Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

No, il problema della sinistra e` arrivare ogni tanto anche a governare. Cosa che con renzi e prodi era riuscita bene, prima che arrivasse il guastatore professionista chiamato baffino.

28 Marzo 2017 , Scritto da bezzifer

Il problema della Sinistra non è liberarsi di Renzi, ma ritrovare i valori socialisti.

La questione cruciale che Articolo Uno deve affrontare -così come dovrebbero fare Sinistra Italiana e Campo Progressista, e ogni altra iniziativa nuova a sinistra- è quella della radicale sfiducia che larga parte della società, a partire dai ceti popolari e dai giovani, nutre nei confronti della politica organizzata.

Devete pur dire che l'attuale PD non ha quasi nulla di sinistra. Che il PD è, senza torto, definito la nuova DC 2.0. Che l'attuale classe dirigente del Partito Democratico è l'unica responsabile della scissione. Che il PD non rappresenta più una buona parte dell'elettorato che votava sinistra. Che ha distrutto, o quasi, la sinistra in italia. Dopodichè . Ma diciamola tutta. Ve lo dico col cuore ,  peccato che siano l'ennesima riedizione di una sorta di déjà vu l'aristocrazia dei più forti , sia solo per puro riflesso ancestrale, vuole imporsi, non dialogare ... il rischio anzi la certezza è che si producano solo chiacchiere ... niente scuole di pensiero alternative all'egemonia culturale dei chicago boys (del resto "avete" anche chiuso le Frattocchie e persino i centri Ecap !)come diceva quel tale ? corsi e ricorsi ...

"Contro chi votare" ecco la vostra fissazione ossessione perchè non avete provato a votare contro rimanendo nel partito?Se voi dalemini avevate ragione il popolo pd vi avrebbe votato dandovi la maggioranaza.Ma siccome sapete e sapevate che non avreste mai vinto ve ne siete andati.Che furbi,che genii ella politica,ma si vede che la lezione di Bertinotti di Vendola di Rizzo non l'avete capita,quindi fatevi un altro partitino,ma fatela finita col vostro odio rancoroso non se ne può più.

Comici e patetici= ridicoli.
<<La mobilitazione a sinistra per il No al referendum, e soprattutto la scoperta in questa occasione, e negli effetti "costituenti" che essa ha provocato, da parte di tanti giovani dell'impegno politico sotto l'ombrello ideale della Costituzione Repubblicana, sono anch'essi il segno di una profonda domanda antioligarchica e partecipativa>>. I rappresentanti del NO come movimento antioligarchico? Allora CNEL e Bicameralismo paritario sono i nuovi soviet della partecipazione? Intestarsi la vittoria reale di Grillo e Berlusconi come movimento antioligarchico è troppo.
Come è troppo non capire che uscire da un partito, prima di un Congresso reclamato con 2 candidati già da un anno in campagna elettorale (!), è la prova provata di operazione di ceto politico a fine corsa.
L'evidente esigenza di un ripensamento della funzione politica dello strumento partito nello scenario di progetti di riorganizzazione programmatica in ogni ambito sociale-economico-internazionale, dove cavolo poteva trovare lo spazio migliore di confronto-discussione-partecipazione se non in un congresso del PD?
E se ciò non è stato possibile, ci sarà una ragione?
E perchè dovrebbe essere possibile in un indistinto altrove?
Il fuoriuscitismo è la liturgia psicanalitica di chi sa di aver scarsa credibilità nel contesto in cui si vive, si lotta e ci si arricchisce nel reciproco confronto.
Il PD senza di voi avrà più possibilità di essere un partito moderno e plurale; voi senza il PD avrete più possibilità cadere nell'ennesimo suicidio autoreferenziale.

Condividi post

Repost 0

Commenta il post