Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Troppe volte li ho sentiti urlare al rischio della dittatura! MA QUESTA CARI GRULLI SECONDO VOI SOS E’.

17 Marzo 2017 , Scritto da bezzifer

Beppe Grillo: “A Genova Marika Cassimatis non è candidabile: serve un nuovo voto”

“In qualità di garante del MoVimento 5 Stelle, al fine di tutelarne l’immagine e preservarne i valori e i principi, ho deciso, nel pieno rispetto del nostro metodo, di non concedere l’utilizzo del simbolo alla lista di Genova con candidata sindaco Marika Cassimatis”. Lo scrive sul blog Grillo secondo il quale “molti” esponenti della lista di Cassimatis “hanno ripetutamente e continuativamente danneggiato l’immagine del MoVimento 5 Stelle”. Grillo indice quindi nuove Comunarie a Genova, con votazione dalle 10 alle 19. “Se qualcuno non capirà questa scelta, vi chiedo di fidarvi di me”, continua il comico, spiegando la decisione di non permettere la candidatura di Marika Cassimatis, vincitrice delle Comunarie per Genova.

Il proprietario del M5S ha deciso così. Che stiano muti i sostenitori del Movimento i quali non contano nulla e devono solo tacere ed obbedire felicemente a ciò che è imposto dal Capo.Ah, ma era Renzi quello della “deriva autoritaria”, certo, certo….

Ma cazzo la democrazia ha scelto,Marika è un insegnante con conoscenza di francese e inglese,laureata in scienze politiche e geografia,sempre meglio del musicista proposto dal beppe.Non dare spazio a chi è solo in cerca di poltrona cosa significa?????? è stata scelta dai militanti.Tranquilli grullini, uno vale sempre uno…però cercate di votare l’uno giusto! siate più concentrati la prossima volta! È quasi comico: Un Comico che ha un proprio Blogger a sua insaputa, dice ad un branco di creduloni, secondo regole che si fa da solo, che uno è eletto democraticamente, solo se è chi vuole lui e gli usuali si sforzeranno di dire che ha ragione lui. I grillino sono come gli ultras, un branco di scimmione che seguono i, capo senza discutere, non sanno ne’ quello che gridano, né il perché.

Non sapevo che nelle procedure democratiche ci fosse un “insindacabile” giudizio superiore e vincolante, di un autonominato capo politico, che come motivazione dà…fidatemi di me.Cioè si ripete finchè non vince quello che gli piace, cioè sceglie lui, altro che voto on-line. Sempre più movimento carismatico, sempre più setta.

Si confonde il dibattito democratico, pesente in tutti i partiti e organizzazioni politiche, con l’ubbidienza di un gruppo di accoliti uniti intorno ad un padrone. Il dibattito democratico è escluso solo nelle sette e nei movimenti carismatici, dove a comandare c’è solo l’autonominato a vita capo politico. Ma poi anche in questi casi le correnti si formano, basta vedere a Roma le coltellate che si sono dati fino a ieri (con le dimissioni del mini sindaco) a Roma. Ipocriti e presuntuosi.

Sono diventati una barzelletta……..gli allocchi segiaci del Comico ancora insultano e sproloquiano nel suo .boh boh BLOG……dal quale il codardo comico si è defilato ahahahahahahah

PS:Vorrei da parte dei sostenitori del M5S un poco di onestà intellettuale nel provare a commentare questa notizia. Ho letto le parole postate da Grillo sul Web a giustificazione di una mossa così forte e davvero non so che dire. A parte il fatto che ha mosso solo accuse generiche senza nei fatti concedere il diritto di replica e difesa agli accusati e già questo fa rabbrividire perché siamo oltre ai tribunali del popolo sovietici che condannavano i comunisti non allineati, ma se ciò non bastasse conclude le sue accuse vacue e non provate con una frase che sa tanto di guru o santone o capo setta “se non capire, fidatevi di me!!”.
Della serie lui parla, scrive, accusa e decide, senza bisogno di contraddittorio e di prove e chiede ai suoi attivisti di fidarsi ciecamente delle sue scelte, peccato che questa decisione sembra una scure calata dall’alto su chi non si allinea ciecamente alle volontà centrali (siamo alla riedizione riveduta e corretta del fu “centralismo democratico” di comunista memoria) che in altre parole paiono essere le sue e quelle di Davide Casaleggio.

Se questo è il movimento (ma come si fa a definire ancora tale un partito che agisce in questa maniera?) che professa la democrazia dal basso e che vorrebbe andare al governo del paese, sinceramente non potrà che trovarmi fiero oppositore.

Troppe volte li ho sentiti urlare al rischio della dittatura, ma qual’è il modello che ci propongono loro? La diarchia? Gran bel passo avanti.

A me di lasciare il paese nelle mani di Grillo e di Casaleggio non va per niente specie se questi due signori decideranno di continuare a comportarsi in maniera cosi anti democratica pur vaneggiando di democrazie dirette e di democrazia popolare e dal basso.

Condividi post

Repost 0

Commenta il post