Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Con i tempi che corrono difendere i monopoli, come fanno i taxisti, non solo è anacronistico e fuori luogo ma un sfida arrogante a chi di previlegi non ne ha. Liberalizziamo le licenze da taxi

21 Febbraio 2017 , Scritto da bezzifer

Milleproroghe, la protesta degli ambulanti a Montecitorio – Diretta

Il decreto arriva alla Camera e gli ambulanti tornano in piazza in segno di protesta. Molti i cartelli che chiedono una proroga della normativa in vigore e dicono no alla Bolkestein. Tra i manifestanti, anche un gruppo di tassisti: la categoria, al sesto giorno di protesta, attende l’incontro con il Ministro Delrio.

Oggi e` la giornata degli evasori fiscali, tassisti e ambulanti.E vengono anche convocati dal governo per una mediazione. Non si capisce piu` niente. Se erano operai di una fabbrica erano gia` accerchiati da centinaia di poliziotti.

Mai visto tanto corporativismo e tanto egoismo come quello di questa categoria che è una delle piò odiose del paese. Leggo che è una delle corporazioni con il più alto tasso di evasione fiscale e con il più alto tasso di protervia. Non vogliono la direttiva europea , magari insieme ai Tredicine, perché vogliono campare di rendita e senza concorrenza. La scritta su quella bandiera italiana fatta con quei caratteri non lascia spazio a dubbi circa la loro appartenenza a quell’area fascitoide presente in ogni settore retrogrado della nostra Società.

Come avevo facilmente previsto il Governo purtroppo farà marcia indietro e i tassisti l’avranno vinta ancora una volta. Si parla tanto di poteri forti, eccoli i poteri forti senza scomodare una fantomatica Spectre o la Trilateral o chissà quale altra associazione. I tassisti, i farmacisti, i notai, gli avvocati, i giudici, tutti quelli che hanno il potere di bloccare un paese perché titolari di funzioni essenziali sono INTOCCABILI e non c’è governo che tenga. Un operaio può scioperare finchè vuole, non se ne accorge nessuno, non reca danno a nessuno, quindi.

Una proposta semplice! Ritiriamo le licenze ai taxisti che fanno sciopero! Poi chi possiede una licenza sia detassato per un imponibile pari alla media del costo di una licenza nel mercato (illegale) secondario, in modo da rientrare dell’investimento effettuato per poi tornare alla normale tassazione. Infine che sia abolito una volta per tutte il concetto di licenza, chiunque fra privati e imprese potrà offrire servizi di trasporto a pagamento, col solo vincolo di effettuare una semplice registrazione in comune. Chi usufruirà del servizio taxi sceglierà fra un catorcio di un privato o una fiammante auto di lusso, a seconda delle proprie tasche, com’è giusto che sia in un sistema di mercato. In quanto agli attuali possessori di licenze, una volta concessa l’agevolazione fiscale, nessuna pietà, non hanno il potere morale né fisico di imporre la loro mafietta da due soldi. Pertanto carri armati in strada che spianino i taxi che bloccano il traffico e manganellate.Ma la risposta è semplice: quando tira aria di elezioni i cialtroni e i calabraghe abbondano.

Condividi post

Repost 0

Commenta il post