Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Più che mero errore… m’ero scordato! Comunque io aggiungo che con questo popò di reddito… che bisogno ha di lavorare e di occupare un posto come questo dove un giovane rampante potrebbe rendere di più per motivazioni e per iniziativa?

18 Febbraio 2017 , Scritto da bezzifer

Milano, i dati col trucco dell’assessora Cocco: ha azioni Microsoft per 3,8 milioni, non 38mila dollari. Sala: “Mero errore” In mattinata la responsabile della Trasformazione digitale aveva finalmente pubblicato la dichiarazione reddituale e patrimoniale. Nel pomeriggio il documento è sparito dal sito ed è emerso che alla voce “quote di partecipazioni” aveva indicato di possedere lo 0,0000076% della multinazionale di cui è stata manager invece del dato esatto, che è 0,00076% . Peraltro è l’unica ad aver scritto la percentuale anziché il ben più comprensibile dato sul numero di azioni.

Domanda:come mai una dirigente Microsoft in aspettativa con in tasca 3,8 milioni di euro in azioni si mette a fare l´assessore, un lavoro rognoso e molto meno remunerato?
Io se avessi quei soldi smetterei del tutto di lavorare e mi godrei quello che mi rimane da vivere.Qualcosa non torna, al di lá del “mero errore”. Non vi pare?

Chi possiede 3,8 mln di azioni non può essere onesto! La ricchezza NON E’ MAI ONESTA! Può esserlo certamente un certo benessere, una situazione economica che non crea problemi quotidiani, ma MAI E POI MAI LA RICCHEZZA sempre figlia degenere di persone da rimuovere dal contesto sociale! Finchè questo elementare concetto che dovrebbe costituire pietra miliare tanto per i cristiani (la cruna dell’ago) quanto per veri comunisti (la proprietà privata è un furto) seremo sempre quì a discettare su sozzure come questa! MERO ERRORE!! Svergognatissimo bipede!!!!!

Capite come sono saltati tutti i paradigmi della morale, della correttezza civile e istituzionale, dell’onestà. Non più argini o punti fermi dove il cittadino possa agganciarsi per un’esistenza decentemente democratica. La sig.ra Cocco è l’ultimo anello di questa devastante rappresentazione. E’ il male minore, credetemi. Ne è vittima nell’istante in cui,casualmente, si svela l’ombrosità del sistema. La caccia al colpevole, nella viscosità, fa si che la colpa rimanga intatta, pronta a trasferirsi dall’uno all’altro. E’ la foglia che cade dall’albero malato, lasciando l’albero in vita. Ha ragione Cacciari quando afferma che la corruzione non è nell’uomo bensì nel sistema non funzionante. Che la Signora provenisse dalla Microsoft, e non come semplice addetta amministrativa, si sapeva. Quindi? Le nebbie sono nella falsità della dichiarazione o nell’accettazione politico-istituzionale della sua nomina ad assessore alla trasformazione digitale? E’ altrettanto chiaro come la politica sia completamente asservente agli interessi da qualsiasi parte questi arrivino. Forse in questo sfacelo una minore presenza di democrazia “de’ noi altri” con una più forte e autoritaria non sarebbe così male. Perlomeno sarebbe più chiara e individuabile. Il trampismo fa tanta paura, ma oltre oceano la giustizia ci ha impiegato una settimana per opporsi ai decreti del despota. Da noi i contrappesi ti schiacciano invece di liberarti.

Condividi post

Repost 0

Commenta il post