fracasseranno con le loro frasi fatte contro Renzi ed il PD . La loro tattica è sempre la stessa : quando le cose si mettono male spariscono dalla vista e dalle orecchie per poi ritornare più pedanti e queruli di prima .

PS:Diverse ore fa · “Sto vedendo Renzi a Porta a Porta e mentre Vespa legge la nota sul capitano indagato vedo in Matteo un volto che lascia trapassare soddisfazione.

Sapete anche io sono spesso sotto attacco ingiustificato e nel piccolo posso capire cosa abbia provato Renzi,perche’ quando ti toccano senza motivo fa ancora piu’ male e vederlo adesso a testa alta non fa altro che confermare che la verita’ emerge sempre e le chiacchiere(ed i chiacchieroni)vengono sempre spazzati via.
Avanti matteo noi siamo con te”

Condividi post

Repost 0

Commenta il post