Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Anche stavolta lo scodinzolatore Alessandro De Angelis ha vomitato prima di andare a letto.

28 Marzo 2017 , Scritto da bezzifer

Matteo Renzi e i rapporti col governo: piega Padoan, non parla con Calenda, soffre Minniti.

Il “processo” a Padoan non ci sarà. Perché il ministro dell’Economia si è affrettato ad allontanare da sé il capo d’accusa, bruciando benzina, sigarette e ogni ipotesi di manovrina che può sporcare la narrazione del “non abbiamo aumentato le tasse”. E preparando un Def meno accondiscende con l’Europa, “prono” direbbe Renzi, rispetto alla lettera scritta qualche giorno fa.

Che articolo spazzatura, di un inutile unico, zero fatti, tante “libere”interpretazioni, poco costrutto, a parte la narrazione da dare al personaggio Renzi.Vorrei sommessamente fare notare, a quelli che si lamentano (spesso a ragione) degli articoli sulla Raggi basati più o meno sul nulla, e che invece vanno a nozze con un articolo come questo, che anche questo articolo è basato sul nulla assoluto.Ma evidentemente non tutti i nulla sono uguali.

De Angelis, lo fa un articolo sui rapporti con governo di quelli di MDP-Art1? …visto che se ne sono andati dal PD proprio per sostenere Gentiloni…Al di là dello specifico simpatia/antipatia ha dei meriti e dei demeriti e uno di questi il più grosso è aver personalizzato il referendum.La Costituzione è di tutti non sua.Moltissimi hanno votato contro Renzi senza minimamente occuparsi dello specifico.

Tutto questo astio e volgarità non si giustifica neanche avesse fatto scoppiare la terza guerra mondiale, quello che è certo che l’Italia andava male prima di Renzi ma oggi si vuole dare tutta la responsabilità al suo Governo, questo è un tentativo di guerra preventiva in attesa delle elezioni sperando di fare il vuoto intorno a lui, perchè se c’è un avversario temibile per i 5S è Renzi specialmente adesso che i finti democratici sono usciti, quelli per i quali la democrazia significa prendere le decisioni a minoranza, simile dove le decisioni sono prese dal capo.
Tutti si fregiano che il 60% degli italiani ha votato per il NO, ma considerando che erano un esercito di partiti che non faranno mai una coalizione tra di loro, Renzi con il 40% di SI fa paura a molti.
Alle europee i sondaggi davano i 5S favoritissimi, poi sappiamo come è andata con 15 punti di scarto a favore di Renzi, questo lo ricordano bene per cui daje con la propaganda contro, intrisa di un forte astio, per racimolare qualche punto.

Dico niente di nuovo sotto al sole, so che non gradisci la cruda realtà, che ci posso fare, non sono Renziano, provo ad interpretare quello che vedo senza il filtro della ideologia, magari sbaglio, ma ora la vedo in questo modo, non vi piace Renzi va bene, io però mi concentrerei sulle proposte alternative, anzichè stare sempre a parlare di Consip e dei rolex, leggo commenti molto denigratori contro Renzi e i pdioti, ma nulla sulle prospettive di governo solo ipotesi fantasiose di uscita dall’euro, di governo della rete, poi decide Grillo, ancora non ho capito la posizione sui migranti, sulla produzione industriale, solo il reddito di cittadinanza, tutte le balle populiste irrealizzabili, mi sembra di essere tornato ai tempi dei gatti selvaggi.

PS:Prendiamo atto che il pasdaran dalemiano De Angelis si è finalmente accorto che Renzi vincerà in scioltezza il congresso. Dopo settimane passate a favoleggiare su improbabili scenari che vedevano Orlando ed Emiliano mettere a serio rischio la leadership di Renzi. Emiliano, come andavo dicendo da mesi, non sta beccando un voto fuori dal suo feudino pugliese. Mentre Orlando si sta portando a casa un dignitoso 30%, che è la fisiologica quota che da sempre rappresenta l’area di minoranza del PD.
Quando ci saranno le primarie aperte a tutti, le cose non adranno diversamente, anzi. Se i due sfidanti avevano un’occasione per pesare il proprio consenso nel partito, l’occasione era proprio quella delle votazioni nei circoli, in teoria più favorevoli alla minoranza antirenziana. Alle primarie probabilmente Emiliano andrà un po’ meglio, anche perché andare peggio è impossibile. Ma ci sarà un riequilibrio di forze tra lui e Orlando, mentre Renzi sarà blindato dal suo 60%, e forse anche qualcosa di più.

Vorrei poi sommessamente ricordare che il mitico vate di Genova e’ quello che ha detto che Trump costituiva un evento rivoluzionario e che il mondo ha bisogno di leader come Putin , non vi meravigliate poi se Renzi ve lo ciucciate per i prossimi 15 anni.

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post