Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di bezzifer

E se i voltagabbana sono i dirigenti massimi di un partito o movimento?Sarebbe bene spiegare a Di Maio che il primo voltagabbana è il suo Elevato leader, anzi, lui voltagabbana per sé e pure per gli altri. Dovrebbe pagare una multa doppia per ogni parlamentare europeo cui ha fatto fare la doppia capriola.

14 Gennaio 2017 , Scritto da bezzifer

Luigi Di Maio: "I voltagabbana assurgono da appestati a statisti. Multe per sopperire all'assenza di vincolo di mandato"

Libertà del vincolo di mandato è una conquista della Rivoluzione Francese ripresa in tutte costituzioni democratiche occidentali tra cui la nostra. Ignorante cronico, eppoi perchè vi fate chiamare cittadini? Siete solo webeti, altro che cittadini, e volete che gli altri siano solo sudditi da bravi fascistelli allineati.Ma questi meravigliosi ragazzi con la testa tra le stelle non erano quelli che amavano questa Costituzione?.....

A Di Maio vorrei chiedre : quale è la differenza tra uno che eletto in un partito "si vende" poi ad un altro schieramento; o un altro, per esempio lui, che si è consegnato anima e corpo ad un movimento del quale vota tutto ed il contrario di tutto in nome della propria carriera politica? Stiamo infine parlando di due balordi prostituti che si stanno vendendo per qualcosa.Ma ci sono anche quelli che cambiano casacca perché quella originariamente scelta è diventata una camicia di forza. Mettiamo il caso degli eurodeputati che hanno lasciato il M5S. Chi ha tradito, il Movimento che di punto in bianco per decisioni venute dall'alto ha deciso di cambiare famiglia politica all'interno dei raggruppamenti europei, oppure quelli che in seguito a tale decisione hanno lasciato il Movimento? Quà il passaggio non sarebbe stato di poco conto. Si sarebbe passati dal bianco al nero, senza alcuna sfumatura di grigio.
A qualcuno, giustamente, questa cosa non è andata giù e ha deciso di abbandonare il M5S.
Mi si potrebbe obiettare: giusto, non sei d'accordo, allora dimettiti e fai entrare un altro più allineato. E proprio quì sta il punto. Poiché è evidente che è stato il vertice del movimente a tradire eletti ed elettori, dovrebbe essere esso a dimettersi e non chi se ne va in dissenso. Perché? Ma perché essendo stata tradita la ragione stessa per cui uno è entrato nel Movimento, non può, anzi non deve, consentire il perpetuarsi del tradimento facendosi sostituire da uno più disposto ad ubbidir tacendo.
Di Maio farebbe meglio a tacere e a non smuovere quella cosina lì. Perché, lo sanno tutti, quella cosina lì più la muovi e più puzza di ca...(finisce con ..cca).

Bella un altro che scopre l'acqua calda, un vero genio, la domanda da porre è diversa, invece di trovare soluzioni ridicole e non legali, perchè non si sono seduti al tavolo della discussione, Bersani e non solo li aveva invitati a partecipare al governo, troppo comodo dedicarsi al resoconto degli scontrini e provare ad aggirare la legge, in Italia il parlamentare non ha vincolo di mandato, o si modifica o lo si accetta, ma no, loro i grullini si devono distinguere fanno firmare contralti farlocchi senza nessun valore legale, loro sono partito non partito e applicano norme non norme. E' il caso di suggerirgli un lavoro non lavoro, un ritorno alle origini, torni a fare il web master.Gigetto fammi capire... secondo te quelli che sono andati via non hanno rispettato il programma stellato???? e se fosse il contrario??? e Gigetto sarebbe uno con la stoffa dello statista. si gloria di escamotage per aggirare la costituzione. una affermazione che dimostra la sua assoluta inadeguatezza per qualsiasi posizione politica di rilievo.

Chiedo a Di Maio:oltre che in Portogallo,la regola che lei vuole in quali Paesi e prevista?In Francia,in Inghilterra,in Germania,in USA ......?La previsione della multa DISONORA chi la prevede e chi la firma.Il trasformismo si evita candidando persone che sono capaci di provare vergogna.E se sono proprio i leader a voler cambiare gruppo contraddicendo totalmente quanto enunciato e proposto durante la campagna elettorale? ad andare con chi ha idee opposte a quelle con le quali si sono presi i voti ? multa a Grillo, Casaleggio, Di Maio, Di Battista, ecc ecc ???? Aggiungerei che bisognerebbe rimarcare che la fedeltà dell'eletto va agli elettori che lo hanno votato e non al capo del movimento.Il vincolo di mandato, come lo vuole il M5S, sarebbe un totale asservimento degli eletti alle bizze di Grillo, che può cambiare completamente idea due volte in 48 ore, e pretende che loro lo seguano all'istante entrambe le volte.

Quelli del M5S sanno perfettamente che stabilire delle multe per i c.d. cambi di casacca è una condizione nulla perchè gli eletti rappresentano tutto il territorio nel cui ente pubblico sono adibiti.

Fanno questa provocazione politica per attirare l'attenzione su un tema molto sentito dall'opinione pubblica, la quale vede il suo voto politicamente tradito da chi passa da un gruppo ad un altro rispetto all'elezione originaria.

2 sono i modi per risolvere il problema politico.

A) Cambi la Costituzione e introduci il vincolo di mandato; Dimenticando che la nostra Costituzione non si può cambiare.Lo hanno deciso 19,5 milioni di italiani.....

B) stabilisci l'elezione effettiva dell'eletto attraverso il collegio uninominale o la preferenza unica

Preferisco la B) perchè da un lato si coniuga il principio di rappresentanza di tutti i cittadini e dall'altro l'eletto dovrà rispondere politicamente agli elettori del suo cambio di casaca qualora voglia ottenere i voti per essere rieletto.

E aggiungo che fra la A) e la B) non c'è gioco! La soluzione A), amata d M5S, aprirebbe la porta al totalitarismo, ponendo gli eletti in posizione subalterna ai partiti e, a Costituzione vigente, al governo.
La soluzione è il collegio uninominale, con forte legame fra eletto e elettore, non con i paracadutati del mattarellum 1.0. Se sei eletto, rappresenti il tuo collegio e operi nell'interesse localistico ma con visione nazionale.Altre strade non ce ne sono, anche la logica del proporzionale con perefernze poteva andare in questa direzione, ma è il proporzionale in sé che non funziona.
L'escamotage della "multa" è fuffa e rappresenta bene un movimento che opera ai margini della legalità, come il fatto che esiste una rete Rousseau che è gestita da un enete esterno e non controllato.
Non so perchè, ma a me viene in mente la legge Anselmi, fatta contro la P2, ma che potrebbe anche essere analizzata per verificare se affidare a una entità oscura la gestione della cosa pubblica sia così democratico e trasparente come dovrebbe essere.
Certo, in politica come in guerra, la trasparenza assoluta non può esistere e gli accordi sono fatti, sempre, in penombra, però istituzionalizzare la penombra mi sembra eccessivo.

Condividi post

Repost 0

Commenta il post

roby 01/17/2017 16:54

Mai conosciuta tanta ignoranza al servizio dell'ebetismo applicato....che vita da perdente!!