Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

E’ vergognoso che siamo costretti a difenderci in casa nostra per il timore di attacchi terroristici, a Roma durante la celebrazione dell’Unione Europea e a Milano durante la visita del nostro capo spirituale. Non possiamo più essere tolleranti.

25 Marzo 2017 , Scritto da bezzifer

Roma, un sabato da paura. La mappa della questura che inquieta la Capitale.

CORTEI ROMA

Roma, città chiusa con l’incubo black bloc. Con l’incubo cioè che in occasione del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma tornino in scena i manifestanti in total black, resi irriconoscibili da caschi e occhiali anch’essi neri. E si ripetano gli incidenti di due settimane fa a Napoli, quelli avvenuti al Brennero e a Bologna qualche mese fa, e quelli di Milano il giorno dell’inaugurazione dell’Expo (1 maggio 2015).

Stavolta confesso che sono preoccupato…….purtroppo la situazione è una di quelle che può facilmente degenerare…..E’ però una buona occasione per le Forze dell’Ordine per dimostrare di saper gestire con competenza e professionalità una situazione difficile senza “PRESE DI POSIZIONE” contro qualcuno e chiudendo colpevolmente gli occhi a beneficio di altri !!..Per non lasciare dubbi sto parlando di GENOVA dove i cortei pacifici sono stati caricati brutalmente mentre ai Black Block è stata lasciata mano libera in modo da avere poi la “giustificazione” per la VENDETTA della DIAZ !!…Per quanto mi riguarda considero che da allora le FF.OO. abbiano perso la loro credibilità democratica…. Ecco perché vorrei sperare che stavolta sappiano “approfittare” di questa delicata occasione per riguadagnare, almeno in parte, la stima dei cittadini !!

Io dico basta al buonismo. Manifestare, protestare è lecito, ma arrecare danni al prossimo è semplicemente una vigliaccata soprattutto perché agiscono travisati: che si facciano vedere in volto, se veramente hanno del coraggio. Anche io da giovane ho manifestato, ma non ho mai lanciato neppure un tappo di bottiglia verso qualcuno o qualcosa. I soliti noti li conoscevamo e li emarginavamo, non li facevamo entrare nel corteo. Oggi invece pare siano bene accetti. Certi personaggi che mettono a ferro e fuoco le città, devono essere picchiati di santa ragione.

Sfasciare i negozi dei poveri cristi che lavorano onestamente la chiami rivoluzione? Incendiare le macchine parcheggiate per strada di altri poveri cristi la chiami rivoluzione? Si confonde il teppismo con la rivoluzione.Io spero tanto che le forze armate sparino i lacrimogeni ad altezza uomo e a breve distanza contro questi blocchi neri.Se vuoi fare una rivoluzione devi assediare il parlamento e prendertela direttamente con chi e’ al comando/politica non con la gente comune.Non dovevano autorizzare nessun corteo. Non è obbligatorio manifestare in certe occasioni e per motivi,seri, di ordine pubblico. E spero che a chi lancia molotov siano spezzate le gambe. In quanto la loro intenzione è quella di uccidere. Sicuramente questi vandali distruttori che manifestano a Roma si propongono come alternativa all’Unione Europea.Con il loro comportamento esemplare faranno sicuramente molti proseliti.Speriamo che le forze dell’ordine non si risparmino nel dare il valido supporto.
a questi splendidi esemplari senza fare distinzione alcuna …..Chi è presente
sa’ perfettamente cosa fa’ , con chi sta’ , e dove sta’ …e quindi non è credibile
quando tira il sasso e nasconde la mano …

“Scontri «No Expo» del 1° maggio 2015, cade l’accusa di devastazione” (CDS)
Italia Paese ostaggio d’una certa casta dei magistrati antagonisti, compiacenti con i manifestanti più violenti. Occorre un’immediata riforma della magistratura che tuteli i cittadini onesti che subiscono, NON i pluri-pregiudicati devastatori.Ci fu un momento in cui in italia le cose stavano per cambiare in meglio poi arrivarono le bombe le gambizazioni ed i terroristi e tutto ando in malora.Una prerogativa della storia e che si ripete QUASI sempre.Un appello a quei ragazzi che potrebbero farsi convincere , la violenza sta sempre dalla parte dello status quo , il cambiamento avviene solo con la pace il ragionamento la crescita.Chiunque usera’ la violenza di qualsiasi tipo e’ solo perche e’un REAZIONARIO asservito al potere

Condividi post

Repost 0

Commenta il post