Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Radiografia del M5S:Mettiamo in ordine gli ultimi avvenimenti che hanno scosso il M5S. Dall’Europa ai territori fino alle sedi dei Tribunali

15 Gennaio 2017 , Scritto da bezzifer

Andiamo con ordine e fotografiamo – senza particolari commenti – il momento che il M5S  sta vivendo e gli ultimi avvenimenti.

Il tentativo di Grillo deciso in fretta e furia di cambiare gruppo parlamentare in Europa ha provocato l’addio di due parlamentari. Non solo. Gli scritti al blog hanno dovuto ratificare un accordo – che oltretutto era stato già sottoscritto – senza il giusto preavviso, con una votazione last minute che ha fatto letteralmente infuriare persino i militanti più pacifici.

Questo nel metodo. Nel merito c’è la questione morale. Il tentativo di passare con il gruppo di Alde e il tradimento degli ideali euroscettici cari al Movimento, sono una macchia indelebile che difficilmente potrà essere cancellata. Questo in Europa.

Tra le ultime bordate c’è poi quella arrivata da Elisa Bulgarelli, cittadina senatrice, inquilina a Palazzo Madama, che riguarda invece la piattaforma Rousseau, definita come la “segreteria del partito Cinque Stelle o il centro dei cerchi e dei cerchietti magici del Movimento”.

L’attacco va letto soprattutto nei riguardi di Casaleggio jr che la gestisce e che è considerato il primo artefice del pasticcio europeo. Tant’è che la senatrice chiede “aiuto a Beppe”.

Poi c’è il M5S che governale prove sui territori hanno fatto emergere criticità e nella prova amministrativa della Capitale è successo di tutto. Da ultimo l’arresto di Marra, ex braccio di Virginia Raggi. Senza contare lo spettro di un avviso di garanzia che aleggia sul futuro della prima cittadina grillina e i mal di pancia degli stessi grillini sul caso.

Ad ogni modo, anche nel caso in cui le venisse notificato un avviso di garanzia, il sindaco di Roma non sarebbe costretto a dimettersi dal Movimento 5 Stelle, in virtù del nuovo codice eticoapprovato online dalla base grillina. Ad ogni modo, anche nel caso in cui le venisse notificato l’avviso di garanzia, il sindaco di Roma non sarebbe costretto a dimettersi dal Movimento 5 Stelle, in virtù del nuovo codice etico approvato online dalla base grillina.

Il nuovo garantismo pentastellato non è però benvisto da tutti quelli che avevano creduto nel movimento che prometteva onestà e predicava giustizialismo d’assalto.

Intanto il M5S deve far fronte alle carte bollate: è legittima la sanzione da 250mila euro che Grillo vuole appioppare a chi lascia il gruppo in Europa? E’ legittimo il Non-Statuto e il nuovo regolamento del M5S che regola espulsioni e sospensioni? E’ legittimo il contratto in base al quale Raggi ha accettato esplicitamente di essere commissariata da Grillo e Casaleggio? Lunedì forse ci saranno le prime risposte.

Condividi post

Repost 0

Commenta il post