Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

Quanto dura l’incarico di Beppe Grillo nel movimento ?

17 Gennaio 2017 , Scritto da bezzifer

Sino ad oggi non ne ho mai sentito parlare o discutere. Veniamo da anni in cui si è puntato il dito contro Renzi e sul fatto che non fosse stato eletto (inutile spiegare come funziona il paese e le leggi che lo governano a chi vive di slogan) ma mai ho sentito un dibattito o una domanda su come sia stato eletto Beppe Grillo a capo del movimento e di come se ne debba gestire la sua carica e influenza.

In democrazia ogni rappresentante non è a tempo indeterminato

E’ molto importante ricordarlo perchè, se pure Renzi fosse stato il politico migliore di sempre, deve sottostare a elezioni e all’approvazione del proprio partito. La stessa Lega che era figlia di Umberto Bossi, ha deciso e votato il suo allontanamento a favore di un Salvini che ha scalato le posizioni interne fino a diventarne il leader.

Insomma dovunque si volga lo sguardo c’è sempre un seppur minimo confronto e sistema di autogestione interna, mentre nel Movimento 5 Stelle questo sembra essere totalmente assente. Dall’alto si decide chi deve uscire senza tante spiegazioni e cosa gli altri debbano fare. Persino decurtarsi lo stipendio per mantenere un sito web che ha la sola funzione di far votare a sorpresa e senza preavviso gli scritti che sono circa 40.000.

Ma chi approva e controlla le decisioni di Grillo & Casaleggio Spa?

Se il grande capo domani dovesse decidere di entrare in Forza Nuova, tradire le alleanze per entrare in un gruppo parlamentare formato dai loro nemici (come Monti), iniziare ad operare in forma losca falsificando documenti e firme o approvando decisioni nei comuni orientate a favoreggiare la criminalità locale, chi giudica il giudicante? Chi può bocciare una decisione presa senza nessuna consultazione che possa essere contro tutto ciò per cui ci si è sentiti coinvolti?

 

Qui si parla di un Capo assoluto, autonominatosi e che tra lui e gli “altri” c’è uno spazio vuoto. Il divino e i mortali con dei semi-dei (Di maio e Di Battista) fedelissimi e da lui personalmente scelti che a loro volta però non possono essere giudicati o bloccati dalla base, ma sempre dall’alto.

Quando si parla di Democrazia bisogna ricordarsi che cosa essa significhi prima di riempirsene la bocca

La democrazia (dal greco antico: δῆμος, démos, “popolo” e κράτος, krátos, “potere”) etimologicamente significa “governo del popolo”, ovvero sistema di governo in cui la sovranità è esercitata, direttamente o indirettamente, dall’insieme dei cittadini che ricorrono ad una votazione.

Solo in pochissimi, insolati e criticatissimi paesi del mondo ancora insiste una forma di governo così dittatoriale che il Capo è ancora visto come discendente divino e quindi intoccabile e inattaccabile al punto che se provi a non esultare al suo passaggio ti viene mozzata la testa.

Perchè dovrei esagerare se paragono la gestione democratica dell’M5s alla Corea del Nord di Kim Jong-un ? Io trovo forti somiglianze sia nella gestione che nel modo di comunicazione in cui non si propone mai ma si vive di minacce e di attacchi ai governi considerati oppositori.

Vi consiglio di leggere anche i seguenti due articoli per farvi un’idea e se li avete persi li ripropongo.

 

 

Condividi post

Repost 0

Commenta il post

roby 01/18/2017 12:27

Rassegnati e rosica inutile cariatide, il vostro tempo è finito...la mangiatoia con la quale anche tu vieni mantenuto CHIUSA!!!

roby 01/18/2017 12:12

Sei malato, molto malato ameba