Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Penso che questo qua sia un grillino o un salviniano. Nessuno come lui, con quel viso spocchioso e quel fare da yuppie anni 80, riesce a far loro propaganda.

10 Febbraio 2017 , Scritto da bezzifer

Jens Weidmann, numero uno della Bundesbank, attacca l’Italia: “Aspettative deluse sul risanamento dei conti”

Duro attacco del presidente della Bundesbank, Jens Weidmann, all’Italia: nel mirino finiscono i conti pubblici italiani. “Aspettative deluse – ha sottolineato il numero uno della Banca centrale tedesca – quelle di chi aveva scommesso che gli sforzi di risanamento intrapresi dall’Italia prima dell’ingresso nell’Unione monetaria, sarebbero continuati anche nello spazio valutario comune e che la solidità delle finanze pubbliche sarebbe stata garantita in modo duraturo”. “Non è stato così: con la crisi economica dell’inizio degli anni 2000, i deficit di bilancio italiani hanno ricominciato a salire e sono rimasti per lungo tempo al di sopra della soglia del 3%”, ha chiosato Weidmann.

Giornalai da 4 soldi siete capaci di rispondere a questo soggetto di mettere a posto i conti della BB che è sull’orlo del fallimento? Poi che noi abbiamo un debito alto lo sappiamo senza che lo dica lui quindi si preoccupi del debito enorme della sua banca

Ancora questo?…ma non si era dimesso….sarà mica innamorato di Italia?…..e invidia solita teutonica, è traboccante?……vada a lavorare anziché rompere gli zibidei…..guardi il debito di Giappone e usa e faccia un respiro profondo…..questi tedeschi sempre a cercare di creare conflitti nel mondo, come è nella loro indole,da sempre…..alla fine ci riescono eh?…..

E NO CARO Weidmann. I dati ci dicono che Renzi ha ridotto il deficit annuale rispetto agli anni precedenti. E’ quello che conta perchè il debito totale cresce per impegni di spesa presi anche facendo deficit negli anni precedenti e genera lavoro. Vedi:
http://www.tradingeconomics.com/italy/government-budget
Il deficit annuale era il 3% nel 2014, è sceso al 2,6% nel 2015 e al 2,4% nel 2016. Doveva scendere al 2% nl 2017, ma Renzi è riuscito ad ottnere maggior flessibilità per 0,2% per poter rilanciar gli investimnti nella legge di bilancio 2017 . Lui voleva +0,4% ed ora la UE rivuole lo 0,2% indietro, che forse non avrebbe richiesto se si mostrava finalmente di voler fare le riforme.
Weidmann è il vero ispiratore della politica di austerità assurda di Monti fatta solo di tagli tasse che di colpo è riuscita ad aumentare le famiglie in difficoltà sotto la soglia di povertà di 2 Milioni e a far peggiorare contemporaneamente il rapporto deficit/PIL del 3% per alcuni anni invece che migliorarlo, fino a far perdere al paese quasi 150 Miliardi di PIL senza ottenere nessun miglioramento sul deficit annuale per cui si è dovuto aspettare Renzi.

Weidmann farebbe bene a stare zitto. L’avanzo primario dell’Italia rimane tuttora il più elevato dopo quello della Germania, mediamente il più alto negli ultimi 20 anni, e il prossimo anno è previsto che aumenti ancora. Peccato che sia prorpio l’avanzo primario che continuiamo ad accumulare il motivo per cui cresciamo meno di tutti gli altri grandi stati europei (Francia e Spagna in testa, per non parlare della GB). 
Facile parlare per lui che ha un costo del debito negativo, cosa tra l’altro legata al fatto che invece sono alti i rendimenti dei paesi periferici.
Il problema sono i nostri politici che non fanno valere abbastanza in sede internazionale ed europea il nostro avanzo primario strutturale, sconosciuto invece a quasi tutte le altre grandi economie. Dobbiamo barattare l’avanzo primario con bassi tassi di interesse, anzi pretenderlo, non diminuire ancora la spesa pubblica, già bassa.
Lo spread che subiamo è ingiustamente alto rispetto alla solidità delle nostre finanze, dove la causa dell’aumento del debito è solo da attribuire agli interessi che paghiamo e quindi agli investitori internazionali. Questo espone ad un forte rischio speculatorio perchè sono loro a decidere se il nostro debito è sostenibile o no e questo è inaccettabile.

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post